Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Brabham BT46/B/C
MessaggioInviato: dom mag 01, 2011 1:45 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 11295
http://it.wikipedia.org/wiki/Brabham_BT46/B/C

Cita:
La Brabham BT46 (con le sua evoluzione Brabham BT46B e Brabham BT46C) è stata la vettura utilizzata dal team Brabham per il mondiale di Formula 1 del 1978.

La notorietà di tale monoposto deriva dalla versione B, che utilizzava un ventilatore posto sul retrotreno della vettura conferente un carico aerodinamico fuori dal comune e prestazioni eccezionali.

Brabham BT46B

Immagine

Nel 1978 dominava il mondiale la Lotus 79, una wing-car imprendibile. Bernie Ecclestone, il proprietario della Brabham, incitò il progettista Gordon Murray a trovare una soluzione innovativa per rendere competitiva la propria vettura e contrastare il dominio delle Lotus. Murray, non potendo adottare la stessa soluzione tecnica per l'ingombro laterale caratteristica dell'architettura 12 cilindri boxer del propulsore Alfa Romeo, dovette escogitare un espediente alternativo che consentisse di ottenere gli stessi risultati.

La soluzione fu suggerita da Gary Anderson e David Cox, assistenti di Murray: porre al posteriore una ventola, che creasse artificiosamente una depressione tale da incollare la vettura a terra.

L'idea non era originale: Cox aveva notato una soluzione simile durante un colloquio alla Tyrrell, il cui studio tecnico l'aveva mutuata dalla Chaparral 2J, una monoposto Can-Am del 1970. Tale ventola, però, era stata bandita perché si muoveva grazie a un motorino ausiliario, e dunque era un vietatissimo dispositivo aerodinamico mobile. Gordon Murray studiò a lungo i regolamenti, per adattare la soluzione al comma che recita:

« Se un dispositivo mobile ha un effetto aerodinamico sulla vettura, è regolare a patto che la sua funzione primaria sia diversa. »


Allora la ventola assunse funzione di raffreddamento (per un radiatore posto appositamente sopra al motore), mentre il movimento è spiegato dall'allora capomeccanico Ermanno Cuoghi:

« Il perno della ventola nasceva da un prolungamento dell'albero primario del cambio e la ventola stessa era tenuta da due cuscinetti posti sulla culatta. L'aria veniva aspirata tramite un radiatore dell'acqua e il resto era sigillato con bandelle a 45°. Nella parte anteriore del vano era poi stato sistemato una sorta di cuscino di kevlar aderente al suolo, che con la velocità si gonfiava e garantiva tenuta, amplificando l'effetto sigillo. »

La vettura debuttò al Gran Premio di Svezia 1978, ad Andestorp:

« Accendiamo la macchina ai box e accade una cosa inquietante. È tanto il risucchio della ventola, che la Bt46 si abbassa e tocca terra da ferma! [...] Per non farla distruggere nelle spanciate, tanto gratta il suolo, togliamo le molle da 1000 libbre e adottiamo quelle da 3000! »

Il dominio fu nettissimo:

« Prima delle qualifiche Gordon Murray viene da me e chiede di far imbarcare il pieno di benzina e gomme di "legno". Ho capito male? Gli chiedo di ripetere. "Voglio il pieno. Siamo troppo forti. Dobbiamo bluffare, andare più piano, sennò ci squalificano". Detto e fatto. Con 210 litri di benzina siamo secondi e terzi in griglia. [...] In gara non c'è storia: Lauda stravince. »



Dopo proteste e reclami di fronte alla Federazione Internazionale, prima si giunge all'accordo per altri soli tre Gran Premi concessi alla BT46B, poi l'accordo è annullato e la monoposto è bandita dal Mondiale: solo 1 gara disputata, ma vinta.


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 01, 2011 1:53 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:37 am
Messaggi: 6250
Me la ricordo come se fosse oggi, sparava sassi all'indietro ed i piloti che seguivano le Brabham si tenevano ben lontani...

_________________
October 2010 & 2011 + May & October 2012 + May & October 2013 + August 2014 + July 2015 + June & October 2016 Trip to Nuerburgring Nordschleife
***************************************
Gli inglesi hanno invaso le nostre terre anni fa…hanno bruciato le case dei nostri avi…hanno violentato le nostre donne e rubato i nostri cavalli….Stasera giochiamo contro di loro.


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 01, 2011 10:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 12:43 pm
Messaggi: 1222
Località: Heilbronn (D) ma di Brescia
Se non sbaglio, la primissima versione adottava dei rivoluzionari pannelli "a sfioramento" per il raffredamento dei liquidi, sulle fiancate, che però non funzionarono come sperato... e furono sostituiti da radiatori tradizionali nel musetto, poi spostati orizzontalmente davanti alle ruote posteriori nella già citata versione B (con la ventola) di Anderstorp.

Immagine

Interessante anche la versione C, utilizzata solo nelle prove del GP d'Austria 1978, perchè il motore non prendeva giri e la vettura perdeva in velocità massima. Essa aveva i radiatori spostati dal musetto a dietro le ruote anteriori ed i radiatori stessi erano "presi" da un VW Golf...

_________________
Come si corre a Indy? Semplice: acceleri, vai diritto e prendi la prima a sinistra. Ripeti tutto 799 volte e hai vinto.

Immagine


Ultima modifica di crucco il lun mag 02, 2011 8:04 am, modificato 1 volta in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 01, 2011 10:46 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 8317
Località: Earth - Sol III
Date tempo e soldi a un team di ingegneri.

E poi pronunciate le fatidiche parole "Mio Dio, cosa ho fatto..."


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 02, 2011 8:49 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:37 am
Messaggi: 6250
Tyreal_Reloaded ha scritto:
Date tempo e soldi a un team di ingegneri.

E poi pronunciate le fatidiche parole "Mio Dio, cosa ho fatto..."
Gordon Murray per esempio.... :ok

_________________
October 2010 & 2011 + May & October 2012 + May & October 2013 + August 2014 + July 2015 + June & October 2016 Trip to Nuerburgring Nordschleife
***************************************
Gli inglesi hanno invaso le nostre terre anni fa…hanno bruciato le case dei nostri avi…hanno violentato le nostre donne e rubato i nostri cavalli….Stasera giochiamo contro di loro.


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 02, 2011 8:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 11295
Interessante quello che descrisse Lauda, guidandola...

Cita:
Brabham's lead driver, Niki Lauda, realised he had to adjust his driving style, mostly for cornering. He found that if he accelerated around corners, the car would "stick" to the road as if it were on rails.[14] This had the side effect of exposing the driver to very high lateral acceleration, which would become a major problem in the ground effect era. In his autobiography, Lauda described the car as being unpleasant to drive due to the lateral loads and reliance on aerodynamics over driver skill. He realised early on that the rate of ground effect development meant that in the future, every driver would be exposed to such g-loading while behind the wheel of such a car, and the physical effort needed to drive the cars would leave the drivers exhausted by the end of the races.


snoekie ha scritto:
Me la ricordo come se fosse oggi, sparava sassi all'indietro ed i piloti che seguivano le Brabham si tenevano ben lontani...

Riporto le parole di Gordon Murray: "The fan couldn't spit anything out the back because the fan e-flux [exit speed] was only 55 mph. Besides the radial fan would have sent any stones flying sideways" :allegria
crucco ha scritto:
Se non sbaglio, la primissima versione adottava dei rivoluzionari pannelli "a sfioramento" per il raffredamento dei liquidi, sulle fiancate, che però non funzionarono come sperato... e furono sostituiti da radiatori tradizionali nel musetto, poi spostati orizzontalmente davanti alle ruote posteriori nella già citata versione B (con la ventola) di Anderstorp.

Immagine

Soluzione teoricamente interessante...se avesse funzionato :D

Quell'auto era svantaggiata dal motore, un Boxer, nell'epoc ain cui invece per massimizzare l'effetto suolo occorrevano cassoni laterali più grossi possibili, cosa che contrasta con la presenza delle due bancate del motore "piatte". Ferrari aveva lo stesso problema, nonostante questo riuscì a strappare un titolo con la 312 T4 nel 1979 . Ma già l'anno successivo la T5 si rivelò un'auto di vecchia concezione, senza effetto suolo...


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net