Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1835 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 156 57 58 59 6062 Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer lug 20, 2022 3:05 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 8576
cometa rossa ha scritto:
Guarda questa allora. E dire che pensavo di pagare un po' di più, avendo scelto il 100% da fonti rinnovabili.
Energia elettrica (L)*** 01/06/20 - 31/07/20 501 kWh 0,0458 115,74
Se penso che, a distanza di 24 mesi, sono passato da 0,0458 a 0,245 al kw, girano parecchio i maroni
Prima ho detto una grossa idiozia :oops:
Sono andato a vedere il gestore di mercato, a 02/2020 pagavo la pura energia 0,0436/kWh in fascia F1, 0,04341 in F2 e 0,03361 in F3, più accisa ed Iva 22%
Ora non ho più il dettaglio delle fasce, ma per lo stesso gestore ricavo un costo medio di circa 0,37 al kWh più accisa e Iva
(rinnovabili al 40% per il 2020)

In compenso nel 2020 pagavo 33+Iva almese di utenza, ora siamo a circa 11/12 al mese di utenza

Chiedo venia :oops:


Ultima modifica di mauro65 il mer lug 20, 2022 3:06 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer lug 20, 2022 3:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 5894
Località: Milano
mauro65 ha scritto:
Intanto i tagliandi della ciminiera sono ogni due anni o 30.000 km e quelli della Smart a pile ogni anno (anche quelli della Smart termica ... sono davvero ridicoli). Se poi gonfiano i tagliandi delle termiche, ci credono solo loro ...

Io 450 euro per i primi due tagliandi, tutto ufficiale VW, e solo perché c'era stato l'aumento, prima si pagava 420 euro (mi ero addormentato). Il primo tagliando fuori pacchetto arriverà a 6 nni - 90.000 km, motivo per cui me ne sbatto della correntezza (ho già visto in Bmw che è meglio pagare qualcosa in più di tasca tua che ricevere la correntezza) e andrò a spendere forse 400 euro inclusa la sostituzione del fluido Haldex (probabilmente di meno perché farò tutto da solo tranne l'Haldex)

Non so quanto sia lunga la coda, ma l'appuntamento me lo volevano dare a 3 settimane, poi spiegando e motivando (c'era una necessità effettiva) hanno trovato un buco a circa 10 giorni

Start/stop sempre escluso per definizione su tutte le auto di casa (tanto non serve a nulla, anzi, nel caso Smart posso dirte per prova provata che n real drive si consuma di più, perché quei motori all'avviamento buttano secchiate di benzina). Batteria originale sulal Bmw durata 7 anni e sostituita solo precauzionalmente. Batteria principale della Classe A, dopo che mio scuocero l'veva danneggiata irremediabilmente, sostituita con una del Brico a 1 euro/Ampere, e senza alcun problema.

Che le case proclamino il minor costo manutentivo delle EV, è come l'oste che declama le qualità del suo vino, andiamo alla prova pratica e vediamo

Ho già dato, non mi incuccano più, e mi rendo conto che con l'elettronica spinta delle EV saremo tutti fottuti (mi ci meto anch'io perché spero di campare abbastanza da dover esere costretto a una EV, magari a guida autonoma :twisted: )

Non so come funzioni lo s&s in VW, ma in Nissan anche escludendolo ad ogni avvio, la durata della batteria non cambia perchè il sistema era tarato per lo s&s.
La classe A di che anno è? perchè la batteria dei servizi in una BEV credo che sia molto simile a quella di una termica.

_________________
Seat Leon 1.4 E-Hybrid Phev 204 cv


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: mer lug 20, 2022 3:07 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 33195
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
mauro65 ha scritto:
Chiedo venia :oops:


Ma figurati :ok


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 12:38 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4663
Località: Bologna
Leon83 ha scritto:
Non so come funzioni lo s&s in VW, ma in Nissan anche escludendolo ad ogni avvio, la durata della batteria non cambia perchè il sistema era tarato per lo s&s.
se lo escludi diminuisci i cicli di scarica/carica, e questo influisce positivamente sulla durata. La taratura dell'impianto per S&S di fatto impedisce l'uso di altri tipi di batterie rispetto alle OEM per tecnologia e amperaggio, perchè la taratura si materializza sulla quantità di corrente che l'alternatore invia alla batteria in ricarica (EFB ne accettano più delle normali piombo acido, AGM ancor di più ma le AGM mal sopportano il caldo dei vani motore) e sulla lettura dei parametri batteria da parte della centralina.
Cita:
La classe A di che anno è? perchè la batteria dei servizi in una BEV credo che sia molto simile a quella di una termica.
In teoria anche nelle BEV la tipologia di batteria 12v dipende dal sistema di ricarica e dal consumo degli utilizzatori, per esempio se il servosterzo elettrico gira a 12v o invece alla tensione della batteria di trazione, come per il climatizzatore. Potendolo fare useranno una AGM, ha meno autoscarica rispetto alle piombo-acido.
EDIT infatti...
https://teslatap.com/articles/12-volt-b ... ompendium/


Ultima modifica di mjazz il gio lug 21, 2022 12:45 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 12:44 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 5894
Località: Milano
mjazz ha scritto:
Leon83 ha scritto:
Non so come funzioni lo s&s in VW, ma in Nissan anche escludendolo ad ogni avvio, la durata della batteria non cambia perchè il sistema era tarato per lo s&s.
se lo escludi diminuisci i cicli di scarica/carica, e questo influisce positivamente sulla durata. La taratura dell'impianto per S&S di fatto impedisce l'uso di altri tipi di batterie rispetto alle OEM per tecnologia e amperaggio, perchè la taratura si materializza sulla quantità di corrente che l'alternatore invia alla batteria in ricarica (EFB ne accettano più delle normali piombo acido, AGM ancor di più ma le AGM mal sopportano il caldo) e sulla lettura dei parametri batteria da parte della centralina.
Cita:
La classe A di che anno è? perchè la batteria dei servizi in una BEV credo che sia molto simile a quella di una termica.
In teoria anche nelle BEV la tipologia di batteria 12v dipende dal sistema di ricarica e dal consumo degli utilizzatori, per esempio se il servosterzo elettrico gira a 12v o invece alla tensione della batteria di trazione, come per il climatizzatore. Potendolo fare useranno una AGM, ha meno autoscarica rispetto alle piombo-acido.

http://giampablo.altervista.org/forum/v ... start=2070
Sul QQ anche chi ha disconnesso lo s&s ogni volta sempre 3 anni ha resistito.

_________________
Seat Leon 1.4 E-Hybrid Phev 204 cv


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 12:55 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4663
Località: Bologna
Leon83 ha scritto:
http://giampablo.altervista.org/forum/v ... start=2070
Sul QQ anche chi ha disconnesso lo s&s ogni volta sempre 3 anni ha resistito.

Strano, uno dei fattori di usura delle batterie sta nel numero di cicli di carica scarica, è anche vero che in genere le aftermarket durano meno delle OEM, non so perchè...
Tanti auguri a quelli che sostituiscono le EFB con le più costose AGM, sopra i 60°C queste soffrono parecchio... non a caso chi usa le AGM di solito le mette nel bagagliaio, non nel vano motore.
Io dopo 5 anni e mezzo giro ancora con la Yuasa EFB originale, la macchina parte bene anche con basse temperature ma da due annetti l'algoritmo che misura le performance della batteria deve ritenerle insufficienti perchè gradatamente ha sempre più escluso lo S&S, adesso ai semafori non si spegne più.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 12:56 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 33195
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Io non lo uso perchè mi sta sui maroni in maniera assurda. Sulla E91 la batteria mi è durata poco più di 5 anni, sull'attuale ho passato i 5 da due mesi, vedremo; se a non escluderlo mi fosse durata di più, non ne ho idea.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 2:32 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 12173
Il problema più grosso delle batterie non è lo S&S, peraltro se la batteria non è in grado di supportarlo viene escluso in automatico, ma le vibrazioni e il caldo freddo, soprattutto se viene messa nel vano motore.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 2:34 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 33195
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Ed io che pensavo che la bavarese l'avesse nel baule per bilanciare meglio i pesi :sdentato


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 2:37 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 12173
Lo è. È un'ottima idea anche per la durata della stessa. Non viene fatto perche riba spazio e perché il rame per andare nel vano motore costa.
Anche sulla 164 è dietro (e nella X1/9 è davanti)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: gio lug 21, 2022 3:13 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 33195
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Strosek ha scritto:
Anche sulla 164 è dietro (e nella X1/9 è davanti)


Le care vecchie auto di una volta, dove la meccanica aveva ancora un senso :amore


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 7:15 am 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 8576
Ed eccoci ai numeri. Essendo in area pubblica non posso indicare con chiarezza le due ipotesi che mi sono fatto da tempo sugli eurodeputati e sugli eurocrati, ma penso che dette ipotesi sia ben chiare a tutti gli astanti.

https://www.ilsole24ore.com/art/le-auto ... e-AE8MlslB

Le automobili emettono l’1% di CO2: ecco le prove - Il Sole 24 Ore
di Pier Luigi Del Viscovo
4 agosto 2022

Quanta CO2 emettono le auto che circolano in Europa? Su questo numero, molto ben custodito, dovrebbe poggiare la decisione di bandire i motori termici. Usiamo il condizionale per l’ipotesi che non sia fondata solo su dati scientifici, ma anche sull’idea che le auto siano, anzi debbano per forza essere, le responsabili, se non uniche principali, del riscaldamento climatico. Una moda talmente forte che nessuno ha il coraggio di contrastarla, non i costruttori (con rare eccezioni) né i politici e tantomeno chi fa da megafono. Al massimo chiedono più tempo lamentando i posti di lavoro in gioco.

Più volte è stato detto che la CO2 emessa dalle auto europee sia l’1% del totale, senza però mostrare come si giunga a un numero tanto basso. Sicché molti dubitano che sia così ed è comprensibile, visto che un impatto devastante sull’industria dell’auto dovrebbe essere motivato da ben altri benefici sul clima. Il Parlamento Europeo ha una pagina dedicata alle «Emissioni di CO2 delle auto: i numeri e i dati». Si legge che «il settore dei trasporti è responsabile del 30% delle emissioni totali di CO2 in Europa, di cui il 72% viene dal solo trasporto stradale». Quote elevate, indubbiamente. Le auto? Anche peggio: «Sono tra i mezzi più inquinanti, considerato che generano il 60,7% del totale delle emissioni di CO2». A parte che non si tratta di inquinanti ma di clima-alteranti (il Parlamento lo sa, ma chi legge?), l’infografica allegata chiarisce che quel 60,7% è riferito alle emissioni da trasporto, l’iniziale 30%.

Fin qui, percentuali e anche elevate, ma di cosa? Quanta CO2 emette l’UE? Il Parlamento Europeo nella pagina, a dispetto del titolo, non lo dice: meglio lasciare ai lettori solo le percentuali. Per fortuna sul sito dell’European Environment Agency, agenzia della UE, www.eea.europa.eu/data-and-maps/data/da ... ses-viewer ci sono tutte le statistiche. Prendiamo quelle del 2019. Il trasporto ha emesso 0,825 gt (miliardi di tonnellate) di CO2, il cui 60,7% delle auto sarebbe 0,501 gt. Ora non ci resta che pesare questo mezzo miliardo sul totale delle emissioni mondiali: quante sono? L’EEA non lo dice, ovviamente, ma secondo l’International Energy Agency sono state nel 2019 circa 50 gt. Ecco spiegato l’1% ed ecco spiegato perché sia così difficile trovare il dato e perché nessuno mai lo riporti a supporto dello stop alle auto termiche. Le emissioni di CO2 in Europa sono in calo, ma fuori aumentano dell’1% ogni tre anni. Tre soli anni per rendere inutile il beneficio derivante dalla distruzione dell’industria automobilistica europea. Fermare le auto termiche nel 2035 non è sbagliato perché sacrifica posti di lavoro. È solo una cosa inutile, portata avanti per moda e tollerata per codardia.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 7:27 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 04, 2022 9:11 pm
Messaggi: 39
Località: La città con l'acca nel nome
La cross reference con fonti diverse non è il massimo, ma supponiamo che il Del Viscoso abbia ragione. Intanto il dato non è "ben nascosto" se l'ha trovato lui, poi i dati europei per indicare una percentuale su quelli mondiali, mi sembra una cosa un po' sbadata. Le emissioni dell'UE, secondo le stesse fonti del Viscovo qui sopra ammonterebbero a 4K gt, quindi il totale delle auto dovrebbe essere circa il 15% del totale e si parla della sola Co2 emessa unicamente per la combustione del carburante nel motore, escludendo tutto il trasporto su ruota che non sia privato.
Poi sì, posso capire che il 15% al De Viscopo possa sembrare poco, per carità, è un'opinione come un'altra.
Non mi sono messo a verificare le cifre "ben nascoste", che a quanto vedo sono pubbliche, ma sono sicuro che si possano fare i dovuti calcoli.


Ultima modifica di Tyreal il ven ago 05, 2022 10:31 am, modificato 1 volta in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 7:51 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 5894
Località: Milano
Sono i soliti numeri, che da un lato o dall'altro della barricata sembrano alti o bassi. Qualunque cosa sia, e visto che stiamo parlando di un futuro tra 13 anni ( oggi quale oggetto di utilizzo comune che ha almeno 13 anni abbiano tra le mani?) e il cambiamento climatico in atto, anche una minima riduzione è ben accetta.

Poi possiamo ragionare su autonomie, infrastrutture, che nell'aspromonte non ci siano colonnine, ma qualcosa va fatto.
Ps ieri sera ho incontrato una tesla m3 con targa Ucraina, scappati dalla guerra. A leggere le parole di alcuni, sarebbe un viaggio da incubo.

_________________
Seat Leon 1.4 E-Hybrid Phev 204 cv


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 10:14 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 23911
Tyreal ha scritto:
La cross reference con fonti diverse non è il massimo, ma supponiamo che il Del Viscoso abbia ragione. Intanto il dato non è "ben nascosto" se l'ha trovato lui, poi i dati europei per indicare una percentuale su quelli mondiali, mi sembra una cosa un po' sbadata. Le emissioni dell'UE, secondo le stesse fonti del Vescovo qui sopra ammonterebbero a 4K gt, quindi il totale delle auto dovrebbe essere circa il 15% del totale e si parla della sola Co2 emessa unicamente per la combustione del carburante nel motore, escludendo tutto il trasporto su ruota che non sia privato.
Poi sì, posso capire che il 15% al De Piscopo possa sembrare poco, per carità, è un'opinione come un'altra.
Non mi sono messo a verificare le cifre "ben nascoste", che a quanto vedo sono pubbliche, ma sono sicuro che si possano fare i dovuti calcoli.


Del Viscovo. E’ facile.
Per il resto e’ tutto tranne che un cretino (Google e’ gratis e’ si può controllare chi e’)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 10:35 am 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4663
Località: Bologna
I trasporti terrestri, a livello mondiale, nel 2016 incidevano per l'11,9% delle emissioni globali di CO2, poco più che riscaldare ed illuminare casa che incide per il 10.9%.
Non so quanto possano esser cambiate queste cifre negli ultimi anni, ma dubito vi siano stati stravolgimenti.


Allegati:
297268916_3284977081746499_2486124238858957900_n.jpg
297268916_3284977081746499_2486124238858957900_n.jpg [ 111.99 KiB | Visto 507 volte ]
Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 10:38 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 6144
Diciamo che ammazzare il trasporto privato ha come conseguenza diretta la drastica riduzione delle attività industriali perciò il conto della effettiva riduzione va fatto anche tenendo conto dell'impatto della deindustrializzazione.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 10:45 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 04, 2022 9:11 pm
Messaggi: 39
Località: La città con l'acca nel nome
Le cifre non sono cambiate, l'11% di trasporti terrestri include tutti i tipi di trasporti terrestri, quindi quelli relativi all'auto privata saranno una frazione. Quelli europei privati saranno una frazione ulteriormente ridotta e nel novero del globale ci sta che siano una percentuale minima. Rapportando quel valore a quello mondiale ci si avvicina all'1% citato, per quel che può valere... ma l'elettrificazione non si limiterà solo alla UE né al trasporto privato, immagino.
Ammazare il trasporto privato è una scelta politica prima che ecologica, ma non ritengo corretto far passare l'ecologia come irrilevante, perché non lo è.
Mi incuriosisce il dato relativo al trasporto aereo: pensavo fosse molto più gravoso.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 11:48 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 5894
Località: Milano
Più che altro passa il messaggio che le auto elettriche siano "vendute " solo in Europa, ma:
https://www.caranddriver.com/news/a3999 ... %20percent.
mi pare 5% del mercato (nei primi 3 mesi 150000 BEV vendute)
https://cleantechnica.com/2022/06/24/ch ... re-in-may/
qui è un mischione di dati sulla Cina, ma numeri interessanti.

_________________
Seat Leon 1.4 E-Hybrid Phev 204 cv


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 12:03 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4663
Località: Bologna
Tyreal ha scritto:
Le cifre non sono cambiate, l'11% di trasporti terrestri include tutti i tipi di trasporti terrestri, quindi quelli relativi all'auto privata saranno una frazione. Quelli europei privati saranno una frazione ulteriormente ridotta e nel novero del globale ci sta che siano una percentuale minima. Rapportando quel valore a quello mondiale ci si avvicina all'1% citato, per quel che può valere... ma l'elettrificazione non si limiterà solo alla UE né al trasporto privato, immagino.
Ammazare il trasporto privato è una scelta politica prima che ecologica, ma non ritengo corretto far passare l'ecologia come irrilevante, perché non lo è.
Mi incuriosisce il dato relativo al trasporto aereo: pensavo fosse molto più gravoso.

Questi qui sopra sono fra l'altro dati mondiali, ci sta che in regioni specifiche le ripartizioni cambino e stavolta più massicciamente. Mi aspetto che in Italia la quota trasporti + residenziale aumenti non poco rispetto al complessivo mondiale: in EU, per esempio, la quota del trasporto stradale è di circa un quinto sulle emissioni complessive, si passa perciò dal 12% a circa il 20%.
Appoggio altro grafichino che ho trovato interessante.

Immagine


In pratica, secondo il mix energetico del 2021, nel ciclo di vita una BEV emetterebbe un terzo della CO2 di una corrispondente ICEV, valore che scenderebbe a spanne ad 1/6 qualora l'energia usata venisse totalmente dal rinnovabile.
Ne vale la pena per un privato, considerati i costi e gli sbattimenti aggiuntivi?


Ultima modifica di mjazz il ven ago 05, 2022 1:05 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 1:03 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 8576
Leon83 ha scritto:
Poi possiamo ragionare su autonomie, infrastrutture, che nell'aspromonte non ci siano colonnine, ma qualcosa va fatto.
Ps ieri sera ho incontrato una tesla m3 con targa Ucraina, scappati dalla guerra. A leggere le parole di alcuni, sarebbe un viaggio da incubo.
Da quanto ho capito, Tesla è un mondo a se stante e autosufficiente, un po’ come Apple. Però comunque ci sono dei buchi, ho l’esempio di due vicini di casa del suocero, che conosco entrambi abbastanza bene: uno aveva preso pochi anni fa una Model S e poi è ritornato al turbonafta, all’altro gliela avevano offerta una (non so quale modello) in prova gratuita e gliel’ha restituita dopo pochi giorni (si è fatto una M4, entrambi in gravi difficoltà economiche :sdentato )


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 1:09 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 33195
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
mjazz ha scritto:
In pratica, secondo il mix energetico del 2021, nel ciclo di vita una BEV emetterebbe un terzo della CO2 di una corrispondente ICEV, valore che scenderebbe a spanne ad 1/6 qualora l'energia usata venisse totalmente dal rinnovabile.
Ne vale la pena per un privato, considerati i costi e gli sbattimenti aggiuntivi?


Sui costi non so che dirti, ora come ora le auto termiche hanno avuto un incremento di prezzo notevole e la differenza tra termico ed elettrico, rispetto ad un anno fa, si è assotigliata; con gli incentivi non mi stupirei che un'elettrica potesse addirittura costare come una termica, o addirittura meno.

Sul peso dei veicoli sulla Co2 emessa, considerando che 2/3 della popolazione mondiale va a piedi, o quasi, ci credo. Ma è un discorso sbagliato nelle premesse. La transizione ecologica non è solo l'auto elettrica al posto della termica. E' un insieme di provvedimenti tra cui c'è anche il divieto di vendere auto termiche da una certa data in poi. Ma dire che vietare le termiche è sbagliato perchè incidono sulo per l'1% sul totale delal co2 emessa ( ma nei paesi industrializzati, dove ogni famiglia ha un'auto, saremo ben sopra il 10%) sarebbe come dire che possiamo continuare con le centrali a carbone perchè incidono per il 10% ( sparo una cifra a caso) sulle emissioni totali. Ma la transizione riguarda le centrali a carbone, le auto termiche etc etc etc, non un singolo provvedimento o un'unica categoria su cui intervenire


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 1:21 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 5894
Località: Milano
Quoto cometa. Se ogni volta si tira fuori il discorso " eh ma la riduzione è insignificante " e quindi si tira la gamba dietro, allora a sto punto non lamentiamoci poi dei cambiamenti climatici ( io per fortuna solo per il caldo, che da maggio ad oggi è sceso di rado sotto i 35 gradi, ma vallo a dire a chi ha perso la casa o il lavoro perché pinco pallino ritiene il suo cambiamento insignificante).

_________________
Seat Leon 1.4 E-Hybrid Phev 204 cv


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 1:38 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 33195
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Leon83 ha scritto:
Quoto cometa. Se ogni volta si tira fuori il discorso " eh ma la riduzione è insignificante " e quindi si tira la gamba dietro, allora a sto punto non lamentiamoci poi dei cambiamenti climatici ( io per fortuna solo per il caldo, che da maggio ad oggi è sceso di rado sotto i 35 gradi, ma vallo a dire a chi ha perso la casa o il lavoro perché pinco pallino ritiene il suo cambiamento insignificante).


Ci sono scienziati che, per far capire il livello di pericolo a cui siamo arrivati, affermano che quella del 2022 potrebbe essere l'estate più fresca degli utlimi 20 anni.
I cambiamenti climatici, oltre al disagio per i fragili o gli anziani a causa del caldo, impattano anche sull'agricoltura, sulla pesca e su tante altre attività economiche. Questoi senza pensare a chi, come giustamente affermi, ha perso casa o cari a causa di un'innondazione o un incendio.

Io la vedo un po' in maniera simile alla raccolta differenziata; negli anni '90 non la faceva nessuno. Poi è stata introdotta in maniera obbligatoria e sempre più incisiva, e pure li polemiche a non finire: che sono solo costi per il cittadino, che è un disagio per chi non ha un balcone o un box, che basta costruire un inceneritore ed hai risolto i problemi, che lo stato ci mangia sopra etc etc etc. Oggi, dopo vent'anni, è normale per chiunque di noi differenziare perlomeno gli imballaggi fondamentali ed i rifiuti (vetro, alluminio, carta,
umido/organico e residuo), perchè c'è stato un cambiamento culturale nelle nostre teste. E l'ambiente ne ha solo beneficiato.
Con la transizione ecologica, che riguarda un sacco di cose, io penso che sarà uguale. All'inzio sarà un po' una menata, comporterà qualche disagio, qualche rinuncia, costerà un po' di più. Ma dopo una decina d'anni sarà del tutto normale adattarsi in automatico a quello stile di vita.

Ma, di base, rimane una cosa: stiamo proiettando le nostre ansie, i nostri dubbi, le nostre contrarietà su un mondo che non conosciamo, perchè da quei al 2035 cambieranno un sacco di cose in maniera molto veloce, come è successo negli ultimi 20 anni
(ieri sera ero nella casa in montagna, ho trovato un vecchio Nathan Never del 1992 e me lo sono riletto... pazzesco: non esistevano cellulari, tv a schermo piatto, internet, guida autonoma, cose tipo Amazon o Netflix, tablet, navigatori: ed è un fumetto di 30 anni fa, non di un secolo fa)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 1:45 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 8576
Leon83 ha scritto:
Quoto cometa. Se ogni volta si tira fuori il discorso " eh ma la riduzione è insignificante " e quindi si tira la gamba dietro, allora a sto punto non lamentiamoci poi dei cambiamenti climatici ( io per fortuna solo per il caldo, che da maggio ad oggi è sceso di rado sotto i 35 gradi, ma vallo a dire a chi ha perso la casa o il lavoro perché pinco pallino ritiene il suo cambiamento insignificante).
Per intanto iniziamo a pensare a come sussidiare la marea di disoccupati che la transizione applicata a senso unico sull’automotive creerà in Italia … personalmente io vedo applicare la transizione solo all’automotive, non riesco a percepire altri settori investiti dalla questione se non estemporanei provvedimenti estremamente costosi come i il FV domestico.
A proposito di quest’ultimo investimento, ho fatto un conto spannometrico che per rendere autonoma la casa di mio suocero (l’unica su cui si possa ragionare) ci vorrebbero almeno 30.000 euro di spesa, di fatto non detraibili perché se vuoi detrarre hai l’obbligo (solo in Italia, ovviamente) di stipulare il contratto di scambio. Ne posso spendere anche 40, ma non voglio avere rotture di balle con il GSE e con l’AdE e, soprattutto, non ho alcuna intenzione di regalare l’energia che produco a mie spese.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 1:56 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4663
Località: Bologna
mauro65 ha scritto:
Leon83 ha scritto:
Quoto cometa. Se ogni volta si tira fuori il discorso " eh ma la riduzione è insignificante " e quindi si tira la gamba dietro, allora a sto punto non lamentiamoci poi dei cambiamenti climatici ( io per fortuna solo per il caldo, che da maggio ad oggi è sceso di rado sotto i 35 gradi, ma vallo a dire a chi ha perso la casa o il lavoro perché pinco pallino ritiene il suo cambiamento insignificante).
Per intanto iniziamo a pensare a come sussidiare la marea di disoccupati che la transizione applicata a senso unico sull’automotive creerà in Italia … personalmente io vedo applicare la transizione solo all’automotive, non riesco a percepire altri settori investiti dalla questione se non estemporanei provvedimenti estremamente costosi come i il FV domestico.
A proposito di quest’ultimo investimento, ho fatto un conto spannometrico che per rendere autonoma la casa di mio suocero (l’unica su cui si possa ragionare) ci vorrebbero almeno 30.000 euro di spesa, di fatto non detraibili perché se vuoi detrarre hai l’obbligo (solo in Italia, ovviamente) di stipulare il contratto di scambio. Ne posso spendere anche 40, ma non voglio avere rotture di balle con il GSE e con l’AdE e, soprattutto, non ho alcuna intenzione di regalare l’energia che produco a mie spese.

Ci sono anche queste:
https://comunitasolare.eu/prosumer/
Giro il link senza sapere bene di cosa si tratti, devo ancora guardarci per bene.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 1:59 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 8576
mjazz ha scritto:
Ci sono anche queste:
https://comunitasolare.eu/prosumer/
Giro il link senza sapere bene di cosa si tratti, devo ancora guardarci per bene.
Riformulo.
Sono un dinosauro che considera valori la proprietà ed il possesso, non amando la condivisione.
:allegria


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 2:22 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 04, 2022 9:11 pm
Messaggi: 39
Località: La città con l'acca nel nome
Tra l'altro è normale e istintivo centrare tutti i cambiamenti previsti sul nostro stile di vita e le nostre abitudini... ma i progetti a lungo termine non riguarderanno più noi, sarà un modo di vivere che risulterà normale per le generazioni successive. Il pensare di non accettare questi cambiamenti è sacrosanto, ma la nostra opinione conterà sempre di meno quando cederemo il mondo a quelli dopo di noi. Questa è una transizione che in gran parte subiremo e basta.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 2:38 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 12243
Località: Sardinia
Le comunità energetiche sono l'unico sistema per far digerire alla popolazione cattedrali come gli impianti eolici da 200mt di altezza nel proprio territorio.

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Lancia Ypsilon Ecochic 1.4 F.I.R.E. GPL - 09/2009
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006 -
- Ford Transit VII T350L 2.2 Tdci 140 cv - 06/2008


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Elettrificazione
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 3:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 6144
Per i miei intendimenti ed esperienze (esempio la costruzione di centrali a servizio di comunità per riscaldamento e acs) la comunità energetica può funzionare solo se è la comunità stessa ad essere proprietaria e gestore senza ulteriori intermediari e con prezzo deciso dalla comunità stessa in base ai costi ed agli investimenti.

In tutti i casi dove l'intervento di un terzo decideva il prezzo annoXanno con contratti ultraventennali di gestione per ammortizzare l'investimento alla fine l'opera risultava talmente costosa da non essere concorrenziale con il rifacimento in proprio di un impianto singolo di maggior efficienza rispetto a quello obsoleto presente.

Per grandi comunità se è l'ente pubblico ad approntare una propria rete può anche funzionare ma nei luoghi decentrati è impossibile da far funzionare con serenità.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1835 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 156 57 58 59 6062 Prossimo

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net