Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 8:12 am 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: mar set 26, 2006 4:08 pm
Messaggi: 14091
Località: Monza
Dal petrolio greggio non si può distillare quello che si vuole. Le raffinerie possono essere riconvertite dal diesel ad altri carburanti, ma ci vorranno da 10 a 20 anni e miliardi di investimenti

Una visione del presente e una (possibile) del futuro. Osservato dai satelliti, il Medio Oriente di oggi è punteggiato da colossali fiamme eterne di metano, che viene bruciato nei pozzi petroliferi in quanto prodotto di scarto. Domani, il mondo rischia di essere punteggiato anche da colossali fiamme eterne di gasolio per auto, distillato dalle raffinerie ma messo fuori legge, e di cui nessuno saprà più che fare; con buona pace dell’atmosfera che si voleva proteggere vietando il diesel. Questo flash dal futuro non è certo, forse è solo un paradosso che non si realizzerà, però visti i precedenti, mai dire mai.



Petroliere che si incrociano in mezzo all’Atlantico

Il problema è che in Europa c’è l’intenzione di eliminare (nel giro di pochi anni) i motori diesel da autotrazione perché inquinanti; però dal petrolio greggio non si distilla quello che si vuole: è giocoforza, con le tecnologie ordinarie, ricavarne sia benzina sia gasolio. Questo ha delle conseguenze. Le auto in America viaggiano solo a benzina, e il gasolio prodotto dalle raffinerie negli Usa viene esportato in Europa. Anche in Europa si distillano sia benzina sia gasolio, ma essendo il diesel prevalente in Europa nella trazione auto, si consuma (in proporzione ) meno benzina, e una quota di questa viene esportata in America. Ma quando anche le auto europee andranno tutte a benzina, che cosa sarà di centinaia di milioni di tonnellate di gasolio prodotte su entrambe le sponde dell’Atlantico?



Soluzioni tecnologiche sì, ma a lungo termine

Una risposta parziale può venire dalla tecnologia. Si può aumentare la resa di benzina distillata e ridurre la quota di gasolio. Giuseppe Ricci, direttore della raffinazione e del marketing dell’Eni: «Le tecnologie ci sono. Però adattare ognuna delle raffinerie esistenti costerà centinaia di milioni di euro. Si può fare, ma ci vorranno 10 o 20 anni. E comunque non si arriverà a produrre il 100% di benzina».



E allora? Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, vede una parziale via di sbocco nel carburante per le navi. «Dal 2020 - dice - il contenuto massimo di zolfo del carburante navale dovrà scendere dal 3,5% allo 0,5%. Questo renderà il carburante per le navi simile al gasolio auto, che quindi potrà essere diretto al nuovo uso». Un esempio di eccellente raffineria italiana è quella di Sarroch in Sardegna, di proprietà della Saras, la più importante d’Europa per il gasolio auto, che ora punta a diventare protagonista nel carburante navale. Ma a quanto ammonterà la nuova domanda mondiale di gasolio per nave? «Grossomodo al 10% del gasolio auto che l’Europa non richiederà più» risponde Tabarelli. Altri sbocchi? «Il cherosene degli aerei è simile al gasolio auto. Il trasporto aereo è in forte crescita mondiale, e il gasolio si può convertire in cherosene», utilizzando un ulteriore 10% dell’attuale gasolio auto. E per collocare il residuo 80%? «Bisognerà esportarlo verso altri Paesi». Però sarà da verificare quali Paesi, e per quanto tempo, accetteranno di riconoscersi come di serie B, usando un carburante rifiutato dai Paesi sviluppati. Gli Emergenti stanno diventando molto suscettibili nelle faccende ambientali, sono sempre meno disposti (con ragione) a farci da discariche. E questo ci lascia col cerino in mano.



La domanda di idrocarburi continua a crescere

D’altra parte, dice ancora Ricci dell’Eni, «il mercato globale ci sarà, anche per il gasolio auto. L’Agenzia internazionale dell’energia prevede nel mondo 300 milioni di auto elettriche nel 2040, ma nel frattempo il totale delle auto di ogni tipo aumenterà dagli attuali 1,2 miliardi a 2 miliardi, che viaggeranno in massima parte a benzina e a gasolio». Inoltre, nel trasporto pesante Ricci non vede un futuro «né per la benzina né per i motori elettrici. I camion e gli autobus andranno a gasolio anche nel 2040, e raddoppieranno come le auto».



Diverso il parere dell’ambientalista Ermete Realacci: «Presto il problema sarà superato, perché oltre a tutti i motori a gasolio spariranno anche tutti quelli a benzina. Resteranno solo i veicoli elettrici».



Migrazione di raffinerie dall’Europa al Medio Oriente

Anche se le cose andassero così, nel medio termine ci sarebbe il problema economico di convertire le attuali raffinerie per produrre meno gasolio e più benzina. Tabarelli di Nomisma osserva che «già adesso le raffinerie in Italia, nel resto d’Europa e in America chiudono, oppure sopravvivono ai limiti della sopravvivenza. Se i loro margini economici verranno ulteriormente ridotti dall’impossibilità di vendere il gasolio auto, falliranno tutte». Ma se a tutte le raffinerie europee viene imposto di scegliere fra la riconversione alla benzina al costo di centinaia di milioni di euro oppure la chiusura, e troppe fra loro sono costrette alla seconda opzione, come faremo viaggiare le nostre auto? Risponde Tabarelli: «Importeremo benzina dalle mega-raffinerie che stanno sorgendo nel Medio Oriente e che (per varie ragioni) riescono a produrre a costi minori». Ma speriamo che in queste raffinerie del Medio Oriente, nell’impossibilità di vendere il gasolio auto, non comincino a bruciare anche le mega-torce eterne di carburante diesel, accanto a quelle del metano.

http://www.lastampa.it/2018/06/11/econo ... agina.html
_____________________________________________________________________________________________________________

Spunto interessante. Se veramente poi si brucerà il gasolio finisce che si inquinerà di più per inquinare meno :palm:

_________________
"Scusi, ma lei ha preso la patente di guida veloce?"


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 8:53 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 8777
Località: Sardinia
Mah, secondo me, si concluderà con un "nulla di fatto". Verranno istituite delle restrizioni nei grandi centri, e si continuerà ad usarlo negli spazi aperti (autostrade/ambienti extraurbani/etc).
Se poi, facessero dei metanodotti in grazia di dio, anzichè bruciarlo, magari noi sardi potremmo usufruire di auto a benzina convertite a Metano.

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 11:34 am 
Non connesso

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 3737
Località: Milano
paolocabri ha scritto:
Mah, secondo me, si concluderà con un "nulla di fatto". Verranno istituite delle restrizioni nei grandi centri, e si continuerà ad usarlo negli spazi aperti (autostrade/ambienti extraurbani/etc).
Se poi, facessero dei metanodotti in grazia di dio, anzichè bruciarlo, magari noi sardi potremmo usufruire di auto a benzina convertite a Metano.

La metanizzazione partirà a breve in sardegna, finalmente..
Diciamo che anche i "no a tutto" vi hanno tagliato le gambe, altrimenti avreste avuto il metanodotto galsi.

_________________
Nissan Qashqai 1.5 Dci Nvision White Pearl


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 11:48 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 8777
Località: Sardinia
Leon83 ha scritto:
paolocabri ha scritto:
Mah, secondo me, si concluderà con un "nulla di fatto". Verranno istituite delle restrizioni nei grandi centri, e si continuerà ad usarlo negli spazi aperti (autostrade/ambienti extraurbani/etc).
Se poi, facessero dei metanodotti in grazia di dio, anzichè bruciarlo, magari noi sardi potremmo usufruire di auto a benzina convertite a Metano.

La metanizzazione partirà a breve in sardegna, finalmente..
Diciamo che anche i "no a tutto" vi hanno tagliato le gambe, altrimenti avreste avuto il metanodotto galsi.

A breve? Se ne parla dalla metà degli anni 90.
Beh, io non vedo perchè non sfruttare gli approdi gia esistenti, piuttosto che creare nuova industrializzazione nelle spiagge. Inoltre avrebbero potuto sfruttare la linea della ferrovia per installare il metanodotto, invece che impelagarsi in interminabili espropri e cause legali.

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 12:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 18, 2007 11:08 pm
Messaggi: 13525
Località: Bologna
E comunque massima stima a quel concessionario che era riuscito ad immatricolare delle Panda NP in provincia di Cagliari :ridi

_________________
Fede

"Il capezzolo è la ciliegina sulla tetta.


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 12:16 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 8777
Località: Sardinia
modus72 ha scritto:
E comunque massima stima a quel concessionario che era riuscito ad immatricolare delle Panda NP in provincia di Cagliari :ridi

Acentro! Non a caso sta per fallire... ahauhauh
La fam Fodde aveva il polo dell'auto a Cagliari, con Opel, Nissan, Alfa, Fiat, Lancia, Hyundai, Skoda, Mitsubishi, Jeep, Ssangyong.
Ora ha praticamente solo FCA.

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 12:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 18, 2007 11:08 pm
Messaggi: 13525
Località: Bologna
Tornando IT...
Per bruciare gasolio nelle centrali termoelettriche servono accorgimenti particolari?

_________________
Fede



"Il capezzolo è la ciliegina sulla tetta.


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 12:23 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 11778
Dentro una centrale bruci quello che ti pare. Ma solitamente si brucia robaccia che costa poco o, eventualmente metano nei cicli turbo gas che hanno rendimenti superiori (ma comunque più costoso di bruciare i soliti derivati del catrame esausto).


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 12:24 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 2614
Quando ci fu il boom del gasolio, le raffinerie producevano mi pare due o tre parti di benzina per una di gasolio, ed il problema era come ottenere maggiori proporzioni di gasolio rispetto alla benzina. Non sarei così catastrofista dunque.


Piuttosto mi fanno girare i maroni le torce del metano (e butano etc) che viene sprecato in questo modo mentre a noi triturano le palle su un grammo di CO2 in più o in meno ...


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 12:35 pm 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13058
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Quindi dentro una centrale puoi mettere quello che vuoi?
La forma della caldaia non dipende dal carburante?

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 1:24 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 11778
No, aspetta, non intendevo dire che puoi farlo senza cambiare nulla. Voglio solo dire che anche bruciando gasolio lo schema di massima di una centrale non cambia moltissimo. Molte centrali vengono convertite all'uso di nuovi combustibili, ma chiaramente bisogna lavorarci sopra.


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 11, 2018 1:32 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom feb 18, 2007 11:08 pm
Messaggi: 13525
Località: Bologna
Così, a naso, direi che la lo stato fisico del carburante influisca quantomeno sul sistema di alimentazione..

_________________
Fede



"Il capezzolo è la ciliegina sulla tetta.


Top
   
MessaggioInviato: mar giu 12, 2018 12:47 am 
Non connesso

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 3737
Località: Milano
Ma scusate.. A Milano vogliono eliminare le caldaie che bruciano gasolio e noi proponiamo di bruciare nelle centrali al posto di metano del gasolio? Altro che scandalo diesel gate poi..

_________________
Nissan Qashqai 1.5 Dci Nvision White Pearl


Top
   
MessaggioInviato: mar giu 12, 2018 12:53 am 
Non connesso

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 3737
Località: Milano
paolocabri ha scritto:
A breve? Se ne parla dalla metà degli anni 90.
Beh, io non vedo perchè non sfruttare gli approdi gia esistenti, piuttosto che creare nuova industrializzazione nelle spiagge. Inoltre avrebbero potuto sfruttare la linea della ferrovia per installare il metanodotto, invece che impelagarsi in interminabili espropri e cause legali.

A metà 2017 la tua regione ha dato il via alla costruzione del primo deposito ad Oristano, che basterà per 1/3 del fabbisogno. In totale sull isola faranno 7 depositi di small scale lng (gas naturale liquefatto). La parte tecnica di tubazioni verrà fatta da SGI e Snam.

_________________
Nissan Qashqai 1.5 Dci Nvision White Pearl


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 25, 2018 9:18 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven set 08, 2006 12:50 pm
Messaggi: 3642
Località: Campolongo Maggiore (VE)
Aldilà del fatto che non bandiranno il gasolio per il trasporto su gomma (e quindi rimarrà una buona richiesta di gasolio alla pompa), comunque non vedo grossi problemi nel riconvertire le centrali a gasolio.
Se ben ricordo dai tempi dell'università bisogna distinguere le centrali turbogas, in cui si brucia metano ed in cui il generatore è simile ad una turbina d'aereo, difficilmente riconvertibili, da quelle a vapore, in cui il generatore di vapore può bruciare pressochè tutto, dal gasolio ai rifiuti solidi.
Ricordo di avere visitato la centrale di Porto Tolle, in cui bruciavano indifferentemente carbone o derivati del petrolio.

_________________
La vendetta è una pigra forma di sofferenza

Non esistono donne brutte, ho solo bevuto troppo poco per farmele....


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 25, 2018 10:03 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 2614
Leon83 ha scritto:
Ma scusate.. A Milano vogliono eliminare le caldaie che bruciano gasolio e noi proponiamo di bruciare nelle centrali al posto di metano del gasolio? Altro che scandalo diesel gate poi..
Una centrale termoelettrica può permettersi un sistema di abbattimento delle emissioni che ovviamente non è alla portata degli impianti condominiali. Considera che stiamo apena dismettendo - con calma - le centrali a carbone, che per altro non creano grossi problemi. Questa è dalle mie parti:
https://www.a2a.eu/it/gruppo/termoelett ... monfalcone

e qualche anno di vita utile ce l'ha ancora (come carbone, poi verrà riconvertita - un tempo andava ad olio pesante)
http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cro ... 1.16233741


Top
   
MessaggioInviato: lun giu 25, 2018 10:42 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 11778
dave747 ha scritto:
Aldilà del fatto che non bandiranno il gasolio per il trasporto su gomma (e quindi rimarrà una buona richiesta di gasolio alla pompa), comunque non vedo grossi problemi nel riconvertire le centrali a gasolio.
Se ben ricordo dai tempi dell'università bisogna distinguere le centrali turbogas, in cui si brucia metano ed in cui il generatore è simile ad una turbina d'aereo, difficilmente riconvertibili, da quelle a vapore, in cui il generatore di vapore può bruciare pressochè tutto, dal gasolio ai rifiuti solidi.
Ricordo di avere visitato la centrale di Porto Tolle, in cui bruciavano indifferentemente carbone o derivati del petrolio.

A memoria ricordo anche io così.


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net