Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 229 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 14 5 6 7 8
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom nov 30, 2014 2:23 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
1970 Chevrolet Chevelle Malibu SS Z-25 /Z-15



Nel 1970 solo le Chevelle malibu , sport coupè e convertibile , potevano accedere ai Pack SS. I due pack erano siglati come Z-25 e Z-15 . Il primo utilizzò il v8 396 RPO L-34 , in realtà era un 402 pollici cubici con la possibilità di montare anche il v8 396 RPO L78 /L89 fino all' esaurimento delle scorte . Il pack Z25 offriva il nuovo v8 454 LS5 di media potenza e come ulteriore opzione era possibile ordinare il più potente LS6. La Chevelle Malibu con il pack z-255 era stata sviluppata sia per contrastare le sorelle GM ( Buick Gs 400 e Gsx ,Pontiac GTO e Judge , le due 4-4-2 della Oldsmobile ) nonchè le Mopar e Ford/ plynmouth . Furono 8773 le SS 454 nel 1970, di cui 4475 con il v8 454 in versione LS6 .



Esterno


Immagine
Da brochure chevrolet chhevelle 1970 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... e=1&scan=1

Nuova calandra sporgente dal frontale e con griglia radiatore divisa in due settori orizzontali muniti di cornici cromate e con al centro il logo SS , era molto simile a quella utilizzata sul contemporaneo e grosso coupe Montecarlo , il reticolo proprio della griglia era come al solito in colore nero satinato . I ferma cofano a spillo erano di serie sulle SS

Immagine
Da brochure chevrolet chhevelle 1970 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... e=1&scan=1


Nuovo pure il massiccio paraurti anteriore cromato con parte centrale sporgente econ integrate le luci di direzione con lenti trasparenti . Il cofano motore , munito di fermi cofano a spillo , aveva una vistosa gobba centrale che risultava ancor più evidente con l'opzionale presa d'aria dinamica RPO ZL2 . Con la presa d'aria ZL2 erano comprese le bande adesive sui cofani motore e vano bagagli , queste bande erano comunque ordinabili separatamente .


L'apertura della presa d'aria era azionata da un solenoide elettrico che a sua volta era comandato da un interruttore sul pedale dell'acceleratore. La valvola si apriva quando il pedale del gas era a circa il 90% della sua corsa . La potenza supplementare fornita doveva aggirarsi come minimo sui 4-5 hp a salire , molto dipendeva dalla densità e dalla temperatura dell'aria .

Immagine
Da brochure chevrolet chhevelle 1970 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... e=1&scan=1

Lateralmente la vettura differiva da quella del 69 , all'altezza del montante C che aveva un dicerso andamento avendo perso l'inconsueto taglio dell'anno precedente, differenti pure i passa ruote anteriorie posteriori che erano più squadrati, quelli anteriori ,e avevano la parte superiore che terminava con un taglio deciso .Infine oltre ai profili cromati sul bordo degli archi passa ruote le SS offrivano in più alcune finiture cromate lungo la vetratura laterale ,anteriore , posteriore che l'anno precedente era a pagamento . Le luci laterali erano avevano le lenti trasparenti come gli indicatori di direzione ma erano disposte orizzontalmente e molto in basso quelle anteriori , mentre quelle posteriori erano verticali e mascherate da una griglia in tinta con la carrozzeria .

Immagine
Da brochure chevrolet chhevelle 1970 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... e=1&scan=1


Il posteriore aveva un nuovo paraurti cromato particolarmente esteso avvolgente , le grandi luci posteriori orizzontali erano inglobate in esso come lo era il pannello nero satinato ,la targa era di nuovo incorporata nella pannellatura stessa ,che ha sempre caratterizzato le SS . Gli scarichi doppi avevano dei terminali rettangolari cromati .

Immagine
Da brochure chevrolet chhevelle 1970 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... e=1&scan=1

I colori della carrozzeria erano 15 : Gobi beige , tuxedo black, Astro blue , Fathom blue , Black cherry, Desert sand , Champagne gold , Autumn gold , Green mist, Forest green, Cramberry red , Cortez silver , Shasdow gray, Misty turqoise , Classic white .Inoltre risultano pure combinazioni bi-colore per le normali chevelle mentre da tempo le SS ne erano escluse .

Immagine



La lista dei colori carrozzeria con l'abbinamento dei vari colori dell'opzionale tettuccio in vinile .

Immagine


Interni


La plancia fu rivista nuovamente e le SS adottarono una strumentazione esclusiva , mutuata dal grosso coupe Montecarlo , pur con una dotazione di strumenti inadeguata per una sportiva.

Immagine
Da chevellestuff.net

Per una strumentazione più completa era necessario affidarsi alla lista accessori RPO e ordinare la strumentazione speciale RPO U14 .
Immagine
Da chevellestuff.net

Gli interni avevano di nuovo di serie il sedile unico anteriore rivestito in tessuto e vinile , solo sport coupe , e tutto in vinile per la convertibile . A richiesta la medesima tipologia di sedile anteriore ma con rivestimento completamente in vinile , oppure i sedili anteriori singoli " strato bucket " in finta pelle di vinile per la sport coupe e la convertibile .Come al solito la presenza di sedili " strato bucket " permetteva di accedere alla opzionale consolle tra i sedili munita di cassetto portaoggetti e leva cambio .


Sedili strato bucket .
Immagine
Da brochure chevrolet chhevelle 1970 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... e=1&scan=1

Consolle centrale con cassetto portaoggetti e leva del cambio automatico a maniglione aereonautico .
Immagine


Il volante di serie era ovale a due razze con logo centrale SS e di colore nero come il piantone . A richiesta il volante sportivo con razze in lega e corona in finto legno .


I colori degli interni con le loro varie combinazioni in funzione della tipologia di sedili e del colore della carrozzeria .

Immagine






Accessori di serie SS RPO Z-25


Big block v8 402 Turbo jet L-34 . Freni a disco anteriori con servo freno . Griglia radiatore in colore nero . Cofano motore con gobba e fermi cofano a spillo . Cerchi ruote Rally wheels in acciaio . Lenti bianche per indicatori di direzione .Modanatura cromata archi passaruota . Pneumatici ribassati a fianco nero con lettere bianche . Terminali di scarico rettangolari cromati . Assetto sportivo .Scarico sportivo con risonatori . Griglie radiatore con perimetro cromato e barra centrale di separazione nel colore della carrozzeria . Cornice parabrezza in metallo lucido . Braccetti tergicristallo occultati dal bordo posteriore del cofano motore . Due coppie di proiettori principali . Cornice cromata fanali posteriori . Emblemi SS 396 o SS 454 sui partafanghi anteriori . Cornice finerstrini laterali in metallo lucido . Specchietto retrovisore esterno sinistro rettangolare .Gocciolatoi in metallo lucido . Luci laterale di posizione con lenti color ambra ( schermate e verticali le posteriori ). Emblema SS 396 o SS 454 in coda . Luci di retromarcia . Cornice lunotto posteriore in metallo lucido ( sport coupe ) .Pannelatura in nero satinato della parte centrale del paraurti posteriore . Cielo abitacolo in vinile traforato ( sport coupe ). Specchietto retrovisore interno con chassis imbottito .Supporto Specchietto retrovisore interno nel colore degli interni .Guarnizione interna tra il parabrezza e i montanti A . Imbottitura lato interno montanti A , Ganci appendiabiti nel colore degli interni( sport coupe ).Lampada sul cielo dell'abitacolo con cornice lucida ( sport coupe ).Luce abitacolo comandata dalle portiere anteriori .Cinture di sicurezza per tutti i posti a sedere con pulsante di sblocco . Cinture anteriori con bandoliera ( sport coupe ) . Appoggiatesta anteriori .Colonna sterzo ad assorbimento d'energia . Plancia imbottita . Lato posteriore Schienale sedile anteriore con zona superiore imbottita . Parabrezza laminato . Parte superiore parabrezza sagomata ( sport coupe ) . Alette parasole imbottite . Appoggia braccia anteriori di sicurezza .Volante deformabile . Barre antintrusione portiere anteriori . Lampeggio di emergenza Hasard . Tergicristalli elettrici a due velocità con lavavetro . Pneumatici con tasselli indicatori dell'usura . Spia freni . Blocca sterzo e trasmissione . Allarme sonoro per chiavi nel blocchetto all'apertura portiera lato guida . Impianto riscaldamento e ventilazione Astro system . Freno di stazionamento a pedale . Vetri laterali curvilnei. Aria automatica . Alternatore Delcotron . Simbolo SS sui fianchetti portiere anteriori . Appoggia braccia ricavati nei fianchetti posteriori con posaceneri . Fianchetti portire in vinile . Posacenere anteriore . Accendisigari . Spie temperastura acqua , generatore , pressione olio .Tachimetro con contachilometri totale . Plancetta comandi Inpianto riscaldamento e ventilazione con illuminazione notturna Cassetto Portaoggetti con luce e chiave .Luci di cortesia parte bassa plancia ( convertibile ) . Indicatore livello carburante . Selleria in panno e vinile ( no convertibile ). Selleria in vinile ( solo convertibile ) . Leve alzacristalli in plastica verniciata in argento. Pomello chiusura portiere dall'interno cromato.Bocchette aria dinamiche all'altezza delle caviglie e bocchette supplementari sulla plancia . Tettuccio apribile manualmente e controbilanciato (convertibile ).Maniglia regolazione sedile anteriore con finitura lucida . Tappeto di rivestimento del fondo dell'abitacolo . Tappetino sul fondo del bagagliaio . Imbottitura sedile anteriore in gomma piuma da 2" di spessore.Imbottitura sedile posteriore in gomma piuma da 1"di spessore .Cofani anteriore e posteriore controbilanciati . Lunotto convertibile in vetro temperato . Programma pulizia parabrezza azionabile mediante pulsante .


Accessori A richiesta RPO


Z15 Super Sport v8 454 360 hp . Z-15 + LS6 Super Sport v8 454 450 hp . C60 aria condizionata " Four Season "( no v8 396 L-78/89 e V8 454 Ls6 ) .V31 rostri anteriori .V32 rostri posteriori . B93 salva spigoli portiere anteriori. D34 specchietti di cortesia per alette parasole . B37 tappetini anteriori e posteriori ,G80 differenziale autobloccante Positraction. T60 batteria maggiorata. AK1 cinture Deluxe anteriori e posteriori con sedile anteriore di serie ( no convertibile ).A39 cinture Deluxe anteriori e posteriori con sedile anteriore di serie ( convertibile ). A85 cinture anteriori Deluxe con bandoliera ( convertibile ). U35 orologio elettrico .D55 consolle centrale con luce di cortesia sedile posteriore .L-78 v8 396 Turbo jet. ZL2 presa d'aria dnamica sul cofano motore + bande adesive cofano motore e bagagliaio. L89 v8 396 L-78 con teste in alluminio . C50 sbrinatore lunotto ad aria calda .NA9 recupero vapori serbatoio benzina ( di serie in california ).K85 alternatore Delcotron da 63A ( di serie su v8 LS6 ). A01 vetri azzurrati . A02 Parabrezza azzurrato .K05 resistenze elettriche per avviamento rapido in climi rigidi .B37 tappetini singoli anteriori e posteriori . U14 strumentazione supplementare . U46 check control luci a fibre ottiche . D33 specchietto retrovisore esterno regolabile dall'interno . AQ2 sedili anteriori ripiegabili automaticamente . AU3 chiusura centralizzata .N40 servosterzo . Co6 Aperura e chiusura motorizzata del tettuccio apribile della convertibile .A31 vetri elettrici. V01 radiatore maggiorato( di serie su v8 LS6 ). U63 radio AM + antenna . U69 radio AM/FM + antenna .U79 radio AM/FM stereo + antenna . UM1 mangia cassette stereo + radio AM + antenna + 4 altoparlanti. UM2 mangia cassette stereo + radio AM/FM stereo + antenna + 4 altoparlanti. U80 altoparlante/i posteriore/i .C08 tettuccio riverstito in vinile ( no convertibile ) in vari colori ( Blue , Gold ,Green,Black , White ). A51 sedili anteriori singoli "strato Bucket ". N33 volante regolabile in altezza. Nk1 corona volante morbida . D88 bande adesive sui cofani motore e bagagliaio. C05 tettuccio convertibile in vari colori ( Black , White ) .M22 trasmissione manuale Syncromesh rinforzata a 4 rapporti corti ( accessorio imposto su Z-15 e Z25 ) . M40 Trasmissione automatica TH 400 a 3 marce ( accessorio imposto su Z-25 e Z15 ). M20 trasmissione manuale Syncromesh a 4 rapporti medi ( accessorio imposto su Z-25 ) .M21 trasmissione manuale Syncromesh a 4 rapporti corti ( accessorio imposto su Z-25 ).AQ2 sedili anteriori ribaltabili elettricamente . N34 volante sportivo con corona in finto legno . ZQ9 rapporti al ponte "perfomance "

I vari pacchetti accessori

Appareance guard group : rostri anteriori + rostri posteriori + salva spigoli portiere anteriori + specchietti di cortesia per alette parasole + tappetini singoli anteriori e posteriori .

Zj9 Lighting axiliary group: posacenere con luce + luci cortesia parte bassa plancia ( solo sport coupe ) + luce vano motore + luce lettura mappe orientabile + luce vano bagagli + spia livello liquido lavavetri . .

Z05 operating convenience group : orologio elettrico + sbrinatore lunotto ad aria calda + specchietto esterno regolabile dal'interno .


Accessori installabili presso le officine Chevrolet .

Aria condizionata Comfort air ( no v8 396 L-78/89 e V8 454 Ls6 ). Portasci sul tettuccio ( no convertibile ) . Bussola . Sbrinatore lunotto ad aria calda . Kit emergenza . Estintore . Tappetini anteriori e posteriori . Salva spigoli portiere anteriori . Rostri paraurti . Tromba tritonale . Luci cortesia parte bassa plancia ( no convertibile ) .Lampada vano motore .Luce posacenere .Luce vano bagagli . Cestino porta rifiuti montato sulla plancia . Cestino porta rifiuti .Specchietti alette parasole . Tappo serbatoio con chiave . Telo copri ruota di scorta . Radio AM a pulsante + antenna .Altoparlante posteriore . Radio AM/FM a pulsante + antenna . Lampada interna portatile . Mangia cassette stereo. Contagiri. Dispensatore di salviette . gancio di traino . Impianto elettrico per luci rimorchio. . Copri sedile imbottito e traspirante. Seggiolino per bambini. Check control luci anteriori e posteriori a fibre ottiche . Lampada esterna a controllo remoto . Lampada asportabile . Mangia cassette stereo.Resistenze elettriche sotto al basamento per avviamento in climi rigidi . Spruzzatori per catene liquide . Tappetino unico anteriore e posteriore .Specchietto esterno destro

Telaio /sospensioni

A parte i continui affinamenti del prodotto per un miglior comfort e durata nel tempo della carrozzeria per il 1970 deve essere segnalata l'introduzione di rinforzi strutturali all'interno delle portiere anteriori per una maggiore sicurezza negli urti laterali . L' assetto di serie Sulle SS era l'opzionale F-41 lanciato l'anno precedente , quindi ammortizzatori e molle sportive coadiuvati da barre anti rollio anteriore , di grossa sezione , e posteriore . Oltre ai già visti rinforzi diagonali ,che univano i brancardi laterali al ponte ponte posteriore , i bracci inferiori della sospensione posteriore divennero scatolati . Altra novità riguardante la guida fu rappresentata dallo sterzo servo assistito a rapporto di demoltiplicazione variabile .

Barre anti intrusione .
Immagine



Dimensioni


Lunghezza :5 m
Altezza: 1,33 m ( sport coupe ) / 1,35 m ( convertibile )
Larghezza: 1,915 m
Passo: 2,84 m
carreggiata ant /carreggiata post: 1,52 m /1,51 m





Propulsori e trasmissioni



I v8 402 L-34 e L-78/89 furono presenti fin dal lancio del M.y 70 ma nell' ottobre del 69 i più potenti L-78/89 uscirono di produzione,in concomitanza del lancio del v8 454 LS5 , pur essendo ordinabili fino alla fine delle scorte che avvenne nel dicembre del 69 . Con il pack SS non era compresa di serie alcuna trasmissione e quindi era necessario montarla come accessorio RPO imposto . In questo periodo si ridusse praticamente a zero la disponibilità di rapporti al ponte alternativi , infatti solo i v8 396 L78/79 e il v8 454 LS6 avevano una singola scelta alternativa di rapporto al ponte .




v8 396 ( 402 ) Turbo Jet RPO L-34



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 6587cc


Alesaggio x corsa : 103,9 x 95,5 mm


Rapporto di compressione :10,25 :1 .Benzina Premium


Volume camera di scoppio : 93.40 cc


Potenza : 350 hp a 5200 giri


Coppia : >562 Nm a 3400 giri


Distribuzione :un albero a camme centrale nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , con punterie idrauliche , Coperchi valvole cromati .


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Rochester con collettore in ghisa . Scatola filtro aria circolare e cromata , aperta lungo il perimetro , e filtro aria di carta in bagno d'olio. Aria automatica


Trasmissione : Nessuna trasmissione di Serie . Come accessorio imposto si poteva scegliere tra il 4 marce synchromesh a rapporti medi M-20 oppure il synchromesh M-21 a rapporti corti, entrambi con leva al pianale cuffia in gomma . Inoltre era disponibile il tre marce automatico TH 400..La leva cambio di tutte le trasmissioni disponibili era possibile montarla sulla opzionale consolle centrale solo in caso degli opzionali sedili anteriori separati .


Rapporti al ponte : Tutte le trasmissioni a disposizione erano accoppiate al solo 3,31 :1 . Disponibile il differenziale autobloccante Positraction .






v8 396 ( 402 ) Turbo Jet RPO L-78


Cilindrata : v8 a 90 gradi da 6489 cc


Alesaggio x corsa : 103,9 x 95,5 mm


Rapporto di compressione : 11:1 . Benzina Premium


Volume camera di scoppio : 82,91 cc


Potenza : 375 hp a 5600 giri


Coppia : > 562 Nm a 3600 giri


Distribuzione :un albero a camme centrale nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , con punterie meccaniche . Profilo albero a camme "Special ". Coperchi valvole cromati


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Holley con collettore a due settori in alluminio . Scatola filtro aria circolare e cromata , aperta lungo il perimetro , e filtro aria di carta in bagno d'olio . Aria automatica


Trasmissione : Nessuna trasmissione di Serie . Come accessorio imposto si poteva scegliere tra il 4 marce synchromesh a rapporti medi M-20 oppure il synchromesh M-21 a rapporti corti, entrambi con leva al pianale e cuffia in gomma . Inoltre era disponibile il tre marce automatico TH 400.La leva cambio di tutte le trasmissioni disponibili era possibile montarla sulla opzionale consolle centrale solo in caso degli opzionali sedili anteriori separati .


Rapporti al ponte : Tutte le trasmissioni a disposizione erano accoppiate 3,31 :1 ,a richiesta era disponibile il 4,10 :1 . Disponibile il differenziale autobloccante Positraction .




v8 454 Turbo jet RPO LS5 ( corvette / grandi chevrolet )


Cilindrata : v8 a 90 gradi da 7439 cc


Alesaggio x corsa : 107,97 x 101,6 mm


Rapporto di compressione : 10,25 :1 .Benzina Premium


volume camera di scoppio : 103,4 cm3


Potenza : 390 Hp a 4800 giri


Coppia : > 677 Nm a 3400 giri


Distribuzione : un albero a camme centrale , nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , con punterie idrauliche .


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Rochester con collettore in alluminio . Scatola filtro aria circolare ,a due snorkel ,con filtro aria di carta in bagno d'olio. Aria automatica a controllo termostatico .


Trasmissione : Nessuna trasmissione di Serie . Come accessorio imposto si poteva scegliere tra il 4 marce synchromesh rinforzato a rapporti corti M-22 con leva al pianale con cuffia in gomma , oppure il tre marce automatico TH 400 con leva al volante .


Rapporti al ponte : Tutte le trasmissioni a disposizione erano accoppiate al solo 3,31 :1 . Disponibile il differenziale autobloccante Positraction .




V8 454 Turbo jet RPO LS6



Immagine



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 7439 cc


Alesaggio x corsa : 107,97 x 101,6 mm


Rapporto di compressione : 11,25 :1 .Benzina Premium


volume camera di scoppio : 92,91cm3


Potenza : 450 hp a 5400 giri


Coppia : > 677 Nm a 3600 giri


Prestazioni rilevate da Motor trend nel dicembre 1969 . l'auto era dotata del cambio automatico a tre rapporti TH 400 e del rapporto al ponte di serie ( 3.31 :1 ) e della presa d'aria dinamica sul cofano motore ( ZL2 ).


0-30 miglia orarie: 2,8 sec
0-45 miglia orarie: 4,3 sec
0-60 miglia orarie: 6 sec
0-75 miglia orarie: 9 sec

0-1/4 di miglio: 13,8 sec


Ripresa

Da 40-60 miglia orarie :3 sec
Da 50-70 miglia orarie : 3,7 sec

Frenata

Da 30-0 miglia orarie : 7,13 m
da 60-0 miglia orarie : 39,14 m




Distribuzione : un albero a camme centrale , nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , a punterie meccaniche e con elevate alzate e incrocio .


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Holley con collettore in alluminio . Scatola filtro aria circolare , aperta lungo il perimetro , e filtro aria di carta in bagno d'olio. Aria automatica a controllo termostatico .


Trasmissione : Nessuna trasmissione di Serie . Come accessorio imposto si poteva scegliere tra il 4 marce synchromesh rinforzato a rapporti corti M-22 con leva al pianale con cuffia in gomma , oppure il tre marce automatico TH 400 con leva al volante .


Rapporti al ponte : Rapporti al ponte : Tutte le trasmissioni a disposizione erano accoppiate 3,31 :1 ,a richiesta era disponibile il 4,10 :1 . Disponibile il differenziale autobloccante Positraction .


Il resto della meccanica


Sterzo : Sterzo manuale a circolazione si sfere e prodotto a Saginaw . Il rapporto di sterzo era di 28,7 gradi al volante per un 1 grado alle ruote e per una sterzata completa , da un estremo all'altro , erano necessarie 5.45 rotazioni del volante . Il servosterzo a rapporto variabile necessitava di 18,7 gradi al volante per un 1 grado alle ruote attorno alla posizione centrale e diventava nettamente più diretto oltre; 12,4 gradi al volante per un 1 grado alle ruote . per una sterzata completa , da un estremo all'altro , erano necessarie solo 2,9 rotazioni del volante .


Frizione : Frizione mono disco semi centrifuga da 11"


Freni: Impianto idraulico con freni a disco anteriori autoventilanti da 11" e tamburi posteriore da 9,5 "


Scarico:Linee di scarico separate per ogni bancata e con propri silenziatori e risonatori , quindi due terminali rettangolari singoli in coda da 2 " di diametro


Cerchi e pneumatici : Di serie i cerchi in lamiera d'acciaio " sport Wheels ", da 14 " e con canale da 7" , con pneumatici serie F70 x 14 "

Immagine
Da brochure chevrolet chhevelle 1970 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... e=1&scan=1


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 17, 2014 8:55 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
1971 Chevrolet Chevelle Malibu SS /Z-15 e Chevelle Heavy Chevy

Tornano i motori v8 small block Turbo Fire come propulsori d'ingresso del pack SS ( Z15 ) e inoltre venne lanciato un allestimento sportivo a basso prezzo , l' Heavy Chevy ( RPO YF3 ) .Un modello lanciato a metà del 1971 per contrastare le versioni base della Plymounth Road Runner ma che prefigurava pure un futuro che appariva mano ,a mano ,sempre più funereo : Benzina a basso numero di ottani , costi assicurativi elevati, riduzione delle emissioni di inquinanti ,standard di sicurezza più elevati , avrebbero segnato a breve la fine delle SS con i loro giganteschi v8 big block .

Esterno

Immagine
Da brochure Chevrolet chevelle q971 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1

Immagine

L'aspetto esterno della Chevelle super sport 1971 cambiò molto poco dal modello 1970 . I quattro proiettori principali furono sostituiti da due singoli fari di notevoli dimensioni ; circa 18 cm di diametro . Il cofano anteriore presentava la solita protuberanza nella zona vicino al parabrezza , qui poteva essere installata la già vista presa d'aria motorizzata opzionale con l'aggiunta delle bande adesive nere sul cofano motore e bagagliaio . Nuovi gli indicatori di direzione e delle luci di posizione , di forma rettangolare e divisi in due settori da un inserto cromato , che furono spostati dal paraurti alla parte iniziale dei parafanghi anteriori Al posteriore , i precedenti fanali rettangolari furono sostituiti da due coppie di fanali circolari e inoltre il nuovo paraurti posteriore rendeva impossibile il posizionamento della la pannellatura in nero satinato che fu una caratteristica distintiva della SS degli anni precedenti.

Immagine
Da brochure Chevrolet chevelle q971 via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1

L'allestimento Heavy Chevy, solo sport coupe , aveva il medesimo frontale e cofano motore della SS ma era provvista di bande adesive laterali specifiche e decalcomanie adesive "Heavy Chevy" sul bordo anteriore del cofano motore , dei parafanghi anteriori , del cofano bagagli . Aveva di serie i cerchi Rally sprovvisti di anello cromato ma con dadi e coprimozzo centrale cromati .

Immagine
Da http://www.hemmings.com/mus/stories/201 ... uide1.html


La lista dei colori dell'opzionale tettuccio in vinile , i colori del tettuccio in tela della converitbile , infine delle bande adesive e delle cinture di sicurezza , tutti legati a quelli della carrozzeria ,

Immagine
Da https://www.gmheritagecenter.com/docs/g ... evelle.pdf

Interni

La Heavy Chevy aveva la medesima strumentazione della Chevelle malibu , comunque era possibile equipaggiarla con la strumentazione a tre quadranti circolari
di serie con il pack SS . Le SS avevano la medesima strumentazione e plancia dell'anno precedente e venne riproposta anche la opzionale strumentazione speciale .


Plancia di serie
Immagine
https://www.gmheritagecenter.com/docs/g ... evelle.pdf

Gli interni riproponevano la classica ricetta del sedile unico anteriore con rivestimento in vinile e tessuto sia sulla Heavy chevy che sulla SS , ma solo dulle SS era possibile richiedere i sedili di serie con rivestimento tutto in vinile , questo era di serie sulla convertibile SS , mentre l'opzione dei sedili anatomici singoli era un esclusiva delle due SS . I pannelli porta delle SS derivavano direttamente da quelli della Malibu , quindi realizzati in vinile e con disegno più elaborato rispetto a quelli della Heavy chevy che derivavano dalle Chevelle standard. Il volante delle SS era un due razze parallele identico a quello delle Malibu a parte il logo SS . A richiesta un orribile volante sportivo a 4 razze in plastica economica .

Il sedile unico anteriore in tessuto e vinile , di serie sulla sport coupe SS e Heavy chevy
Immagine

Il sedile anteriore unico in vinile , di serie sulla SS convertibile
Immagine

I aedili anteriori separati e la consolle con la leva del cambio automatico .
Immagine


I colori degli interni in funzione di quelli della carrozzeria e del tipo di sedili scelti .
Immagine
https://www.gmheritagecenter.com/docs/g ... evelle.pdf

Accessori di serie SS

Griglia radiatore in nero satinato . Emblema SS al centro drlla griglia radiatore . Cornici fari lucide . Luci di posizione e di direzione sull'estensione verticale dei parafanghi anteriori. Cofano motore con gobba e fermi di sicurezza a spillo . Bracci dei tergicristalli occultati . Cornice parabrezza in metallo lucido . Montanti esterni A e parte superiore parabrezza rivestiti in metallo lucido ( convertibile ) .Luci laterali anteriori di posizione integrate nel gruppo luci posizione anteriori e di direzione . Luci laterali di posizione sui parafanghi posteriori schermate da una griglia in tinta con la carrozzeria . Profilo metallico lucido sugli archi passaruota . Gocciolatoi in metallo lucido . Specchietto retrovisore esterno sinistro di forma rettangolare con regolazione interna . Scritta metallica Chevelle by chevrolet sul bordo sinistro del cofano vano bagagli . Emblema SS al centro del paraurti posteriore . Doppia fanaleria posteriore circolare con luci di retromarcia . Cornice parabrezza in metallo lucido . Modanatura perimetrale alla base del tettuccio apribile in metallo lucido ( convertibile ). Tettuccio apribile ripiegabile motorizzato ( convertibile ). Carrozzeria sotto il paraurti posteriore in colore corpo vettura . Montanti C interni rivestiti con pannelli . Cielo abitacolo in vinile traforato . Lato interno della parte superiore del parabrezza rivestito in tessuto . Alette parasole imbottite in vinile e inglobate nel cielo dell'abitacolo ( sport coupe ).Alette parasole imbottite in tessuto ( convertibile ).Supporti delle alette parasole cromati ( sport coupe ) . Specchietto etrovisore interno prismatico con guscio in plastica grigia e supporto cromato. Lampada abitacolo con cornice cromata e lente bianca . Lato interno montanti A verniciati e con modanatura perimetrale ( sport coupe ). Lato interno montanti A rivestiti in plastica con imbottitura interna ( convertibile ). Clips di ritegno bandoliera delle cinture di sicurezza in plastica cromata .Ganci appendiabiti in vinile . Vani per casse acustiche ( sport coupe ) . Accensione luce /i abitacolo automatica all'apertura portiere . Guarnizioni interne delle portiere in vinile . Sedile unico anteriore in vinile e tessuto con imbottitura in gomma piuma da 2" di spessore.Maniglia regolazione sedile anteriore in plastica nera . Levette cromata di comando del ripiegamento dello schienale del sedile anteriore . Appoggia testa anteriori regolabili . Sedile posteriore con imbottitura in cotone da un 1" di spessore. Tre cinture anteriori con quelle esterne munite di bandoliera ( sport coupe ) . Tre cinture posteriori addominali . Fondo abitacolo in moquette in tinta con gli interni . Bagagliaio verniciato e con tappetino in gomma piuma rivestito in vinile . Pannelli portiere rivestiti in vinile . Appoggia braccia anteriori imbottiti . Fianchetti posteriori con posaceneri . Pomello chiusura portiere anteriori cromato . Parabrezza laminato e vetri laterali e lunotto temperati . Blocca sterzo e trasmissione sotto chiave . Illuminazione notturna strumentazione.Luce cassetto portaoggetti sotto chiave .Luci di cortesia parte bassa della plancia ( convertibile ). Spia temperatura acqua + circuito frenante +olio + alternatore . Tergicristalli elettrici a due velocità + lavavetro a depressione . Posacenere anteriore . Accendisigari . Controlli riscaldamento e ventilazione con illuminazione notturna . Tachimetro circolare con fondo scala a 140 miglia orarie e contachilometri totale. indicatore livello carburante . Plancia predisposta per le due bocchette supplementari dell'aria condizionata . Impianto di riscaldamento e ventilazione Astro Ventilation .Cassetto portaoggetti sotto chiave . Predisposizione orologio . Colonna dello sterzo in tinta con gli interni . Lampeggio d'emergenza Hazard. Parte centrale della corana volante in vinile morbido e con emblema SS. Freni a disco anteriori con servofreno .F41 assetto sportivo speciale .Avvisatore acustico presenza chiavi nel blocchetto all'apertura portiera guida . Appoggia testa anteriori .



Accessori di serie Heavy Chevy

La stessa della chevelle sport coupe normali , quindi inferiore a quella delle malibu su cui si bavano le Ss ,ma con in più :

Griglia radiatore in nero satinato . Cofano motore con gobba e fermi di sicurezza a spillo. Decalcomanie " Heavy Chevy " sui parafanghi anteriori , cofano motore , bordo cofano bagagli . Bande adesive laterali . Cerchi in lamiera "rally Wheels " sprovvisti di anello cromato ma con dadi e coprimozzo centrale cromati. V8 small block .



Accessori a richiesta RPO


V8 454 Turbo Jet LS5 ( batteria maggiorata come accessorio imposto ) . V8 454 Turbo Jet LS6 ( batteria maggiorata come accessorio imposto ).
. C60 aria condizionata " Four Season " .V31 rostri anteriori .V32 rostri posteriori . B93 salva spigoli portiere anteriori. D34 specchietti di cortesia per alette parasole . B37 tappetini anteriori e posteriori ,G80 differenziale autobloccante Positraction. T60 batteria maggiorata. AK1 cinture Deluxe anteriori e posteriori con sedile anteriore di serie ( no convertibile ).A39 cinture Deluxe anteriori e posteriori con sedile anteriore di serie ( convertibile ). A85 cinture anteriori Deluxe con bandoliera ( convertibile ). U35 orologio elettrico .D55 consolle centrale con luce di cortesia sedile posteriore . ZL2 presa d'aria dnamica sul cofano motore + bande adesive cofano motore e bagagliaio( Solo v8 454). C50 sbrinatore lunotto ad aria calda .NA9 recupero vapori serbatoio benzina ( di serie in california ).K85 alternatore Delcotron da 63A ( di serie su v8 LS6 ). A01 vetri azzurrati . A02 Parabrezza azzurrato .K05 resistenze elettriche per avviamento rapido in climi rigidi .B37 tappetini singoli anteriori e posteriori . U14 strumentazione supplementare . U46 check control luci a fibre ottiche . D33 specchietto retrovisore esterno regolabile dall'interno . AQ2 sedili anteriori con schienali ripiegabili automaticamente . AU3 chiusura centralizzata .N40 servosterzo . Co6 Aperura e chiusura motorizzata del tettuccio apribile della convertibile .A31 vetri elettrici. V01 radiatore maggiorato( di serie su v8 LS6 ). U63 radio AM + antenna . U69 radio AM/FM + antenna .U79 radio AM/FM stereo + antenna . UM1 mangia cassette stereo + radio AM + antenna + 4 altoparlanti. UM2 mangia cassette stereo + radio AM/FM stereo + antenna + 4 altoparlanti. U80 altoparlante/i posteriore/i .C08 tettuccio riverstito in vinile ( no convertibile ) in vari colori ( Blue , Gold ,Green,Black , White ). A51 sedili anteriori singoli "strato Bucket ". N33 volante regolabile in altezza. Nk1 corona volante morbida . D88 bande adesive sui cofani motore e bagagliaio. C05 tettuccio convertibile in vari colori ( Black , White ).AQ2 sedili anteriori ribaltabili elettricamente . N34 volante sportivo in pmastica nera a 4 razze . ZQ9 rapporti al ponte "perfomance " . V01 radiatore maggiorato (incluso con v8 454 LS5 munito di A/C e v8 454 LS6 con rapporto al ponte "Perfomance "). F40 Assetto sportivo ( No SS ) . F41 assetto sportivo speciale ( di serie su SS ) . V8 350 Turbo Fire L65 . V8 350 Turbo Fire L48 . V8 400 Turbo jet LS3 .M11 Tre marce Syncromesh con leva al pianale ( solo con V8 350 Turbo Fire L65 ) . MC1 Tre marce Syncromesh "special " ( solo con V8 350 Turbo Fire L48) . M22 4 marce Syncromesh "heavy Dury 2 a rapporti corti ( solo con V8 454 Turbo Jet ) . M20 4 marce Syncromesh a rapporti medi . M40 3 marce automatico TH 400 . J50 servofreno ( incluso sulle SS ) . K30 regolatore di velocità ( necessaria trasmissione automatica , no con v8 454 ) .

I vari pacchetti accessori

ZP5 Appareance guard group : rostri anteriori + rostri posteriori + salva spigoli portiere anteriori + specchietti di cortesia per alette parasole + tappetini singoli anteriori e posteriori .


ZQ2 operating convenience group : orologio elettrico + sbrinatore lunotto ad aria calda + specchietto esterno regolabile dal'interno .


Accessori installabili presso le officine Chevrolet .

Aria condizionata Comfort air ( no v8 396 L-78/89 e V8 454 Ls6 ). Portasci sul tettuccio ( no convertibile ) . Bussola . Sbrinatore lunotto ad aria calda . Kit emergenza . Estintore . Tappetini anteriori e posteriori . Salva spigoli portiere anteriori . Rostri paraurti . Tromba tritonale . Luci cortesia parte bassa plancia ( no convertibile ) .Lampada vano motore .Luce posacenere .Luce vano bagagli . Cestino porta rifiuti montato sulla plancia . Cestino porta rifiuti .Specchietti alette parasole . Tappo serbatoio con chiave . Telo copri ruota di scorta . Radio AM a pulsante + antenna .Altoparlante posteriore . Radio AM/FM a pulsante + antenna . Lampada interna portatile . Mangia cassette stereo. Contagiri. Dispensatore di salviette . gancio di traino . Impianto elettrico per luci rimorchio. . Copri sedile imbottito e traspirante. Seggiolino per bambini. Check control luci anteriori e posteriori a fibre ottiche . Lampada esterna a controllo remoto . Lampada asportabile . Mangia cassette stereo.Resistenze elettriche sotto al basamento per avviamento in climi rigidi . Spruzzatori per catene liquide . Tappetino unico anteriore e posteriore .Specchietto esterno destro


Telaio /sospensioni

Dopo l'aggiunta bell'anno precedente delle basrre antintrusione nelle portiere anteriori , nel 71 si segnala l'introduzione di un pannello metallico di separazione abitacolo /bagagliaio per evitare l' intrusione dei vagagli in caso di violento urto. L'assetto F-41 era di serie su tutte le SS a partire dal più piccolo dei small block . L' economica Heavy chevy aveva l'assetto base che veniva modificato in base al propulsore scelto dal cliente , comunque nella sua lista di accessori RPO troviamo gli assetti sportivi F-40 e F-41 .


Dimensioni

Lunghezza :5.11 m
Altezza: 1,33 m ( sport coupe ) / 1,34 m ( convertibile )
Larghezza: 1,915 m
Passo: 2,84 m
carreggiata ant /carreggiata post: 1,52 m /1,51 m


Propulsori e Trasmissioni

Dopo circa 6 anni tornano nel vano motore delle Chevelle SS , i v8 small block della famiglia Turbo Fire .Il propulsore d'ingresso necessario per accedere all'opzione Super Sport era un v8 da 350 pollici cubici ma non mancavano neppure i big block come il v8 400 Turbo jet siglato LS3 e due versioni dell'allora recente v8 454 Turbo Jet. La Chevelle Heavy Chevy invece non poteva essere equipaggiata con i v8 454 ma aveva accesso a tutti i v8 small block , compreso il piccolo v8 307 pollici cubici , e al v8 402 LS3. Sulla Heavy Chevy con il v8 307 era disponibile il due marce automatico Powerglide e un ultima versione del 3 marce automatico,il TH 350 ( adatto per gli small block ) . Nel caso dei tre v8 opzionali la scelta diventava più ampia , infatti era possibile richiedere come accessorio il 3 marce automatico TH 400 e il 4 marce Syncromesh M-20 in luogo della unità manuale a tre marce di Serie . Nessuna trasmissione che poteva equipaggiare l'Heavy Chevy era equipaggiabile con la leva cambio in consolle , al limite al pianale con le trasmissioni manuali , perchè non poteva essere equipaggiata con i sedili anteriori separati " Bucket seat ".Tutte le SS , tranne con il v8 350 L-65, avevano un differenziale posteriore serrato a 12 bulloni .


v8 307 Turbo Fire ( solo Heavy Chevy )



Cilindrata : v 8 a 90 gradi da 5000 cc


Alesaggio x corsa : 98,4 x 82,6 mm


Rapporto di compressione : 9:1 . Benzina Regular


Volume camera di scoppio : 87,1 cc nel 71


Potenza: 200 hp Gross a 4600 giri ( 140 Hp net a 4400 giri )


Coppia : > 406 Nm gross a 2400 giri ( > 318 Nm net a 2400 giri )


Distribuzione : Albero a camme centrale .Punterie idrauliche


Alimentazione : Un carburatore doppio corpo Rochester 2 GC con collettore di alimentazione in ghisa . Scatola filtro aria di forma circolare e con unico snorkel. Il filtro aria era di carta a secco . Aria automatica


Trasmissione : Il tre marce synchromesh con leva al volante era di serie . A richiesta il due marce automatico Powerglide e un ultima versione del 3 marce automatico,il TH 350 .Tutte le trasmissioni erano azionate mediante una leva al volante .


Rapporti al ponte : Il tre marce synchromesh di serie utilizzava un 3,08 :1 come il due marce automatico Powerglide , mentre il tre marce TH 400 utilizzava il 2,73 :1 . Gli unici rapporti al ponte alternativi erano disponibili per il tre marce Automatico TH 350

Perfomance : 3,08 :1

Traino rimorchio : 3,31:1




V8 350 Turbo fire L- 65 ( SS /Heavy Chevy)



cilindrata: 8 cilindri a V da 5735 cc


Alesaggio X corsa: 101,6 x 88,39 mm


Rapporto di compressione: 8,5 a 1


Potenza: 245 hp gross a 4800 giri ( 165 hp net a 4000 giri )


Coppia: 474,5 Nm gross a 2800 giri ( 379,6 Nm net a 2400 giri )


Distribuzione:2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


alimentazione: Un carburatore doppio corpo Rochester con collettore in ghisa . Carter filtro aria circolare con singolo snorkel e filtro aria di carta in bagno d'olio . Aria automatica.

Trasmissione : Di serie il 4 marce Synchromesh a rapporti medi M-20 ,leva al pianale con cuffia . A richiesta il 3 marce automatico Turbo Hydramatic con leva al volante . A richiesta , ma solo con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio sulle sole SS .

Rapporti al ponte : Il 4 marce Synchromesh a rapporti medi M-20 era fornito il 3,36:1 , mentre con l'opzionale 3 marce automatico Turbo hydramatic era fornito con il 2,56:1 . L' unico rapporto alternativo a richiesta era il 4,10 :1 ma solo con la trasmissione manuale e il differenziale autobloccante Positraction. Il differenziale autobloccante Positraction era disponibile pure con le altre trasmissioni e rapporti al ponte .



V8 350 Turbo fire L-48 ( SS /Heavy Chevy )


cilindrata: 8 cilindri a V da 5735 cc


Alesaggio X corsa: 101,6 x 88,39 mm


Rapporto di compressione: 8,5 a 1


Potenza: 270 hp gross a 4800 giri ( 210 hp net a 4400 giri )


Coppia: 488 Nm gross a 3200 giri ( 406,7 Nm net a 2800 giri )


Distribuzione:2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


alimentazione: Un carburatore quadricorpo Rochester con collettore in ghisa .Carter filtro aria circolare cromato con singolo snorkel e filtro aria di carta i bagno d'olio . Aria automatica.


Trasmissione : Di serie il 3 marce manuale Synchromesh con leva al pianale munito di cuffia . A richiesta il 4 marce Synchromesh a rapporti medi M-20 ,leva al pianale con cuffia e infine il 3 marce automatico Turbo hydramatic con leva al volante. A richiesta , con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio sulle sole SS .


Rapporti al ponte : Rapporto al ponte da 3,31 :1 con entrambi i manuali . Rapporto al ponte da 2,73 :1 con la trasmissione automatica . L' unico rapporto alternativo a richiesta era il 4,10 :1 ma solo con la trasmissione manuale a 3 marce Mc1 e il differenziale autobloccante Positraction .Il differenziale autobloccante Positraction era disponibile pure con le altre trasmissioni e rapporti al ponte .




V8 400 Turbo jet RPO LS-3 ( SS /Heavy Chevy )



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 6587 cc


Alesaggio x corsa : 104,8 x 95,5 mm


Rapporto di compressione : 10,25 :1 .Benzina Premium


Volume camera di scoppio : 93,4 cc


Potenza : 300 hp Gross a 4800 giri ( 260 hp net a 4400 giri )


Coppia : > 542 Nm Gross a 3200 giri ( <468> 630 Nm gross a 3200 giri (> 528 Nm net a 3200 giri )


Distribuzione : un albero a camme centrale , nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , con punterie idrauliche .


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Rochester con collettore in ghisa . Scatola filtro aria circolare cromata , a due snorkel , e filtro aria di carta in bagno d'olio. Aria automatica a controllo termostatico .


Trasmissione: Di serie il 3 marce syncromesh Heavy duty con leva al pianale e cuffia in gomma , a richiesta il 3 marce automatico TH 400 con leva al volante e il 4 marce Syncromesh M20 . A richiesta , con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio .


Rapporti al ponte : 3,36:1 per tutte le trasmissioni disponibili . Nessun rapporto al ponte alternativo disponibile. Il differenziale autobloccante pPsitaction era a richiesta .



V8 454 Turbo jet RPO LS6 ( Solo SS )



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 7439 cc


Alesaggio x corsa : 107,97 x 101,6 mm


Rapporto di compressione : 9:1


volume camera di scoppio : 119.2 cm3


Potenza : 425 hp Gross a 5600 giri ( 325 hp Net a 5600 giri )


Coppia : 641 Nm Gross a 4000 giri ( > 528 Nm net a 3600 giri )


Distribuzione : un albero a camme centrale , nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , a punterie meccaniche e con elevate alzate e incrocio


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Holley con collettore in ghisa.Scatola filtro aria circolare cromata , due snorkel , e filtro aria di carta in bagno d'olio. Aria automatica a controllo termostatico .


Trasmissione: Di serie il 4 marce syncromesh per uso gravoso e a rapporti corti M-22 " Rock crusher con leva al pianale e cuffia in gomma , a richiesta il 3 marce automatico TH 400 con leva al volante . A richiesta , con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio .


Rapporti al ponte : 3,36:1 per tutte le trasmissioni disponibili . Unico rapporto alternativo per tutte le trasmissioni disponibili era il 4,10 :1 ma solo con la presenza del differenziale autobloccante Positraction


Il resto della meccanica

Freni : L'Heavy Chevy era equipaggiata con l'impianto base composto dai soliti quattro freni a tamburo da 9.5 " , anteriori con alettatura di dissipazione calore , senza servofreno .Le SS erano invece equipaggiate di serie con un impianto misto , dischi anteriori da 11" e tamburi posteriori da 9,5" , con servo freno .

Sterzo : Sterzo manuale a circolazione si sfere e prodotto a Saginaw . Il rapporto di sterzo era di 28,7 gradi al volante per un 1 grado alle ruote e per una sterzata completa , da un estremo all'altro , erano necessarie 5.45 rotazioni del volante . Il servosterzo a rapporto variabile necessitava di 18,7 gradi al volante per un 1 grado alle ruote attorno alla posizione centrale e diventava nettamente più diretto oltre; 12,4 gradi al volante per un 1 grado alle ruote . per una sterzata completa , da un estremo all'altro , erano necessarie solo 2,9 rotazioni del volante .

Frizione : Frizione mono disco da 10.34 " sui v8 307, di identico diametro sul v8 350 L-65 ma con frizione monodisco semi centrifuga . Per il resto dei v8 frizione monodisco semi centrifuga da 11 "

Scarico : Tutti i v8 small block usati sia sulla Heavy Chevy che sulle due SS usavano linee di scarico separate per ogni bancata che poì confluivano in una unica linea munita di singolo silenziatore con unico terminale di scarico da 1,875". I v8 big block erano invece dotati d due linee di scarico separate, munite di risonatori e silenziatori ,con due singoli terminali di scarico circolari , ovali sui V8 454 , da 2".


Cerchi e pneumatici : L'Heavy Chevy usava cerchi in lamiera d'acciaio " Rally wheels " da 14" con canale da 6 "e pneumatici serie F78 . Le SS usavano cerchi
in lamiera d'acciaio " Sport Wheels " da 15 " con canale da 7 " e pneumatici ribassati serie F60 da 15 ".

Cerchi Sport Wheels
Immagine

Cerchi rally wheels
Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 20, 2015 8:50 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Chevelle SS /Heavy Chevy 1972



Con la l'approssimarsi della fine dell'era delle Muscle cars , la chevrolet continuò ad affiancare alle SS su base malibu la più economica e giovanile Heavy Chevy con l'intento di sostituire la sostanza , v8 big block e dotazioni meccaniche "Heavy Duty ", con la semplice immagine fornita da ornamenti estetici di foggia sportiva . Il V8 454 era ancora disponibile pur essendo ormai ridotto ai minimi termini come potenza , inoltre tutti i v8 big block della serie Turbo jet non potevano essere venduti sul mercato californiano .




Esterno

Poche modifiche di dettaglio , del resto nel 1973 arrivò una Chevelle completamente nuova , limitate al frontale. Quindi , nuova calandra con cornici fari principali ridotte ,e brunite, e nuovi luci di posizione singole e indicatori di direzione di dimensioni maggiorate . Chiaramente le medesime modifiche interessavano pure la "Heavy chevy " .

SS sport coupe
Immagine

Da brochure ufficiale Chevrolet http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1


Laterale SS convertibile

Immagine
Da brochure ufficiale Chevrolet http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1


Sport coupe Heavy Chevy

Immagine
Da brochure ufficiale Chevrolet http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1


I colori esterni disponibili erano 15, 10 completamente nuovi .

Ascot blue / mMlsanne Blue / Midnight Bronze / Golden brown / Mohave Gold / Place Gold / Gulf Green / Sequoia Green / Spring Green / Orange Flame / Cranberry Red / Pewter Silver / Corvert Tan / Antique White / Cream yellow .


Lista colori della gamma Chevrolet 1972 , eccetto corvette
Immagine
Da http://www.chevellestuff.net/1972/paint.htm

Gli abbinamenti del tettuccio in vinile e delle bande adesive superiri ( SS ) e di quelle laterali ( Heavy Chevy ) con i vari colori della carrozzetia .
Immagine
Da https://www.gmheritagecenter.com/docs/g ... evelle.pdf



Interni


Plancia , quadro strumenti , volante di serie
Immagine
Da https://www.gmheritagecenter.com/docs/g ... evelle.pdf

Come per l'esterno le modifiche agli interni furono minime , si segnalano dei finti pannelli in legno per una sezione dei fianchetti porta della Heavy Chevy e l'introduzione su tutte la Chevelle della spia mancato uso cinture anteriori . Quindi la plancia era quella base , identica a quella delle altre chevelle , con tachimetro rettangolare orizzontale e strumentazione ai minimi termini, a richiesta la strumentazione più completa di derivazione chevrolet Montecarlo .

Quadro strumenti con strumentazione supplementare e l'orribile volante opzionale a 4 razze .
Immagine


I sedili di serie anteriori erano ancora a panchetta unica e con diversi materiali a seconda se si trattasse di una Heavy Chevy oppure di una SS . Le Heavy Chevy e SS sport coupè venivano offerte con rivestimenti in misto tessuto vinile oppure a richiesta in vinile con supplemento di prezzo , di serie sulla SS convertibile , con gli opzionali i sedili anteriori singoli veniva usato di nuovo il vinile con trattamento della superficie nettamente più appagante .



Sedili anteriori di serie su SS e Heavy Chevy
Immagine
Da http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1


Sedili standard con il rivestimento in vinile opzionale
Immagine
Da http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1



Sedili anteriori opzionali " bucket Seat " .
Immagine
Da http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1


I colori degli interni offerti erano 6 e potevano variare secondo il materiale usato e la tipologia di sedili installati .
Immagine
Da https://www.gmheritagecenter.com/docs/g ... evelle.pdf


Accessori di serie SS e Heavy Chevy


Cornice parabrezza in metallo lucido . Montanti esterni A e parte superiore parabrezza rivestiti in metallo lucido ( convertibile ) . Luci di posizione e di direzione sull'estensione verticale dei parafanghi anteriori.Scritta metallica Chevelle by chevrolet sul bordo sinistro del cofano vano bagagli . Emblema SS al centro del paraurti posteriore . Cornice parabrezza in metallo lucido . Modanatura perimetrale alla base del tettuccio apribile in metallo lucido ( convertibile ). Tettuccio apribile ripiegabile motorizzato ( convertibile SS ). Luci laterali anteriori di posizione integrate nel gruppo luci posizione anteriori e di direzione . Luci laterali di posizione sui parafanghi posteriori schermate da una griglia in tinta con la carrozzeria . Profilo metallico lucido sugli archi passaruota . Gocciolatoi in metallo lucido .Carrozzeria sotto il paraurti posteriore in colore corpo vettura . Montanti C interni rivestiti con pannelli . Cielo abitacolo in vinile traforato . Lato interno della parte superiore del parabrezza rivestito in tessuto . Alette parasole imbottite in vinile e inglobate nel cielo dell'abitacolo ( sport coupe ).Alette parasole imbottite in tessuto ( convertibile SS ).Supporti delle alette parasole cromati ( sport coupe ) . Specchietto retrovisore interno prismatico con guscio in plastica grigia e supporto cromato. Lampada abitacolo con cornice cromata e lente bianca . Lato interno montanti A verniciati e con modanatura perimetrale ( sport coupe ). Lato interno montanti A rivestiti in plastica con imbottitura interna ( convertibile SS ). Clips di ritegno bandoliera delle cinture di sicurezza in plastica cromata .Ganci appendiabiti in vinile . Vani per casse acustiche ( sport coupe ) . Accensione luce /i abitacolo automatica all'apertura portiere . Guarnizioni interne delle portiere in vinile .Sedile unico anteriore in vinile e tessuto con imbottitura in gomma piuma da 2" di spessore.Maniglia regolazione sedile anteriore in plastica nera . Levette cromata di comando del ripiegamento dello schienale del sedile anteriore . Appoggia testa anteriori regolabili . Sedile posteriore con imbottitura in gomma piuma da un 1" di spessore. Tre cinture anteriori con quelle esterne munite di bandoliera ( sport coupe ) . Tre cinture posteriori addominali . Fondo abitacolo in moquette in tinta con gli interni . Bagagliaio verniciato e con tappetino in gomma piuma rivestito in vinile ( SS ). Pannelli portiere rivestiti in vinile . Appoggia braccia anteriori imbottiti . Fianchetti posteriori con posaceneri . Pomello chiusura portiere anteriori cromato . Parabrezza laminato e vetri laterali e lunotto temperati . Blocca sterzo . Illuminazione notturna Blu della strumentazione.Luce cassetto portaoggetti sotto chiave , con luce sulle SS .Luci di cortesia parte bassa della plancia ( convertibile SS ). Spia temperatura acqua + circuito frenante +olio + alternatore . Tergicristalli elettrici a due velocità + lavavetro a depressione . Posacenere anteriore . Accendisigari . Controlli riscaldamento e ventilazione con illuminazione notturna . Tachimetro rettangolare e contachilometri totale. indicatore livello carburante . Plancia predisposta per le due bocchette supplementari dell'aria condizionata . Impianto di riscaldamento e ventilazione Astro Ventilation .Cassetto portaoggetti sotto chiave . Predisposizione orologio . Colonna dello sterzo in tinta con gli interni . Lampeggio d'emergenza Hazard. Parte centrale della corona volante in vinile morbido e con emblema SS.Griglia radiatore in colore nero con cornice perimetrale cromata . Cofano speciale con fermi a spillo . Bordo posteriore cofano motore con profilo cromato. . Bande adesive laterali colorate ( Heavy Chevy ).Archi passaruote cromati ( SS ).Cerchi " sport Wheels " da 15 " con canale da 7" e pneumatici ribassati ( SS ).Cerchi " Rallye Wheels " da 14 " con canale da 6" ( Heavy Chevy ). Fanaleria posteriore con finiture cromate ( solo su SS ) integrata nel paraurti posteriore . Interni con selleria in misto tessuto /vinile , tutta in vinile sulla convertibile SS .Pannelli portiere e fianchetti posteriori in vinile con finiture lucide ( SS ) . Pannelli portiere e fianchetti posteriori in vinile con finiture lucide e aree in finto legno ( Heavy Chevy ) . Accendisigari . Cassetto portaoggetti con chiave ( Heavy Chevy ). Freni a disco anteriori con servofreno ( SS ) . Assetto sportivo F-41 ( SS ) . Avvisatore acustico presenza chiavi nel blocchetto all' apertura portiera guida . Appoggia testa anteriori. V8 307 Turbo Fire ( Heavy chevy ) .


Accessori a richiesta RPO


V8 454 Turbo Jet LS5 . C60 aria condizionata " Four Season " .V31 rostri anteriori .V32 rostri posteriori . B93 salva spigoli portiere anteriori. D34 specchietti di cortesia per alette parasole . B37 tappetini anteriori e posteriori ,G80 differenziale autobloccante Positraction. T60 batteria maggiorata. AK1 cinture Deluxe anteriori e posteriori con sedile anteriore di serie ( no convertibile ).A39 cinture Deluxe anteriori e posteriori con sedile anteriore di serie ( convertibile ). A85 cinture anteriori Deluxe con bandoliera ( convertibile ). U35 orologio elettrico .D55 consolle centrale con luce di cortesia sedile posteriore . ZL2 presa d'aria dnamica sul cofano motore + bande adesive cofano motore e bagagliaio( Solo v8 454). C50 sbrinatore lunotto ad aria calda .NA9 recupero vapori serbatoio benzina ( di serie in california ).K85 alternatore Delcotron da 63A ( di serie su v8 LS6 ). A01 vetri azzurrati . A02 Parabrezza azzurrato .K05 resistenze elettriche per avviamento rapido in climi rigidi .B37 tappetini singoli anteriori e posteriori . U14 strumentazione supplementare . U46 check control luci a fibre ottiche . D33 specchietto retrovisore esterno regolabile dall'interno . AQ2 sedili anteriori con schienali ripiegabili automaticamente . AU3 chiusura centralizzata .N40 servosterzo . Co6 Aperura e chiusura motorizzata del tettuccio apribile della convertibile .A31 vetri elettrici. V01 radiatore maggiorato( di serie su v8 LS6 ). U63 radio AM + antenna . U69 radio AM/FM + antenna .U79 radio AM/FM stereo + antenna . UM1 mangia cassette stereo + radio AM + antenna + 4 altoparlanti. UM2 mangia cassette stereo + radio AM/FM stereo + antenna + 4 altoparlanti. U80 altoparlante/i posteriore/i .C08 tettuccio riverstito in vinile ( no convertibile ) in vari colori ( Blue , Gold ,Green, Black, White ). A51 sedili anteriori singoli "strato Bucket ". N33 volante regolabile in altezza. Nk1 corona volante morbida . D88 bande adesive sui cofani motore e bagagliaio. C05 tettuccio convertibile in vari colori ( Black , White ).AQ2 sedili anteriori ribaltabili elettricamente . N34 volante sportivo in plastica nera a 4 razze . ZQ9 rapporti al ponte "perfomance " . V01 radiatore maggiorato (incluso con v8 454 LS5 munito di A/C e v8 454 LS6 con rapporto al ponte "Perfomance "). F40 Assetto sportivo ( No SS ) . F41 assetto sportivo speciale ( di serie su SS ) . V8 350 Turbo Fire L65 . V8 350 Turbo Fire L48 . V8 400 Turbo jet LS3 .M11 Tre marce Syncromesh con leva al pianale ( solo con V8 350 Turbo Fire L65 ) . MC1 Tre marce Syncromesh "special " ( solo con V8 350 Turbo Fire L48) . M22 4 marce Syncromesh "heavy Dury 2 a rapporti corti ( solo con V8 454 Turbo Jet ) . M20 4 marce Syncromesh a rapporti medi . M40 3 marce automatico TH 400 . J50 servofreno ( incluso sulle SS ) . K30 regolatore di velocità ( necessaria trasmissione automatica , no con v8 454 ) . D88 bande adesive sul cofano motore e bagagliaio . UM1 mangia cassette stereo + radio AM . UM2 mangia cassette stereo + radio AM/FM . T58 porta sci sul cofano posteriore . U76 antenna radio annegata nel parabrezza.


Apparence guard group : Rostri anteriori e posteriori + paracolpi portiere anteriori + tappetini anteriori e posteriori in tinta con gli interni + specchietti alette parasole..


Operating convenience group ( heavy chevy ): Orologio elettrico + sbrinatore lunotto ad aria forzata + specchietto esterno sinistro regolabile dall'interno.


Lighting auxliary : posacenere illuminato + luce di cortesia parte bassa plancia + luce vano bagali + luce vano motore + luce lettura mappe + luce vano motore .



Dimensioni

Lunghezza :5.11 m
Altezza: 1,33 m ( sport coupe ) / 1,34 m ( convertibile )
Larghezza: 1,915 m
Passo: 2,84 m
carreggiata ant /carreggiata post: 1,52 m /1,51 m




Propulsori e trasmissioni .

Abbiamo già visto che non è più la stagione delle potenze dichiarate elevate e inoltre da questo anno sparì definitivamente il V8 LS6 e furono unificati, al ribasso , i rapporti di compressione e infine ridotti al lumicino i rapporti al ponte alternativi . Quindi l'era della chevelle muscle cars si chiude , definitivamente .





v8 307 Turbo Fire ( solo Heavy Chevy )



Cilindrata : v 8 a 90 gradi da 5000 cc


Alesaggio x corsa : 98,4 x 82,6 mm


Rapporto di compressione : 8,5 :1 .


Volume camera di scoppio : 87,1 cc


Potenza: 130 Hp a 4000 giri


Coppia : > a 2400 giri ( > 318 Nm net a 2400 giri )


Distribuzione : Albero a camme centrale .Punterie idrauliche


Alimentazione : Un carburatore doppio corpo Rochester 2 GC con collettore di alimentazione in ghisa . Scatola filtro aria di forma circolare e con unico snorkel. Il filtro aria era di carta a secco . Aria automatica


Trasmissione : Di serie il tre marce Syncromesh . A richiesta il due marce automatico Powerglide e, il 4 marce Syncromesh M20 e il tre marce automatico Turbo hydramatic ( versione 350 ) .



Rapporti al ponte : Il tre marce synchromesh di serie utilizzava un 3,08 :1 come il due marce automatico Powerglide , mentre il tre marce TH 400 utilizzava il 2,73 :1 . Gli unici rapporti al ponte alternativi erano disponibili per il tre marce Automatico TH 350 . Tutte le trasmissioni era comandate mediante un leva al volante , a richiesta le leva cambio in consolle su tutte le trasmissiuoni a parte il tre masrce synchromesh .


Perfomance : 3,08 :1


Traino rimorchio : 3,31:1




V8 350 Turbo fire L- 65 ( SS /Heavy Chevy )



cilindrata: 8 cilindri a V da 5735 cc


Alesaggio X corsa: 101,6 x 88,39 mm


Rapporto di compressione: 8,5 a 1


Volume camera di scoppio : 99,6 cc


Potenza: 165 hp a 4000 giri


Coppia: < 380 Nm a 2400 giri


Distribuzione:2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


alimentazione: Un carburatore doppio corpo Rochester con collettore in ghisa . Carter filtro aria circolare con singolo snorkel e filtro aria di carta in bagno d'olio . Aria automatica.

Trasmissione : Il tre marce syncromesh era di serie solo nel mercato californiano ,il resto dell'unione disponeva del 4 marce Synchromesh a raporti medi M-20 con leva al pianale con cuffia era di serie . A richiesta il 3 marce automatico Turbo hydramatic con leva al volante . A richiesta , solo con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio sulle sole SS .

Rapporti al ponte : L'opzionale 4 marce Synchromesh a raporti medi M-20 era fornito il 3,36:1 , mentre on l'opzionale 3 marce automatico Turbo hydramatic era fornito con il 2,56:1 . L' unico rapporto alternativo a richiesta era il 4,10 :1 ma solo con la trasmissione manuale e il differenziale autobloccante Positraction. Il differenziale autobloccante Positraction era disponibile pure con le altre trasmissioni e rapporti al ponte .







V8 350 Turbo fire L-48 ( SS /Heavy Chevy )


cilindrata: 8 cilindri a V da 5735 cc


Alesaggio X corsa: 101,6 x 88,39 mm


Rapporto di compressione: 8,5 a 1


Volume camera di scoppio : 99,6 cc


Potenza: 165 HP a 4000 giri


Coppia: < 380 Nm a 2400 giri


Distribuzione:2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


alimentazione: Un carburatore quadricorpo Rochester con collettore in ghisa .Carter filtro aria circolare cromato con singolo snorkel e filtro aria di carta i bagno d'olio . Aria automatica.


Trasmissione : il 3 marce manuale Synchromesh M-11 con leva al pianale munito di cuffia era di serie . A richiesta il 4 marce Synchromesh a rapporti medi M-20 ,leva al pianale con cuffia e infine il 3 marce automatico Turbo Hydramatic con leva al volante. A richiesta , con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio sulle sole SS .



Rapporti al ponte : Rapporto al ponte da 3,31 :1 con entrambi i manuali . Rapporto al ponte da 2,73 :1 con la trasmissione automatica . L' unico rapporto alternativo a richiesta era il 4,10 :1 ma solo con la trasmissione manuale a 3 marce Mc1 e il differenziale autobloccante Positraction .Il differenziale autobloccante Positraction era disponibile pure con le altre trasmissioni e rapporti al ponte .









V8 402 Turbo jet RPO LS-3 ( SS /Heavy Chevy )



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 6587 cc


Alesaggio x corsa : 104,8 x 95,5 mm


Rapporto di compressione : 8,5 :1 .


Volume camera di scoppio : 113,2 cc


Potenza : 240 hp a 4400 giri


Coppia : < 468 Nm a 3200 giri


Distribuzione : un albero a camme centrale , nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , con punterie idrauliche .Profilo albero a camme "Regular " .


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Rochester Quadrajet con collettore in ghisa . Scatola filtro aria circolare , aperta lungo il perimetro , e filtro aria di carta in bagno d'olio .Aria automatica



Trasmissione : Il 3 marce manuale Synchromes MC1 con leva al pianale e con cuffia in gomma era di serie . A richiesta il 4 marce Synchromesh M-20 e il tre marce automatico TH 400 , il primo con leva al pianale con cuffia e il secondo con leva al volante e indicatore rapporto inserito nel tachimetro . A richiesta , con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio sulle sole SS .


Rapporti al ponte :I manuali erano equipaggiati con il 3,31 :1 , mentre il tre marce automatico TH 400 era accoppiato con il 2,73 :1 . Il tre marce automatico TH 400 poteva montare il 3,31 :1 se veniva richiesto il gancio di traino . . Il differenziale autobloccante Positraction era a richiesta .





V8 454 Turbo jet RPO LS5 ( Solo SS )



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 7439 cc


Alesaggio x corsa : 107,97 x 101,6 mm


Rapporto di compressione : 8,5 :1


volume camera di scoppio : 127,6 cc


Potenza : 270 HP a 4000 giri


Coppia : < 529 Nm a 3200 giri


Distribuzione : un albero a camme centrale , nel monoblocco e all'interno della V delle bancate , con punterie idrauliche .


Alimentazione: Un carburatore quadricorpo Rochester con collettore in ghisa . Scatola filtro aria circolare cromata , a due snorkel , e filtro aria di carta in bagno d'olio. Aria automatica a controllo termostatico .


Trasmissione: Di serie il 4 marce Syncromesh per uso gravoso e a rapporti corti M-22 " Rock crusher con leva al pianale e cuffia in gomma , a richiesta il 3 marce automatico TH 400 con leva al volante . A richiesta , con i sedili anteriori separati , la consolle con leva cambio .


Rapporti al ponte : 3,36:1 per tutte le trasmissioni disponibili . Nessun rapporto al ponte alternativo disponibile. Il differenziale autobloccante Positraction era a richiesta .






Il resto della meccanica

Freni : L'Heavy chevy era equipaggiata con l'impianto base composto dai soliti quattro freni a tamburo da 9.5 " , anteriori con alettatura di dissipazione calore , senza servofreno .Le SS erano invece equipaggiate di serie con un impianto misto , dischi anteriori da 11" e tamburi posteriori da 9,5" , con servo freno .



Sterzo : Sterzo manuale a circolazione si sfere e prodotto a Saginaw . Il rapporto di sterzo era di 28,7 gradi al volante per un 1 grado alle ruote e per una sterzata completa , da un estremo all'altro , erano necessarie 5.45 rotazioni del volante . Il servosterzo a rapporto variabile necessitava di 18,7 gradi al volante per un 1 grado alle ruote attorno alla posizione centrale e diventava nettamente più diretto oltre; 12,4 gradi al volante per un 1 grado alle ruote . per una sterzata completa , da un estremo all'altro , erano necessarie solo 2,9 rotazioni del volante .


Frizione : Frizione mono disco da 10.34 " sui v8 307, di identico diametro sul v8 350 L-65 ma con frizione monodisco semicentrifuga . Per il resto dei v8 frizione monodisco semicentrifuga da 11 "


Scarico : Tutti i v8 small block usati sia sulla Heavy cheavy che sulle SS usavano linee di scarico separate per ogni bancata che poì confluivano in una unica linea munita di singolo silenziatore con unico terminale di scarico da 1,875". I v8 big block erano invece dotati di due linee di scarico separate, munite di risonatori e silenziatori ,con due singoli terminali di scarico ovali da 2".



Cerchi e pneumatici : L'Heavy Chevy usava cerchi in lamiera d'acciaio " Rally wheels " da 14" con canale da 6 "e pneumatici serie F78 . Le SS usavano cerchi in lamiera d'acciaio " Sport Wheels " da 15 " con canale da 7 " e pneumatici ribassati serie F60 da 15 ".

Cerchi Sport Wheels
Immagine
Da brochure ufficiale Chevrolet http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1

Cerchi rally wheels
Immagine
Da brochure ufficiale Chevrolet http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... lle&page=1


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio gen 22, 2015 9:52 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Chevelle SS in the "movie and TV series "




Stranamente non risultano moltissime le apparizioni registrate delle varie Chevelle SS, a differenza delle semplici chevelle e Malibu , che si sono susseguite nel corso del periodo preso in esame .Dai fotogrammi tratti quelli relativi selezionati dagli utenti di IMcdb ho scelto i film e serie Tv trasmessi pure da noi .

Da uno dei Film della Serie Transformer ( Dark of the Moon del 2011)
Immagine

Dal film originale " Carrie "( 1976 ) , aggiungo che la SS è presente pure nelll'ultimo remake .
Immagine

Dal film Bad Boys II ( 2003 ) con will smith .
Immagine

Dalla serie Tv anni 70 "starsky and hutch "
Immagine


Dalla serie tv "vita da strega " .
Immagine


Da segnalare che il cast di "vità da strega "e del contemporaneo " Bonanza "erano testimonial del marchio Chevrolet .

http://youtu.be/_FjPgj_U0gY


Nel caso della pubblicità televisiva Heavy chevy si segnala la partecipazione di un pezzo da 90 dello star system di hollywood .
http://youtu.be/hWyvRsJXwxY


spot 1970 chevrolet SS 396
http://youtu.be/m9LWv-PkFB0


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 24, 2015 2:53 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Introduzione alla Chevrolet Camaro

A quanto pare i primi studi iniziarono a cavallom degli anni 50/ 60 se dobbiamo dar credito ad un affermazione di Bob Porter , al tempo designer Pontiac, che ricorda l'idea di una piccola vettura a quattro posti di dimensioni non usuali per il periodo e di chiaro stampo sportivo che doveva essere la risposta alla Ford Thunderbirds , la quale rimase al momento sulla carta pur continuando ad stilisticamente sviluppata nei vari prototipi GM fino a culminare nella Super Nova del 64 . Chiaramente l'idea torno in auge quando il successo della Ford Mustang risultò palpabile, quindi per contrastare le vendite dela sportiva Ford vennero lanciate la camaro e la sorella Firebird e entrambe , come bilblicamente da adamo si generò eva, avevano un altissima percentuale di componenti tratte dalla seconda generazione della chevrolet II (Nova ): Scocca portante , telaio anteriore, ponte posteriore, oltre a numerosi motori e altre componenti. Quindi la data di nascità della Camaro deve essere spostata più indietro nel tempo rispetto a quella a cui comunemente si pensa. Difatti a confermare le affermazioni di Porter vi sono anche le dichiarazioni dell'Ingegnere capo Alex Mair , inserito nel progetto camaro nel 1966,che ha affermato che in data 6 aprile 1964 la Ford fornì a GM un prototipo di mustang per alcuni test, quindi ben 11 giorni prima presentazione alla stampa della sportiva Ford . Motivo ? Pare che vi fosse un accordo segreto tra Ford e GM che consisteva nell'analizzare e condividere le caratteristiche tecniche dei loro prodotti per poi rendere più economica la rispettiva risposta . Anche se a livello di marketing e di alte gerarchie la decisione di lanciare un modello anti-mustang fu preso molto più tardi in quanto all'interno della GM esistevano pareri discordi, vediamoli : In primis Bill Mitchell affermò ai media che la anti-mustang era già presente nella gamma della chevrolet ed era la Corvair a motore posteriore e che di lì a breve sarebbe stata ridisegnata (M.Y.65) . Per il General manager Semon Knudsen e altri uomini di GM suonò invece un campanello d'allarme e quindi nell'estate del 64 durante una riunione a Detroit decisero di lanciare un nuovo modello che fece la sua prima apparizione in pubblico nel 1966 per poi essere commercializzato nel 1967.Nel frattempo il Chevrolet enginering era già al lavoro ,sui dati ottenuti del prototipo mustang , per definire le prime specifiche di base e le dimensioni della futura Camaro . I primi bozzetti di stile furono basati sul prototipo Super Nova del 1964 e furono assegnati pure i codici di progetto per la piattaforma e modello , rispettivamente F ( in realtà era la seconda versione della X della Nova ) e XP-836. Poco dopo la decisione ufficiale presa a Detroit le priorità di sviluppo del nuovo modello erano già perfettamente delineate : Piccola, maneggevole , abitabilità per 4 passeggeri, ampia scelta di motorizzazioni e numerose opzioni estetiche e meccaniche per ritagliarsi un auto a propria misura. Scendendo più a fondo nella meccanica fu deciso che sotto pelle la camaro fosse costruita in 4 moduli principali: telaio anteriore collegato mediante bulloni alla scocca che a sua volta inglobava in sè un ulteriore telaio al posteriore unito tramite saldatura . Un semplice ponte rigido con balestre monofoglia semiellittiche al posteriore . Ulteriore telaietto supplementare all'anteriore che doveva supportare propulsore -sospensioni -freni anteriori e sterzo .Il telaio anteriore ausiliario fu sviluppato per accettare la sospensione anteriore comunemente in uso nei vari modelli chevrolet del periodo ( SLA), una sospensione a ruote indipendenti con bracci sovrapposti di lunghezza diseuguale ,l'inferiore con disegno ad A (triangolare), ammortizzatori monotubo con molle elicoidali e barra stabilizzatrice anteriore. Quali erano erano allora le principali differenze tra la piattaforma X della Nova e la F della camaro ? Difficile a dirsi , vedremo in seguito che le sospensioni differivano lievemente pur conservando il medesimo schema della Chevy II ,è più probabile che le differenze riguardino essensialmente l'ossatura della scocca portante per adattarsi alla nuova pannellatura esterna dovuta al differente design . Altre novità non si traggono neppure dalle parole di uno degli ingeneri che allora si occupo del telaio , il Sig Paul king. Esso fornisce queste notizie; Afferma che era loro intenzione utilizzare un approccio completamente differente rispetto alla allora produzione chevrolet ma purtroppo non poterono avere mano libera, sia a causa della pressione dall'alto per avere il nuovo modello nel breve tempo possibile e per ragioni puramente economiche. Quindi fu deciso di affiancarsi e collaborare alla piattaforma X versione 68 di cui era iniziato lo sviluppo, dedicando ad essa notevoli sforzi per aumentare l'isolamento dalle vibrazioni e dalle asperità della strada e la soluzione fu trovata spostando due punti di attacco del Frame anteriore fin sotto i sedili anteriori e isolandoli con nuove boccole in gomma. Inoltre era presente un supporto anteriore dell'albero di trasmissione, questo assente sulla chevy II (nova), costituito da una culla trasversale in prossimità degli ultimi due punti di attacco del frame al pavimento della scocca portante.Inoltre durante l'ottimizzazione di tutto ciò fu utilizzato per la prima volta da parte della chevrolet innovative, per il periodo, tecniche di simulazione al computer, grazie alla collaborazione fornita dal Dipartimento di Ingegneria Meccanica della General Motors Research Laboratories, che furono fondamentali nella messa a punto degli ottimali valori di compressione delle molle , sezioni delle barra antirollio, caratteristiche degli ammortizzatori e altre modifiche di cui parlerò più avanti. Grazie a tutto ciò i primi muli,sotto le mentite spoglie di chevy II ,iniziarono a girare in strada nel new england , in california , in alcune piste di prova GM vicino a Phoenix e Milford ,già a settembre del 1964 ottendo già ottimi risultai in termini di handling.Se all' inizio dell'autunno 1964 la meccanica era già completamente definita e al limite necessitava delle ultime rifiniture che cosa ritardò allora il lancio della Camaro fino al 1967 ? . Molto probabilmente il design esterno e gli interni: Quando le specifiche tecniche della piattaforma F arrivarono sulla scrivania del designer Henry Haga, il 26 agosto, era evidente che erano presenti numerose limitazioni dovute alla base Chevy II (nova) . Queste limitazioni si traducevano in primis nel rispetto delle misure delle dimensioni fondamentali che dovevano essere le stesse sia per la F che per la X. Assolutamente necessario che restassero immutate l'altezza del cofano motore e la distanza tra l'asse ruota e la parate parafiamma , e questo comporto numerose difficoltà nel lavordo del design anche se alla fine riuscirono ad avere mano libera sul montante A e ciò gli permise di ottenere un cofano più filante grazie ad maggiore inclinazione al parabrezza e una minore sezione dei montanti anteriori. Comunque a dicembre 1964 le fondamenta della linea della camaro erano gettate, fu ripreso e sviluppato il design inaugurato con la corvair 1965 e ripreso su tutta la gamma chevrolet del 1966. Quindi gli angoli furono smussati e fu fatto largo uso di linee morbide con curve fluenti con il 3/4 posteriore che tendeva a salire verso l'alto con una perfetta integrazione del montante C con il bagagliaio invece che tendeva verso il basso . Nel frontale, al largo e piatto cofano anteriore tipico anche della Chvy II ( Nova) furono contrapposti dei passaruoti anteriori bombati e anche gli archi ruota erano più curvilonei rispetto alla Chevy II (Nova) .Arrivò invece in ritardo la definizione della mascherina e dei fari anteriori , agosto 1965.
Dal punto di vista aereodinamico le forme della Camaro risultarono immediatamente vincenti e infatti i test aereodinamici in galleria del vento furono limitati a soli 11 giornate lavorative e vi fu pure il tempo per mettere a punto i dispositivi aereodinamici della prima futura variante della camaro, la Z-28. Ciò fu una vera fortuna ,in quanto i tempi erano ristretti e quindi se le forme del nuovo modello non fossero state intrisicamente efficaci a livello aereodinamico l'auto sarebbe uscita ugualmente ,così ha affermato il sig Paul king. La progettazione degli interni parti assieme ai primi bozzetti stile ma anche qui ebbero dei problemi con le intoccabili dimensioni di base viste in precedenza e i tecnici dovettero dare fondo alla loro inventiva per realizzare un posto di guida realmente sportivo, cioè con seduta bassa e tendente all'asse posteriore. La soluzione fu trovata ancorando direttamente i sedili, specifici e di nuova progettazione per la camaro, sul pianale e realizzando una plancia inclinata verso il basso e avvolgente che dasse l'impressione al guidatore di doversi calarsi al suo interno e a tutto ciò concorse pure l'arredamento interno di stampo sportivo , standard e pack a richiesta ,che vedremo in seguito.Altre difficoltà si ebbero con la scelta del Nome . Gli uomini del marketing vagliarono diverse centinaio di nomi fino a giungere tra il 1965 e il 1966 a restringere il campo a questa seguente serie di nomi : Super Nova - Chevette- chapparal- wild cat-gemenini e infine quello che venne scelto in maniera provvisoria , cioè Panther. Questo nome resse fino al 1966 quando il General Manager chevrolet Pete Estes decise per Camaro .
( fonti : Camaro Di Tony Young. Super chevy )

La super Nova
Immagine

L'evoluzione dello stile durante lo sviluppo
Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 09, 2015 11:24 am 
Non connesso

Iscritto il: mar feb 03, 2015 12:46 pm
Messaggi: 4
Innanzitutto complimenti per l´idea di questo topic....a me questo tipo di macchina é sempre piaciuto molto. In realtà devo dire che ho una certa debolezza per le macchine americane...mi piacciono davvero molto, forse sarà per lo stile che hanno o gli esterni....Cmq é davvero interessante leggere quello che hai postato sulla storia di questa macchina. grazie mille!


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 09, 2015 12:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 11300
Condivido l'interesse ed i complimenti


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 09, 2015 10:23 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Vi ringrazio . Purtroppo da noi sono poco conosciute e si trova poco materiale sui numeri delle nostre riviste del periodo , alcune prove da parte di 4 ruote e Auto italiana, quindi mi sono deciso di documentarmi sfruttando un amico trasferito da anni in USA e i suoi conoscenti in loco per il materiale e i vari link . A breve la Camaro 1967 .


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 13, 2015 10:32 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Camaro , RS , SS 1967


L'anti mustang fu mostrata dal vero per la prima volta al Chevrolet Sales Convention in data 22-23 agosto del 1966. Il primo spot televisivo fu mandato in onda il 28- 29 settembre e in quest'ultima data la vettura potè essere vista dal vivo nei saloni.

Pubblicità televisiva d'epoca
http://youtu.be/MAiOt08dgcg


Nel 1967 la Camaro era disponibile come 2 porte hard -top e cabriolet in due 2 diversi allestimenti e un ulteriore versione ad alte prestazioni . Quindi standard , pack estetico RS ( rallye sport ) e versione prestazionale SS ( super sport), quest' ultima aveva come propulsore d' ingresso il più grande dei v8 small block disponibili e poteva essere anche equipaggiata con 2 differenti versioni del v8 big block e inoltre era disponibile pure con il pack RS . Nutritissima nel complesso la lista accessori disponibili montati in fabbrica ( 69 differenti accessori) sia presso le officine dei rivenditori ( 12 ), in seguito si aggiungeranno pure le componenti speciali COP . Nel corso del 1967 la Camaro, per i motivi che sono stati esposti nell'introduzione, andò soggetta ad un incidente di percorso che richiese, inutile far notare che i compromessi si pagavano allora come si pagano ora , un intervento tecnico che vedremo nella sezione telaio e sospensioni.. Il nome Camaro fu trovato da Lund Rolett ( vice presidenti di GM auto e trucks ) sfogliando un vecchio dizionario francese- inglese del 1939 , ove tale parola aveva il significato di amico o compagno e tale nome fu preferito a Panther. Inoltre furono costruite ben 81 Camaro, in versione RS cabriolet e SS hard coupè , con livrea da pace cars per la 51a Indianapolis 500 Miglia Race. Tre furono effettivamente usate in gara, mentre le restanti furono utilizzate da vari personaggi del mondo delle corse nel mese precedente la gara , quest' ultime in seguito furono immesse nel circuito dell'usato.Verso la fine del 1966 ci furono alcune novità : A novembre, sulla SS fu introdotto, a fianco del v8 small block da 350 cu.i.. ,il big block da 396 cu.i. A dicembre arrivo una versione speciale ad alte prestazioni, Z-28 , ad affiancare la prima SS e di cui parleremo a parte. Infine , sempre a se stante, vedremo alcune realizzazioni speciali firmate Yenko, Nickey, Dana .
La produzione 1967 fu la seguente :
Totale: 220906
di cui
coupè -cabriolet standard : 151803 di cui oltre 90000 v8
RS: 64842
SS: 34411
Z28: 602


Esterno:

Chervrolet Camaro standard con copri cerchi PO1
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1

La Chevrolet Camaro sport coupè standard.si caratterizzava per la fanaleria anteriore base, proiettori e luci secondarie affiancate , e tutto ciò era comune pure alle SS ,a parte il differente disegno del nido d'ape della griglia radiatore .Chiaramente il bersaglio era la mustang e il centro stile Chevrolet guidato da Hank Haga mutuò dal modello FORD il lungo cofano anteriore e il corto bagagliaio e non altro. Chiaramente, sia per differenziarsi dalla Mustang ma pure dalla Chevy II versione 1968 fu deciso che se esse erano ricche di spigoli e linee tese ,la piccola sportiva doveva avere curve dolci e assenza di spigoli e inoltre appariva molto più larga e piantata a terra della rivale, nonchè della parente , grazie ai suoi passaruote bombati.Quello posteriore di generose dimensioni come era di tradizione in GM,vedi 58-'62 Corvette e la Buick Riviera '63.



La fanaleria che comprendeva i retromarcia e il tutto era delimitato dalla cornice cromata .Il posteriore di una convertibile standard .
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1

Pur avendo in comune pure molte parti di carrozzeria con la Nova ,la Camaro risultò un ottimo esercizio di stile. Il cofano era uguale a quello della Chevy II ,vedi la stretta bombatura centrale, ma aveva la zona del taglio cofano molto larga e rastremata verso il basso e complessivamente il frontale ricordava la presa d'aria di un jet militare, in particolare con l'opzione fari a scomparsa, a ciò contribuiva anche la larga e incassata, griglia radiatore annerita. Affiancati alla fanaleria principale ma spostati verso il centro della calandra trovavano posto le luci di posizione circolari.I passaruota anteriori erano ,nella parte superiore, identici ma lateralmente avevano una notevole bombatura e inoltre l'arco ruota era più circolare. Il paraurti anteriore metallico era di ridotte dimensioni in altezza e lasciava in vista il labbro sottostante sfuggente .Lateralmente, come noto , era stato rivisto il montante A per una maggiore inclinazione del parabrezza. Presente nella zona posteriore il classico raccordo Chevrolet , tra il montante C estremamente massiccio e il baule, detto a Bottle of coke ( bottiglia di coca -cola ) e tratto come ispirazione dalle corvette 58-62. Visto le dimensioni del montante e la maggiore inclinazione del parabrezza il finestrino laterale posteriore era di dimensioni ancor più ridotte rispetto alla chevy II NOVA Il posteriore disponeva di fari rettangolari , divisi in due sezioni, come la Nova ma di dimensioni maggiori e con cornice cromata paraurti come l'anteriore era di dimensioni ridotte e non avvolgente e lasciava a vista la parte inferiore della carrozzeria . il lunotto sulla camaro era di dimensioni più ridotte e più verticale di quella della futura Nova. La convertible a capote chiusa replicava le linee della coupè. Sempre in coda e centrale , sotto il cofano bagagli, il tappo del serbatoio carburante ( nero e senza chiave in configurazione standard ) .


Laterale di una Camaro standard .
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1

L'esterno di una standard poteva essere arricchito per mezzo di finiture metalliche lucide , montanti anteriori e gocciolatoi ( solo sport coupe ) e archi dei passaruota , eda banda colorata nella parte inferiore della vettura nel colore della stessa se veniva richiesto il Style trim groups.

Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1

Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1

Camaro RS con copricerchi di serie .
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1


La scelta del pack RS ( RPO Z -22 )introduceva le seguenti modifiche estetiche esterne rispetto alle standard : Griglia radiatore verniciata di nero intenso con fregio centrale RS verticale , fanaleria principale e secondaria anteriore modificata. I fanali circolari anteriori erano a scomparsa con azionamento elettrico che poì diventò a depressione . La fanaleria secondaria fu spostata nel labbro sotto il paraurti. Nuova fanaleria posteriore con luci di stop e posizione separate e con bordatura fanaleria nera invece che cromata, luci di retromarcia spostate al di sotto il paraurti.Lateralmente avevamo l'adozione di serie delle varie finiture esterne proprie del pack Style trim groups,con l'aggiunta di un ampia modanatura in metallo lucido della parte esterna dei brancardi. Alla fine del 1967 furono disponibili come accessorio RPO anche le strisce adesive da apporre attorno al muso della vettura che in precedenza erano esclusive del pack SS . Vari emblemi RS così posizionati : sui passaruote presso lo sbalzo anteriore, al centro della griglia anteriore , sul tappo benzina . Strisce adesive colorate laterali


Fanaleria anteriore a scomparsa nella griglia radiatore
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1


Posteriore di una Camaro RS
Immagine
Da pubblicità per riviste dell'epoca

La Versione ad alte perstazioni SS introduceva anche lei delle modifiche esterne, ma erano minime,consistenti in un nuovo disegno della griglia radiatore con logo SS 350 indicante il relativo small block, oppure solo SS se era dotata dei big block, e nonchè le immancabili le due prese d'aria simulate sul cofano motore , e inoltre pneumatici con tele in nylon Red stripe ,una banda colorata adesiva sui passaruote anteriori e sul frontale . Numerosi emblemi SS erano presenti anche sui passaruote anteriori,al centro della mascherina, sul tappo benzina. Il pack ss poteva essere integrato con il pack RS .


Una SS+RS Convertibile con v8 350 small block .
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1


Questo invece il posteriore di una SS senza pack RS. La posizione e l'ordine delle varie luci posteriori erano identiche alla RS ma le cornici delle luci principali erano cromate come sulla standard.
Immagine
Da http://foto.motorionline.com/




Come al solito i colori esterni disponibili erano 15 ma nessuna verniciatura bi-colore era possibile . I colori disponibili erano i seguenti : Tuxedo Black, Royal Plum, Ermine White, Medeira Maroon, Nantucket Blue, Bolero Red, Deepwater Blue, Sierra Fawn, Granada Gold, Capri Cream, Mountain Green, Butternut Yellow, Emerald Turquise, Marina Blue, and Tahoe Turquoise.

Immagine
da brochure chevrolet 1967 via Team camaro



Interno:

Plancia di una camaro base , vedi scritta Camaro al centro volante.Qui la vediamo munita di alcuni accessori a richiesta come radio , finiture metalliche pedaliera ,che assieme ad altre esterne ,facavano parte dello special Interior groups .
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1


La plancia era in tinta con l'interno ed aveva la parte superiore in vinile imbottito con gommapiuma mentre il resto era in materiale plastico rigido .Il design richiamava i modelli maggiori della Chevrolet , in particolare la corvette,ed era divisa in tre sezioni distinte: A sinistra, la strumentazione . Al centro avevamo i comandi a levette orizzontali della ventilazione di serie ( Heater de -luxe ) o il clima se presente,la radio a richiesta,e il posacenere. All 'estrema destra il cassetto porta documenti .La strumentazione di serie era costituita da due elementi ellittici ,separati, che contenevano a sinistra il tachimetro con fondo scala a 120 miglia/ orarie con le spie luminose della freccia sinistra, pressione olio e circuito frenante , quello a sinistra conteneva l'indicatore livello carburante corredato dalle seguenti spie : spia indicatore di direzione destro, spia generatore e temperatura acqua. La spia degli abbaglianti era situata in altro tra i due strumenti. Rispettivamente a sinistra e a destra e all'esterno dei due strumenti principali erano posti i comandi secondari a pomelli. A destra avevamo in alto l'accendisigari e sotto la chiave d'accensione ,a sinistra i pomelli dei tergicristalli e sotto quelli delle luci, nel caso delle RS e eventualmente SS aziona pure i fari a scomparsa.

La Plancia di una SS con leva cambio automatico al volante e con alcuni accessori a richiesta come gli alzacristalli e la radio e probabilmente il "custom interior " viste le finiture metalliche presenti sui pedali .
Immagine



A richiesta ( RPO U15 ) era disponibile la strumentazione speciale supplementare. Il contagiri sostituiva l'indicatore del livello carburante e il limite dei giri , a seconda dei propulsori, iniziava a 5000 , 5500, 6000 giri . Una plancetta supplementare al di sotto del posacenere conteneva tre strumenti circolari:livello carburante e temperatura acqua erano contenuti assieme nel primo a sinistra , l'orologio al centro, l'amperometro e pressione olio a destra .L'orologio poteva essere richiesta a se stante ( RPO U-35 ) ed era posizionato ,da solo, al centro della plancetta .

L' interno di una Camaro munito di numerosi accessori a pagamento come il Custom interirior , il cambio manuale in consolle munita di strumentazione supplementare , di alzacristalli elettrici .
Immagine

In caso di scelta dell'impianto Astro ventilation ( Rpo C-60) venivano eliminati i deflettori sulla porte anteriori e aggiunte due bocchette circolari di ventilazione a destra e sinistra della plancia e una rettangolare , divisain due sezioni distinte, nella parte centrale la plancia e al di sopra della plancetta comandi clima. Nel caso di una Camaro base si poteva richiedere il Style Trim Group Custom , pedaliera con finiture metalliche , e il custom interior . Questo , era chiaramente disponibile pure per le RS e SS+RS, portava in dote il Style Trim Group Custom , le bande laterali dei sedili in tinta con gli interni , fianchetti porta in vinile con parte bassa in velluto e con leve apertura porte integrate ,volante a tre razze De-luxe ,tappetino bagagliaio,luce cassetto portaoggetti , infine luci di cortesia sul padiglione posteriore con posaceneri sui fianchetti posteriori della sport coupe . Le cinture di sicurezza ,a tre punti all'anteriore ed addominali dietro,erano di serie su tutti i posti a sedere.Altre cinture , a tre punti, con o senza arrotolatore erano presenti a richiesta . Le standard (interno custom e standard) erano di colore nero e avevano la fibbia in plastica. Le De-luxe erano del colore degli interni e avevano la fibbia in metallo satinato ed erano offere con tutti gli interni a disdposizione . All'inizio della sua commercializzazione la Camaro era omologata per 5 posti ma poì fu portata a 4 posti.



L'interno base ( standard ) era basato su due differenti scelte di sedili indicate come " strato- Bucket" e "gli opzionali Strato- back".


selleria e interni standard .
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1


Il primo era basato su sedili anteriori separati avvolgenti con disegno a cannelloni longitudinali e fianchetti seduta e schienali lisci. I fianchetti porta sempre in vinile ma gli appoggia braccia erano esterni e di ridotta lunghezza, niente fascia di moquette nella zona bassa e maniglie apertura portiere non incassate.Il volante era a tre razze completamente in plastica aveva il pulsante clacson al centro con le scritte camaro /SS / RS.Gli opzionali sedili Strato back, non erano disponibili sulla convertibile , erano con seduta a panchetta unica e schienali separati e muniti di appoggia braccio centrale , in questo caso non era possibile montare la consolle cambio . Il design dei sedili era il medesimo per entrambe le scelte e potevano essere dotati degli appoggiatesta a richiesta . I colori dell'interno standard erano : il nero,il blue,l'oro e il rosso. Solo per sport coupè,in caso di scelta dei sedili De-luxe strato back senza Custom interiors i colori disponibili erano solo tre: Nero, oro, blu. L'interno custom ( RPO Z-87) , era costituito da sedili anteriori separati "De -luxe strato bucket " rivestiti in vinile in ben 8 colori differenti , ognuno di questi aveva uno o più abbinamenti ai vari colore del corpo vettura (il parckement aveva però plancia e volante di colore nero e non in tinta ) .I sedili anteriori, sufficientemente profilati, avevano la zona centrale della seduta e dello schienale con disegno parzialmente a Cannelloni trasversali e inoltre erano caratterizzati da bande colorate , nel medesimo colore dela carrozzeria , lungo l'esterno delle sedute e degli schienali .Come per l'interno standard erano disponibili i sedi anteriori strato-back , sempre e solo sulla sport coupe : Sedile anteriore unico con appoggia braccia anteriore e divano posteriore conformato a due poltroncine . Con il Custom interiors avevamo al posteriore gli appoggia braccia con i posacenere, no sulla convertibile , e le luci di cortesia erano sul padiglione all'altezza dei montanti posteriori mentre sulla convertible erano al di sotto della plancia .
fianchetti porta Custom Interiors . ( brochure chevrolet 1967 )


Interno Custom interior con sedili anteriori separati "De -luxe strato bucket "
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1

Fianchetti porta Custom interior con appoggia braccia e maniglie porta integrate
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1

Sedili "strato bucket " in versione Custom interior ( bade laterali colorate aggiuntive )
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1


Il cassetto porta oggetti era iluminato ed presente il tappetino nel bagagliaio . La consolle cambio ,attrezzata con ulteriore cassetto portaoggetti, era un accessorio RPO a richiesta che poteva equipaggiare sia l'interno standard che il Custom interior ,ma solo in presenza dei sedili anteriori separati. La convertible come da tradizione Chevrolet aveva gli interni completamente in vinile , maggior resistenza agli agenti atmosferici, e aveva le medesime possibilità di personalizzazione della sport coupè a parte l'esclusione dei sedili standard e De-luxe strato back. Chiaramente esistevano altri volanti opzionali: RPO N-30 (il De-luxe di serie con custom interior) era un volante simile a quello di serie ma aveva aveva le razze in materiale plastico con pellicola cromata se l'auto era sprovvista del Custom interior , in caso contrario le tre razze erano forate e in vero metallo spazzolato. Il volante RPO -34 aveva la corona in finto legno con tre razze forate in metallo spazzolato, il comando clacson era al centro e qui vi era un fregio circolare a tre colori che conteneva il logo chevrolet.. In caso di scelta del Custom interiors pure su SS e RS venivano aggiunti i rispettivi emblemi al centro del volante, normalmente era posta la scritta Camaro.

Interno custom interior di una SS con numerosi accessori: Aria condizionata ,strumentazione speciale e contagiri, Consolle cambio con vano porta oggetti, volante sportivo con corona in legno e tre razze forate in metallo,Custom interior .
Immagine



colori degli interni e delle sellerie
Immagine
Da brochure ufficiale chevrolet via http://paintref.com/cgi-bin/brochuredis ... 967&page=1


Le varie combinazioni degli interni con i colori della carrozzeria
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd




Accessori di serie

Copricerchi base Hub caps in acciaio . Cornice lunotto posteriore in acciaio (sport coupe ). Cornice parabrezza in acciaio . Lato esterno montanti A con modanatura in acciaio ( No sport coupe ) . Modanatura sottile parte esterna dei brancardi in alluminio anodizzato . Cornice fari principali in alluminio anodizzato . Cornice griglia radiatore alluminio anodizzato . Scritta Camaro sui parafanghi anteriori in metallo cromato . Cornice deflettori e finestrini anteriori e posteriori in metallo cromato . Emblema motorizzazione sui parafanghi anteriori in metallo cromato ( L6 e v8 opzionali ) . Scritta Chevrolet camaro posta sul cofano motore in metallo cromato . Specchietto retrovisore esterno destro . Emblema griglia radiotore in metallo cromato .Scritta Chevrolet Camaro posta sul baule vano bagagli in metallo cromato . Cornice fari posteriori in metallo cromato ( lucido o nero a seconda dell'allestimento ). Luci di retromarcia . Luci per targa posteriore . Griglia radiatore in plastica nera . Tappo carburante sul posteriore . Tergicristalli antririflesso a due velocità e lavavetro . Maniglie apertura portiere cromate . Maniglie interne e leve alzacristalli e manopole deflettori in plastica cromata . Battitacco cromato . Telaio specchietto interno , con scatto antiabbagliante , cromato . Leve regolazione sedili cromate . Supporto alette parasole cromati . Montante superiore parabrezza cromato ( No sport coupe ) . Levette scorrimento sedili anteriori cromate . Posacenere plancia . accendisigari . Manopole cromate, comando servizi principali e secondari ,a fungo . Lampade di cortesia parte bassa plancia ( No sport coupe ).Blocchetto di accensione a 4 posizioni.Serratura cassetto portaoggetti . Strumentazione con illuminazione notturna . Spia impianto frenante . Parte superiore plancia imbottita . Luce cassetto portaoggetti . Plafoniera luce abitacolo sul padiglione (sport coupe ). Volante a tre razze con pulsante clacson centrale . Levette comandi ventilazione e riscaldamento in plastica . Ganci appendiabiti (sport coupe ). Lampeggio emergenza Hazard . Bottoni blocco portiere dall'interno in plastica colorata . Impianto ventilazione e riscaldamento abitacolo De-luxe .Vano bagagliaio verniciato .Fondo abitacolo rivestito in moquette.Posaceneri sugli appoggia braccia incassati nei fianchetti posteriori ( No sport coupe ). Cinture di sicurezza anteriori e posteriori con sblocco a pulsante . Sedili anteriori separati . Accensione uce abitacolo automatica all'apertura portiere anteriori .



Accessori a richiesta RPO con relativi codici


AL4 sedili Strato-back ( no su convertible e con consolle cambio) .AS1 cinture anteriori a tre punti per sedili standard .AS2 appoggiatesta anteriori, A01 vetri atermici ,A02 parabrezza atermico,A31 alza cristalli elettrici,A39 cinture anteriori e posteriori per i sedili Deluxe
A67 sedile posteriore abbattibile. B37tappetini anteriori e posteriori cordinatio con il rivestimento interno. B93 rostri e paraspigoli portiere .C06 tettuccio apribile elettrico per convertible in tre colori ( bianco, nero , beige).C08 tettuccio in vinile, bianco o nero, per sport coupè. C48 eliminazione impianto di climatizzazione di serie ( sconto sulprezzo finale ). C50 sbrinatore lunotto (Sport Coupè ) .C60,Air Condizionata con 61 ampere Delcotron, radiatore maggiorato e ventola radiatore a controllo termostatico (raccomandato il servosterzo).C80, differenziale Positraction .C94 rapporto al ponte (3.31:1) .C95 rapporto al ponte (3.55:1).C97 rapporto al ponte (2.73:1) .D33 specchietto sinisro esterno regolabile dalkl'interno.D55, Consolle centrale che includeva leva cambio al pianale, cassetto portaoggetti (non disponibile sul 295-hp con trasmissione di serie )D91Banda adesiva nera frontale (inclusa sui 295hp, 325hp).F41, sospensioni sportive con barre antirollio maggiorate .H01 rapporto al ponte (3.07:1).H05 rapporto al ponte(3.7:1).J52servofreno.J52 freni a disco anteriori senza materiale d'attrito speciale ai tamburi posteriori.J65 freni a tamburo con materiale d'attrito speciale (295hp, 325hp, 375hp ).K02 ventola a controllo termostico , solo v8. K19, GM Air Injector Reactor approvato dallo stato della california (richiesta ventilazione positiva basamento con recupero vapori ).K24,Ventilatione positive basamento con recupero vapori .K30 Speed and Cruise Control sui manuali e Cruise-Master sui v8 con trasmissione automatica. K76, alternatore Delcotron da 61 A/h (incluso in caso di aria condizionata).K79,alternatore Delcotron da 42amp (non disponibile con aria condizionata )M11 ,leva cambio ( montata sul pianale con 3 marce sul 6 cilindri o v8 327 cu.i. inclusa quando la consolle centrale è ordinata ).M13 Trasmissione speciale a 3 marce( v8 350 o v8 396).M20 cambio a 4 velocità a rapporti intermedi no,su v8 375 hp con teste in alluminio ).M21, cambio a 4 marce con rapporti corti (si , su v8 350hp o v8 375hp).M35, Powerglide sui 6 cilindri (disponibile pure sui V-8 eccetto il396-cu.i).M40 Turbo Hydra-Matic (solo v8 325hp ).NI0, doppio terminale singolo (v8 327 cu.i.).N30,volante deluxe. N33 volante con regolazione Comfortilt se era richiesta una delle trasmissioni opzionali.N34, volante sportivo in finto legno .N40, servosterzo.N44 scatola sterzo con rapporto speciale (richiesto servosterzo se presente aria condizionata oppure v8 325hp ).N61 scarico sportivo con doppio terminale e sound sportivo per v8 210hp ev8 275hp (no sovraprezzo per le SS ).N96 , copricerchi a imitazione ruote in lega MAG (non disponibili con freni a disco).PQ2,pneumatici 7.35x 14" a 2 tele in nylon Linea Bianca (senza sovraprezzo su SS ).PW6, pneumatici serie 70 x14" a 2 tele in nylon Linea Rossa (standard su SS ).P01,copri cerchi in metallo lucidato (non con freni a disco ).P02 , copricerchi a imitazione ruote a rasggi (no, con freni a disco).P12, ruota di scorta 14 "x6 (di serie se i v8 295hp , 325hp e 375hp erano dotati di pneumatici con tele in nylon). P58,pneumatici 7.35x 14"a 2 tele con fianco bianco T60, batteria maggiorata. U03, clacson tri-tonale ( solo Sport coupè). U15,spia superamento velocità impostata.U17,strumentazione Speciale(non disponibile senza consolle centrale e con stereo tape). U25,luce bagagliaio. U26, luce vano motore. U27,luce vano porta oggetti (inclusa con Custom Interior package ).U28, luce posacenere .U29, luci di cortesia ( solo Sport Coupè ).U35,orologio elettrico(incluso con strumentazione speciale ma non disponibile se presente il mangia cassette stereo).U57 , mangia cassette stereo con 4 casse ,montato sotto i comandi riscaldamento (non disponibile se presente aria condizionata , strumentazione speciale , radio con altoparlanti posteriori).U63, radio AM a pulsante.U69,Radio a pulsante AM-FM.U73,Antenna posteriore manuale (non con radio AM-FM ).U80, altoparlanti posteriori (non dusponibili con stereo tape system). V01,Radiatore maggiorato (incluso con aria condizionata, non disponibile con v8 325hp o 375hp).V31,rostri paracolpi anteriori. V32, rostri paracolpi posteriori. Oltre a queste singole scelte si potevano ordinare anche dei pacchetti cumulativi montati esclusivamente in fabbrica :

Fondation groups: radio AM e orologio elettrico.
auxiliarity light groups: posacenere illuminato, luce cassetto porta oggetti, luce vano motore e vano bagagli
Operating convenience groups: lunotto termico e specchietto esterno regolabile dall'interno
Z-23 Special interiors groups: inserti cromati nei pedali di gas, freno, frizione e stazionamento: Montanti anteriori in acciaio lucido , all' esterno, e cromati ,all'interno,su sport coupè.Poteva esere abbinato allo Z-87 . Molto clienti scelsero tale possibilità
Z- 87 Custom interiors: vedi sopra. Questo pack includeva alcuni accessori dagli altri.
Z-21 Style trim groups: bordo parafanghi cromato,strisce adesive laterali in colore vettura, montanti anteriore e gocciolatoi in acciaio lucido ( solo sport coupè).
Z-22 Rallye sport :
SS 350 : V8 350 L48 + prese d'aria cofano motore + banda adesiva colorato sul muso + insonorizzazione cofano motore + pneumatici Red stripe in nylon + frizione rinforzata + molle più rigide +batteria da 61A/h + motorino avviamento maggiorato + due terminali di scarico + ammortizzatori sportivi + differenziale posteriore maggiorato .
.




Accessori a richiesta montati in officina assistenza

Adattatore per aria condizionata , Bussola, contagiri sul piantone sterzo, estintore , aria condizionata "Confort Car" non integrata con i comandi di serie ma comunque munita di ricircolo,lucchetto ruota di scorta,tappetini,antenna manuale ( davanti o dietro la vettura ), freni a disco , specchietti di cortesia alette prasole, tappo serbatoio con chiave, bocchettone serbatoio con coperchio, portasci sul cofano posteriore, vari tipi di radio,lunotto termico ,speed control, kit d'emergenza, controllo termostatico ventola radiatore, rostri anteriori e posteriori, protezioni portiere, dispensatore di salviette, vari tipi di copricerchi, clacson tritonale, ceck control luci vettura a fibre ottiche (Light monitoring system),cestino rifiuti, varie luci di cortesia, basamento riscaldato da resistenze elettriche ,seggiolino per bambini.


Piattaforma e sospensioni:


Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd


il Telaio anteriore con il terzo elemento trasversale di supporto trasmissione, assente su chevy II Nova.
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd

Forma dei vari elementi del telaio anteriore separato
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd


Uno dei bulloni con isolatore che univano il telaio anteriore alla scocca portante posteriore.
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd


Come detto in precedenza ci fu ,a livello telaistico, un accorpamento tra il progetto della chevy II nova e le sportive Pontiac Firebird e Chevrolet camaro. Quest'ultime due avevano in comune , tra di loro, fino al 70-80 % delle componenti.Tornando al raffronto tra la Nova e la camaro è noto che oltre ad alcune misure fondamentali, prima indicate, condividevano anche alcuni lamierati esterni come il cofano e il tetto, però il passo era più corto di 3 pollici ( circa 7,5 cm).Chiaramente la convertible ricevette dei rinforzi nei punti critici nonchè lamierati di maggior spessore per compensare l'assenza del tetto. Inoltre sulla convertible furono applicate 4 masse ai vertici della vettura , contenute in altrettanti cilindri di acciaio riempiti di apposito olio, che smorzavano i fenomeni di torsione e flessione della scocca dobvuti alle asperità della strada . Tali dispositivi erano applicati in luoghi dal di fuori della vista dei clienti, come gli scatolati del vano motore e del bagagliaio .

Uno dei 4 cilindri contenenti le masse smorzanti .
Immagine


Scocca della 2 porte sport coupe
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd

Scocca della convertible
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd


Pure le sospensioni anteriori erano pearicamente identiche alla compatta Nova . Si trattava di una sospensione a bracci sovrapposti di lunghezza diseuguale , molle e ammortizzatori coassiali. Erano disponibili le sospensioni F-41 : Ulteriore irrigidimento molle e ammortizzatori , barre anti rollio ,anteriori e posteriori, maggiorate.
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd


Dietro il medesimo ponte rigido della Nova con balestra semiellittica mono foglia ma con diversa posizione e inclinazione degli ammortizzatori ( a doppio effetto , posizionati in verticale all'interno dei passaruota ).Nonostante ciò la Camaro fu affetta da notevoli perdite di trazione e torsioni dell'asse posteriore se veniva sfruttata tutta la potenza dei suoi propulsori e con i v8 big block si potevano avere, alla lunga, danni sia al ponte che agli organi di trasmissione.
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd

Il fenomeno era dovuto al movimento asimmetrico del ponte posteriore , scarsa rigidità strutturale delle balestre e estrema semplicità della sospensione nonchè insito scarso assorbimento del gruppo balestre /ammortizzatori posteriori ,verso la parte anteriore della vettura. Per ridurre il fenomeno fu introdotto un ulteriore singolo collegamento longitudinale tra la scocca e il semiasse destro . Il primo aveva una sezione circolare e fu introdotto a dicembre 1966 . Nel secondo tentativo fu scelto a sezione quadra , più robusto, e fu introdotto a febbraio 67. Dopo queste soluzioni tampone ,al problema fu messo mano nel 1968.La gemella Firebird adottò invece due barre longitudinali in luogo della singola. Idem , se fate mente locale, le Chevy II nova munite del v8 427 di GIbbs, nickey. La Nova è probabile che grazie al passo più lungo e a una differente distribuzione dei pesi, soffrisse in maniera evidente di tale fenomeno solo in caso di trapianto di propulsori non previsti .

La prima soluzione fu una bara di trazione a sezione circolare , la seconda una barra a sezione quadra più robusta .
Immagine
Da http://stevescamaroparts.blogspot.it/20 ... chive.html


Dimensioni :


Lunghezza: 4,69 m
Altezza: 1,295 m
Larghezza:1,841 m
Sbalzo anteriore:0,92 m
Sbalzo posteriore : 1,01 m

Il peso dichiarato di una Camaro oscillava dai 1256 kg di una sport coupè a 6 cilindri fino ai 1428 kg di una convertibile v8 big block.









Propulsori:

I propulsori standard erano il 6 cilindri in linea da 230 cu.i. e il v8 small block da 327cu.i.,gli opzionali erano il 6 cilindri da 250 cu.i. e il v8 327 di derivazione corvette e tutti erano disponibili anche con il pack RS. Ulteriori v8 small e big block erano disponibili sulla versione SS (anche qui si poteva accedere al pack estetico RS generando le RS/SS) ed erano il v8 small block da 350 cu.i. e due v8 big block da 396 cu.i. Quindi:

Standard
L6 230 Turbo Thrift ( L-26 )
V8 327 Turbo Fire ( LF7 )
opzionali
L6 250 Turbo Thrift ( RPO L-22 )
V8 327 Turbo Fire ( RPO L-30 )
Pack SS
V8 350 Turbo Fire ( RPO L-48 )
V8 396 Turbo jet ( RPO L-35 )
V8 396 Turbo jet ( RPO L-78 )
Il Pack SS includeva anche la frizione rinforzata , molle più rigide, batteria da 61A/h , motorino avviamento maggiorato, scarico a doppio terminale singolo, ammortizzatori sportivi.


L6 230 Turbo Thrift ( L-26 )


Immagine



Cilindrata: 3770 cc



Alesaggio X corsa: 98,42X 82,55 mm



Rapporto di compressione: 8,5 a 1 con camera di scoppio wedge da 87,99 cc




Potenza: 140 hp a 4400 giri




Coppia: 298Nm a 1600 giri




distribuzione: Ad aste ,cave per il passaggio olio, e bilancieri con albero laterale nel basamento. 2 valvole per cilindro in testa e punterie idrauliche.



Alimentazione: 1 carburatore Rochester con aria automatica e collettore in ghisa . Carter filtro circolare con singolo snorkel e filtro aria di carta in bagno d'olio .



Trasmissione : si poteva scegliere indifferentemente tra il 3 marce Syncromesh M-15 ( saginaw) e l'automatico Powerglide a 2 marce, entrambi avevano il comando al volante . A richiesta il 4 marce M-20 ( saginaw sui l-6 e alcuni small blok , quindi non il Muncie ) con leva al pianale .Il 3 marce e il 4 marce avevano il chase in ghisa ,l'automatico in alluminio. A richiesta la consolle cambio con leva , no con sedili strato back .



Rapporti al ponte : I manuali erano equipaggiati con il 3,08 :1 ,con o senza aria condizionata. Il Powerglide usava il 2, 73 :1 , il 3,08:1 con aria condizionata o in caso di Pack RS . A richiesta i seguenti rapporti . Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionata solo il ( perfomance ). Per il powerglide avevamo solo il 3,55 :1 ( perfomance ) sia con A/C o senza . Differenziale Positraction a richiesta .



Scarico: singolo con terminale da 1,875 " . Elementi in alluminio per lunga durata .






V8 327 TURBO FIRE ( LF7 )


Immagine



Cilindrata: v8 a 90 gradi da 5358 cc


Alesaggio X corsa: 101.6 × 82.5 mm


Rapporto di compressione: 8,75 : 1 con camera di scoppio wedge da circa 88 cc


Potenza: 210 hp a 4600 giri


Coppia: 433,8 Nm a 2400 giri


Distribuzione:: 2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


Alimentazione: un carburatore doppio corpo Rochester con collettore in ghisa. Filtro aria ad uno snorkel con elemento filtrante in carta a bagno d'olio



Trasmissione : 3 marce manuale Syncromesh M-15 ( saginaw) e automatico powerglide a 2 marce erano standard , a scelta . A richiesta il 4 marce syncromesh M-20 ( saginaw sui l-6 e alcuni small block , non Muncie ) .Il 3-4 marce avevano il chase in ghisa , l'automatico in alluminio .Comando al volante per il 3 marce manuale e l'automatico. Al pianale il 4 marce. In caso di consolle la situazione mutava.




Rapporti al ponte : Per i due manuali era standard il 3,08 :1 con o senza aria condizionata. Per il Powerglide avevamo il 2, 73 :1 oppure il 3,08:1 con aria condizionata. A richiesta i seguenti rapporti . Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionato solo il ( perfomance ). Per il Powerglide avevamo solo il 3,55 :1 ( perfomance ) sia senza che con A/C. Differenziale Positraction a richiesta .



Scarico: Linea di scarico individuale per ogni bancata che si riuniva in un singolo silenziatore munito di terminale di scarico da 2 ". Elementi in alluminio e acciaio per lunga durata su tutti gli impianti .




L6 250 Turbo Thrift ( RPO L-22 )




Cilindrata: 6 cilindri in linea da 4100 cc


Alesaggio x corsa: 98,45x 89,66 mm


Rapporto di compressione: 8,5:1 con camera di scoppio da 93,73cc . Benzina raccomandata : regular


Potenza : 155 hp a 4200 giri


Coppia: 318 Nm a 1600 giri


Distribuzione: Ad aste ,cave per il passaggio olio, e bilancieri con albero laterale nel basamento. 2 valvole per cilindro in testa e punterie idrauliche.


Alimentazione: 1 carburatore monocorpo Rochester con aria automatica e collettore in ghisa a tre porte con sezione rettangolare , filtro aria di carta


Trasmissione : 3 marce Syncromesh M-15 ( saginaw) era lo standard , a richiesta 4 marce M-20 ( saginaw sui l-6 , non Muncie ) e automatico Powerglide a 2 marce .Il 3 marce e il 4 marce avevano il chase in ghisa ,l'automatico in alluminio.Comando al volante per il 3 marce manuale e l'automatico. Al pianale il 4 marce.In caso di consolle la situazione mutava.


Rapporti al ponte : Per i due manuali era standard il 3,08 :1 con o senza aria condizionata. Per il powerglide avevamo il 2, 73 :1 oppure il 3,08:1,con aria condizionata o con il PACK RS . A richiesta i seguenti rapporti . Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionato solo il ( perfomance ). Per il Powerglide avevamo solo il 3,55 :1 ( perfomance ) sia senza che con A/C. Differenziale Positraction a richiesta .


Scarico: singolo con terminale da 1,875 " . Elementi in alluminio e acciaio per lunga durata su tutti gli impianti .Come accessorio era disponibile un impianto munito di linea di scarico individuale per ogni bancata ,sprovvisto di risonatori, che poì si riuniva in un unico silenziatore trasversale in coda munito di 2 singoli terminali da 2" ( RPO N61 )






V8 327 TURBO FIRE ( L-30 )



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 5358 cc


Alesaggio x corsa: 101,6 x 82,55 mm


Rapporto di compressione : 10 a 1 con camera di scoppio a tetto di volume pari a 77 cc . Richiedeva benzina Premium


Potenza: 275 hp a 4400 giri


Coppia :474 Nm a 2800 giri


Prestazioni rilevate : Da Motor Trend, senza indicazione di trasmissione e rapporto al ponte

0- 60 Miglia orarie:10.7 sec
0-1/4 di miglio: 18.2 sec con uscita a 77 miglia orarie ( circa 124 Km/h)


Distribuzione :2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


Alimentazione: un carburatore quadricorpo Rochester quadrajet con colettore in ghisa a 8 porte . Filtro aria di carta in bagno d'olio e carter filtro ad uno snorkel. Aria automatica


Trasmissione : il 3 marce Syncromesh M-15 ( saginaw) era lo standard, a richiesta 4 marce M-20 e automatico Powerglide a 2 marce .Il 3 marce e il 4 marce avevano il chase in ghisa ,l'automatico in alluminio.Comando al volante per il 3 marce manuale e l'automatico. Al pianale il 4 marce.


Rapporti al ponte : Per il 3 marce era standard il 3,08 :1 con o senza aria condizionata.nel 4 marce avevamo come standard il 3,31 :1, senza o con A/C . Per il Powerglide avevamo il 2, 73 :1 oppure il 3,08:1, con A/C o con il PACK RS . A richiesta i seguenti rapporti. Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionato solo il perfomance . Per il Powerglide avevamo solo il 3,55 :1 ( perfomance ) ,sia senza che con A/C. Differenziale autobloccante Positraction a richiesta .



Scarico: linea di scarico individuale per ogni bancata che si riuniva in un singolo terminale di scarico da 2 ". elementi in acciaio e alluminio per una lunga durata su tutti gli impianti . Come accessorio era disponibili un impianto munito di linea di scarico individuale per ogni bancata ,sprovvisto di risonatori, che poì si riuniva in un unico silenziatore trasversale in coda munito di 2 singoli terminali da 2" ( RPO N61 )







V8 350 Turbo Fire ( RPO L-48) .Motore d'ingresso pack SS


Immagine



Cilindrata : v8 a 90 gradi da da 5755cc


Alesaggio x corsa :101,6 x 88,39 mm


Rapporto di compressione :10,25 a 1 . Camera di scoppio wedge con volume camera di scoppio ( aperta ) pari a 78.49 cc


Potenza: 295 Hp a 4800 giri


Coppia :515 Nm a 3200 giri


Prestazioni:

Da Car & Driver 11/66 .Non indicati trasmissione e rapporto al ponte .

0-60 miglia orarie : 7.8 sec
0-1/4 di miglio: 16.1 sec con velocità di ucita a 86.5 miglia orarie ( 139 km/h)

Da Hot rod , probabilmente con altra trasmissione o rapporto al ponte

0-1/4 di miglio:14.9 sec con velocità di uscita a 95.7 miglia orarie ( 154 km/h)


Da MOTOR TREND 12/66 .Non indicati trasmissione e rapporto al ponte .

0-60 miglia orarie :8.0 sec
0-1/4 di miglio:15.4 sec con velocità di uscita a 90 miglia orarie ( 144 km/h)



Distribuzione : 2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


Alimentazione:Un carburatore Rochester Quadrajet con collettore in . Carter Filtro aria Cromato ad uno snorkel e filtro aria di carta in bagno dolio. Aria automatica.


Trasmissione : 3 marce Syncromesh M-15 di serie . a richiesta , Il 3 marce syncromesh Maggiorato M-13 ( borg warner) e il 4 marce Syncromesh M-20 oltre ai due automatici Powerglide e Turbo hydromatic . Il 3 marce aveva il chase in ghisa , il 4 marce e gli automatici in alluminio. Leva al volante per il 3 marce manuale standard e l'automatico, gli altri al pianale. In caso di consolle la situazione mutava.


Rapporti al ponte : Per i due manuali avevamo i seguenti rapporti al ponte sia che senza A/C. 3,31: 1 ( standard ),3,07:1 ( economy),3,55 :1 ( perfomance ). Il 4 marce M-20 disponeva anche di rapporti al ponte speciali ( 3,73-4,10- 4,56-4,88 :1) se non era dotato di A/C . i due automatici replicavano i due manuali, sia con o senza A/C , ma erano dotati di un solo rapporto al ponte speciale ( 3,73 :1 ) pur essendo dotati di A/C.


Scarico :.Linea separata per ogni bancata con proprio risonatore ma unico silenziatore trasversale in coda munito di 2 singoli terminali da 2" . Come accessorio gratuito era disponibile un ulteriore impianto di scarico denominato "Deep tone ", cioè sprovvisto dei risonatori . Elementi in acciaio e alluminio per lunga durata per tutti gli impianti .








V8 396 Turbo jet ( RPO L-35 )



Cilindrata: v8 a 90 gradi di 6490 cc


Alesaggio x corsa : 103,98 x 95,50 mm


Compressione: 10,25 a 1 con camera di scoppio chiusa da 89.47cc . Esclusivamente benzina super premium


Potenza : 325 hp a 4800 giri


Coppia:555 Nm a 3200 giri


Prestazioni: Da Motor Trend 5/67.Le due vetture erano equipaggiate con il big block base 396 pollici cubici da 325 hp ma con due trasmissioni differenti , automatico a tre marce e un non specificato manuale. e i freni a disco anteriori .


Manuale
0-60 Miglia orarie ; 8.0 sec.
0- 1/4 mile : 15.4 sec con uscita a 95 miglia orarie .


Automatica
0-60 Miglia orarie : 10,7 sec
0- 1/4 mile :18,2 sec con uscita a 77 miglia orarie .



Distribuzione : 2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie idrauliche.


Carburatore : Un carburatore quadricorpo Rochester Qudra-Jet con collettore in ghisa. Filtro aria di carta in bagno d'olio con carter cromato ad uno snorkel .

Trasmissione : Tre marce manuale maggiorato synchromesh M-13 ( borg warner) di serie. A richiesta il 4 marce synchromesh M20 e l'automatico Turbo hydramatic .Il 4 marce e l' automatico avevano il chase in alluminio.Comando al volante per i due automatici.Al pianale, il 4 marce e il tre marce maggiorato .In caso di consolle la situazione mutava


Rapporti al ponte: 3.07 :2 era lo standard con tutte le trasmissioni manuali. I due automatici avevano il 2,73 :1 come standard, salvo adottare il 3,08:1 in caso di pack RS.Come opzione per i manuali avevamo il 2,73:1 (economy) e 3,55 :1 ( perfomance), per l'automatico il solo 3,07 .1 ( perfomance) . Il differenziale autobloccante era disponibile con tutti i rapporti al ponte.


Scarico. Collettori in ghisa 4 in 1. linea di scarico individuale per le due bancate, con risonatori, che poì si riuniva in un unico silenziatore trasversale in coda munito di 2 singoli terminali da 2". Elementi in acciaio e alluminio per lunga durata per tutti gli impianti . Come accessorio gratuito era disponibile un ulteriore impianto di scarico denominato "Deep tone ", cioè sprovvisto dei risonatori






V8 396 Turbo jet ( RPO L-78 )




Cilindrata : v8 a 90 gradi di 6490 cc


Alesaggio x corsa : 103,98 x 95,50 mm


Rapporto di compressione : 11 a 1


Potenza: 375 hp a 5600 giri


Coppia :562 Nm a 3600 giri


Distribuzione :2 valvole per cilindro, comandate da aste e bilancieri tramite albero a camme centrale, nella V dei cilindri, a sua volta azionato da una corta catena. Punterie meccaniche.


Alimentazione:Un carburatore quadricorpo Holley 4150 da 800 CFM con collettore in alluminio.Scatola filtro circolare ,coperchio cromato e singolo snorkel, con filtro aria di carta in bagno d'olio .


Trasmissione : il 3 marce syncromesh M-13 maggiorato oppure i due 4 marce syncromesh M-21 e M-22 . Tutti i cambi richiedevano sovra prezzo, nessuno era standard.Tutte le trasmissioni erano con leva al pianale.In caso di consolle la situazione mutava

Rapporti al ponte : Standard con tutte le trasmissioni era il 3,07 :1 . Gli altri a disposizione erano i seguenti : 2,73 :1( economy),3,31:1( perfomance ). Gli speciali erano invece differenti in caso di trasmissione a tre o 4 marce :

Speciali per il tre marce maggioratO: 3,50-3,70 :1
Speciali per i due 4 marce M-21 e M-22 : 3,50-3,70-4,10-4,56-4,88:1 . Gli ultimi tre erano accoppiati con il differenziale autobloccante . Il Positraction era a richiesta per tutti gli altri.


Scarico: Linea di scarico individuale per ogni bancata con proprio risonatore ma unico silenziatore trasversale in coda munito di 2 2 singoli terminali da 2" . Elementi in acciaio e alluminio per lunga durata per tutti gli impianti . Come accessorio gratuito era disponibile un ulteriore impianto di scarico denominato "Deep tone ", cioè sprovvisto dei risonatori


Il resto della meccanica


Sterzo :

A circolazione di sfere era posizionato oltre le ruote anteriori. Il rapporto di sterzo con scatola di sterzo standard era pari a 28,1 gradi volante per un grado ruote. Con scatola sterzo ad assistenza variabile , RPO N44, variava tra 24,1 :1 e 21,6 :1 .Con la scelta del servosterzo diventava ancor più diretto in tutte e due le combinazioni: 17,5 :1 con scatola standard e tra 17,5:1 e 15,6 :1 con la scatola guida più diretta ad assistenza variabile RPO N44. Con la scatola guida standard servivano 4 rotazioni complete del volante per una sterzata da parte a parte, erano solo le 3 rotazioni con l'adozione del servosterzo e scatola guida Rpo N44


Frizione : Mono disco a secco da 9,12 " sui 6 cilindri e v8 base .Semicentrifuga e maggiorata a 10,40 " sul v8 small block della SS ,sliva a 11" sui v8 big block . .



Freni:Impianto idraulico con pompa freno a due cilindri e 4 tamburi da 9,5 ", a richiesta i dischi anteriori da 11 ", con o senza servofreno , o materiale d'attrito speciale per i 4 tamburi .La superficie totale frenante dell'impianto di serie era pari a 1089,6 cm2, scendeva a 761.9 cm2 con i freni a tamburi dotato di materiale d'attrito speciale e i freni a disco anteriori . Servo freno a richiesta per tutti gli impianti . Il freno di stazionamento era con il consueto comando a pedale posto in prossimità del passaruota sinistro e con sblocco a leva posta nella parte inferiore della plancia , a sinistra del piantone.

Disco freno della bendix /moraine .
Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd


Pneumatici e cerchi: vari copricerchi a richiesta : Numerosi, tutti erano realizzati in lamiera e alcuni di essi ad imitazione dei cerchi in lega leggera Mag e ruote a raggi non potevano essere selezionate in caso di dischi freno . Le rallye wheels erano di serie in caso di scelta dei freni a disco anteriori

Copricerchio base .
Immagine

Copricerchio PO1
Immagine

Copricetchio PO2
Immagine

Copricetchio N96
Immagine

Cerchio in lamiera obbligatorio in caso di dischi freni anteriori
Immagine


I pneumatici di serie erano black wall ( fianco nero ) da 7,35x14 " a 2 o 4 tele. A disposizione , sempre 7,35x14", avevamo le "scritta bianca " ( white stripe) in nylon speciale a 2 o 4 tele. Oppure le D-70 x14 " in nylon speciale a 2 o 4 tele a riga rossa ( Red stripe) Le varie SS disponevano di pneumatici da 6x 14 " riga rossa ( Red line) e poteva accedere alle D70 x14" Red-line o White-stripe .


Pneumatico Wide Oval a linea bianca o rossa .

Immagine
Da 67 camaro spec package via scribd


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom feb 22, 2015 8:53 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Camaro Z-28 basata sulla camaro standard munita dell'opzionale tetto in vinile .
Immagine

Immagine
Da Cars and parts luglio 1991


Come abbiamo visto nel messaggio precedente ,le prestazioni rilevate dalle varie riviste USA , Motor trend-hor-rod-e altre, hanno dimostrato che la Camaro disponeva di prestazioni di tutto rispetto . La maggior parte delle Camaro nel 1967 erano state ordinate con il small block da 327 o il nuovo small block da 350 da 295 hp, ed entrambi avevano prestazioni superiori al Ford V8 289 cu.i. da 271 CV della Mustang .Fiutando la presenza di una fetta di mercato che richiedeva alte prestazioni, alcuni concessionari Chevrolet iniziarono a trapiantare i big block da 427 cu.i. da 435 hp della Corvette nei cofani della Camaro. Sulle varie piste di tutto il paese, le Camaro munite di big-block cominciarono a mietere vittorie nelle gare di Super Stock a danno della rivale Mustang . Troppo facile, fu il commento degli appassionati Ford , dato che il motore di cilindrata più elevata disponibile sulla Mustang era il V8 390 cu.i. da 320 hp .Con l'introduzione del pacchetto opzionale Z/28, la Camaro non si faceva più scudo dell'elevata cilindrata e potenza dei suoi recenti Big block ma scese al livello della Mustang per poterla sfidare nella nuova categoria TRANS AM ( interasse di 116 cm ,al massimo 305 cu.i., modifiche meccaniche limitate, minimo 1000 esemplari di serie per l'omologazione ) della SCCA.Nel 1966, lo Sports Car Club of America (SCCA) creò questa nuova categoria : la Trans American gruppo II series sedan Racing, meglio conosciuto come Trans Am .La Mustang dominò incontrastata il primo anno, correndo contro le varie Plymouth Barracuda e Valiants. Quindi,il marketing e il capo della sezione ingegneria del marchio Chevrolet, Vince Piggins, vollero assicurarsi che ciò non accadesse di nuovo.
Nessun modello Chevrolet partecipò in quell'anno ma la sua intenzione di partecipare nell'anno successivo fu determinante per la creazione del calendario gare 1967.Difatti,il campionato era già in forse dopo il primo anno e solo l'assicurazione da parte di Piggins della presenza di un modello della chevrolet convinse il SCCA a organizzare la seconda stagione.Fu un esposizione estremamente pericolosa da parte del sig.Piggins trovandosi in una posizione scomoda a metà degli anni sessanta. Era ,difatti, determinato nello sviluppare le prestazioni dei modelli Chevrolet in una società dove la parola Prestazione era un termine sporco. Infatti , nel 1957, la GM aveva siglato un accordo con l' Automobile Association (AMA), che la impegnava in futuro a non sviluppare le potenze e prestazioni dei propri modelli e a non partecipare in veste ufficiale alle competizioni. Sappiamo, vedi il messaggio " CHEVROLET 427 Mistery engine 1963 o Heavy duty 427 ", che nei primi mesi del 1963, il presidente GM Frederic Donner emise una nota che ordinava a tutti i capi divisione di cessare immediatamente ogni attività agonistica , dato che le nuove politiche aziendali stabilivano di ridurre la cubatura e la potenza dei propulsori.Un giro di vite che riguardò anche la pubblicità dei singoli marchi , bastava un messaggio pubblicitario troppo sbilanciato sulle mere prestazioni che partiva un severo ammonimento o una telefonata minacciosa da parte dei dirigenti della GM.Nonostante tali restrizioni , Piggins e un suo collaboratore crearono un segreto team di sviluppo ,all'interno del suo reparto corse ,di componenti ad alte prestazioni per le SS dei modelli Impala e Corvair Monza, etichettandoli come componenti "heavy-duty" per mascherare il loro vero scopo. E prima ancora di essere lanciata sul mercato , Piggins e il suo team avevano già avviato lo sviluppo di parti ed accessori ad alte prestazioni per la nuova Camaro.Come riusci ad ottenere l'avallo ? Piggins non lo dice chiaramente ma racconta questo aneddoto : In data 16 agosto 1966 inviò al suo capo,W.T. Barwell, un informativa sulla futura Z-28. Tale documento fu girato pure agli ingegneri Alex Mair and Don McPherson , all'uomo delle vendite Bob Lund e al suo collega della promozione pubblicitaria Joe Pik,facendo presente che le neonate gare Trans Am avevano avuto ,tutto sommato , un successo insperato e che sicuramente la Mustang avrebbe avuto giovamenti dai suoi successi in pista . Piggins : "La mia proposta iniziale fu di utilizzare il nostro v8 283 più prestazionale,del resto la Mustang correva con un v8 da 290 cu.i. e la Barracuda con il v8 da 273 cu,i e quindi il v8 283 pareva la soluzione giusta, aggiungendo l'assetto F-41 opzionale, con molle anteriore più rigide e al posteriore le balestre multifoglia , chiesi anche anche l'opzione J-52 (freni a disco anteriori)assieme all'opzione J-65 ( materiale d'attrito speciale per i tamburi posteriori), la frizione da 11 pollici dei V-8 396 , il 4 marce M-22, una scatola sterzo nuova di zecca con un rapporto totale pari a 24:1, cerchi della corvette da 15 " con pneumatici 7,75, ed un cofano speciale con presa d'aria dinamica " . Piggins ebbe il permesso di avviare una pre-produzione con le menzionate specifiche iniziali, e durante una sessione di prove dal vivo per i top manager GM a Provingrounds , il 4 ottobre 1966,fu mostrata l'auto.Uno dei primi passegeri fu il nuovo direttore generale di Chevrolet, Elliot M. Estes. Estes rimase impressionato dalle prestazioni di questa camaro con il v8 283." sempre parole di Piggins . Quest'ultimo spiegò ,all'alto dirigente , ciò che aveva intenzione di fare per vincere la Trans-Am e per avere un ritorno di immagine sul modello Camaro.

" Un ultima cosa..." dice ancora Piggins "... mentre stavamo guidando la macchina, ho detto che avremmo usato il v8 da 283 . Ma ho anche suggerito, quando siamo tornati alla linea di partenza che era consigliabile usare il blocco del v8 327 e trapiantare in esso l'albero motore del 283 , ottenendo un alesaggio da 101 ,6 mm e una corsa da 76, mm che avrebbe fornito una cilindrata 302,4 cu.i., appena sotto il limite dei 305 cu.i richiesti dalla SCCA.Estes ha subito accettato. Dimostrando ,in primis, di essere un ingegnere più che un manager nel saper valutare appieno le potenzialità di questa vettura . Estes prima di congedarsi si avvicinò agli ingegneri Alex Mair e Don McPherson e disse:" realizzate appieno questo pacchetto e sviluppato un motore da 302 cu.i. da accoppiare con esso."

L'ordine di lavoro relativo allo Z28 fu siglato # 19.621-34:

Rimozione del motore per inviarlo al centro tecnico

Installare il motore ibrido # 196.231

alleggerimento propulsore a 259 kg

datata 11 ottobre 1966

"E 'stato davvero l'inizio della Z-28, e si è proceduto ad omologare tale veicolo presso la FIA a partire dal 1 gennaio 1967 come una macchina del gruppo II."

Quindi nel dicembre del 1966, la Chevrolet mise in commercio una delle più famose opzioni RPO nella storia della marca , la RPO Z-28. Opzione quasi sconosciuta ai più e peraltro per nulla pubblicizzata,evidentemente all'interno della GM il vento aveva cambiato direzione ma non era ancora tornato il sereno. Infatti, lo Z-28 fu introdotto dalla chevrolet semplicemente come un altro codice attribuito ad un accessorio o ad una serie di accessori ( Pack ), vedi il Z-23 per il Custom interiors o lo Z-87 per gli interni personalizzati. Per averlo, un acquirente avveduto doveva ordinare una Camaro sport coupé a 6 cilindri ,alla cifra di 2.466 dollari, pack e quindi controllare l'effettiva disponibilità in produzione del pack RPO z-28 . Il pack costava $ 400 e includeva un ampio uso di strisce da corsa sul cofano motore e sul portello del bagagliaio , le sospensioni speciali F-41 ,cerchi rally con pneumatici 6X15 " di derivazione corvette, scatola guida con rapporto di sterzo speciale e un small-block v8 da 302 cu.i .Il cambio a quattro velocità M-21 e i freno a disco anteriori erano degli accessori imposti al prezzo totale di 100 dollari.Il V8 302 cu.i. fu concepito per competere nella serie Trans Am, la quale stabiliva un limite di 305 cu.i. . Fu dichiarata ufficialmente una potenza di 290 hp , ma secondo voci dell'epoca la potenza reale era compresa tra i 350 e i 400 hp. Una Camaro attrezzata con l'opzione Z-28 poteva lanciare il veicolo da 0- 60 miglia orarie in meno di 7 secondi e eseguire un quarto di miglio in 14,85 secondi. Nelle mani di piloti come Mark Donahue, la Z28 fu imbattibile sulle piste.Non vi era alcuna squadra ufficiale Chevrolet nella serie Trans Am, ma era presente la scuderia Roger Penske con una Camaro sponsorizzata da Sunoco e guidata da Mark Donohue. Per quanto è dato a sapere , Penske non ha mai ricevuto soldi da Chevrolet ma solo un notevole supporto tecnico .Alcuni esempi di tale supporto tecnico non ufficiale ? Donohue ha lottato fin dall'inizio contro i difetti telaistici della Camaro ,vedi messaggio precedente, a malincuore Piggins ha dovuto ammettere che Donohue necessitava di aiuto per domare l'inadeguata sospensione posteriore della camaro .Lo stesso Piggins e uomini che avevano seguito la Corvette ,come Gib Hufstader e Dick Cavaliere ,affrontarono i problemi in frenata e in accelerazione del retrotreno amplificati dall'uso in pista , fino al punto di portare la vettura al centro GM di Milford per una batteria di test sotto copertura (tra cui l'aerodinamica). Era ovvio per la gestione Piggins e Chevrolet che il loro aiuto era essenziale se la Z/28 voleva battere la Mustang ufficiale ford e vincere la serie Trans-Am. Fu addirittura testata la sospensione posteriore IRS della Corvette con ottimi risultati, ma l'adozione di tale sospensione ,svincolata dagli altri modelli Chevy con cui la Camaro aveva componenti in comune , fu bocciata e Piggins non insistette più di tanto anche perchè era mal vista la sua propensione all' attivita agonistica . Comunque fu trovata una soluzione ,salva capra e cavoli, che vedremo nel modello di serie del 68.A metà della stagione del 1967 . La già notevole cura ,per il periodo in questione , dell' aereodinamica delle comuni Camaro di serie , ben 78 ore di lavoro totali in una galleria del vento di Dallas (TX) , fu elevata grazie all''adozione di un alettone posto sul cofano posteriore .




Chevrolet ha fornito una serie di leggeri pannelli di carrozzeria per la Camaro di Donohue. Essi erano appositamente fabbricati su ordine di Piggins e fatti di acciaio estremamente sottile.Al volante della Camaro Z/28 della scuderia Penske , Donohue siglò ben 20 vittorie tra il 1967 e il 1970, vincendo alcuni campionati. Risultò vincente anche in australia , grazie a Bob Jane ,aggiudicandosi nel 1971 e il 1972 l' Australian Touring Car Championships. Grazie alla Z-28 la breve dominazione delle Mustang a livello locale e nella SCCA Trans Am era finita. La Chevy aveva mantenuto la promessa di battere in pista sia le Mustang che le Plymouth Barracuda, Mercurio Cougars, AMC , Dodge Challenger.In un primo momento, tuttavia, a l Z-28 risultava difficile da vendere al pubblico. Il motore , sviluppato per gli alti regimi di rotazione, era povero di coppia in basso ma sopratutto era lento a raggiungere i 4000 giri / min, soglia oltre la quale si scatenava fino a quai 8000 giri. la rivista Road & Track segnalò ,in una sua prova, che il regime di cambiata ottimale era a 7500 giri e di aver raggiunto le 63 miglia orarie in prima marcia, 85 in seconda , 113 in terza e come velocità massima le 140 miglie orarie . Solo 602 Camaro Z/28 sono state vendute e prodotte nel 1967 ( la chevrolet riusci ad omologare la z-28 grazie ad un sotterfugio :la quota mancante fu raggiunta omologando un certo numero di Camaro ss 350 gruppo I e dichiarando che queste erano la base su cui venivano realizzate le Gruppo II mediante l'adozione del pack z-28 . Ma una volta che cominciò a vincere le gare e la presenza del pack z-28 nelle produzione Chevrolet fu nota grazie al passa voce degli appassionati, la produzione salì a 7.199 nel 1968 e a oltre 19.000 nel 1969 .


Ricpitolando,il pack z-28 era così composto:


Dotazione di Serie

esclusivo small block da 302 pollici cubici con 290 hp dichiarati

Assetto sportivo F-41

scatola sterzo dedicata

Pneumatici da 15" su canale da 6 " con pnumatici da 7,75x15 " Red Stripe in nylon

Rapporto al ponte 3,73 :1

circuito di raffreddamento maggiorato

basamento con ventilazione positiva

scarico a doppio terminale singolo



Dotazione imposta

Trasmissione manuale a 4 marce M-21

freni a disco anteriori con materiale speciale per i tamburi posteriori

Cerchi rallye wheels


Ulteriori pack esclusivi per la z-28 .


Z-28-2 Special perfomance package plus plenum air intake ( 437,10 $ ) : presa d'aria dinamica con carter filtro aria dedicato

Z-28-3 Special perfomance package plus plenum air intake and exhaust headers ( 858 ,40 $) : La conveniente combinazione dei due .

Z-28-4 Special perfomance package plus exhaust headers ( 779 ,40 $) : disegno sportivo dei collettori di scarico . Tale somma da sborsare fu oggetto di polemica da parte dei clienti e delle riviste auto. Car Driver fece notare che era possibile trovare collettori sportivi artigianali per la modica cifra di 150 - 200 $ Questi venivano montati sia in fabbrica che nelle officine dei punti vendita e , come vedremo dai risultati dei test d'epoca , influivano in maniere pesante sulle prestazioni della Camaro z-28. Questo fa ritenere vero che la potenza di 290 hp ,dichiarata, fosse reale solo per la versione base. Una z-28 munita di tutti i Special perfomance package probabilmente aveva una potenza sui 400 hp


Esterno:


Tre viste di una z-28 basata sulla RS


Immagine


Immagine


Immagine
Da car and driver marzo 1967



Basata su una Camaro sport coupè standard o RS, differiva da esse per le doppie bande longitudinali sul cofano motore e bagagliaio e per le ruote rallye whels di serire . Spoiler anteriore e posteriore erano disponibili come accessorio ed avevano una reale efficacia nel diminuire la portanza. Queste appendici furono studiate durante il progetto della camaro,ricordate le famose 76 ore in galleria del vento ? Il tetto in vinile era a richiesta e fu adottato da molti. Disponibile pure in versione RS

Immagine


Interno: Stessa storia . Veniva fornita con con gli interni standard ma poteva accedere a tutti gli interni a richiesta e ai vari accessori delle altre camaro . Era esclusa l'aria condizionata, a causa della presenza delle punterie meccaniche, e poteve essere fornita senza alcun impianto di climatizzazione abitacolo. Il prezzo finale veniva , ovviamente , scalato



interno Custon interiors con strumentazione speciale e consolle cambio, cinture di sicurezza De-luxe



Accessori di serie e a richiesta :Standard più il contenuto del pack z-28 . Per il resto poteva usufruire di tutto quello che il catologo RPO e aftermarket 1967 della chevrolet poteva offrire, salvo le eccezioni sopra riportate.




Sospensioni : lo schema di base rimaneva il medisimo della produzione standard ma era irrigidito dall'assetto F-41 di serie( molle e ammortizzatori ancora più sportivi dell 'assetto F-40 + barra antirollio anteriore ) ed era presente al retrotreno , ormai eravamo a dicenbre 67, la barra di trazione di secondo tipo , a sezione quadra, sul lato passeggero. La z-28 non era disponibile in versione convertible per ovvie ragioni .




Propulsore: Come detto in precedenza , era un ibrido. Un super quadro realizzato per l'uso sportivo e costruito attorno al basamento del v8 327 . Le prime unità con il vecchio basamento e poì dal 68 , intera gamma chevrolet, arriverà il basamento modificato,in seconda verrsione dal 55 , su cui verranno basati anche i v8 307-327 e v8 350 . Quest' ultimo già in alcune camaro del 67 e ,infine, la terza versione darà il "big-small block" da 400 pollici cubici di inizio anni 70 . Altre componenti meccaniche era mutuate anche dai Big block Mark IV



V8 302 Turbo -Fire

Immagine


Da Cars and parts luglio 1991


Cilindrata : v8 a 90 gradi da 4956 cc



Alesaggio x corsa:101,6 x76,2 mm




Rapporto di compressione : 11 : 1 . Richiesta esclusivamente benzina premium




Potenza: 290 hp a 5800 giri . Senza la presa d'aria dinamica e i collettori sportivi



Coppia :393 Nm a 4200 giri



Prestazioni rilevate :

Da Car and driver marzo 1967 con rapporto al ponte standard ma era dotata dei due pack special perfomance


Da 67z28.com


0-60 miglia orarie :6,7 sec
0-1/4 di miglio: 14,9 sec con velocità di uscita a 97 miglia/orarie (156 km/h)

Da Car life , senza nessun pack special perfomance

0-60 miglia orarie :7,4 sec
0-1/4 di miglio:14,9 sec con velocità di uscita a 104 miglia orarie ( circa 167 km/h)


Da motor Trend maggio 1967 . Versione standard ?

0-60 miglia orarie :7 sec
0-1/4 di miglio: 14,8 con velocità di uscita a 97 miglia/orarie (156 km/h)




Distribuzione : 2 valvole per cilindro, azionate da aste e bilancieri individuali,le aste erano cave e conducevano l'olio per lubrificare i bilancieri ,mediante la corta catena, che collegava l'albero motore all'albero a camme ( General Perfomance) posto all'interno della v dei cilindri.L'albero a camme poggiava su 5 cuscinetti a strisciamento in lega Babbitt . Punterie meccaniche Duntov .Molle di richiamo molto robuste perchè il fuori giri arrivava a 7500 giri senza avvertibile sfarfallio



Alimentazione: un carburatore quadricorpo holley da 800 cfm con collettore ad alto rendimento in alluminio. Di serie carter filtro aria aperto con filtro aria in carta . A richiesta un Carter filtro aria, mutuato dall' Impala Z-11 del 1963 , che prelevava aria dalla zona ad alta pressione alla base del parabrezza.Aria automatica .


Trasmissione : solo il 4 marce Muncie M-21 a rapporti corti ( accessorio obbligatorio)



Rapporti al ponte : i soliti a disposizione del V8-396 Da 375 hp . Oltre al rapporto standard erano disponibili :3,31-3,55-4,10-4,56-4,88 a 1
Tutti con o senza il differenziale autobloccante, niente Positraction per gli ultimi tre ,che la chevrolet raccomandava fortemente .


Sterzo : la scatola guida della z-28 aveva un rapporto di sterzo pari a 24,1 :1 e 4 giri completi da una sterzata da un lato all'altro .Comunque esisteva la possibilità di ordinare un altro sterzo più diretto : 20 a 1 .La soluzione migliore era però la già vista opzione RPO N44 che forniva il servosterzo con un rapporto pari a 15,6 a 1 e solo 3 giri per una sterzata da un estremo all'altro.



Freni: Dischi anteriori (accessorio obbligatorio) della delco-moraine e servofreno compreso . Al posteriore, i tamburi con materiale sinterizzato



Scarico: di serie i collettori di scarico avevano il classico disegno dei small block, cioè Ram Horn . Ma erano disponibili collettori individuali per ogni cilindro .In entrambi i casi avevamo poi la linea di scarico individuale per ogni bancata con propri risonatori che poi confluiva nell'unico silenziatore posteriore dotato di doppio terminale singolo, ovale.



Pneumatici e cerchi: Cerchi rallye wheels da 15 " con canale da 6" jk e pneumatici Good years Power cushion o Firestone Red -Line da 7,35 x15 ". A richiesta cerchi in lega leggera Mags.


Ultima modifica di simonepietro il dom mar 15, 2015 3:29 pm, modificato 2 volte in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mar 12, 2015 7:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Camaro 427 Nickey / Bill Thomas 1967-68


Immagine
( speedsupercars )

" Prima o poi doveva accadere " Così esordisce un articolo di CAr Craft del febbario 1967. La rivista da tempo si chiedeva quale dei vari preparatori, noti a livello nazionale, per primo avrebbe trapiantato un v8 big block da 427 pollici cubici nel cofano di una camaro.Fornendo così, ai clienti chevrolet, la possibilità di avere un prodotto realizzato aggirando il divieto GM di superare il limite di 10 Hp per per 45 kg di massa .Limitazione ,questa, che mise in difficoltà i piloti amatoriali nella classe stock cars, i quali avevano difficoltà nel sfidare le compatte Ford e le chrysler che potevano essere acquistate anche con big block di elevata cubatura. Ma ,per loro fortuna, era in attività un punto vendita chevrolet che si occupava pure di agonismo. Era la Nickey chevrolet di Chigago, la quale credeva fortemente nell'attività agonistica come vettore promozionale. Diamo allora un occhiata all'attività di questo dealers chevrolet : In data 1967 , la Nickey aveva ormai accumulato una decennale esperienza in vari competizioni sponsorizzando un serie di corvette e normali chevy in varie categorie e nell'anno in questione forniva supporto , economico e forse tecnico, alla scuderia di proprietà di Dan Blocker (L'interprete di Orso cartridge nella serie Bonanza. Doveva avere rapporti stretti con la chevrolet dato che è la terza volta che ci imbattiamo in lui) impegnata in gare su pista con barchette a ruote coperte.



Inoltre la Nickey era impegnata nella categoria Dragster; rapporti con Dickie Harrell e la scuderia Colson wood & gas dragster .
Immagine


Ciò permise alla nickey di raggiungere notevoli dimensioni. L'azienda disponeva di una sezione di componenti speciali da competizione spalmata su un area di ben 1900 Mq e con oltre 14000 articoli in vendita per la realizzazione di un auto da gara o per personalizzazione delle auto di uso quotidiano. Molti di questi componenti ad alte prestazioni erano originali chevrolet e la Nickey era uno dei pochi punti vendita chevrolet ad avere l'esclusiva.Chiaramente la voce si sparse ,l'articolo riferisce di un autentica processione di clienti, sia tra le scuderie che fra i semplici appassionati di tutti gli USA .La nickey ,poteva offrire loro i consigli e l'esperienza del suo personale che era composto di ben 27 persone. Con un tale spiegamento di forze e la consulenza dell'allora pilota Dickie Harrell, professionista dell'AHRA ma anche consulente Nickey , e la notevole capacità tecnica di un proprio dipendente ,Ken White ,il trapianto del v8 427 Mark IV non fu impresa difficile.Poche furono le difficoltà , il nuovo propulsore calzava a pennello sui supporti motore della camaro SS 350 e questo fa ritenere che il frame anteriore delle Camaro- Nova- Firebird non solo fosse comune tra loro, ma anche identico alla sezione anteriore dei telai separati delle Chevelle e Impala e corvette che disponevano già da anni del v8 427 MARK IV.( Ormai possiamo renderci conto che la GM aveva già raggiunto le, oggi, agognate strettissime sinergie fin dagli anni 60. Ma tutto ciò non ha evitato che nel corso degli anni la casa americana perdesse marchi ( oldsmobil -saturn e altri), subisse ripetute crisi , fino al chapter 13 dei giorni nostri.Siamo sicuri che tale politica sia quella giusta da seguire per tutti i marchi ?). " Harrel trovò che togliendo il cofano, la batteria e il radiatore del motore da 350 pollici, quello da 427 poteva essere calato nel vano motore con i medesimi supporti motore. Senza tagliare, senza piegare e senza saldare nulla nel vano . Veramente astuto " è testualmente scritto nell'articolo.La consulenza di Harrell fu essenziale nello stabilire le caratteristiche di base e nella messa a punto di un auto in grado di competere nella classe Drag Racing Stock cars: A dire la verità, l'associazione American Hot Rod non omologava nulla che fosse realizzato modificando la meccanica di base originale del modello, nel periodo in questione la camaro di serie non disponeva ancora del v8 427, ma evidentemente la Nickey aveva un peso anche politico e quindi fu creata una nuova categoria all'interno della prima citata classe. Il regolamento readatto dall'associazione AHRA per le gare Super stock stabiliva che : I motori dovevano avere una cilindrata superiore ai 400 pollici cubici, l'alesaggio e la corsa dovevano essere quelli di serie, peso minimo pari a circa 1470 kg,inalterata misura del passo, possibilità di sostituzione propulsore, modifica pompa benzina ,limitati alleggerimenti parti carrozzeria ( solo cofano motore ). Harrell e white, analizzando le diverse opzioni RPO e le loro combinazioni offerte dalla chevrolet per la Camaro,si resero conto che una SS 350 munita di assetto sportivo F-41 , radiatore maggiorato,freni a disco e i posteriori con materiale sinterizzato , trasmissione a 4 velocità Muncie , differenziale autobloccante, pneumatici a banda rossa, era una base tecnica ottimale, pure economicamente, per il loro progetto di tuning professionale. Sostituendo il propulsore prima della consegna al cliente, la Nickey era in grado di fornire al cliente la canonica garanzia e le parti meccaniche originali sostituite riducevano il prezzo globale della preparazione perchè entravano nel magazzino dei ricambi della Nickey .Le sospensioni comprendevano molle anteriori e posteriori più rigide , oltre a una barra stabilizzatrice all'anteriore per ridurre il rollio in curva ad alta velocità .Con il più potente v8 427 , Harrell aumentò la capacità di raffreddamento grazie al'installazione del radiatore maggiorato che normalmente veniva accoppiato all'impianto del'aria condizionata, fu installato il cambio Muncie M 20 a quattro velocità. E per chi preferiva l'automatico, erano disponibile il Turbo hydromatic. Il ponte posteriore,munito di positraction, poteva essere equipaggiato con i seguenti rapporti al ponte a richiesta senza nessun supplemento di prezzo : 3,31: 1, 3.70,4.10 e 4,56:1

Il v8 della SS veniva sostituito con un v8 427 di derivazione corvette .
Immagine

Immagine
(Car craft)

La Nickey offriva due versioni del Chevrolet v8 427 con diversi livelli di preparazione:Stage I, Stage II, Stage III.Il v8 427 " Economy " da 385 CV munito di punterie idrauliche e con rapporto di compressione da 10,25 :1,collettore di aspirazione in ghisa , e quella High -perfomance da 425 hp . Il massimo in fatto di prestazioni era appunto la seconda. Essa era munita di cuscinetti di banco serrati a 4 bulloni e bielle forgiate in acciaio, di lubrificazione maggiorata, punterie meccaniche Duntov, rapporto di compressione paria a 11:1, collettore ad alto rendimento in alluminio, un carburatore quadricorpo Holley (serie n 3.886.091) che veniva trapiantato da Nickey al posto del Rochester di serie. Ma non finiva qui, sempre facendo perno sui consigli e l'esperienza di Harrell, la Nickey offriva ( Stage II) la possibilità di sostituire il collettore e l'holley con un nuovo collettore , sempre in alluminio, destinato ad ospitare una batteria di tre carburatori doppio corpo Rochester ( +10 HP).In fondo non era di nulla di nuovo, si tratta di soluzioni già adottate dalla chevrolet in precedenza ma ciò mette ulteriormente in evidenza l'alto livello di integrazione raggiunto dalla GM. Ma se tutto ciò era reperibile con facilità dal catologo dei ricambi GM come poteva la Nickey dimostrare la proprio abilità di preparatore a tutto tondo ? Negli ulteriori step del v8 427 e del corpo vettura della Camaro stessa. Il raggiungimento dela potenza di 450 CV ( stage III) era ottenuta con un esclusivo collettore di aspirazione di disegno e produzione Nickey . Con esso si poteva alimentare il v8 427 con due carburatori quadricorpo Carter AFB ( alimentazione singola ? )ma sorgeva un piccolo problema ;Il cofano motore, a causa della batteria dei due quadricorpo, non chiudeva più. Chiaramente , Harrell e White fornirono una risposta a questo problema . Realizzarono un cofano motore in fibra di vetro che potesse contenere le nuove dimensioni del gruppo di alimentazione . Inoltre , per gli amanti della riduzione di peso, era disponibile un cofano motore standard perfettamente replicato in fibra di vetro. Il v8 427, pur avendo un ingombro in lunghezza maggiore di 5 cm rispetto al small block v8 350, trovo facilmente posto nel vano motore accoppiando la ventola direttamente alla puleggia di comando della pompa dell'acqua. La presenza del v8 427 comportava un aggravio di 40kg sull'asse anteriore con ovvie conseguenze sulla guidabilità. Per diminuire il peso ,incrementando pure la sportività della vettura, era possibile sostituire il collettore di scarico standard, in ghisa, con uno sportivo disegnato e costruito dalla Thomas che era parte integrante dello Stage II. Se installato al momento della sostituzione del propulsore non vi era spesa aggiuntiva,anche perchè lo scarico di serie del v8 427 richiedeva un parziale rimaneggiamento. Difatti il gruppo collettore di scarico della bancata di sinistra del 427 andava modificato per non interferire con la scatola guida ed avere la possibilità di utilizzare il proprio filtro olio,chiaramente i collettori di scarico singoli della Thomas erano disegnati per aggirare tali problemi.

Modifica artigianale del collettore di scarico standard del v8 427
Immagine

( Car Craft )

Quali erano i problemi per l'installazione "fai da te" deI KIT ? Nessun problema legale per il suo uso su strada , ma non era possibile scendere in pista . La Nickey , per gli amanti del fai da te , poteva fornire il kit propulsore con tutte le componenti installate oppure, nel caso il cliente si fosse procurato da se il motore, le sole singole componenti che includevano anche il collettore di scarico sinistro modificato per rimediare alle difficoltà viste prima. Dato che le varie componenti, sicuramente dello Stage I, erano disponibili nella lista ricambi Chevy non era necessario rintracciarle tramite lunghe telefonte o richieste per via postale. La Nickey, ricordava ai fruitori dei vari Kit che era necessario utilizzare alcune componenti del v8 350 e forniva alcuni consigli empirici : La frizione standard del small block andava ibridata con quella del v8 427. Riguardo all' l'incremento di peso : Consigliava , per recuperare i circa 2 cm all'anteriore , di munirsi di assetto spotivo di serie oppure aggiungere i distanziali ,alla base delle molle, che la chevrolet usava in caso di installazione dell'aria condizionata. La Nickey , nel 1967 , per superare le già note problematiche del ponte posteriore della Camaro, amplificate dall'incremento di coppia e potenza dei vari stage II-III, aggiunse le barre di rinforzo alle balestre del ponte posteriore pensate per le sue realizzazioni su Chevy II.


Immagine

Immagine

( Car craft)

Tali barre si adattavano perfettamente, solo insignificanti modifiche, alla camaro e contribuivano efficacemente ad annullare i fenomeni di perdita di trazione e le problematiche in frenata . Un altro particolare che subiva le cure della Nickey era il distributore di accensione: Veniva disabilitato il variatore d anticipo a depressione, le puntine di serie venivano sostituite con altre platinate di spessore maggiorato (N 1966294) a cui veniva accoppiata una molla da 0,20 pollici di spessore al posto di quella standard 0.015 pollici. Harrell impose l'uso delle molle dei 6 cilindri per le masse rotanti e quest ultime erano invece quelle utilizzate per il v8 396 . Tale soluzione, dettata dalla sua esperienza in pista, permetteva di fissere il regime massimo a 7500 giri senza fenomeni di mancate accensioni,secondo Harrell era possibile guadagnare altri 500 giri semplicemente introducendo tra la molla e il ruttore un diaframma di gomma piuma. La Nickey , consigliava per la lubrificazione , la seguente miscela : olio motore Valvoline racing SAE 20 o 30 in combinazione con un 25 % di Valvoline. Questo perchè il v8 427 era costruito ridotte tolleranze di accoppiamento.

Vediamo schematicamente le componenti da installare sulle camaro 327- SS 350 per realizzare i vari livelli di preparzione.

Lo stage I ( 425 hp) , il più semplice, denominato pure "Mild performance improvement & custom Apparence items " era probabilmente il più adatto all'uso su strada.

-V8 427 con punterie idrauliche.
- sostituzione del rochester quadricorpo con un holley quadricorpo, con relativa modifica del comando corpo farfallato.
- radiatore maggiorato con relativa ventola a 5 pale e alternatore maggiorato .In pratica erano quelli che la chevrolet forniva con l'aria condizionata. In caso di camaro senza assetto sportivo di serie o opzionale venivano installati ,alla base delle molle anteriori, i distanziali usati sulle Camaro con aria condizionata. Era possibile richiedere un dispositivo per escludere l'alternatore, solo per uso su pista .
-Frizione di serie ibrida.
- Spinterogeno modificato Nickey con calotta trasparente .
-Tachimetro di alta qualità tarato a 8000 giri sulla colonna sterzo
- Pomello cambio in legno
-Bande adesive racing in vinile
-Kit Lay-out v8 427: testate e carter filtro cromati a specchio, impugnatura astina olio cromata.
- Collettore di scarico modificato bancata di sinistra per scarico di serie. Era possibile avere a richiesta i collettori di scarico singoli con scarico sportivo della Thomas. Lo scarico libero per uso stradale " corvette exhaust off road system " come ulteriore possibilità
- Diversi rapporti al ponte .
- Cerchi in lega Mags cromati con pneumatici wide ovals 7x15" . Disponibili pure degli slicks da 7,5 x15".



Il tutto, scalato delle componenti di serie , a 389 $ dell'epoca.


Lo stage II ( 435 hp) o "Medium performance improvement & custom Apparence items " comprendeva le precedenti modifiche a cui venivano aggiunte le seguenti .


(super stock & Drag illustrated)

-Albero a camme con profilo racing per la versione con punterie idrauliche.Invariato per la versione con punterie meccaniche
- Carburatore tricorpo holley con collettore d'aspirazione dedicato. Se la base era la SS 350 venivano liberate le prese d'aria sul cofano e eliminato il materiale fonoassorbente
Immagine

-leva cambio sportiva HURST. Disponibile sia per il 4 marce manuale che per il 3 marce automatico Turbo-hydromatic
- campana aggiuntiva o semplice carter di protezione contro le esplosioni della frizione o trasmissione .
Immagine
Tach magazine gennaio 1967

- Barre di trazione Nickey
- Cavi e cappucci candele e distanziatori.
- Frizione maggiorata Hays.
ImmagineDa superstock magazine

Il costo era pari a a 689 $


Stage III o " Super fast competition use ":

Immagine

- kit albero a camme speciale, per v8 427 con punterie idrauliche o meccaniche.
-Spinterogeno speciale.
- batteria di 2 carburatori quadricorpo AFB con collettore d'aspirazione dedicato. Cofano motore e filtri aria dedicati.
- differenziale maggiorato
- Pneumatici posteriori maggiorati M & H Racemaster su cerchi 5x15 "

Il costo era pari a 1089 $

Prestazioni STAGE III con 4 marce manuale e rapporto al ponte da 4,88 : 1 :

Velox max : 217 km/h

0-60 mi/h : 5,4 sec

0-1/4 di miglio: 11,4 sec con velocità di uscita a 193 kM/h


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 16, 2015 10:24 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Camaro v8 427 by DANA chevrolet ( 1967)


Immagine
Da racehome.com

Cambiamo ora costa spostandoci fino in california . Nello stato dell'orso, troviamo il rivenditore Dana chevrolet con sede a South Gate nella contea di los angels . La Dana chevrolet era gestita in società da Paul Doski e Peyton Cramer, quest' ultimo era stato in precedenza un impiegato amministrativo presso Shelby . La loro officina si fregiava della collaborazione di Dick Guldstrand, ex pilota di Corvette nella categoria SCCA ,inoltre la Dana chevrolet aveva rapporti stretti con NICKEY e altri preparatori della costa est di cui però non riesco a mettere a fuoco la loro natura. Ma un nuovo cuoco non vuol dire necessariamente una nuova ricetta e difatti gli ingradienti sono i medesimi; SS 350- propulsori Corvette e altro. Dana usava come base una SS 350 così configurata : V8 small block da 350 pollici cubici, cambio a 4 marce Muncie , differenziale autobloccante Positraction dotato di rapporto al ponte indicato dal cliente, freni a tamburo con materiale sinterizzato, assetto sportivo ,cerchi in lamiera da 14" con canale da 6 " e pneumatici ovali Firestone D-70 ( Linea Rossa ) . Chiaramente il v8 small block veniva rimosso e al suo posto veniva allocato il v8 big block Mark IV L-72 in dotazione alla Corvette nel 1966. Dana ,pur iniziando a proporre la sua variante nel 1967,come entry level preferiva il V8 427 L-72 del 1966 per delle precise ragioni .Tale versione disponeva del carburatore Quadrajet, punterie meccaniche, pistoni forgiati, rapporto di compressione di 11:1 , tutto ciò era invece negato alla versione d'ingresso del v8 427 datato 1967 che ,come abbiamo già visto, disponeva di un rapporto di compressione più basso e di punterie idrauliche per un totale di 390 hp . I due soli propulsori versione 1967 erano rispettivamente il v8 427 "Three Dueces " L-71 da 435 hp e il V8 427 L-88 da 430 hp, per quest'ultimo dobbiamo notare i primi timidi approcci all' uso dell'alluminio da parte della chevrolet ( testate) in previsione del v8 427 tutto in lega leggera che vedremo più avanti. Quest'ultimi due propulsori erano un ulteriore opzione che Dana offriva , insomma un ulteriore step-stage -livello di modifica per gli incontentabili.Riguardo l'abitacolo, Dana partiva dagli interni custom interior a cui aggiungeva un contagiri tarato a 9000 giri sulla colonna di sterzo e una strumentazione supplementare posizionata come sulla z-28 ma qui solo con due strumenti della borg warner.


Immagine
da Yenko net.

Chiaramente l'auto poteva essere equipaggiata diversamente, attingendo alla lista accessori RPO chevrolet, già in fabbrica ma solo su specifica ordinazione da parte del cliente.Dana chevrolet offriva anche lei varie possibilità di personalizzazione: Si potevano richiedere direttamente i due precedenti V8 427 L-71 e L-88 o ,eventualmente ,le componenti necessarie ( testate , collettori, carburatori) per trasformare il v8 427 L-72 nelle versioni più prestazionali , barra di trazione al posteriore, freni a disco anteriori,Cerchi in lega Mag della Gragar, Pnemumatici slick della Chester, due differenti assetti sportivi direttamente messi a punto da Guldstrand per la DANA , cofano anteriore in fibra di vetro con presa d'aria dinamica , collettori di scarico singoli della Doug con ulteriore opzione il già visto "Corvette exhaust off road system " ,gommatrura asimmetrica , . I prezzi ? Potevano chiaramente variare per i motivi sopra indicati. Indicativamente, una Dana 427 con v8 base e dotazione base costava 4495 $ dell'epoca. La base , SS 350 con dotazione strettamente di serie, costava alla Dana chevrolet la cifra di 3417 $, quindi avevamo un delta prezzo pari a 1078 $ , di cui 175 $ per la mera sostituzione del propulsore. Il prezzo di 4495 $, come ho già scritto, va però inteso come prezzo d'ingrezzo , perchè se si attingeva alla lista accessori chevrolet e alle componenti offerte da Dana il prezzo ovviemente lievitava.


DANA 427 con cofano standard , munito però di fermi di sicurezza montati dalla Dana , e cerchi Mag con gommatura simmetrica
Immagine
Da camaros.net

Dana 427 con cofano motore Dana e Con cerchi Mag e gommatura assimetrica .
Immagine

Questo è un esempio del catologo delle componenti disponibili per un ulteriore personalizzazione o per uso agonistico dalla brochure Dana. Pubblicata da Car life opure motor trend

Cofano camaro Dana:
Immagine

Realizzato in fibra di vetro, disponeva di doppie prese aria anteriori e posteriori per fornire aria fresca al/ai carburatori e abbassare la temperatura del vano motore. Con l'utilizzo del cofano Dana non veniva usato il carter filtro aria con snorkel del sostituito v8 350 ,bensì uno aperto di dimensioni ridotte e più permiabile.

Immagine
detroithorsepower

I fermi di sicurezza per uso agonistico erano un ulteriore opzione.
Immagine
Da carlife del 1967

Carter di protezione abitacolo sulla trasmissione :
Immagine
Da carlife del 1967

Necessario ,come da regolamento, in caso di partecipazione a gare poteva rappresentare un ulteriore garanzia di sicurezza pure su strada . Era disponibile su tutti i v8 e le trasmissioni a tre o quattro rapporti proposte dalla Dana chevrolet


Copritestate cromate :


Erano realizzate identiche alle originali ma avevano una cromatura triplo strato ed erano di facile pulizia.
Immagine
Da carlife del 1967


Collettori e carburatori:

Collettore edelbrock con holley tricorpo 3916A
Immagine
Da carlife del 1967

Era disponibile colettore speciale ad alto rendimento Eldbrock C-3B per Holley Quadrajet 3916 A. La batteria di tre carburatori doppio corpo Rochester ( 150 $) erano uno dei numerosi gruppi di alimentazione ( Chevrolet o di concorrenza) disponibili per il v8 427 base. L'adozione di quest'ultimi ,elevava la versione base L-72 alla più perfomante L-71 da 435 hp .


Testate e valvole:

Immagine
Da carlife del 1967

Presso la Dana chevrolet era possibile acquistare e far montare le testate in alluminio del v8 427 L-88 sul proprio 427 base L-72. L'adozione di tali testate , caratterizzate da valvole e luci aspirazione maggiorate maggiorate e rapporto di compressione pari a 12,5 :1 , se abbinate al carburatore quadricorpo holley ( 850 cfm) e al collettore in uso al L-88 portava la potenza a livello di quest'ultimo ,430 hp. L'adozione di tali testate permetteva , inoltre, di diminuire il peso all'anteriore di diverse decine di kg. erano disponibili pure numerose serie di valvole di concorrenza per una più radicale elaborazione del propulsore.


Collettori di scarico singoli
Immagine
Da carlife del 1967

Volano motore alleggerito:
Immagine
Da carlife del 1967

Era originale Chevrolet ( Copo ? ) e destinatol alle compotezioni . Permetteva l'innalzamento dei giri motore e una riduzione della sua inerzia. Pur pesando solo 6,5 kg era molto affidabile , il massimo dei vantaggi si ottenevano con l'accoppiamento ad una frizione maggiorata e alleggerita .


Ammortizzatori speciali:
Immagine
Da carlife del 1967

Erano necessari per ottenere il massimo in strada o nelle competizioni. Offrivano maggiore trazione e riduzione del rollio e beccheggio rispetto alle componenti originali. Prezzo : 235 $

assetto sportivo:
Immagine
Da carlife del 1967

Messo a punto personalmente da Guldstrand, comprendeva: nuove molle all'anteriore e balestre multifoglia al posteriore in luogo della singola. Ciò permetteva di eliminare la ingombrante ,più pesante , costosa barra di trazione e tamponare più efficacemente i noti problemi del retrotreno della Camaro. Da notare che la chevrolet farà sua questa modifica ( con supplemento di prezzo) solo a metà del 1968 con il primo M.y . dal lancio . Prezzo : 275 $

Coppa olio da competizione:


Evitava il mancato pescaggio e la formazione di schiuma durante le elevate accelerazione laterali e da fermo . Apposite paratie interne trattenevano la maggior quantità possibile di lubrificante attorno al pescaggio della pompa olio.
Immagine
Da carlife del 1967


Tornando al lato economico si hanno notizie di Dana camaro da circa 5000 $ . Una cifra indubbiamente elevata ma conveniente rispetto ad una Ferrari di pari prestazione. Sì, perchè secondo la Dana chevrolet una propria camaro era un alterrnativa più che valida ad una sportiva del cavallino . Vedere pubblicità sottostante.

Immagine
yenko.net

Le prestazioni erano indubbiamente elevate e più o meno in linea con altre realizzazioni simili . Sappiamo che il tempo sul 1/4 di miglio poteva oscillare tra i 14,2 sec, della versione base fino , ai 12 secondi netti se munita assetto modificato con pneumatici sliks e chissà che altre modifiche. In tutto furono realizzate 35 camaro Dana nel 1967. La velocità massima di una Dana 427 con trasmissione a 4 marce e rapporto al ponte da 3,55 a 1 era di 130 miglia orarie ( > 209 km/h )


Top
   
 Oggetto del messaggio: Pontiacs
MessaggioInviato: dom apr 05, 2015 4:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven set 08, 2006 4:41 pm
Messaggi: 219
Località: RSM
Mio padre ha avuto 2 Pontiac, neli USA, una Catalina e una GTO :shock:
https://imageshack.com/i/idQ6Sgkzj


Ultima modifica di maurofiorini il dom apr 05, 2015 4:24 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar apr 14, 2015 7:24 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
parleremo pure di quelle , con calma . :dream2


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 01, 2015 1:37 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Camaro Standard /RS/SS 1968.



La Chevrolet Camaro 1968 parve a molti rimanere pressoché invariata quando entrò nel suo secondo anno di produzione, in realtà un attento esame mostrò delle non trascurabili modifiche al frontale , alle luci posteriori e laterali e ai finestrini anteriori . Il Marketing Chevrolet descrisse la versione con l'opzionale pack Sport Rally come "la versione più glamour" della Camaro. Inoltre definiva la Camaro SS 1968 come "divertente fino alla follia" . La brochure del modello metteva , invece, in primo piano i v8 big block, le sospensioni modificate, i nuovi accessori.Inoltre il 1968 segno la consacrazione definitiva del pack z-28. Grazie alle vittorie in Trans -Am , 10 primi posti in 13 gare, la richiesta salì a ben 7199 unità. Finalmente la Z-28 ricevette le mostrine di identificazione e poteva essere ordinata , come nel 1967, in versione RS ma continuò ad non essere disponibile in versione cabriolet. Nel 1968 fu ampliata anche la scelta di v8 big block da 396 pollici cubici.Dopo il primo timido esordio alla fine del 1966, negli anni 1967-1968 era possibile ordinare ben 4 diverse versioni del v8 396. La produzione Camaro del 1968 fu la seguente :

Produzione totale : 235147
Con le seguenti motorizzazioni e tipologia corpo vettura
Sport Coupe a 6-cilindri: 47456
Convertible a 6 cilindri: 3513
Sport Coupe a 8 cilindri: 167251
Convertible a 8 cilindri: 16927

I vari allestimenti

standard : circa 164537
RS: 40977
SS: 27884
Z-28: 7199


Esterno:
Frontale Camaro coupe standard
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro, via camaros.net

Iniziamo dalla parte anteriore della versione standard . La calandra subì solo alcuni cambiamenti di lieve entità : Nuove barre orrizzontali in argento satinato con parte interna annerita , i fari anteriori furono affiancati dalle nuove luci di posizione rettangolari. Da notare ,nella standard , che l'intera griglia radiatore assunse un disegno a freccia ancora più accentuato . Lateralmente avevamo delle nuove luci d'ingombro/posizione anteriori e posteriori e l'eliminazione dei deflettori ai vetri anteriori che mettevano in ulteriore risalto la vetratura curva della camaro. Modifiche pure alla fanaleria posteriore, dove erano sempre integrate le luci di retromarcia. Chiaramente le coupè e convertible standard , pure SS, era disponibile il pack Style Trim Group che era di serie sulla sola RS: bordo delle aperture ruote anteriori e posteriori lucido, gocciolatoi in acciaio lucido ( no cabriolet ) , profilo a metà cintura cromato ( no standard e SS), cornici finestrini latrali in acciaio lucido o cromatura .

3/4 posteriore camaro sport coupe standard con l'opzione Style Trim Group
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro, via camaros.net


3/4 anteriore camaro cabriolet standard con l'opzione Style Trim Group
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net


Nel caso del pack RS ( RPO Z-22 ) non si segnalano novità, neppure di minima entità.

Frontale RS, le luci di posizione sono poste nel labbro sotto i paraurti.
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net

Come al solito erano presenti i fari principali con griglie di copertura a scomparsa , quindi la griglia radiatore risultava a tutta larghezza come nel my 67 , azionate ora da un dispositivo a depressione invece che che da singoli motori elettrici. Le luci di posizione e di lampeggio di direzione erano sempre inserite nel labbro inferiore posto al di sotto del paraurti. Lateralmente , a parte la già vista eliminazione dei deflettori anteriori, ritroviamo la medesima modatanatura cromata che delimitva i passaggi ruote anteriori e posteriori ,nonchè parte della zona inferiore delle portiere . In questa parte ,la zona dei brancardi era di nuovo di colore nero. Posteriormente ,le luci di posizione e di stop , erano di nuovo doppie e questa scelta impose di porre , come nel 1967,le luci di retromarcia nel labbro al di sotto del paraurti. La scritta R/S ,contenuta in un fregio rettangolare, era posta al centro della griglia radiatore, sul tappo del carburante al posteriore, sulle coppe ruote dal disegno specifico.

Posteriore della RS, vedi la doppia fanaleria di posizione e stop che comprendeva pure il lampeggio di svolta. Le luci di retromarcia furono spotate sotto il paraurti .

Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net


La versione SS riproponeva le minime modifiche della versione standard a cui venivano aggiunte la completa cromatura della griglia radiatore, le solite due finte prese d'aria sul cofano anteriore, la banda di colore nero sul naso anteriore con le scritte SS , la modanatura cromata all'altezza dei brancardi. Anche i fanali posteriori erano quelli della standard ma con la cornice annerita invece che cromata.
Frontale Camaro SS 350 .
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaro.net


Retro di una camaro SS 350.
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaro.net



In caso dei v8 big block veniva aggiunta una banda annerita tra la fanaleria posteriore ( no , se la vettura era in colore Black tuxedo) ma sopratutto , sul cofano anteriore, le due finte prese d'aria avevano un disegno differente rispetto a quelle della SS 350. Sulla SS350 avevamo due singole prese d'aria che divenivano invece quattro per lato, di foggia quadrata, sulle SS con i big block . Naturalmente le SS potevano essere equipaggiate con il pack R/S con tutte le modifiche del caso. Il fregio circolare con le lettere SS veniva posto al centro della griglia radiatore, se veniva scelto il pack R/s sostituivano il fregio rettangolare indicativo di quest'ultimo,e sul tappo carburante posteriore . Le SS disponevano anche esse di copricerchi specifici e montavano di serie pneumatici a linea rossa. Riguardo alle banda colorata, bianca o nera a seconda dei colori esterni, sul naso della vettura ; essa non era esclusiva delle sole SS ma ne potevano essere dotate pure le versioni standard e RS con tutte le motorizzazioni ,richiedendola dalla lista accessori RPO. La sigla era RPO D96 e in tal caso si anche poteva anche aggiungere la modanatura cromata sulla fiancata , sigla RPO D91.

Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.


Immancabile il tettuccio in vinile in due colori, beige e nero, a scelta. Il tettuccio in tela della convertible era invece disponibili in nero, blu,bianco . La banda di colore nero , di cui parlavamo prima, rimase di serie sulle SS fino al marzo 1968,dopo divenne un accessorio a richiesta pure in questo allestimento .Come nel 1967, l'allestimento SS poteva fondersi con l'RS guadagnando tutte le peculiarità di quest'ultimo.

Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net

Una Camaro con pack SS e RS combinato. Motorizzata v8 big block, come dimostrano le particolari prese d'aria fittizie sul cofano .
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net




I colori esterni acrilici ,metalizzati e pastello , erano , come al solito,ben 15 di cui 12 completamente nuovi per il 1968.:Tuxedo Black,Cordovan Maroon ,Ermine White , Grotto Blue, Seafrost Green ,Fathom Blue, Matador Red, Island Teal,Palomino Ivory,Ash Gold,Grecian Green, Sequoia Green , Butternut Yellow,Tripoli Turquoise, Teal Blue.A gennaio 68 , i colori Tuxedo Black,Fathom Blue,Grecian Green, Palomino Ivory, furono cancellati e introdotti i seguenti : Rallye Green , Corvette Bronze , Le Mans Blue, British Green.

Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro, via camaros.net


Inoltre per tutte erano disponibili gli spoiler anteriore e posteriore in fibra di vetro , vedi lista accessori .
Immagine


Interno:

Al leggero rimaneggiamento esterno si contrappongono le modifiche interne intese a rendere più lussuoso l'abitacolo. Come nel 1967 ,gli allestimenti interni disponibili erano i seguenti .

Interno standard interior in colore Gold e sedili Strato-Bucket. .
Immagine

Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net

L'interno Standard Interior resta più o meno il medesimo : Quindi, sedili anteriori separati strato bucket in vinile con disegno simile all'anno precedente ; nuovi fianchetti porta semplici e lineari anche se rifiniti con inserti in metallo lucido , mutuavano il disegno dei sedili, ed erano sempre muniti di corti appoggia braccia di sicurezza esterni ma con maniglie apertura portiere parzialmente incassate in essi , sparite le leve di comando dei deflettori anteriori . Diponibile come opzione, i sedili anteriori a panchetta con appoggia braccio centrale .La leva cambio poteva essere posta al volante oppure sul pianale e in tal caso era munita di cuffia, ciò dipendeva dalla trasmissione scelta . Moquette di discreta qualità e buono spessore rivestiva tutta la zona bassa dell'abitacolo. I colori degli interni erano quattro ( black in combinazione solo con il custom interior , red , gold, blue ) sulle coupè e convertible standard , calavano a tre (black,gold, blue) se venivano richiesti sedili anteriori a panchetta singola con schienali separati e appoggia braccio centrale
( strato back ).

Interno standard interior con style interior groups e volante De-luxe, nonchè plancetta strumentazione supplementare . I sedili sono gli Strato -back
Immagine
Da camaro stuff.


L'unico colore esterno ,per camaro sport coupè e convertible con standard interior , abbinabile a tutti i colori interni disponibili era l'Ermine White , gli altri avevano combinazioni più limitate che per brevità non riporterò.Il design dei sedili bench Strato- back e standard strato - bucket era il medesimo per entrambi e tutti e due potevano avere i nuovi, per il 68, appoggiatesta a richiesta .Le convertible non potevano montare i sedili strato -bucket .Le cinture di sicurezza erano di serie su tutti i posti a sedere,ma solo quelle anteriori della sport coupè erano a tre punti con arrotolatore di serie, come l'anno precedente vi erano poì altre cinture di sicurezza opzionali. Il volante era un tre razze metalliche, identico a quello in dotazione con il custom -deluxe interior del 67, con corona in plastica del medesimo colore degli internie al centro il comando del clacson bitonale con la scritta camaro. Disponibile come accessorio la consolle centrale ma senza strumentazione supplementare , quest'ultima era esclusiva dei v8 e quindi delle RS e SS . Si poteva pure richiedere il pack Special Interior Trim (RPO Z23), in tal caso avevamo :Il volante Deluxe a tre razze che contenevano i pulsanti dell'avvisatore acustico, , inserti metallici lucidi per i pedali di guida, .Infine, era possibile la terza scelta di volante e cioè con corona in legno e razze metalliche.


Il Custom interior o Deluxe interior ( RPO Z87) aveva una maggior possibilità di abbinamenti tra i colori della carrozzeria e quelli degli interni.

Interni Custom Interior con sedili Strato Bucket De-luxe , munito di opzionali volante Deluxe e consolle cambio con leva trasmissione automatica
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net


Pannello porta Standard
Immagine
Da Camarostuff.

Erano ben 6 i colori interni ,in funzione del colore esterno, se l'auto era dotata dei sedili separati anteriori Strato bucket : Black , blue, gold , red, turquiose , ivory , quest'ultimo bilanciava l'eventuale interno nero e inoltre , assieme al nero,era l'unico colore di selleria che era possibile abbinare a tutti colori esterni . In caso dell' opzione Strato -back ( bench bucket) i colori degli interni erano solo tre e il solo nero era disponibile per tutti i colori esterni.

Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net



Il Custom interior ,comprendeva anche un più completo Special Interior Trim rispetto a quello disponibile per le standard , offriva : due differenti tipi di Sedili speciali,nuovi e più eleganti pannelli porta con appoggia braccia integrato e muniti di leve di sicurezza per la loro apertura ,inserti in finta radica per la plancia, luce nel bagagliaio e nel cassetto porta documenti, maniglia d'appiglio passeggero posta al di sopra del cassetto porta guanti. cornice cromata attorno alla strumentazione e alla zona centrale della plancia . La prima scelta di sedili per il costum interior erano i Deluxe strato bucket completamente in vinile con disegno centrale simile a quello del 1967 ma senza i fianchetti laterali in colore della carrozzeria , come al solito avevano il fregio camaro inserito nella parte alta dello schienale. Disponibili , sempre come accessorio, i sedili strato back Deluxe che avevano il medesimo disegno dei sedili separati ma in più disponevano dell'appoggia braccia centrale all'anteriore e al posteriore .

Interno Custom interior con Special Interior Trim in esso compreso. Il volante è di nuovo un De-luxe.I sedili sono gli opzionali strato -back, presente pure la strumentazione supplementare.
Immagine
Da camarostuff

Pannello porta Deluxe .
Immagine
Da camarostuff



L'ultima scelta , vera novità nelle selleria del 1968, erano i sedili Bucket -Seat , siglati Houndstooh .Erano ,come disegno, identici ai deluxe ma realizzati in parte in vinile , fianchetti laterali seduta e perimetro schienale , e in parte in tessuto a quadretti bicolore nelle sue parti centrali.

Selleria Houndstooh
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro




Altra novità consistente riguardava la plancia e la strumentazione di serie e opzionale .

Plancia standard ,no munita di style interior groups.Da notare il volante più raffinato di quello standard del My 67.
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro , via camaros.net


La plancia pur essende simile a quella del 1967 disponeva ora di due bocchette laterali di areazione in più, nel 1967 venivano aggiunte solo in caso di aria condizionata, grazie al nuovo sistema di areazione di serie Astro ventilation che per mezzo della sua maggior portata e efficacia portò all'eliminazione dei deflettori anteriori. La strumentazione era come sempre inserita in due quadranti circolari ma con alcune differenze nella grafica , a sinistra il tachimetro con due spie e contachilometri totale , a destra l'indicatore del livello carburante con altre due spie. La scarsa strumentazione di serie poteva essere migliorata richiedendo la strumentazione speciale V8 RPO U-17 che comprendeva contagiri e orologio integrati nel quadrante di destra,questa particolare soluzione veniva indicata come TICK-TOCK-TACH , la consolle cambio con plancetta supplementare con 4 strumenti rettangolari ( vedi chevy Nova 68) che indicavano la temperatura acqua, pressione olio, intensità di corrente ,livello carburante.

TICK-TOCK-TACH
Immagine



Strumentazione speciale v8 in consolle,identica a quella della Chevy Nova.
Immagine
Da Brochure 1968 chevrolet camaro

La sola consolle cambio RPO D55 poteva essere richiesta pure sui 6 cilindri e sul v8 base ma solo se abbinata alle trasmissioni manuali a tre e quattro marce e all'automatico a tre rapporti TH400. Quest'ultimo disponeva, in tal caso, di una leva cambio a manetta aeronautica con indicazione della selezione scelta indicata sulla consolle, normalmente la selezione veniva indicata da uno strumento a scala lineare montato sul volante. Per la prima volta il blocchetto d'accensione non era sullo sterzo ma sulla plancia.

Accessori di serie camaro sport coupe -convertible -SS :
La dotazione di serie delle coupè convertible e sport coupè con standard interior era la seguente:Sigla Camaro in lettere sul cofano motore, lampade di posizione e indicatori di direzione posizionate sulla griglia radiatore,cornici parabrezza anteriore e lunotto cromate o in metallo lucidato, vetri laterali curvilinei senza deflettori, specchietto esterno sinistro, battitacco sui brancardi, luci di posizione e d'ingombro laterali, copricerchi in metallo, sigla Camaro in lettere posta sul bagagliaio a destra e simbolo circolare camaro o SS sul tappo carburante e griglia radiatore ,fanali posteriori con luci singole e comprensivi di fari di retromarcia( No SS) ,volante con comando clacson centrale,sezione centrale della plancia e quadranti strumentazione con cornici cromate, impianto di ventilazione Astro, spie pressione olio-temperatura acqua- generatore - spia freno a mano e circuito frenante,pomelli comando luci e altro cromati, plancia imbottita, accendisigari, posacenere, cassetto porta oggetti con chiusura a chiave, posacenere sui braccioli posteriori per la convertible, sedili anteriori separati in vinile con imbottitura seduta in schiuma, sedili anteriori ribaltabili con fermo , cinture di sicurezza a tre punti con arrotolatore sui sedili anteriori ( no convertible) e addominali sugli altri posti a sedere con pulsante di sblocco,rivestimento padiglione abitacolo in vinile groffato,retrovisore interno con scatto antiabbagliamento , moquette pavimento vettura in colore abbinato a quello della carrozzeria, hazard, interruttore interno luce abitacolo, luce abitacolo comandata dall'apertura portiere, doppia luce di cortesia parte bassa plancia nella convertible, luce abitacolo della sport coupe al centro del padiglione, Banda nera o bianca sul naso vettura con scritta SS laterale (SS) , Pneumatici ovali Red stripes ( SS) , pannello nero con logo SS che univa i fanali posteriori ( solo SS , no in colore esterno nero ) , Finte presa d'aria sul cofano (solo SS) , cofano motore con materiale insonorizzante ( solo SS) , parabtrezza laminato, tergicristallo a 2 velocità con lavavetro, cicalino presenza chiavi nel blocchetto d'accensione, colonna sterzo ad assorbimento energia,assetto dedicato (solo SS), componenti del motore cromate ( solo SS ), v8 small block 350 con tre marce manuale M11 ( solo SS), 6 cilindri in linea da 230 pollici oppure v8 da 327 pollici cubici con trasmissione manuale a tre marce M11 ( coupè e convertible standard)

Accessori , pack, gruppi a richiesta :

-RPO Z21 Pack Style Trim group ( incluso nel Z22 )
-RPO Z22 Rally sport (RS)
-Rpo Z23 Special interior group
-RPO Z87 Custom interior (includeva RPO Z23 ),
-Apparance Guard Group 1 : rostri anteriori e posteriori- profilo salva portiere-tappetini anteriori e posteriori in tinta interni ( solo vetture senza balestre multifoglia )
-Apparance Guard Group 2 : rostri anteriori-profilo salva portiere- tappetini anteriori e posteriori in tinta interni ( solo vetture con balestre multifoglia )
-Apparence Accents : RPO D96 Accent striping " striscia adesiva colorata a metà linea di cintura " ( No SS o con sport striping) , RPO D91 Front accent " banda adesiva colorata sul naso vettura con indicazione laterale della cilindrata " ( no cilindrata su l6 230 ) , sport striping RPO D90 " banda adesiva colorata sul naso vettura propria delle SS ma ottenibile pure per le altre versioni"
-Operating convenience group : RPO U35 orologio elettrico (1) incluso nella strumentazione speciale v8 ,RPO D33 retrovisore sinistro regolabile dall'interno (2) , RPO D50 sbrinatore lunotto (3) . Tutti i modelli con la strumentazione speciale v8 includevano 2,3 .Tutti i modelli senza la strumentazione speciale v8 includevano 1,2,3.
- Lighting , Auxliary: RPO Zj9,includeva le seguenti voci ed era disponibile esclusivamente come pack. Posacenere iluminato (1) .Luci di cortesia (2) ,solo su sport coupè. Luce casetto porta oggetti (3) ,solo Custom interior. Luce vano bagagli (4) su tutte le versioni.Luce vano motore (5) , tutte le versioni . Comprendeva 1-2-4-5 se richiesto per sport coupè con Custom interiors, 1-2-3-4-5 nel caso di sport coupe senza Custom interior. 1-4-5 nel caso di convertible con Custom Interior, 1-3-4-5 senza Custom Interior.

Quasi tutte le varie voci dei pack e dei groups sovrastanti potevano essere ottenute singolarmente.

RPO G80 :differenziale autobloccante Positraction.RPO J50 : servofreno . RPO J52 /J50 :dischi freno anteriori che includevano il servofreno .RPO C06 : capote elettrica ( convertible).RPO A31 :vetri eletttrici. RPO C60 : Aria condizionata "Four Season" , includeva alternatore Delcotron da 61 A - radiatore maggiorato- ventola di raffreddamento a controllo termostatico. RPO D80 : spoiler anteriore e posteriore in fibra di vetro. RPO T60: batteria maggiorata . RPO ZK3 :cinture di sicurezza Deluxe, 6 di cui 2 a bandoliera con sedili Strato -Back e 5 con con 2 a bandoliera con sedili Strato-bucket. RPOA39: 5 cinture Deluxe addominali per convertible. RPO D55: Consolle con leva cambio , posacenere, vano porta oggetti. Non disponibile su v8 350 da 295 hp con trasmissione di serie. RPO N10: due terminali di scarico singoli per v8 327 da 210 hp e 275 hp.RPO NF2 : due terminali di scarico singoli con relativi silenziatori separati, solo per tutti i v8.
RPO K2 : ventola a comando termostatico. RPO K79: Alternatore Delcotron da 42 A, non disponibile con trasmissione Thurbomatic e aria condizionata. RPO K76: Alternatore Delcotron da 61 A. RPO A01 : vetri atermici.RPO A02 : solol parabrezza atermico . RPO AS2 : appoggiatesta anteriori.RPO U03: tromba tri-tonale. RPO U17: strumentazione speciale v8 con termometro acqua,amperometro,pressione olio e livello carburante montata sulla consolle cambio e con contagiri e orologio elettrico nel quadrante destro della strumentazione di bordo. RPO U46 : ceck control luci a fibre ottiche ( Light monitoring system ). RPO V01: radiatore maggiorato. RPO B37 :tappetini anteriori e posteriori in colore abbinato. RPO B93 rofilo antiuro per fiancate e portiere .RPO C08 : tettuccio in vinile per sport coupe.RPO C50 : sbrinatore lunotto sport ( molto più costoso per la convertible ).RPO U63: auto radio AM . RPO U69: autoradio AM/FM .RPO U79 : impianto Stereo con autoradio U69. RPO U73: antenna manuale posteriore, no con spoilers.RPOU 80: altoparlanti posteriore, non disponibili con impianto stereo Multiplex .RPO A67: sedile posteriore abbattibile. RPO AL4 : sedili anteriori con seduta unica a panchetta e schienali separati ( Strato- back), non disponibili in caso di richiesta consolle cambio. Rpo M11 : leva cambio sul pianale con trasmissione manuale a 3 marce standard( 6 cilindri e v8 327 ) , disponibile pure con THurbo hydromatic. RPO U15: allarme sonoro superamento velocità impostata. RPO K30: regolatore di velocità di crociera , solo per v8 con trasmissione automatica .RPO N44 : Scatola sterzo speciale , consigliato servosterzo se presenti i v8 396 o aria condizionata. RPO N33: sterzo regolabile in altezza e profondità, disponibile con cambio automatico oppure se presente leva cambio al pianale. RPO N34: volante a tre razze in metallo con corona in legno. RPO N30: volante de-luxe, già presente in caso di Custom interior. RPOU57 : impianto stereo Multiplex con autoradio U69 e 4 altoparlanti ,richiesta consolle cambio in presenza di aria condizionata. RPO F41: solo per v8 ,presenti molle speciali all'anteriore e balestre multifoglia al posteriore.RPO P58neumatici 7,35X14" a due tele, equipaggiamento originale con fascia bianca. RPO PW7: Pneumatici F70x14 " - equipaggiamento originale con riga bianca.RPO CO5: tettuccio cabriolet in colore bianco,nero,blue. RPO PO1: coricerchio .RPO N95: copricerchio a simulazione ruote a raggi. RPO PA5 : copricerchio a simulazione cerchi MaG-spoke. RPO N96:copricerchio a simulazione cerchi in lega leggera MAG. RPO ZJ7: cerchi rally wheels , disponibili solo in caso di dischi freni .

Accessori after market, disponibili presso i rivenditori chevrolet:

Come le componenti COPO, erano contraddistinti solo da codice numerico.

Aria condizionata "confort Car", richiesto adattatore N 987155 per tutti i propulsori: Per i 6 cilindri N. 987162. Per i v8 sall block 327 e 350 N 987163. Per i v8 big block N 987229.

Adattatore speciale per aria condizionata : 6 cilindri con servosterzo, powerglide o 3 marce manuale N. 987405. Per v8 big block con automatico Turbo hydromatic N.987424.

Antenna manuale : Lato destro anteriore N. 987182. Lato posteriore sinistro N 987183.

Servofreno N 987452.

Tappo carburante chiuso a chiave N. 986970.

Bussola N. 987457.

sbrinatore lunotto sport coupe N. 987244

orologio elettrico in consolle N 987185.

Kit emergenza stradale N. 986792.

Estintore a polvere N. 985592.

ventola raffreddamento termostatica : 6 cilindri e v8 big block N. 986067. V8 smal block n. 985355

Rostri Paraurti : anteriori N. 986606, posteriori N 986805 , profilo salva fiancate e spigolo portiere N. 987268.

Tromba tritonale N. 987400

Ceck control luci a fibre ottiche "Light monitoring system ": Sport coupè n 987442, convertible N. 987744

luce posacenereN. 987281

luce cassettoporta oggetti n. 987188.

luce bagagliaioN987242.

Luce vano motore N 987225.

luce di cortesia N. 987256.

Cestino anteriore N 986670

Cestino posteriore : Black N 986607, Blue N 986602, Fawn n986603, Red n986608.

Tappetini anteriori : Turquoise N 987355, Black N 987348, Gold N 987349, Blue N 987347, Red N 987347, saddle N. 987357, olive Green
N987354.

Tappetini posteriori : Turquoise N 987360,Black N 987351,Gold N 987352,Blue N 98750,Red N 987363,saddle N. 987363, olive Green
N987359.

Stereo Multiplex System: Multiplex N. 987429, altoparlanti anteriore N 987438, 2 altoparlanti posteriori N 987192, 2 contenitori per altoparlanti sula conmvertible N 987280, supporto altoparlante anteriore in caso di aria condizionata "confort Car" N. 987064.

Stereo Tape system: lettore nastri in caso di consolle cambio N 987414, senza console cambio N 987439, altoparlante anteriore N.987438, 2 altoparlanti posteriori N. 987192, 2 contenitori altoparlanti per la convertible N. 987280.

Contagiri N. 987099

Dispensatore fazzolettini N. 987403

Copricerchi in metallo (4) N.987288

Copricerchi a imitazione ruote in lega leggera MaG N. 987067.

Copricerchi a imitazione ruote a raggi N 987100.




Corpo vettura, telaio e sospensioni:

Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.

Solita soluzione mista, cioè telaio anteriore separato e amovibile dal resto del corpo vettura che era costituita da una struttura portante con inglobato l'ulteriore frame posteriore, unito per saldatura .La versione aperta aveva , ovviamente, oppurtuni rinforzi ed era munita di masse smorzanti presso i 4 angoli della vettura.

Immagine


La sospensione anteriore rimase invariata rispetto al 1967 a parte la barra antirollio anteriore di serie su tutte le versioni, la convertible standard con il v8 327 da 275 veniva dotata delle medesime molle , più cariche, di cui veniva dotata la Camaro in versione SS.Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.


Novità più consistenti al posteriore : Lo schema di base era il medesimo dell'anno precedente, cioè ponte rigido con balestra mono foglia in acciaio al cromo ma con un insolito posizionamento degli ammortizzatori idraulici a doppio effetto. L'ammortizzatore destro era posizionato anteriormente rispetto all'asse e quello sinistro posteriormente, inoltre avevano inclinazioni ,sul piano longitudinale, contrapposte. Inoltre tutti i V8 ,di serie e opzionali, in versione SS montavano delle balestre multi foglia ( 5 ) .

Notare la posizione degli ammortizzatori. Balestra monofoglia, no SS e v8 327 275 hp con manuale a 4 marce.
Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.

Inoltre a partire dal v8 396 cu.i. da 325 hp ,a seguire, la camaro veniva dotata di ammortizzatori dedicati ancora più rigidi. Balestre multifoglia pure per il v8 da 327 cu.i. con 275 hp ma , esclusivamente, con trasmissione opzionale a 4 rapporti

Come gli altri prodotti chevrolet di quel periodo , la Camaro disponeva di alcuni accorgimenti, più o meno validi, destinati a evitare la corrosione. Ad esempio,i passaruote anteriori e posteriori erano dotati, al loro interno, di una protezione destinasta a proteggere i lamierati dal pietrisco. .

Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.


Inoltre gli scatolati della zona parafiamma , del pavimento, erano aperti e attraversati da un flusso d'aria e d'acqua proveniente dalle prese d'aria poste al di sotto del parabrezza . Tali flussi dovevano rimuovere ogni traccia di sporco e umidità dagli scatolati. Altra protezione dalla corrosione veniva garantita dalla zincatura degli elementi strutturali e della carrozzeria, la parte sottostante la vettura era protetta da apposita vernice anti rombo e anticorrosione .

Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.

Dimensioni :

Lunghezza : 4,688 m
Larghezza: 1,83 m
Altezza:1,29 m
Passo : 2,74m


Propulsori:

Le Camaro sport coupe e cabriolet standard erano disponibili con 2 propulsori :
L6 Turbo Thrift da 230 cu.i. e 140 hp ( L-26 )
v8 Turbo Fire da 327 cu.i e 210 hp ( LF7 )
i motori opzionali erano di nuovo un 6 cilindri e un v8
L6 Turbo Thrift da 250 cu.i e 155 hp (RPO L-22 )
v8 Turbo Fire da 327 cu.i e 275 hp (RPO L-30 )
Le versioni SS partivano da una motorizzazione base v8 da 350 cu.i., la cui sigla RPO denominava pure il pack
v8 Turbo Fire da 350 cu.i. da 295 hp (RPO L-48 )
V8 Turbo Jet da 396 cu.i. da 325 hp (RPO L-35)
V8 Turbo Jet da 396 cu.i. da 340 hp (RPO L-34)
V8 Turbo Jet da 396 cu.i. da 375 hp (RPO L-78/89)

Infine la più interessante, la RPO L-78/89, gia dalla sigla alfa numerica possiamo intuire che era praticamente la versione da 375 Hp, difatti erogava la solita potenza e coppia, ma con una piccola variante e cioè le testate in lega leggera. La Chevrolet, poco dopo il lancio della nuova famiglia Mark IV, inizio a muovere i primi timidi passi nell'uso dell'alluminio in previsione del lancio del leggendario COPO ZL1 ,uno speciale Mark IV 427 tutto in alluminio, ma questa è tutta un altra storia...



Il v8 Turbo Fire da 350 cu.i(RPO L-48 ) era specifico, nel 1967, per la sola Camaro e quindi dovrebbe appartenere alla nuova versione dei small block con basamento e albero modificato. Essendo in pratica un 327 maggiorato ,era praticamente identico .Basamento e blocco cilindri in ghisa e con teste sempre in ghisa ma ad alto tenore di cromo. Albero motore su 5 cuscinetti di banco scomponibili, con superficie di strisciamento in alluminio , serrati a 2 bulloni e inoltre l'albero aveva nuovi contrappesi .Valvole in acciaio, a bassa lega quelle di aspirazione e ad alta lega quelle di scarico e quest'ultime parzialmente alluminizzate . Pistoni in alluminio autotermici con testa piatta e incavi per le valvole, mantello alleggerito, spinotto in acciaio al cromo , tre fasce ( 2 di tenuta e 1 raschia olio. il primo di tenuta era identico a quelli de i Turbo-jet ). I pistoni avveno il medesimo peso di quelli del 327 L-30. Albero a camme in lega di ghisa e aste in acciaio stampato. Diametro valvole di aspirazione scarico pari a 49,40 mm e 38,22 mm .Sistema di luberificazione Full flow con filtro olio con elemento rigenerabile e pompa olio comandata dall'albero a camme , idem pompa benzina .Circuito di rafreddamento pressurizzato . ventilazione positiva basamento.Le copritestate erano cromate come il carter filtro aria. Batteria da 61 A/h con motorino di avviamento e frizione maggiorati.

I v8 big block Turbo jet erano inoltre dotati di serie di circuito di raffreddamento pressurizzato con ventola a 5 pale e radiatore maggiorato , ventilazione positiva basamento, dispositivo antinquinamento AIR system con trasmissione manuale e SCSS con automatico ,batteria da 61 A/h con motorino di avviamento , frizione maggiorata, supporti motore più robusti. Le copritestate erano cromate come il carter filtro aria


L6 230 Turbo Thrift ( L-26 )



Cilindrata: 3770 cc



Alesaggio X corsa: 98,42X 82,55 mm



Rapporto di compressione: 8,5 a 1 con camera di scoppio wedge da 87,99 cc



Potenza: 140 hp a 4400 giri



Coppia: 298Nm a 1600 giri




distribuzione: 2 valvole per cilindro in testa comandate da ad aste, cave per il passaggio olio per lubricare i bilancieri e molle , e bilancieri azionati da albero laterale nel basamento ,comandato dall'albero motore mediante ingranaggio . Albero a camme in ghisa, sottoposto a trattamento anti usura, su 4 supporti con cuscinetti a striciamento in lega babbitt .Profilo low perfomance (Economy). Punterie idrauliche



Alimentazione: 1 carburatore Rochester con aria automatica e collettore in ghisa a 3 porte con sezione quadra , filtro aria di carta in bagno d'olio . Due filtri carburante , uno al carburatore e uno al serbatoio.



Trasmissione : si poteva scegliere indifferentemente tra il 3 marce syncromesh M-15 e semi automatico Torque drive a 2 marce , entrambi avevano il comando al volante .A richiesta la leva cambio al pianale oppure in consolle . A richiesta il 4 marce M-20 ( saginaw sui l-6 e alcuni small blok , non Muncie ) con leva al pianale in consolle .Il 3 marce e il 4 marce avevano il chase in ghisa ,l'automatico in alluminio.I



Rapporti al ponte : Per i due manuali era di serie il 3,08 :1, con o senza aria condizionata. Per il powerglide avevamo di serie il 2, 73 :1 ,oppure il 3,08:1 con aria condizionata o in caso di PACK RS .Con il 2 marce semi-automatico Torque Drive era di serie il 2,73 :1 senza A/C, con A/C avevamo di serie il 3,08 :1. A richiesta, i seguenti rapporti : Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionato solo il ( perfomance ). Per il powerglide avevamo solo il 3,55 :1 ( perfomance ) sia senza che con A/C.Nessun ulteriore rapporto al ponte per il semi automatico. Differenziale Positraction a richiesta .




Scarico: singolo con terminale da 2 " . Elementi in alluminio per lunga durata .Collettori di scarico in ghisa.Disponibili le opzioni NF 10 e NF2








V8 327 TURBO FIRE ( LF7 )





Cilindrata: v8 a 90 gradi da 5358 cc



Alesaggio X corsa: 101.6 × 82.5 mm



Rapporto di compressione: 8,75 : 1 con camera di scoppio wedge da circa 88 cc



Potenza: 210 hp a 4600 giri



Coppia: 433,8 Nm a 2400 giri



distribuzione:: 2 valvole per cilindro, azionate da aste e bilancieri individuali,le aste erano cave e conducevano l'olio per lubrificare i bilancieri ,mediante la corta catena, che collegava l'albero motore all'albero a camme ( General Perfomance) posto all'interno della v dei cilindri.L'albero a camme poggiava su 5 cuscinetti a strisciamento in lega Babbitt .Profilo low perfomance. Punterie idrauliche



Alimentazione: un carburatore doppio corpo Rochester con collettore in ghisa. Filtro aria ad uno snorkel con elemento filtrante in carta a bagno d'olio



Trasmissione : il 3 marce Syncromesh M-15 era lo standard, a richiesta 4 marce M-20 , automatico Powerglide a 2 marce .Comando al volante per il 3 marce manuale e l'automatico powerglide. A richiesta, per il tre marce standard , la leva al pianale con cuffia oppure la consolle .Il Powerglide poteva avere la leva al pianale solo con l'opzionale consolle . Il 3 marce e il 4 marce avevano il chase in ghisa ,l'automatico in alluminio.



Rapporti al ponte : Per i due manuali era standard il 3,08 :1 con o senza aria condizionata. Per il poweglide avevamo il 2, 73 :1 oppure il 3,08:1 con aria condizionata. A richiesta i seguenti rapporti . Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionato solo il ( perfomance ). Per il Powerglide avevamo solo il 3,55 :1 ( perfomance ) sia senza che con A/C. Differenziale Positraction a richiesta .



Scarico: linea di scarico individuale per ogni bancata che si riuniva in un singolo terminale di scarico da 2 ",niente risonatori.Disponibili le opzioni NF 10 e NF2.





L6 250 Turbo Thrift ( RPO L-22 )




Cilindrata: 6 cilindri in linea da 4100 cc




Alesaggio x corsa: 98,45x 89,66 mm




Rapporto di compressione: 8,5:1 con camera di scoppio wedge . Benzina raccomandata : regular




Potenza : 155 hp a 4200 giri




Coppia: 318 Nm a 1600 giri



distribuzione: 2 valvole per cilindro comandate da ad aste, cave per il passaggio olio per lubricare i bilancieri e molle , e bilancieri azionati da albero laterale nel basamento ,comandato dall'albero motore mediante ingranaggio . Albero a camme in ghisa su 4 supporti con cuscinetti a striciamento in lega babbitt .Profilo low perfomance. Punterie idrauliche



Alimentazione: 1 carburatore monocorpo Rochester con aria automatica e collettore in ghisa a tre porte con sezione retangolare , filtro aria di carta



Trasmissione :il 3 marce Syncromesh M-15 era lo standard, a richiesta 4 marce M-20 e automatico powerglide a 2 marce e semi automatico Torque Drive ..Comando al volante per il 3 marce manuale e l'automatico powerglide, solo al volante il Torque Drive . A richiesta, per il tre marce standard , la leva al pianale con cuffia oppure la consolle .Il Powerglide poteva avere la leva al pianale solo con l'opzionale consolle . Il 3 marce e il 4 marce avevano il chase in ghisa ,l'automatico in alluminio.



Rapporti al ponte : Per i due manuali era standard il 3,08 :1 con o senza aria condizionata. Per il powerglide avevamo il 2, 73 :1 oppure il 3,08:1,con aria condizionata o con il PACK RS . A richiesta i seguenti rapporti . Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionato solo il ( perfomance ). Per il powerglide avevamo solo il 3,55 :1 ( perfomance ) sia senza che con A/C. Il semi autromatico Toeque Drive aveva di serie il 2,73 :1 senza A/C e il 3,08 con A/C. Differenziale Positraction a richiesta .



Scarico: singolo con terminale da 2 "senza risonatore . Elementi in alluminio e acciaio per lunga durata .Collettori di scarico in ghisa disegmo Ram Horn.Disponibili le opzioni NF 10 e NF2








V8 327 TURBO FIRE ( RPO L-30 )



Cilindrata : v8 a 90 gradi da 5358 cc



Alesaggio x corsa: 101,6 x 82,55 mm



Rapporto di compressione : 10 a 1 con camera di scoppio wedge . Richiedeva benzina Premium



Potenza: 275 hp a 4400 giri



Coppia :474 Nm a 2800 giri




Distribuzione : 2 valvole per cilindro, azionate da aste e bilancieri individuali,le aste erano cave e conducevano l'olio per lubrificare i bilancieri ,mediante la corta catena, che collegava l'albero motore all'albero a camme ( General Perfomance) posto all'interno della v dei cilindri.L'albero a camme poggiava su 5 cuscinetti a strisciamento in lega Babbitt . Punterie idrauliche .



Alimentazione: un carburatore quadricorpo Rochester quadrajet con colettore in ghisa a 8 porte . Filtro aria di carta in bagno d'olio e carter filtro ad uno snorkel. Aria automatica



Trasmissione : il 3 marce Syncromesh era lo standard, a richiesta 4 marce M-20 e automatico powerglide a 2 marce e semi automatico Torque Drive ..Comando al volante per il 3 marce manuale e l'automatico Powerglide . A richiesta, per il tre marce standard , la leva al pianale con cuffia oppure la consolle .Il Powerglide poteva avere la leva al pianale solo con l'opzionale consolle . Il 3 marce e il 4 marce avevano il chase in ghisa ,l'automatico in alluminio.



Rapporti al ponte : Per il 3 marce era standard il 3,08 :1 con o senza aria condizionata.Con il 4 marce M20 avevamo di serie il 3,07 :1, senza o con A/C . Per il powerglide avevamo il 2,73 :1 oppure il 3,08:1 con A/C o con il PACK RS . A richiesta i seguenti rapporti. Per i due manuali avevamo il 2,73 :1 (economy) e 3,55 :1 (perfomance) ma con aria condizionato solo il perfomance . Per il powerglide avevamo il 2,35 ( economy) e il 3,55 :1 ( perfomance ) , con A/C solo il 3,55 :1 ( perfomance ) . Differenziale Positraction a richiesta .



Scarico: linea di scarico individuale per ogni bancata che si riuniva in un singolo terminale di scarico da 2,5" , niente risonatori . elementi in acciaio e aluminio per lunga durata. collettori di scarico in ghisa a disegmo Ram Horn .Disponibili le opzioni NF 10 e NF2 nella lista RPO .





V8 350 Turbo Fire ( RPO L-48 ) . Motore d'ingresso pack SS




Cilindrata : v8 a 90 gradi da da 5755cc



Alesaggio x corsa :101,6 x 88,39 mm



Rapporto di compressione :10,25 a 1 . Camera di scoppio wedge




Potenza: 295 Hp a 4800 giri



Coppia :515 Nm a 3200 giri



Distribuzione : 2 valvole per cilindro, azionate da aste e bilancieri individuali,le aste erano cave e conducevano l'olio per lubrificare i bilancieri ,mediante la corta catena, che collegava l'albero motore all'albero a camme ( General Perfomance) posto all'interno della v dei cilindri.L'albero a camme poggiava su 5 cuscinetti a strisciamento in lega Babbitt . Punterie idrauliche .



Alimentazione:Un carburatore Rochester Quadrajet con collettore in . Carter Filtro aria aperto e cromato, con filtro di carta in bagno d'olio. Aria automatica.


Trasmissione : 3 marce syncromesh M-15 di serie . a richiesta , Il 3 marce syncromesh Maggiorato M-13 ( borg warner) e il 4 marce syncromesh M-20 oltre al solo automatici powerglide . Il 3 marce aveva il chase in ghisa , il 4 marce e l' automatico in alluminio. Leva al volante per il 3 marce manuale standard e l'automatico powerglide, gli altri al pianale con cuffia di protezione . In caso di consolle la situazione mutava.


Rapporti al ponte : Per i due manuali avevamo i seguenti rapporti al ponte sia che senza A/C. 3,31: 1 ( standard ),3,07:1 ( economy),3,55 :1 ( perfomance ). Il 4 marce M-20 disponeva anche di rapporti al ponte speciali ( 3,73-4,10- 4,56-4,88 :1) se non era dotato di A/C . L'automatico Powerglide replicava i due manuali, sia con o senza A/C , ma era dotato di solo due rapporti al ponte speciali ( 3,73 :1 e 3,73 :1) solo in assenza di A/C.



Scarico : Collettori in ghisa a disegno Ram Horn .Linea separata per ogni bancata con proprio risonatore ma unico silenziatore trasversale in coda , 2 singoli terminali da 2,25 "






V8 396 Turbo jet ( RPO L-35 )



Cilindrata: v8 a 90 gradi di 6490 cc



Alesaggio x corsa : 103,98 x 95,50 mm



Compressione: 10,25 a 1 com camera di scoppio chiusa . Esclusivamente benzina super premium



Potenza : 325 hp a 4800 giri



Coppia:555 Nm a 3200 giri



Distribuzione :due valvole in testa parallelle ma con inclinazione differente all'aspirazione e scarico rispetto all'asse dei cilindri. Comandate da un albero a camme centrale .posto nel basamento all'interno della v dei cilindri, mediante aste cave e bilancieri e azionato
dall'albero motore mediante una corta catena. Aste cave per il trasporto dell'olio alla zona punterie..L'albero a camme poggiava su 5 cuscinetti a strisciamento in lega Babbitt . Punterie idrauliche .


Carburatore : Un carburatore quadricorpo Rochester Qudra-Jet con collettore in ghisa. Filtro aria di carta in bagno d'olio con carter cromato aperto .


Trasmissione : Tre marce manuale maggiorato synchromesh M-13 ( borg warner) di serie. A richiesta il 4 marce synchromesh M-20 e l'automatico Turbo hydromatic .Il 4 marce e l' automatico avevano il chase in alluminio.Comando al volante per l' automatico. Al pianale, il 4 marce e il tre marce maggiorato .In caso di consolle la situazione mutava



Rapporti al ponte: 3.07 :2 era lo standard con tutte le trasmissioni manuali. L' automatico aveva il 2,73 :1 come standard, salvo adottare il 3,08:1 in caso di pack RS.Come opzione per i manuali avevamo il 2,73:1 (economy) e 3,55 :1 ( perfomance), sia in presenza o in assenza di A/C . Per l'automatico avevamo il 2,56 :1 ( economy) e il 3,07 .1 ( perfomance), con A/C solo il perfomance .Il differenziale autobloccante era disponibile, come opzione, con tutti i rapporti al ponte.



Scarico. Collettori in ghisa 4 in 1. linea di scarico individuale per le due bancate, con risonatori, che poì si riuniva in un unico silenziatore trasversale in coda , 2 singoli terminali da 2,25 ". Elementi in acciaio e alluminio per lunga durata-.









V8 396 Turbo jet ( RPO L-34 )



Cilindrata: v8 a 90 gradi di 6490 cc



Alesaggio x corsa : 103,98 x 95,50 mm



Compressione: 10,25 a 1 com camera di scoppio chiusa wedge . Esclusivamente benzina super premium



Potenza :350 hp a 5200 giri



Coppia: 562 Nm a 3400 giri



Distribuzione :due valvole in testa parallelle ma con inclinazione differente all'aspirazione e scarico rispetto all'asse dei cilindri. Comandate da un albero a camme centrale .posto nel basamento all'interno della v dei cilindri, mediante aste cave e bilancieri e azionato
dall'albero motore mediante una corta catena. Aste cave per il trasporto dell'olio alla zona punterie..L'albero a camme poggiava su 5 cuscinetti a strisciamento in lega Babbitt . Punterie idrauliche .Profilo albero a camme più spinto del 325 hp (General perfomance ).


Carburatore : Un carburatore quadricorpo Rochester Qudra-Jet con collettore in ghisa. Filtro aria di carta in bagno d'olio con carter cromato.


Trasmissione : Tre marce manuale maggiorato synchromesh M-13 ( borg warner) di serie. A richiesta il 4 marce synchromesh M-20 e l'automatico Turbo hydromatic .Il 4 marce e l' automatico avevano il chase in alluminio.Comando al volante per l' automatico. Al pianale, il 4 marce e il tre marce maggiorato .In caso di consolle la situazione mutava


Rapporti al ponte: 3.07 :2 era lo standard con tutte le trasmissioni manuali. L' automatico aveva il 2,73 :1 come standard, salvo adottare il 3,08:1 in caso di pack RS.Come opzione per i manuali avevamo il 2,73:1 (economy) e 3,55 :1 ( perfomance), sia in presenza o in assenza di A/C . Per l'automatico avevamo il 2,56 :1 ( economy) e il 3,07 .1 ( perfomance), con A/C solo il perfomance .Il differenziale autobloccante era disponibile, come opzione, con tutti i rapporti al ponte.


Collettori in ghisa 4 in 1. linea di scarico individuale per le due bancate, con risonatori, che poì si riuniva in un unico silenziatore trasversale in coda , 2 singoli terminali da 2,25 ". Elementi in acciaio e alluminio per lunga durata-.





V8 396 Turbo jet ( RPO L-78/89 )




Cilindrata : v8 a 90 gradi di 6490 cc



Alesaggio x corsa : 103,98 x 95,50 mm



Rapporto di compressione : 11 a 1



RPO L- 89:


Le testate in ghisa venivano sostituite da quelle in lega leggera. LA potenza e coppia restavano invariate, era il solito propulsore dato che tale sostituzione poteva essere fatta pure nell'officina dai rivenditori, ma il peso del propulsore calava notevolmente.IL peso del big blok L-89 era pari a quello di un small block da 327 cu.i., ciò contribuiva a migliorare la guidabilità della Camaro. Furono 272 le camaro con il L-78 traformato in L-89.



Potenza: 375 hp a 5600 giri



Coppia :562 Nm a 3600 giri



Distribuzione :due valvole in testa parallelle ma con inclinazione differente all'aspirazione e scarico rispetto all'asse dei cilindri. Comandate da un albero a camme centrale .posto nel basamento all'interno della v dei cilindri, mediante aste cave e bilancieri e azionato
dall'albero motore mediante una corta catena. Aste cave per il trasporto dell'olio alla zona punterie..L'albero a camme poggiava su 5 cuscinetti a strisciamento in lega Babbitt . Punterie Meccaniche duntov .Profilo camme Perfomance .



Alimentazione:Un carburatore quadricorpo Holley 4150 da 800 CFM con collettore in alluminio .Filtro aria aperto e cromato



Trasmissione : il 3 marce syncromesh M-13 maggiorato oppure i 4 marce M-20,M-21,M-22"ROCK CRUSHER" , di serie comando con leva al pianale con cuffia oppure in consolle( opzione) . Tutti i cambi richiedevano sovra prezzo, nessuno era standard.



Rapporti al ponte : Standard con tutte le trasmissioni era il 3,07 :1 . Gli altri a disposizione erano i seguenti : 2,73 :1( economy),3,31:1
( perfomance ). Gli speciali erano solo per i vari 4 marce :

Speciali per i tre 4 marce M-20- M-21 e M-22 : 3,50-3,70-4,10-4,56-4,88:1 . Gli ultimi tre erano accoppiati con il differenziale autobloccante . Il Positraction era a richiesta per tutti gli altri.


Scarico: collettore in ghisa 4 in 1. Linea di scarico individuale per ogni bancata con proprio risonatore ma unico silenziatore trasversale in coda , 2 singoli terminali da 2,25 " . Elementi in acciaio e alluminio per lunga durata.


Il resto della meccanica



Freni:

Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.


A tamburo su tutte le ruote e senza servofreno, recupero automatico del gioco . Luce spia freno a mano e avaria impianto frenante
Diametro dei tamburi : 24,13 cm
larghezza utile anteriore: 6,34 cm
larghezza utile posteriore :5,08 cm
Superficie utile totale : 0,108 m²
Distribuzione potere frenante : 62,3% all'anteriore e 37,7 % al posteriore
Servofreno a richiesta

A richiesta freni a disco anteriori con cerchi rally wheels e servofreno.


Frizione: per i 6 cilindri ,a disco singolo con molla a diaframma .Per i v8 ,sempre a disco singolo a secco ma a comando semicentrifugo per riduzione dello sforzo al pedale. Tutti i v8, a partire dal 210HP, avevano la frizione maggiorata. La superfice del materiale d'attrito, abesto per tutte ma di alta qualità sui v8 ,era di 463 cm²sui 6 cilindri, 667 cm² sui small block, 798 cm² sui big block.



Sterzo :

Immagine
Da 68 Camaro spec package via scribd.

A circolazione di sfere con scatola sterzo dietro le ruote anteriori. Il rapporto di sterzo al centro era di 28,2 :1 , oltre era di
24:1. Con il servo sterzo :20,6:1 al centro , oltre era di 17,5:1.Disponibile pure l'opzione Quick Fast ratio con rapporto di sterzo al centro pari a 21,6:1 , oltre era da 15,6 :1. Rapporto degno di una moderna alfa 147-156.



Pneumatici e cerchi:

Cerchi da 14" con canale da 6" e pneumatici da 7,35 x14", di serie su standard e solo RS. Per le SS e SS/RS avevamo sempre cerchi da 14" e canale da 6 " ma con pneumatici radiali ovali F 70 a riga rossa (RED STRIPE). Per le standard e RS era possibile ottenere i pneumatici a fascia bianca nella misura F70X14 " e le Red stripe delle SS , attingendole dalla lista accessori RPO . Diversi copri cerchi a richiesta , sia senza che con l'opzione freni a disco anteriori.


Copricerchio sport coupè e cabriolet Standard. Semplice calotta centrale in lamiera
Immagine


Copricerchio RS .
Immagine


Copricerchio esclusivo SS
Immagine



Cerchio Rally sport , obbligatori con freni a disco anteriori .
Immagine


Copricerchio simulazione ruote a raggi. Disponibile per tutte le camaro
Immagine



Due copricerchi a imitazione ruote Mags per le Camaro ,anche after market.
Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Muscle Cars USA Anni 60-70
MessaggioInviato: mar ago 11, 2015 11:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Camaro Z-28 1968.


1968 Camaro Z28 impegnata in una non indicata pista prova
Immagine
Brochure originale Chevtolet via oldbrochure .com


Finalmente, grazie ai successi agonistici,le vendite del pack Z28 decollano e difatti furono circa 7200 unità nel 1968.LA composizione del pack Z/28 non variò molto rispetto al precedente.

-V8 small block ibrido , di nuovo il basamento di un v8 327 cu.i. combinato con albero motore di un v8 283 cu.i.,con totale utilizzo del nuovo basamento maggiorato .

- oltre ai copri testate ,era cromato pure il carter del filtro aria

-rostri paraurti posteriore.

- doppio terminale di scarico con risonatori singoli a basso tono.

- Sospensioni sportive anteriori e posteriori , in pratica le F-41.

- Radiatore maggiorato con comando termostatico

- scatola guida a rapporto variabile.

- Cerchi Rally wheels da 15" con canale da 6 " e pneumatici E70 in nylon ,Venivano usati diverse marche di pneumatici : Firestone sports car 200 oppure i Goodyears wide tread Gt


-rapporto al ponte da 3,73 :1.

Bande adesive colorate longitudinali sui cofanbi anteriore e posteriore

Dotazione imposta , visto che il pack Z/28 per essere disponibile doveva essere accoppiato a :

-Trasmissione a 4 marce M-20 ( rapporti intermedi) .

- Freni anteriori a disco con servofreno , posteriori a tamburo con materiale d'attrito sinterizzato .



A richiesta

- Special perfomance package plus plenum air intake : presa d'aria dinamica con carter filtro aria dedicato

-Special perfomance package plus exhaust headers : collettori di scarico singoli per ogni cilindro

- Special perfomance package plus plenum air intake and exhaust headers : La conveniente combinazione dei due .

- Differenziale autobloccante Positraction e vari rapporti al ponte alternativi ; 3,27 :1 ,3,31 :1 ,3,55:1, 4,10 :1 ,4,56 .1, 4,88 .1 . Il differenziale autobloccante Positraction era raccomandato per i primi 3 , oltre a quello di serie , e obbligatorio con i rimanernti ( accessorio imposto ) .


- Spoilers anteriori e posteriori

- Trasmissione a 4 marce a rappoti corti M-21 e maggiorata M-22

_ I 4 freni a disco

_ Alimentazione 2x4 , più conosciuta come " Cross Ram Induct "

_ Accensione elettronica Delco.

- Frizione e volano maggiorati di derivazione V8 427 L-88

- Scarico sportivo Nc8

Vediamo ora in dettaglio alcuni di questi.

Camaro z-28
Immagine
Brochure originale Chevtolet via oldbrochure .com


Vista posteriore Camaro z-28
Immagine
Brochure originale Chevtolet via oldbrochure .com


Spoilers anteriore e posteriore : Come sappiamo già, vedere il primo messaggio relativo alla Camaro, il modello in questione fu sin dalla fase di progetto sottoposto ad una particolare attenzione dal punto di vista aereodinamico.Nel settembre del 1966, quando il pack Z/28 era ancora lungì dal venire ,la Chevrolet si rivolse all'ingegnere Paul Van Valkenburgh per valutare la stabilità ad alta velocità della camaro e eventualmente suggerire "aggiustamenti aerodinamici"se necessario.La Camaro, in realtà, fu il terzo modello di casa chevrolet di cui venne valuta l'influenza dell'aereodinamica sulla guida della vettura, gli altri due modelli precedenti furono La Corvair , strano a dirsi, e la corvette . In realtà ,la camaro e la corvair furono analizzate ,sotto questo punto di vista, solo con approccio rozzo e fondamentalmente empirico ,la Camaro ebbe un approccio maggiormente scientifico utilizzando modelli in scala nella galleria del vento per determinare le qualità aerodinamiche di base. La portanza venne misurata con precisione e resa di valore accettabile .Anche se soluzioni iniziali proposte da Van Valkenburgh erano le migliori, esse furono modificate cercando di raggiungere dei compromessi.Insomma ,si doveva tenere conto della necessità di creare una linea esterna accettabile per il consumatore. Del resto , prima della Camaro, in USA solo un "auto da corsa" come la Chapparals disponeva di spoilers e quindi si temeva l'impatto che tale soluzione poteva avere sul cliente . Un ulteriore ,e più meticoloso, lavoro di affinamento fu messo in cantiere una volta presa la decisione di sviluppare il pack z/28. Del resto era necessario garantire la necessaria aderenza a velocità medie di oltre 140 mp/h , velocità non inusuali in TRANS - AM . Spolier anteriore di diverse dimensioni e angolo di inclinazione furono testati ,fino a risolvere l'alleggerimento dell'anteriore. Una volta trovato il bandolo al'anteriore si passò al posteriore per cercare di migliorare la trazione,qui non si cerco solo di ridurre la portanza ma anche il cx e di ottenere una vantaggiosa ripartizione , sugli assi, del carico aereodinamico.Quanto fu determinante tutto il lavoro di affinamento aeredinamico svolto sulla Camaro ? Per Van Valkenburgh offriva vantaggi reali e avvertibili in curva , in rettilineo, e sopratutto in pista. Per fortuna ,aggiungo io, visto che la camaro era criticata per le reazioni in accelerazione, frenata ,del suo retrotreno. Comunque, Car life, pare confermare le affermazioni dello specialista aereodinamico. Il test fu pubblicato sul numero del giugno 1969, fu utilizzata un unico esemplare di camaro my 69 munito dell'opzione RP0 D80 a cui vennero ,nel corso del test, rimosse tali appendici aereodinamiche. Usando sempre una sola auto, con o senza gli spoilers, si evitò l'inquinamento del test a causa di fattori esterni,esempio le tollerenza di produzione.Lo scopo di Car life era di quantificare gli effettivi valori della portanza e della deportanza a tre differenti velocità. I tre differenti intervalli di velocità erano : 65 mph , corrispondente ad una comune velocità autostradale. 85mph ,un comune allungo oltre i limiti di legge. 115 mph,velocità media di un breve circuito della categoria Trans -Am .I risultati del test possono essere tratti dal grafico sottostante

Immagine
Da CAR LIFE magazine giugno 69

Gli spoiler per la Camaro furono mostrati al pubblico nel novembre 1966, su una Camaro Z/28 my 1967, durante una conferenza stampa tenutasi a Riverside in California per il lancio del pack Z728 con le sue varie opzioni . In seguito finirono nella lista accessori RPO D80) diventanto così fruibili su le varie versioni della camaro . Solo nel my 1969 diventarono dotazione di serie del pack z/28


I 4 freni a disco :

Assale posteriore di una Z/28 M.y 68.
Immagine


Prima della loro apparizione nella lista accessori di regolare di produzione RPO , l'impianto frenante a 4 dischi freno era disponibile esclusivamente come componente Heavy -Duty ,fornita a partire dal marzo 1968 attraverso il dipartimento Chevrolet parts department ma più probabilmente la vera origine era il GMPP ( General motors Perfomance parts).




Difatti ,il termine "Heavy Duty Service"era in se per se molto significativo ma anche molto ambiguo. In Pratica lo possiamo tradurre come " Destintato alle corse "e il suo luogo di produzione ,come la diretta disponibilità da parte del cliente all'atto dell'acquisto della vettura , erano considerazoni secondarie ".Comunque era possibile acquistare after market tutte le varie componenti dell'impianto frenante ,a 4 dischi, dai rivenditori chevrolet . Inoltre la disponibilità di queste componenti,sviluppato espressamente per camaro da una branca della casa e quindi a tutti gli effetti legale, permetteva al cliente di tenere aggiornata tecnicamente la propria Camaro .Praticamente era l'opzione RPO J52 per il modello Corvette adattata per l'uso sulla Camaro , fu un sottile sotterfugio per convicere l'SCCA a rilasciare l'autorizzazione per usare tale impianto a 4 dischi nelle gare Trans-Am.


Approfitto per mostrare l'elenco completo di componenti heavy duty o specials service parts per Camaro. Disponibili e installabili presso i punti vendita chevrolet e le loro officine,erano appunto indicati da una anonima sigla completamente numerica . Ufficialmente erano state concepite per portare la camaro in pista , z-28 o meno , ma molte di esse finirono su auto in circolazione sulle comuni strade. Come potete vedere da voi, ultima pagina, i dischi freni( Heavy duty) anteriori erano siglati N. 3945118 e i dischi posteriori N.3945190 .



Lista componenti H.D o special service parts
Immagine
Da brochure ufficale chhevrolet via oldacarsbrochure .com




Il must del 68 fu però di nuovo l'alimentazione 2x4 o come veniva siglata commercialmente, Cross Ram :
Immagine


A Inizio degli anni 60 abbiamo visto che la GM decise di tarpare le prestazioni dei propri modelli di serie, uno dei metodi fu di evitare di montare ,di serie ,più di un carburatore monocorpo oppure doppio corpo o quadricorpo che fosse , mosche bianche furono solo le corvette e Corvair. Così la camaro inizio la sua carriera senza possedere una versione multicarburatore. Però ai più informati fan chevrolet non sfuggì la notizia dela presenza nel catologo Service Special Parts di un particolare collettore atto ad ospitare due quadricorpo. Comunque la Camaro ,pur con solo un quadricorpo, non era deficitaria a livello di potenza rispetto alle concorrenti , tutt'altro. Queste erano le potenze stimate delle varie vetture in Trans -Am ,in un non ben determinato periodo del 1967 ( Sports Car Graphic )

Dodge Dart 365 HP (V8 273 cu.i)
Mercury Cougar 390 HP (V8 289 cu.i)
Ford Mustang >375 HP (V8 289 cu.i)
Chevy Camaro 403 HP (V8 302 cu.i)

Certamente la maggior cilindrata e la notevole portata del suo Holley quadricorpo furono i motivi di tale exploit a livello di potenza. Tuttavia Vince Piggins non intese, nel 1968 ,rinunciare al plus di potenza della camaro sulla concorrenza e quando la Ford e la aMC lanciorono nella mischia i nuovi v8 302 Tunnel port e il v8 290 a due carburatori quadricorpo, la chevrolet mise sul tavolo il v8 302 " Cross -Ram".Secondo la più affermata bibliografia è assolutamente da escludere che una camaro z-28 ,o altre versioni, siano uscite di fabbrica con l'alimentazione Cross - Am installata ,come nessuno può mettere in dubbio la presenza di tale alimentazione su veicoli che normalmente girano ,o hanno girato, in strada. Del resto, oltre alla componente originale GM disponibile presso i rivenditori Chevrolet ,erano presenti sul mercato quelle di concorrenza , vedi Edelbrock oppure Offenhauser.

Prodotto Edelbrock
Immagine
da.camaros.org


Prodotto Offenhauser
Immagine
da.camaros.org


Tale particolare sistema di alimentazione era costituito da un particolare collettore in alluminio,realizzato in due parti distinte accoppiate, con lunghi condotti interni su cui venivano i due carburatori quadricorpo Holley 4210A da 600 CFM, posti agli estremi opposti del collettore stesso ( Off-board ), in luogo del solo quadricorpo holley da 800 cfm, .La scelta dei lunghi condotti e del basso profilo in altezza di tutto il sistema, meno perfomante di uno dotato di condotti rettilinei e verticali, era imposto sia dalla SCCA che dal regolamento Nascar che imponevano di utilizzare il cofano di serie e poi la soluzione più performante ,a causa della sua elavata altezza, avrebbe compromesso la visibilità anteriore .L'ultilizzo del sistema di alimentazione Cross Ram richiedeva , per sfruttare appieno l'inerzia della colonna gassosa nonchè le sue pulsazioni,un particolare albero a camme che era disponibile nella lista Specials Service Parts con il numero di serie 3927140, caratterizzato da un profilo camme più spinto .Un v8 302 dotato di Cross RAM a cui venivano accoppiati i collettori di scarico sportivi, presa aria dinamica ,di albero a camme speciale N 3927140, disponeva di 465 hp a 7200 giri e di 494 Nm a 5600 giri , il regime ottimale era compreso tra i 4200 -7200 giri anche se tale sistema forniva pure dei vantaggi ai bassi regimi.

Vista interna ed esterna delle due componenti del collettore
Immagine

Immagine
da.camaros.org



In questo caso l'alimentazione Cross -Ram riceveva l'aria dalla zona ad alta pressione alla base del parabrezza.
Immagine


Interno: Le stesse possibilità delle altre Camaro ma era tassativa la presenza della consolle cambio con la strumentazione supplementare v8.
Interno Custom Interior con autoradio e consolle cambio ,nonchè lastrumentazione supplementare v8 in comune con la Nova
Immagine
Da Car Life Agosto 69 via mustangtek.com

I sedili singoli in vinile
Immagine
Brochure originale Chevtolet via oldbrochure .com


Tachimetro con fondo scala modificato e contagiri con orologio integrato TIC-TOC-TACH
Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Muscle Cars USA Anni 60-70
MessaggioInviato: ven mar 11, 2016 10:51 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Nickey /Bill Thomas Stage I/III 1968


Immagine

Anche per l'anno 1968 la storia si ripete. Le numerose conversioni del modello Camaro offerte dai diversi rivenditori chevrolet giunsero ad una esasperata ripetitività, perlomeno nelle proposte base. La Nickey ,grazie ai suoi vari livelli, offriva però una più ampia scelta. A partire dal my 68 pure Nickey iniziò ad usare come base la rara SS 396 al posto della precedente SS 350: Tale base, avendo la scatola sterzo modificata direttamente dalla chevrolet ,al momento dell'introduzione dei big block,non richiedeva più la modifica di uno dei collettori di scarico e inoltre i supporti motore risultavano perfettamente dimensionati.
Questa la tipica configurazione base dello stage I nel 1968 :
stageiq.jpg
Da Hot-rod marzo 68
- Solito V8 427 di derivazione corvette con punterie idrauliche.
-Trasmissione manuale a 4 marce M-20 oppure tre marce automatico
- differenziale autobloccante Positraction accoppiato ad uno dei ai vari rapporti al ponte disponibili ( dalla lista RPO della base )
- alimentazione mediante un quadricorpo holley in luogo del Rochester di dotazione
- assetto sportivo F-41 ( dalla lista RPO della base )
- radiatore maggiorato - alternatore maggiorato ( dalla lista RPO della base ). Normalmente la base veniva richiesta con l'aria condizianata e poi le componenti non necessarie eliminate. Strana soluzione , visto che dalla lista RPO era possibile ottenere le componenti singolarmente
- servofreno con dischi freni anteriori ( dalla lista RPO della base )
- sedili anteriori separati ( inclusi nella dotazione della base)
- Banda decorativa Bumble bee sul frontale ( dalla lista RPO della base )
- Griglia radiatore annerita ( inclusa nella dotazione della base)
- cofano motore con isolamento acustico ( incluso nella dotazione della base)
- Prese d'aria singole sul cofano ( incluse nella dotazione della base)
- Kit Lay-out v8 427, cromature varie componenti del propulsore
- Pneumatici in nylon da 14" x 6"con cerchi in lega leggera
- linea singola di scarico per ogni bancata con propri risonatori ( incluso nella dotazione della base). Era possibile possibile ottenere collettori di scarico singoli con smog control device
- Dispositivo antinquinamento CCS ( incluso nella dotazione della base)
In tale configurazione il costo era di 4059 $ e 95 cent


Solita auto portata allo stage II era munita di

- albero a camme idrauliche con profilo sportivo .
- Leva cambio Hurst per le trasmissioni a 3 o 4 rapporti .
- carter di protezione arti inferiori in caso di esplosione trasmissione
- barre di trazione Nickey
- cavi di accensione Nickey
- deizione maggiorata e volano Hays

Lo stage III,più caratterizzato grazie a componenti speciali realizzate artigianalmente,poteva essere così configurato partendo dallo StageI :
-Kit albero a camme meccaniche Bill thomas RR 550 ( sostituiva l'albero a camme originale a punterie meccaniche o idrauliche )
- Nuovo, per il 1968, doppio Colettore ad alto rendimento Offenhauser ( Tipo cross Ram ? )
- Batteria di due carburatori quadricorpo Holley serie 3419
Immagine
Da Popular Hot Rodding giugno 68
- Volano alleggerito da 40 libbre e frizione maggiorata da 11 " realizzati dalla Schiefer
- Collettori di scarico singoli Bill Thomas con smog control device
- Barra stabilizzatrice anteriore della Thomas da un 1 "
Immagine
Da Popular Hot Rodding giugno 68
- Carter di protezione Lakewood sulla trasmissione
- Barre di trazione della Thomas. Montate nonostante la presenza delle balestre multifoglia del my 68 .
Immagine
Immagine
Da Popular Hot Rodding giugno 68
- Ammortizzatori anteriori e posteriori della Thomas
- Contagiri Dixco con scala a 10000 giri
Immagine
Da Popular Hot Rodding giugno 68
- Coppa olio maggiorata e paratie antisbattimento
Immagine
Da Popular Hot Rodding giugno 68
- Gommatura asimmetrica con cerchi Mags . In caso di partecipazioni a competizioni sul 1/ 4 di miglio erano disponibili pneumatici slick della Casler
Immagine
Da Popular Hot Rodding giugno 68
Secondo Hot rod il tempo sul 1/4 di miglio, con gli slick e rapporto al ponte di 4,88 .1, era di 11,30 sec con velocità di uscita di 122 miglia orarie .
Concludendo, scegliendo la versione street -legal dello stage III era possibile usare ,con poche problematiche, questa Nickey/thomas 427 nel traffico quotidiano e con pochi interventi ( pneumatici, cerchi, rapporto al ponte ) partecipare nel fine settimana ,da amatore, nelle gare AHRA super stock class .
Lo stage III, con le componenti sopra indicate ,aveva un costo pari a 5056 $ e 15 cent. L'auto era disponibile presso la sede Nickey chevrolet di chigago oppure nel Bill Thomas shop ad Anaheim in california .


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Muscle Cars USA Anni 60-70
MessaggioInviato: mar mar 15, 2016 10:40 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Camaro v8 427 DANA 1968


Impresa difficile rendere conto, in maniera organizzata e puntuale ,delle realizzazioni di questo rivenditore Chevrolet Californiano nel 1968 . Pare che tutto il materiale pubblicitario sia sparito nel nulla . Già , secondo le mie fonti, fu un impresa da parte loro mettere assieme le notizie relative al 1967 , non smetterò mai di ringraziarli delle loro dritte, ma per il 1968 la situazione peggiora ulteriormente . Non hanno da segnalarmi ne pubblicità d'epoca e neppure prove su strada da parte di riviste specializzate in Hot rod.Per farci un idea delle conversioni 427 della Dana nel 68 devo usare le, minime, informazioni sulle sole due Dana camaro di cui hanno avuto conoscenza tramite gli autoraduni.
http://i181.photobucket.com/albums/x66/ ... 68dana.jpg
La prima è stata realizzata partendo da una Camaro SS/RS 350 1968 così configurata :
- V8 small block 350 cu.i. da 295 gp
- Colore Rallye Green metallizzato con tettuccio in vinile di colore nero RPO C50
- Interno Custom con selleria Houndstooth in Bianco/Nero
- AM/FM radio con ricerca a pulsante e stereo tape system RPO U57
- Pneumatici F70 linea rossa cu cerchi da 14 "
- Trasmissione automatica a 3 rapporti Hydromatic
- Aria condizionata"Four Season" RPO c-60 : Includeva alternatore Delcotron da 61 A - radiatore maggiorato- ventola di raffreddamento a controllo termostatico
- Parabrezza atermico RPO A02
La conversione ,after market, avvenne 5 mesi dopo la consegna della vettura( aprile 1969 ) e il propietario decise per le seguenti modifiche :
danaengineafterbeingunc.jpg
Da mcacn.com
-Trapianto di un v8 big block da 427 di una serie prodotta tra l'agosto e il settembre 68 di derivazione Corvette.Esiste l'incertezza se si tratti di un v8 427 RPO L-71 o L- 72, poco probabile si tratti di un meno perfomante L- 68.Per altri è un propulsore della serie usata sull'impala 427 SS
-Collettori di scarico singoli della Doug
-Alimentazione tramite un rarissimo carburatore tricorpo Holley da 1050 CFM di portata. Filtro aria aperto CP Fly Eye
-Collettore di alimentazione Edelbrock C427X in alluminio
-Trapianto di una trasmissione completa a 4 rapporti M-21 in luogo della trasmissione automatica
-Coperchio accesso differenziale serrato da 12 bulloni , derivazione Camaro SS con big block, con differenziale autobloccante Positraction e rapporto al ponte da 4,88:1
-Coperchi valvole della M/T
-Carter di protezione contro le esplosioni della trasmissione e barre di trazione della Lakewood
-Cofano motore Dana con fermi di sicurezza agonistici
-Spoilers posteriore
All'interno :
-leva cambio della Hurst
-contagiri al volante della Sun
-strumentazione supplementare della Stewart warner
Prezzo complessivo base + conversione 5592 $ .
Di questa esiste anche un video.
https://youtu.be/fFjW2s6dJ9o

Forse girato poco prima dell'ispezione presso un autoraduno di auto storiche . Probabilmente è la solita manifestazione ove sono state scattate le foto.


La seconda , unico propietario, fu acquistata dopo il suo ritorno dal Vietnam .
Incertezza sulla motorizzazione base. comunque anche questa era Una SS/RS, inoltre ha la particolarità di avere uno dei colori speciali,chevrolet truck orange , appartenente alla lista "Paint delete": Colori ufficialmente non disponibili ma abbiamo già visto, in precedenza ,che saltuariamente equipaggiavano le chevrolet .
Immagine
Da car pictures ,com
La base SS/RS era così equipaggiata :
-Trasmissione manuale a 4 rapporti M-21
- Differenziale autobloccante Positraction con rapporto al ponte da 3,73:1
-Freni a disco anteriori con servofreno
-Strumentazione speciale v8
-Custom interiors
-Radio AM/FM
- Vetri atermici
- Ceck control luci vettura a fibre ottiche " Light Monitoring System "
- Specchietto esteno destro
Dalla Dana fu così modificata :
02al8560978880c.jpg
Da car pictures ,com
- Trapianto di un v8 427 L-71 a tre carburatori doppio corpo
- Albero a camme usato sul v8 427 L-88
- Volano alleggerito
- Barre di trazione
- Rapporto al ponte da 4,10 :1
- Cofano motore DANA con fermi di sicurezza racing


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: Muscle Cars USA Anni 60-70
MessaggioInviato: ven mag 06, 2016 1:25 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 24, 2006 4:21 pm
Messaggi: 682
Chevrolet Yenko Camaro 427 1967 e Yenko Z-28 STORMER.
Immagine
Dal forumY.s.C.
Notare l'assenza del cofano Stinger, probabilmente appartiene al lotto non assemblato da Yenko.
Mea colpa , ho dimenticato la realizzazione a più mani della Yenko. L'elaborazione della Camaro realizzata dalla Yenko seguiva la falsa riga delle varie Dana -Nickey v8 427 ma con la particolarità che venivano usate come base le SS con motore big block invece di partire da una ss small block,è certo che solo 5 hanno avuto come base la SS 350 . Del resto la Yenko aveva stretto rapporti con la Dana chevrolet,la prima vendeva le camaro Dana e quest'ultima vendeva le Corvair stinger della Yenko, nonchè una patnerships tecnica e di nuovo commerciale con Dick Harrell. Harrell era distributore Yenko per gli stati del mid-west con assemblaggio ( forse 4 unità) nell' officina del suo punto vendita e inoltre , come sappiamo già, collaborava pure con la Nickey.Harrell partecipò pure alla progettazione e assemblaggio della Super yenko v8 427/410 hp, versione automatica con il v8 427 con punterie idrauliche potenziato a 410 hp dagli originali 390 hp. La particolarità, più appropriato dire furbizia , di partire da una SS 396 come base consisteva nel fatto che non era più necessario modificare arigianalmente il colettore di scarico sinistro del v8 427, in quanto la scatola sterzo e altri particolari furono già modificati dalla chevrolet per alloggiare sia le varie versioni del v8 396 che l'eventuale servosterzo.Come altri punti vendita della chevrolet, appena la nuova Camaro giunse nella sua concessionaria , viste pure le altre realizzazioni del periodo,Don yenko seguì il medesimo percorso per realizzare il suo progetto di Super Yenko camaro. Trapiantare su una camaro versione SS un v8 mark IV da 427 cu.i. RPO L-72 di derivazione Corvette assieme ad altre modifiche meccaniche e telaistiche. In aggiunta al v8 427 di derivazione Corvette, i clienti potevano scegliere tra una lunga lista di altre componenti ad alte prestazioni e farli installare da Yenko oppure personalmente, nel caso di amanti del fai da te. La maggior parte di queste vetture ricevano all'esterno , una targa personalizzata con scritta Yenko e mostrine Yenko e 427 nonchè un cofano motore in fibra di vetro, con design ispirato al cofano motore della Corvette stinger.Come per la Corvair, Don Yenko impiegava una rete di altri concessionari, tra cui il prima citato Dick Harrell a St. Louis, e Fred Gibb basato a Laharpe in Illinois, oltre alla rete di Punti vendita Span Inc. Il prezzo base di una Super yenko era anche esso allineato ai prezzi di altrui realizzazioni: 4245$. . Il numero esatto delle Yenko Camaro 1967 è sconosciuto. Un numero pari a 54 auto è stato accettato in USA come plausibile ,ma alcuni collezionisti ritengono che questo numero potrebbe essere più vicino a 100. Il motivo di tale incertezza risiede proprio nei rapporti commerciali e tecnici che incorrevano tra la Yenko, la Dana Chevrolet, Harrell e Gibbs. Non esiste la certezza assoluta,ma pare che molte Camaro realizzate dagli altri, sopratutto Dana e Harrell, e vendute dalla Yenko sono state convertite in super Yenko camaro previa sostituzione del cofano motore e delle varie mostrine ,nella numerosa lista delle indiziate ci sono anche le 5 citate all'inizio.



Immagine
Dal forumY.s.C.

YENKO SUPERCAMARO v8 427/410 HP

-v8 427 CU.I. versione L-36
- cambio automatico a 3 marce "SUPER GT HYDRO"
-Positraction con rapporto al ponte 3,35 :1
- Freni a tamburo con materiale sinterizzato
-doppio terminale di scarico con risonatori a bassa frequenza
-Assetto sportivo
-Radiatore di raffreddamento maggiorato
-Copri testaste cromati
-Contagiri al volante
-Strumentazione supplementare
-cerchi ruota in metallo da 14"
-Pneumatici in nylon Wide Oval


YENKO v8 SUPERCAMARO 450 hp

-v8 427 CU.I. versione L-72
- cambio a 4 marce M-21 ( rapporti corti)
-Positraction con rapporto al ponte 3,37 :1
- Freni a tamburo con materiale sinterizzato
-doppio terminale di scarico con risonatori a bassa frequenza
-Frizione maggiorata
-Assetto sportivo
-Radiatore di raffreddamento maggiorato
-Copri testaste cromati
-Contagiri al volante
-Strumentazione supplementare
-cerchi ruota in metallo da 14"
-Pneumatici in nylon Wide Oval
-Mostrine varie e loghi vari



Accessori speciali disponibili( progettati da Don Yenko e Dick Harrell)
-Campana di protezione trasmissione approvata NHRA
- Barra di trazione
- Collettori di scarico singoli
- v8 427 L-88 ( testate in aluminio)
- scarico sportivo " corvette exhaust off road system "
- Alimentazione "special Yenko dotata di 2 carburatoru quadricorpo eccollettore dedicato ad altro rendimento
- Cofano motore speciale in fibra di vetro con presa d'aria tipo Corvette 67
-spoilers posteriore in fibra di vetro
-Rapporti al ponte alternativi:4,10-4,56-4,88 :1
- Cerchi speciali in alluminio o in magnesio
- Kit cavi e cappucci candele resistenti alle alte temperature


Molto più interessante rispetto all'ormai plafonata Camaro 427 era la rara Camaro Z-28 Stormer di yenko, solo due esemplari costruiti ad un prezzo di 6000 $.Assemblata da Yenko con componenti attinte dalla lista della Chevrolet parts departement ,e con propulsore soggetto a particolari lavorazioni.Era omologata SCCA per le gare Trans Am e sicuramente non era una Street -Legal:

Immagine
Dal forumY.s.C.

Una mediocre immagine del posteriore con lo spoilers e le bande adesive
Immagine
Dal forumY.s.C.

Preparazione Propulsore
- Il già conosciuto v8 small block da 302 forniva ben oltre 400 hp . L'auto veniva fornita con accluso il grafico del test al banco .
-Collettore d'aspirazione modificato
-Valvole maggiorate : 51,30 mm sull'aspirazione e 40,64 mm allo scarico
-Molle valvole maggiorate
-Singoli collettori di scarico per ogni cilindro
-ventola a 5 pale con inserimento/dinserimento mediante giunto viscoso
- Carburatore quadricorpo Holey da 800 cfm
-Presa d'aria dinamica per l'aspirazione
- Bobina d'accensione speciale
-Pistoni forgiati e flottanti con disegno per rapporto di compressione pari a 12,5 :1
-Testata elaborata: rettifica, lucidatura condotti, ottimizzazione camera di scoppio
- Sostituzione albero a camme con uno specifico Yenko
-Radiatore maggiorato
-Pompa benzina elettrica regolabile
-Bielle pallinate e lievemente lucidate ,con bulloni speciali.
-Aggiunta radiatore olio motore
-lucidatura albero motore
Il propulsore veniva sottoposto a particolare tecniche di controllo non invasive: Raggi X- Fluorescenza - magnetismo
Preparazione Chassis
-Peso 1197 kg
-Speciali molle elicoidali Yenko all'anteriore
-Speciali balestre Yenko al posteriore.
-Mozzi ruote anteriori sottoposti a trattamento termico.
-Tiranti sterzo sottoposti a pallinatura
-Fuselli sterzo sottoposti a pallinatura
-Barra stabilizzatrice anteriore Yenko con boccole speciali
-Asse posteriore sottoposto a trattamento speciale d'irrobustimento.
-Freni a disco con pastiglie Corvette adattate
-Barra di trazione Yenko
-Sevofreno
-Differenziale Positraction con rapporti al ponte da 3,07-3,31-3,55-4,10-4,56-4,88 :1
-Scatola guida a rapporto variabile ( 20 a 1)
- Trasmissione manuale a 4 marce con rapporti corti ( non indicata la sigla, M21 o M22 ? )
-Ammortizzatori anteriori e posteriori regolabili
- kit Cinghia della ventola a doppia puleggia per motori ad alto numero di giri


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 229 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 14 5 6 7 8

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net