Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 2453 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 178 79 80 81 82
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 14, 2023 5:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 7099
Sicuro ma non è mai comparsa la voce specifica e il prezzo è sempre stato listino-sconto(-usato se c'era).
In auto sempre trovato i vari kit.
Se mi hanno nascosto i 150 euro ci sta benissimo .. di certo non mi hanno nascosto 1000 euro .. gli sarebbe rimasta li.
A comprare sono molto più bravo che a vendere :)

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 14, 2023 5:04 pm 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: mar set 26, 2006 4:08 pm
Messaggi: 16314
Località: Monza
G5X ha scritto:
Sicuro ma non è mai comparsa la voce specifica e il prezzo è sempre stato listino-sconto(-usato se c'era).
In auto sempre trovato i vari kit.
Se mi hanno nascosto i 150 euro ci sta benissimo .. di certo non mi hanno nascosto 1000 euro .. gli sarebbe rimasta li.
A comprare sono molto più bravo che a vendere :)


non per dire ma basta alzare il listino di 1000 euro e dire che il prezzo comprende la messa in strada :natale3

_________________
"Scusi, ma lei ha preso la patente di guida veloce?"


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 14, 2023 5:08 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 7099
Ragazzi l'ultima nuova l'ho presa a metà 2018 e le 4 precedenti 2004 (2)-2007-2012.
Il listini erano stabili nel tempo e si partiva da quelli ufficiali ... non posso certo parlare per ciò che accade oggi perché non ho esperienza diretta tranne quel che leggo.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 14, 2023 5:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 5282
Località: Bologna
ste79 ha scritto:
non per dire ma basta alzare il listino di 1000 euro e dire che il prezzo comprende la messa in strada :natale3

E' quello che dico pure io..


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 14, 2023 5:35 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 7099
Quello che intendo dire è che la voce "messa in strada" non è una novità degli ultimi tempi da che ho ricordi chiari c'è sempre stata solo che prima spesso veniva "regalata" o venduta a prezzo di una cena .. "oggi" hanno iniziato a marciarci.
I 150-200 euro so che per esempio mio zio li ha dati anni or sono sia in Alfa che in BMW.
Mio suocero li dette per l'Ulysse .. a me semplicemente non capitò.
Trattai il prezzo d'acquisto e l'auto arrivò completa e consegnata lavata. Fine.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 14, 2023 5:38 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 5282
Località: Bologna
G5X ha scritto:
Quello che intendo dire è che la voce "messa in strada" non è una novità degli ultimi tempi da che ho ricordi chiari c'è sempre stata solo che prima spesso veniva "regalata" o venduta a prezzo di una cena .. "oggi" hanno iniziato a marciarci.
I 150-200 euro so che per esempio mio zio li ha dati anni or sono sia in Alfa che in BMW.
Mio suocero li dette per l'Ulysse .. a me semplicemente non capitò.
Trattai il prezzo d'acquisto e l'auto arrivò completa e consegnata lavata. Fine.

Con il passare del tempo son stati introdotti un pò di trucchetti per tener alto il prezzo, i costi per la vernice metallizzata o per altri accessori pressochè obbligatori o obbligati, la messa in strada, il giubbino... Chiaramente antipatici, quella che conta però rimane sempre la cifra finale.


Ultima modifica di mjazz il mar mar 14, 2023 5:50 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 14, 2023 5:38 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 24959
Località: Milano
Anche perché è una voce che nessuno contesta (almeno, dove lavoravo prima). In tanti magari si intestardivano sul singolo punto percentuale in più, poi un bel milleecinque di messa su strada passava in sordina...

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer mar 15, 2023 5:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 12707
Località: Sardinia
Arrivata prima bolletta Plenitude con nuova tariffa. Siamo passati da 0.21cent a 0.42. Raddoppiata in tronco. Fortunatamente sono ancora a credito, perche ci sarebbe stato da spararsi.

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006 -
- Ford Transit VII T350L 2.2 Tdci 140 cv - 06/2008
- [New entry] Lancia Delta Oro 1.4 T-Jet GPL 120 cv - 09/2008


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer mar 15, 2023 5:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 34080
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Mosso da curiosità, sono andato a verificare: a me (ultima bolletta) in gennaio il kw/h è costato 0,189; lo scorso novembre era 0,239, lo scorso settembre 0,445.
Quindi mi sta calando.
Non siamo ancora agli 0,06 di 2 anni fa, e probabilmente non ci tornerò più; ma sotto lo 0,20 va bene


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio mar 16, 2023 10:33 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 9150
cometa rossa ha scritto:
Mosso da curiosità, sono andato a verificare: a me (ultima bolletta) in gennaio il kw/h è costato 0,189; lo scorso novembre era 0,239, lo scorso settembre 0,445.
Quindi mi sta calando.
Non siamo ancora agli 0,06 di 2 anni fa, e probabilmente non ci tornerò più; ma sotto lo 0,20 va bene
Andamento molto simile anche per la mia bolletta di studio (mercato libero)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: lun mar 20, 2023 10:06 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 5282
Località: Bologna
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine ... enza-aiuti

Bell'articolo sullo stato dell'elettrificazione in Norvegia.
E' indubbio che le loro condizioni siano ben diverse dalle nostre (popolazione, redditi, risorse naturali, estensione del territorio, attenzione verso la cosa pubblica) ma è anche vero che son partiti prima del resto dell'Europa nel processo di transizione.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: lun mar 20, 2023 10:32 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 9150
mjazz ha scritto:
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/nel-paradiso-dellauto-elettrica-ora-si-prova-a-resistere-senza-aiuti
Bell'articolo sullo stato dell'elettrificazione in Norvegia.
E' indubbio che le loro condizioni siano ben diverse dalle nostre (popolazione, redditi, risorse naturali, estensione del territorio, attenzione verso la cosa pubblica) ma è anche vero che son partiti prima del resto dell'Europa nel processo di transizione.
Interessante sì, ma ...

... energia verde, merce che la Norvegia ha in abbondanza al pari del petrolio, altra specialità della casa visto che è l’undicesimo produttore al mondo. Un patrimonio che le ha consentito di creare un fondo sovrano che al 31 dicembre del 2022, pur avendo subito un calo del 14,1% in valore rispetto all’anno precedente, ammontava a 12.429 miliardi di corone, qualcosa come 1.124 miliardi di euro.

I norvegesi non arrivano nemmeno a 5 milioni e mezzo, in altre parole hanno oltre 200.000 euro di fondo sovrano a testa oltre all'autonomia energetica.

Game, set, match


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 3:23 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 5282
Località: Bologna
Prima bozza del Parlamento UE
https://www.reuters.com/business/autos- ... 023-03-21/
Pensano di introdurre una classe di veicoli con motore a combustione che si blocchi se nel serbatoio non viene inserito esclusivamente del carburante eco.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 3:28 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 34080
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
mjazz ha scritto:
Prima bozza del Parlamento UE
https://www.reuters.com/business/autos- ... 023-03-21/
Pensano di introdurre una classe di veicoli con motore a combustione che si blocchi se nel serbatoio non viene inserito esclusivamente del carburante eco.


Son le richieste tedesche per poter vendere ancora auto (di nicchia) con motore termico. La commissione ha risposto così. Mi sembra corretto. Chiaramente sulle auto immatricolate prima del 2035 si continua ad usare il solito diesel e la solita benzina


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 3:34 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 7099
E quindi si potrà fare il retrofit per le e-fuel? e jamm bell ja

Altra fonte con posizione meloniana.
https://www.rainews.it/articoli/2023/03 ... a3ec9.html

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 3:35 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 5282
Località: Bologna
cometa rossa ha scritto:
mjazz ha scritto:
Prima bozza del Parlamento UE
https://www.reuters.com/business/autos- ... 023-03-21/
Pensano di introdurre una classe di veicoli con motore a combustione che si blocchi se nel serbatoio non viene inserito esclusivamente del carburante eco.


Son le richieste tedesche per poter vendere ancora auto (di nicchia) con motore termico. La commissione ha risposto così. Mi sembra corretto. Chiaramente sulle auto immatricolate prima del 2035 si continua ad usare il solito diesel e la solita benzina

Il principio è che dal 2035 i veicoli immatricolati possono ricevere solo carburante eco, non vieta che lo possano utilizzare anche le auto vendute in precedenza. Devo ancora capire se una Jazz del 2017 possa girare con la e-benzina o con una benzina standard che contenga una parte di e-fuel, ma immagino lo scopriremo con il tempo.
Stanno facendo in fretta, le case giustamente chiedono tempi e regole certe per organizzarsi.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 3:50 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 34080
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
mjazz ha scritto:
Il principio è che dal 2035 i veicoli immatricolati possono ricevere solo carburante eco, non vieta che lo possano utilizzare anche le auto vendute in precedenza. Devo ancora capire se una Jazz del 2017 possa girare con la e-benzina o con una benzina standard che contenga una parte di e-fuel, ma immagino lo scopriremo con il tempo.
Stanno facendo in fretta, le case giustamente chiedono tempi e regole certe per organizzarsi.


Non credo che la produzione di efuel possa soddisfare la domanda di un intero parco circolante di alcune decine di milioni di motori a combustione. Magari mi sbaglio, ma i numeri in gioco mi sembrano troppo elevati


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 4:07 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 9150
mjazz ha scritto:
Devo ancora capire se una Jazz del 2017 possa girare con la e-benzina o con una benzina standard che contenga una parte di e-fuel, ma immagino lo scopriremo con il tempo.
Se ben ricordi, ci fu un problema simile con il passaggio per tutti dalla benzina con piombo tetraetile alla "verde" (che non è affatto "verde" ma semplicemente è senza piombo). Per i motori più anziani (e ne girano ancora) venne preparato un additivo lubrificante specifico.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 4:08 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 5282
Località: Bologna
cometa rossa ha scritto:
mjazz ha scritto:
Il principio è che dal 2035 i veicoli immatricolati possono ricevere solo carburante eco, non vieta che lo possano utilizzare anche le auto vendute in precedenza. Devo ancora capire se una Jazz del 2017 possa girare con la e-benzina o con una benzina standard che contenga una parte di e-fuel, ma immagino lo scopriremo con il tempo.
Stanno facendo in fretta, le case giustamente chiedono tempi e regole certe per organizzarsi.


Non credo che la produzione di efuel possa soddisfare la domanda di un intero parco circolante di alcune decine di milioni di motori a combustione. Magari mi sbaglio, ma i numeri in gioco mi sembrano troppo elevati

Neppure io lo credo; avanzo l'ipotesi che possano miscelarlo come viene fatto con il gasolio, che può contenere una percentuale di biodiesel, ma in realtà sto solo fantasticando perchè di questi e-fuel so troppo poco.
mauro65 ha scritto:
mjazz ha scritto:
Devo ancora capire se una Jazz del 2017 possa girare con la e-benzina o con una benzina standard che contenga una parte di e-fuel, ma immagino lo scopriremo con il tempo.
Se ben ricordi, ci fu un problema simile con il passaggio per tutti dalla benzina con piombo tetraetile alla "verde" (che non è affatto "verde" ma semplicemente è senza piombo). Per i motori più anziani (e ne girano ancora) venne preparato un additivo lubrificante specifico.

Come sopra, non ne so praticamente nulla: con i vecchi motori il piombo tetraetile preservava le sedi valvola, qui non ho idea di quale parte del motore ci si debba preoccupare. Non so manco se chimicamente gli e-fuel siano solubili nella benzina, quindi alzo le mani e aspetto di capirci qualcosa.


Ultima modifica di mjazz il mar mar 21, 2023 4:13 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mar mar 21, 2023 4:09 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 9150
cometa rossa ha scritto:
Non credo che la produzione di efuel possa soddisfare la domanda di un intero parco circolante di alcune decine di milioni di motori a combustione. Magari mi sbaglio, ma i numeri in gioco mi sembrano troppo elevati
Non sono e-fuels in senso stretto, ma le cose si muovono velocemente

https://www.eni.com/it-IT/attivita/ener ... nerie.html


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer mar 22, 2023 1:38 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 5282
Località: Bologna
"Oggi si potrebbe pensare che le assicurazioni per l’auto a motore elettrico abbiano un costo inferiore a quelle per auto a motore termico, per questi motivi:

1 il cliente assicurato è più maturo (fascia di età 40-60 anni) e caratterizzato da un comportamento più virtuoso rispetto a altre fasce di età;

2 la guida sportiva al volante di un'auto elettrica diventa dispendiosa in termini di autonomia delle batterie;

3 l'assenza del carburante viene visto dalle assicurazioni come una minor esposizione ai rischi, anche se alcuni componenti delle batterie in condizioni particolari possono dar vita ad incendi anche difficili da domare. Un rischio considerato evidentemente remoto.

4 l'autonomia in termini di chilometri che si possono percorrere gioca dal punto di vista assicurativo un ruolo fondamentale nelle tariffe dedicate a questo segmento di auto.

Con la minore possibilità di circolare diminuiscono gli incidenti e in quest'ottica, l’autonomia relativamente limitata delle elettriche e i tempi di ricarica lunghi fanno spuntare prezzi per l'assicurazione inferiori. Le auto a batteria hanno percorrenze annue stimate inferiori a quelle delle loro cugine tradizionali e sono ancora poco adatte ai viaggi lunghi o all'impiego extraurbano.

Tuttavia il minor premio assicurativo non sempre pare essere correlato ad una minore rischiosità perché:

1 l'autonomia limitata influenza la percorrenza che avviene prevalentemente in città. Dunque meno km e quasi tutti in città, dove sono più frequenti i piccoli tamponamenti, ma raramente hanno esiti catastrofici. Ad oggi in media un'auto elettrica percorre al massimo 400 km con una ricarica, questo limita ovviamente gli spostamenti a lungo raggio, tutto ciò si traduce in un rischio minore e un premio assicurativo più basso.

2 maggiori accelerazioni. Da un’analisi dati effettuata in Norvegia, il Paese Europeo con il più alto numero di auto elettriche, che ha iniziato a incentivare la mobilità elettrica molto prima che in Italia e oggi vanta un parco circolante di oltre 200.000 tra ibride ed elettriche (6% del totale, quando in Italia siamo ancora a meno dell'1%) e quote di mercato ormai superiori al 50%, vengono riscontrati alcuni dati interessanti. Le auto elettriche sono coinvolte in incidenti il 20% in più rispetto ai modelli diesel o benzina, a causa della loro capacità di accelerare da fermo molto più rapidamente. Tra veicoli elettrici con differenti classi, le piccole auto elettriche nella categoria microclasse / veicoli di piccole dimensioni generano circa il 10% in meno di sinistri rispetto alle auto a motore convenzionali della stessa classe di veicoli, mentre la frequenza dei sinistri per modelli più grandi e potenti per esempio la categoria auto / SUV è superiore di circa il 40%. Uno dei motivi di questa sinistrosità è da cercare secondo gli studiosi nell'accelerazione delle auto elettriche.

Gli studi di Generali Italia sul mercato auto elettrica

Da prime analisi del nostro portafoglio abbiamo riscontrato che la frequenza di incidenti delle auto elettriche segna un incremento di circa un punto percentuale superiore rispetto ai veicoli a combustione. Dato che sale a circa il 15% se analizziamo solo le vetture del brand TESLA. Sempre in tema di accelerazioni Generali jeniot, utilizzando una vettura elettrica (BMW I3) strumentata con accelerometri professionali, ha svolto test di accelerazione per l’analisi dello stile di guida. Come era prevedibile, la curva accelerometrica sale vertiginosamente allo scatto e rimane costante sul filo dei 0,4g per più di 4 secondi, a differenza delle vetture con motore termico che solitamente riescono a mantenere tali accelerazioni per molto meno tempo.

Uno studio molto interessante, effettuato in collaborazione con la struttura di Advanced Analytics, ha preso in considerazione il parco circolante di una società di car sharing operante in Italia, con veicoli dotati di dispositivo satellitare. Sono stati comparati gli stili di guida tra utenti che hanno utilizzato una vettura elettrica e utenti alla guida delle auto più performanti della flotta a motore termico. I soggetti utilizzati per la base dati sono utenti che hanno fatto almeno 10 viaggi totali (di cui almeno 2 su elettrico) e, mediamente è stato riscontrato un comportamento più rischioso alla guida delle vetture elettriche. In particolare considerando l’analisi dello stile di guida, misurati come numero delle accelerazioni e decelerazioni sopra una predeterminata soglia ogni 1000 km, i risultati per gli utenti elettrici peggiorano sensibilmente (+107%) e tale differenza si acuisce maggiormente in condizioni di poco traffico (+130%) quali sabato mattina o domenica.

I costi di riparazione

Un'ulteriore tematica che ha un peso nel valutare la rischiosità del portafoglio elettrico è rappresentata dai costi di riparazione e di messa in sicurezza. La messa in sicurezza è una procedura prestabilita e differente per casa costruttrice e modello auto che permette all’operatore di togliere la corrente ad alta tensione nell’auto per evitare rischi di folgorazione o incendio ed operare in sicurezza sull’auto. Il tempo di messa in sicurezza dell’auto elettrica è di circa 30-40 minuti, tempo che si traduce in un costo ulteriore aggiunto nella fattura del carrozziere. Inoltre per evitare incendi del pacco batterie a seguito di incidenti, alcuni produttori (es Bosch) hanno creato micro cariche esplosive che si attivano allo scoppio degli airbag. Questi sensori pirotecnici escludono le correnti ad alta tensione facendo saltare le connessioni con il pacco batterie e così evitano il rischio incendio. Tale sistema è già in uso sui veicoli elettrici del Gruppo Mercedes-Smart e le procedure ufficiali della casa costruttrice obbligano alla sostituzione del pacco batterie (Smart EQ il costo di aggira sui 9.000 euro) quando a seguito di un incidente esplodono gli airbag, in quanto i sensori pirotecnici potrebbero danneggiare il pacco batterie o le varie connessioni.

Riparazione auto

Quanto sopra descritto genera un impatto sul mondo assicurativo notevole, facendo lievitare i costi esponenzialmente. Per rimanere in tema di costi da riparazione, nella parte anteriore delle vetture elettriche esattamente nei paraurti vengono installati non solo di sistemi di sicurezza attiva, ma anche gli A.V.A.S. è l’acronimo di “Acustic Vehicle Alert System”, sistema acustico di segnalazione di veicolo. Si tratta di un segnale emesso dalle automobili ibride ed elettriche per compensare gli effetti negativi della loro silenziosità emettendo un suono per permettere ai pedoni di poter sentire l’auto elettrica o ibrida in arrivo in fase di bassa velocità, soprattutto nei centri urbani. Il costo degli AVAS non è banale si toccano cifre vicine ai 400 euro. Considerando che uno degli incidenti più comuni è il tamponamento e quindi le parti che si andranno a danneggiare per prime saranno i paraurti, è bene sapere che in futuro un banale tamponamento potrebbe costare cifre anche superiori ai 3.000 euro considerando la presenza anche dei sistemi ADAS installati sempre in posizione frontale nel paraurti o mascherina.

Materiali di costruzione dei telai delle auto elettriche

Per massimizzare l’autonomia delle batterie, le auto elettriche devono essere leggere, anche perché il pacco batteria in se ha già un notevole impatto sulla massa della vettura. Per queste ragioni le vetture elettriche vengono costruite con materiali leggeri come l’alluminio e il carbonio, cercando sempre di limitare il peso. Questi materiali sicuramente più performanti portano a delle difficoltà tecniche di riparazione. Ad esempio un auto con un danno alla portiera (acciaio) di entità medio può essere tranquillamente riparato, mentre lo stesso tipo di danno su lamierato in alluminio deve essere sostituito. Il tutto perché l’alluminio è un lega che come caratteristica vanta la leggerezza, ma per contro è molto debole e tende a piegarsi molto facilmente. Inoltre per raggiungere le stesse caratteristiche dell’acciaio in termini di resistenza dovrebbe essere molto più spesso, riducendo così la differenza del peso tra i due materiali ed il vantaggio dinamico della vettura. Tutto ciò comporta un aumento dei costi, poiché a fronte di una riparazione del componente si deve optare alla sua sostituzione. Molto più complessa la riparabilità sul carbonio, solo poche aziende al mondo hanno le conoscenze ed i macchinari per farlo.

Già a partire dalla produzione di questi componenti, vengono impiegate tante ore di manodopera da parte di operatori specializzati per la lavorazione del singolo componente e strati di fibre di carbonio inseriti in appositi stampi. Successivamente vengono levigati a mano fino ad arrivare alla forma ottimale e messi in appositi forni pressurizzati. Il risultato dà alla luce materiali altamente resistenti e leggerissimi, ma non ancora pronti da immettere nel mercato, infatti i componenti subiscono un ulteriore lavorazione per finalizzare la forma corretta ed applicare l’ultimo strato di vernice trasparente che rende ben visibile la trama della fibra di carbonio. Tutte queste operazioni soprattutto quelle di levigazione delle fibre di carbonio vanno effettuate per la sicurezza dei lavoratori sempre muniti di guanti e mascherine poiché le polveri di carbonio sono nocive. Il carbonio è largamente utilizzato da molti anni nel mondo del motorsport e sta diventando di uso comune per i veicoli dal carattere sportivo e per i veicoli elettrici.

In caso di urto, emergono difficoltà nella riparazione del componente in carbonio. Essendo un materiale altamente rigido tende a non piegarsi e ad arrivare direttamente al punto di rottura a seguito di uno stress. Esiste un problema ed è invisibile: le microfratture. Se a seguito d’impatto il componente sembra perfettamente integro all'esame visivo, potrebbero esserci microfratture visibili solo con un’apposita macchina a raggi UV. Tutti questi passaggi si tramutano in ulteriori costi anche perché nella maggior parte dei casi bisogna optare alla sostituzione.

Conclusioni

In conclusione il fenomeno delle auto elettriche è in costante diffusione, ma ancora non rappresenta una quota rappresentativa del parco circolante. Per quanto riguarda l’impatto assicurativo, al momento pare che i principali player del settore abbiano lo stesso approccio con offerte dedicate e sconti commerciali, sebbene dal punto di vista tecnico sia ancora presto per valutare l’effetto combinato di fenomeni virtuosi come la riduzione delle percorrenze, l’auto selezione della clientela e dall'altro lato fenomeni avversi quali le maggiori accelerazioni che portano a parità di condizioni a maggiore frequenza di sinistri, maggiori costi e tempi di riparazione più elevati."


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer mar 22, 2023 2:07 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 24422
Solita modalità occhiometro. questa mattina ho fatto 90 minuti nel traffico parigino (da Cdg a Auberville). Solita coda tremenda, ecc ecc
Macchine elettriche? 2. Una tesla model 3 taxi e una 208 a pile. Oltre alle solite diesel, macchine vecchie, ecc un botto di toyota ibride.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer mar 22, 2023 6:04 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 24959
Località: Milano
La volta scorsa che ero a Parigi ho beccato una Bugatti EB110 e pure versione SuperSport!!!

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 2453 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 178 79 80 81 82

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net