Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1654 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 145 46 47 48 4956 Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 3:44 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Dalla presentazione dei conti trimestrali di oggi. La Ghibli non avrà eredi.


Allegati:
49F3BC31-A81A-4C83-B505-02A69F74DCF2.jpeg
49F3BC31-A81A-4C83-B505-02A69F74DCF2.jpeg [ 1.17 MiB | Visto 1018 volte ]
Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 4:05 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 837
Località: Bologna
Cos'è un DUV?


Top
   
MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 4:09 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab mag 26, 2007 3:49 pm
Messaggi: 4535
Località: scer
mjazz ha scritto:
Cos'è un DUV?


Il Maserati Stelvio

_________________
Don't blindfold your eyes,
so loneliness becomes the law of a senseless life
Follow your steps and you will find
The unknown ways are on your mind


Top
   
MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 4:38 pm 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 4703
Come detto ieri programma sostanzioso per maserati, per nuova ghibli c'è sempre il 2024:-) o ci sono altre idee....
Io sinceramente avrei investito più in alfa che in maserati, cmq importante che dopo 4 anni hanno sbloccato 3 auto nuove in modo definitivo.

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 - 234. 444km


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 5:34 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Già prima della morta di Marchionne il management FCA aveva deciso di ristrutturare Maserati, la strategia è stata completamente rivista.
Per Alfa ci vorrà ancora tempo per vedere risultati di nuovo positivi.


Top
   
MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 5:51 pm 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 4703
daimlerchrysler ha scritto:
Per Alfa ci vorrà ancora tempo per vedere risultati di nuovo positivi.

Ovviamente senza novità e con un solo nuovo modello in 5 anni sarà durissimo.

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 - 234. 444km


Top
   
MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 6:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3812
Stefano_M ha scritto:
Ovviamente senza novità e con un solo nuovo modello in 5 anni sarà durissimo.
Metti il lato positivo, forse riesco a farmi una Stelvio a prezzo di saldo e stralcio :D


Top
   
MessaggioInviato: mer lug 31, 2019 10:22 pm 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 4703
mauro65 ha scritto:
Stefano_M ha scritto:
Ovviamente senza novità e con un solo nuovo modello in 5 anni sarà durissimo.
Metti il lato positivo, forse riesco a farmi una Stelvio a prezzo di saldo e stralcio :D

Già ora mi pare che kmo i prezzi di stelvio sono in caduta libera, per chi è interessato un ottimo affare.

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 - 234. 444km


Top
   
MessaggioInviato: gio ago 01, 2019 8:13 am 
Non connesso

Iscritto il: sab ago 14, 2010 8:21 pm
Messaggi: 250
mauro65 ha scritto:
daimlerchrysler ha scritto:
Maserati’s misses
Another urgent trouble spot is the Maserati brand, which has suffered from an aging lineup and steadily shrinking global shipments. Manley recruited former Nike executive Davide Grasso to revamp the unit, which is expected to be among the first to showcase Fiat Chrysler’s new electrified vehicle architecture.
Posto che verso Ottobre Maserati venga effettivamente separata da Alfa, cui prodest un'operazione del genere? Non possono di certo pensare di fare un redditizio collocamento in borsa come per Ferrari: sarà mica che la vendono a PSA?
A Tavares manca un marchio importante nel senso di pregio, spendibile anche in Cina (mi sbaglierò, ma vedo la linea Maserati abbastanza "arrogante" per piacere laggiù), le due famiglie storicamente hanno sempre fatto buoni accordi e purtroppo è venuto a mancare l'unico vero possibile ostacolo, cioè SM. Certo, PSA sta metabilizzando Opel, ma Maserati è poca cosa da digerire al confronto di Russelheim. E se per un periodo dovessero servire dei motori FCA, non vedo il problema. La gamma Maserati tra l'altro è vecchiotta e potrebbe essere il momento giusto per alutare qualche integrazione con l'alto di gamma PSA.
daimlerchrysler ha scritto:
Già prima della morta di Marchionne il management FCA aveva deciso di ristrutturare Maserati, la strategia è stata completamente rivista.
Per Alfa ci vorrà ancora tempo per vedere risultati di nuovo positivi.


Può essere che una concentrazione degli sforzi sul rilancio di Maserati a scapito di Alfa dipenda dalla convinzione che in Cina ed in Asia in generale il marchio Maserati possa suscitare maggior interesse rispetto ad Alfa?

Comunque è molto interessante leggere i vostri interventi, sia quelli che riportano le notizie che le rispettive riflessioni.


Top
   
MessaggioInviato: gio ago 01, 2019 8:22 am 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 4703
Mah ok anti macan magari interessa per cina, ma le 2 sportive previste, ora ne hanno solo una, non so quanto possono interessare in cina.

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 - 234. 444km


Top
   
MessaggioInviato: gio ago 01, 2019 11:58 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
I rilanci di Maserati hanno una storia più lunga di quelli di Alfa. Prima versione economica di Ferrari, poi versioni di lusso di Chrysler, poi versione premium su pianali Alfa con target a 75.000 unità per il 2018, adesso un nuovo reset.
Come modello per Maserati in FCA hanno (lo dicono loro) Porsche che negli anni ‘90 era vicina al fallimento e adesso grazie alla gestione di Wiedeking e poi di Vw porta a casa più di 4,5 miliardi di euro (n.b. tutta FCA realizza 6,1 miliardi di euro) nonostante l’esplosione dei costi.


Top
   
MessaggioInviato: gio ago 01, 2019 12:18 pm 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13840
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Fare un rilancio all'anno cambiando strategia, pianale, motori target.. non mi pare una grande idea..

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
MessaggioInviato: gio ago 01, 2019 12:45 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Ok ma se i numeri sono pessimi devi agire, nel secondo trimestre 2019 Maserati ha avuto un margine negativo del 32%.


Top
   
MessaggioInviato: sab ago 03, 2019 9:34 am 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 10022
Località: Earth - Sol III
Leggevo in giro che la nuova "sportscar" non avrebbe nulla a che spartire con Alfieri, ma dovrebbe essere qualcosa di molto diverso


Top
   
MessaggioInviato: sab ago 03, 2019 12:00 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Nissan wants Renault to reduce its 43.4% stake in the Japanese auto company, according to emails reviewed by WSJ.

The discussions, which are at an early stage, started soon after the potential deal between Renault and FCA collapsed, the report added. Talks could extend until the end of the year.

The negotiations could lead to an initial memorandum of understanding on restructuring as early as September, the Journal reported, citing emails.

Nissan Motor Co Ltd691.7

7201.TTOKYO STOCK EXCHANGE

-17.70(-2.50%)

7201.TRENA.PAFCHA.MI

Nissan and FCA said they had no comment on the WSJ report. Renault was not immediately available for a comment.

FCA said in June that it had abandoned its $35 billion merger offer for Renault, blaming French politics for scuttling the deal. The French government owns a 15% stake in Renault.

Reuters had reported in June that a revival of the collapsed merger plans of FCA and Renault may hinge on the French carmaker cutting its stake in Nissan.

Secondo il Wall Street Journal Renault e Nissan starebbero dialogando per ridurre la quota dei francesi nella casa nipponica. In tal modo potrebbero ripartire l'alleanza tra FCA e Renault. Di sicuro lo stato francese non vuolenridurre la propria influenza su Nissan mentre FCA vuole accedere alla "tecnologia" (intesa in senso lato) dei giapponesi.


Top
   
MessaggioInviato: lun ago 05, 2019 5:18 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Just two months after Fiat Chrysler Automobiles left Renault at the altar, its CEO is dropping hints he’s prepared to play the field.

Booming U.S. truck sales are fueling better-than-expected profit, and the Italian-American automaker has the breadth of brands to maintain momentum, CEO Mike Manley told reporters last week. But much like his late predecessor, Sergio Marchionne, the FCA boss doesn’t shy away from deal talk.

“There’s little in the marketplace that is not covered by the portfolio we have, as long as we do the things right that we need to get right,” Manley told reporters on Aug. 1 at Fiat’s U.S. headquarters in Auburn Hills, Michigan. “Could we accelerate something with a complimentary additional brand? The answer to that, of course, is 'Yes'.”

While Manley discussed there being prospects for a range of options, from all-out mergers to further collaboration with tech companies, Fiat has no acquisition plans at this time, a spokesman said. Fiat shares fell as much as 0.9 percent in Milan trading Monday while Renault shares rose as much as 2.2 percent in Paris.

Manley faces plenty of challenges, from turning around troubled operations in Europe and China to remaking the money-losing Maserati unit. But just as Marchionne did, he’s making the case that Fiat has scratched its way back to a healthy position and could get even stronger by tapping others for scale and technological expertise.

Sending a message
Manley spoke with reporters before The Wall Street Journal reported that top executives at Nissan Motor and Renault were trying to rebalance their shareholding structure so that talks between FCA and Renault could resume. The newspaper cited emails it reviewed and people briefed on the discussions.

Manley said Fiat has proved it’s agile enough to adapt when things don’t go according to plan. In the meantime, while the “industrial logic” of the Renault deal is still there -- it would have created a business with combined market value of about 35 billion euros ($39 billion) -- the French carmaker isn’t the only game in town.

Possibilities range from the more-comprehensive proposal FCA made to Renault for cooperation and partnerships, he said. “So are they the only opportunity? The answer to that question would be a definitive ‘No.’ ”

Some analysts suspect Fiat Chrysler hasn’t given up on a deal with Renault, and that its latest earnings served as a calling card to its Parisian paramour.

“Be in no doubt, these results are also aimed at sending a message to Renault and to the French government,” Bernstein analyst Max Warburton wrote in a July 31 research note. “The message is simple: We have a very profitable NAFTA business, strong finances and positive cash flow -- and a European business that would benefit from a strategic solution.”

One of the most enduring legacies of Marchionne’s decade-long tenure at the helm of Fiat Chrysler is that he turned it into a house of brands and staked the company’s future on two in particular: Jeep and Ram. Manley, who rose to prominence as head of Jeep and later Ram, is counting on them to provide the cash he needs to catch up with peers on electric investments and infuse Maserati, Alfa Romeo and Fiat with fresh product after years of neglect, he said.

“I think about where we were in the U.S. five years ago, six years ago, and the confidence that I have in Europe is that we have the ability to change the profile of some of the things that we are doing in a similar way,” he said.


Brand plans
Jeep still has “headroom” to grow in Europe, and adding product will help with Fiat Chrysler’s dismal utilization rates at its factories there, Manley said. He also plans to expand Fiat’s lineup in China, not only with electrified models to meet electric vehicle mandates but also with “white space” vehicles the company can produce locally to improve efficiency and cost.

Accomplishing all this won’t be easy. European auto sales are tanking, China -- where Fiat has what Manley calls a “tiny” share -- is experiencing a historic slump, and North America, the company’s earnings powerhouse, has reached the end of a decade-long expansion.

Manley lancia il sasso ma poi tira indietro la mano. Potrebbe essere molto utile un’alleanza ma non abbiamo problemi ad andare avanti da soli. Ci guardiamo intorno ma abbiamo brand fortissimi. Al contrario di queste dichiarazioni credo che FCA sia ormai alle strette per trovare un’alleato. Dalla morte di Marchionne la capitalizzazione è scesa di un terzo. Se l’economia americana rallentasse in modo significativo il motore del gruppo si paralizzerebbe. Chissà se il secondo tentativo con Renault sarà un successo.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 07, 2019 3:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Fiat Chrysler Automobiles CEO Mike Manley said the automaker will not have to pay fines for failing to comply with tougher European CO2 regulations in 2019 and 2020.

FCA will be compliant because of a regulatory credit deal with Tesla, the forthcoming debuts of plug-in hybrid versions of the Jeep Compass, Renegade and Wrangler, as well as the addition of an all-new full-electric Fiat 500 and the arrival of more efficient combustion engines, the executive said.

“This year we’ll continue to roll out improved traditional engine technologies including our new GSE three-cylinder and four-cylinder gasoline engines,” Manley told analysts during a conference call to discuss FCA’s second-quarter financial results.

The GSE 1.0- and 1.3-liter GSE gasoline engines are produced in Bielsko Biala, Poland, and are currently offered on the Fiat 500X small crossover and the Renegade. Additional production of the engines is scheduled to start at FCA’s plant in Termoli, Italy, next year.

In 2020, FCA will launch a battery-powered Fiat 500 and the plug-in hybrid Jeeps.

Manley said that with those launches electrified vehicles would account for about 5 percent of FCA's European sales mix.

These vehicles, combined with the rollout of mild hybrid versions of models such as the Fiat 500 and the Jeep Renegade, and the benefits that FCA will get from pooling its result with those of Tesla have left Manley very confident.

Expensive solutions
While FCA expects it will avoid fines, it will still have a substantial bill to achieve compliance. Chief Financial Officer Richard Palmer said during FCA’s first-quarter conference call that the cost to achieve compliance in Europe this year is 120 million euros. The global total cost for compliance in 2019 is set to be “moderately higher” than the 600 million euros FCA spent in 2018.

The CFO said compliance costs are a 50 basis point (0.5 percent) drag on FCA’s profit margin in the European region, which includes Africa and the Middle East. Electrification will also increase industrial costs, he added. Manley said FCA aims to recover 60 percent of the additional vehicle electrification costs via pricing.

Manley did not say whether FCA will also be able to avoid fines in 2021, when the new EU rules take full effect (next year automakers will have to comply with 95 percent of their sales).

The CEO said FCA’s target is to be compliant without the help of credits from Tesla by 2022. To achieve full compliance by 2021, FCA plans to add another full-electric car to the lineup, another plug-in hybrid and four more mild hybrids, Manley said. By 2022, Manley believe that the “the need for pooling deals would be very, very small.”

Durante la riunione con gli analisti nell’ambito della presentazione dei dati semestrali il ceo di FCA ha chiarito in maniera approfondita come la casa vuole rientrare nei limiti di emissioni in Europa nei prossimi anni.
Gran parte del lavoro sarà fatto dai crediti di Tesla che nel 2018 sono costati 600 milioni di euro e nel 2019 costeranno qualcosa in più. Poi arriveranno le Renegade e 500X plugin ibride, la 500 elettrica e i nuovi 3 e 4 cilindri GSE prodotti in Polonia ed in Italia. Nel 2021 Manley ha lasciato intendere che alcune multe dovranno essere pagate mentre dal 2022 in poi grazie ad un altro veicolo elettrico FCA dovrebbe affrancarsi dall’acquisto dei crediti di Tesla.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 21, 2019 2:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
https://www.ilsole24ore.com/art/fca-e-r ... fresh_ce=1

La fusione FCA-Renault sembra avvicinarsi.


Top
   
MessaggioInviato: ven ago 23, 2019 4:30 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
A new version of the Fiat and Abarth 124 Spider is unlikely, according to Fiat CEO Olivier François.

Although the Fiat and Abarth 124 Spiders have been withdrawn from UK sale, both loss makers here, the two continue to be offered in mainland Europe and the US.

Despite sharing a platform and factory with Mazda, which assembles the 124 Spiders alongside the MX-5 upon which they’re based, these economies of scale are not enough to overcome the perils of currency fluctuations, nor the cost of shipping Fiat engines to Japan for the cars.


Sports cars are notoriously inconsistent money makers, but François’s suggestion that the brand has “no legitimacy” in this field is surprising, given the Fiat Barchetta, Coupé, X1/9, 124 Spider, 124 Coupé and 850 Spider from its past. That said, these models are far less well known than the MX-5 and BMW Z4.

Earlier this year François told Autocar that there was still interest in that segment within the brand, but it's not vital to the ongoing revival of Fiat.

“The 124 market is a niche one,” said François. “It is profitable business for us - but only because of the joint venture. It was an opportunity and we took it. It makes money and it adds a certain cool factor.

“But I accept that such a car may not be key to the future of the brand. It is not what I’d call a pure, absolute Fiat, but for now, it remains an interesting opportunity.”


Niente erede per la 124


Top
   
MessaggioInviato: ven ago 23, 2019 10:47 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3812
Non solo quella. Il futuro del marchio Fiat saranno al massimo le segmento C, tutti i modelli avranno lunghezza compresa tra 350 e 450 cm. Sostanzialmente gamma 500 e familiari low cost.


Top
   
MessaggioInviato: sab ago 24, 2019 9:25 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Non è un significativo peggioramento rispetto ad oggi. Nel 2010 c’era una la Croma, la Freemont, la Multipla, Bravo, Punto che non hanno avuto eredi. Continueranno con la strategia di offrire il minimo per sopravvivere. Tra l’altro il matrimonio con Renault appare come una certezza. Renault senza Nisan non può sopravvivere e FCA non ha un futuro nell’attuale forma. Sembra che Parigi sia stata convinta ad abbandonare Nissan.


Top
   
MessaggioInviato: dom ago 25, 2019 6:50 am 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 4703
daimlerchrysler ha scritto:
Non è un significativo peggioramento rispetto ad oggi. Nel 2010 c’era una la Croma, la Freemont, la Multipla, Bravo, Punto che non hanno avuto eredi. Continueranno con la strategia di offrire il minimo per sopravvivere. Tra l’altro il matrimonio con Renault appare come una certezza. Renault senza Nisan non può sopravvivere e FCA non ha un futuro nell’attuale forma. Sembra che Parigi sia stata convinta ad abbandonare Nissan.

Allora nonostante tutto fca non fa così schifo....se viene addirittura preferita a un colosso come nissan che rispetto a fca è forte nell'elettrico, ha una buona posizione in cina, vende un po' in tutto il mondo in alcune zone in cui fca nemmeno è presente e in usa è tutt'altro che secondaria.
Tornando invece al discorso di prima alcuni siti davano 124 addirittura già fuori di produzione ora senza aggiornamenti e6d per cui c'era una deroga entro luglio/agosto 2019.

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 - 234. 444km


Top
   
MessaggioInviato: dom ago 25, 2019 8:17 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Non è che Renault preferisce FCA a Nissan, semplicemente i giapponesi stanno rompendo l’alleanza e senza di essa Renault deve trovare un partner. FCA ha la divisione nordamericana che guadagna benissimo, è il loro jolly nelle trattative.


Top
   
MessaggioInviato: dom ago 25, 2019 8:26 am 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 4703
daimlerchrysler ha scritto:
FCA ha la divisione nordamericana che guadagna benissimo, è il loro jolly nelle trattative.

Ma come non vende solo jeep e ram stra/scontati:-):-)

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 - 234. 444km


Top
   
MessaggioInviato: dom ago 25, 2019 8:47 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Stefano_M ha scritto:
daimlerchrysler ha scritto:
FCA ha la divisione nordamericana che guadagna benissimo, è il loro jolly nelle trattative.

Ma come non vende solo jeep e ram stra/scontati:-):-)


Fare l’analisi della salute del gruppo FCA richiederebbe tempo. Sappiamo bene che FCA spinge molto sugli sconti dei RAM eppure riesce a realizzare margini molto importanti. La divisione LATM è in fase di recupero mentre l’Asia è un disastro.
Se si risolve la questione Nissan (con l’abbandono parziale/totale da parte dei francesi) la fusione si farà.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 9:59 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Il presidente della Fiat Chrysler Antonio Filosa, ha confermato due rilasci di SUV a marchio Fiat in Brasile entro il 2021, secondo un'intervista rilasciata al quotidiano Today in Day e TV Promove in Minas Gerais.

Filosa ha confermato che entrambi i modelli utilizzeranno i propulsori della famiglia Firefly e che sia la 1.0 Turbo che la 1.3 Turbo utilizzeranno la trasmissione di tipo CVT, una rarità nelle auto Fiat.

L'unica volta in cui un modello del marchio ha utilizzato un alloggiamento continuamente variabile è stata la Uno Selecta italiana degli anni 1990. La funzionalità, sebbene non rivelata da Filosa, è essenzialmente volta a migliorare i consumi e le emissioni piuttosto che a fornire prestazioni migliori.

Fiat: due SUV turbo con cambio CVT arrivano entro il 2021

VEDERE ANCHE:

Fiat Freemont: dettagli, prezzi, consumo, versioni (e attrezzatura)
Fiat Idea: versioni, dettagli e motori (dal 2005 al 2016)
Fiat Cronos 2019: prezzo, consumo, motore, versioni (dettagli e foto)
La produzione dei motori Firefly Turbo Flex inizia nell'ultimo trimestre del 2020 e debutterà in entrambi i SUV dal 2021 in poi e dovrebbe essere utilizzata anche su modelli Jeep come Renegade e Compass.

Già visto come un concetto, Fastback è l'orientamento stilistico che la Fiat seguirà per realizzare uno dei due SUV, come ha indicato Filosa. Non sembrerà esattamente come il veicolo esposto pubblicamente, ma lo stile lo farà. Cioè, sarà un crossover a forma di coupé.

La proposta di un SUV con queste forme nel portafoglio di Fiat rafforza la posizione del marchio italiano nell'avere un prodotto al di sopra dei segmenti A e B, dove oggi è sostanzialmente bloccato, dopo la fine di modelli come Freemont e Bravo. Con la sua forma e proposta, non sarà un concorrente della bussola, ma un importante complemento della FCA.

Fiat: due SUV turbo con cambio CVT arrivano entro il 2021

Nell'altro caso, Filosa non fornisce dettagli al di là della catena cinematica, ma da quello che è stato visto al Design Center FCA di Betim, sarà un SUV compatto da combattere nel segmento in più rapida crescita sul mercato. Con Renegade che inizia oggi a $ 89.990, per Fiat è più facile mettere la nuova auto da $ 69.990 e catturare ancora clienti PCD esenti.

Questo SUV compatto utilizzerà la piattaforma Argo / Cronos e probabilmente con lo stesso passo in quanto si traduce in un risparmio sui costi, qualcosa che Fiat ha usato bene sulla base che l'ha originata: i 2,51m di diverse auto, come Punto, Idea, Grand Siena, ecc. Quello attuale è di 2,52 me può servire a questo scopo in un SUV tra 4,00 me 4,20 m.

Famoso, ma espressivo, il nuovo SUV compatto Fiat aumenterà rapidamente le vendite del marchio, pur avendo ancora Fastback, può ancora pensare alla leadership di mercato.

Da noticiasautomotivas, traduzione courtesy of google translator.
Entro il 2021 Fiat Brasile lancerà 2 suv, uno oltre i 4,7 metri derivante dal concept Fastback, l’altro invece sarà più compatto su pianale Renegade/Compass. Probabilmente il secondo suv sarà offerto in Europa come erede della Tipo. Entrambi i suv avranno motori firefly e CVT.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 11:01 am 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 4703
Finalmente hanno capito che potevano unificare o quasi i prodotti brazil con quelli europei....

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 - 234. 444km


Top
   
MessaggioInviato: ven ago 30, 2019 10:40 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Cnh Industrial prepara lo scorporo dei camion Iveco. Annuncio atteso martedì a New York
Una nuova operazione di scorporo, dopo Fiat Industrial e Ferrari, potrebbe interessare la galassia Agnelli. Questa volta a essere interessata è l'Iveco, la società di veicoli commerciali del gruppo Cnh Industrial

Una nuova operazione di scorporo, dopo Fiat Industrial e Ferrari, potrebbe interessare la galassia Agnelli. Questa volta a essere interessata è l'Iveco, la società di veicoli commerciali del gruppo Cnh Industrial. L'annuncio potrebbe arrivare martedì 3 settembre nel Capital Markets Day in programma alla Borsa di New York, quando saranno annunciate le strategie del gruppo.

L’ipotesi di separare il business delle macchine agricole di Case New Holland e quello dei camion di Iveco per incrementare il valore del gruppo è nell'aria da tempo. Ne aveva parlato già a febbraio del 2018 l'ex ceo Richard Tobin che aveva sottolineato l'esigenza di rafforzare, prima di un eventuale spin off, il bilancio della società. «Se si vuole ottenere un valore pieno, bisogna separare i due business. Non sto dicendo che lo faremo ma non bisogna essere dei geni per vedere che il business delle macchine agricole verrebbe valutato sulla base di multipli più alti», aveva spiegato Tobin.

Iveco, che ha lanciato a luglio il nuovo veicolo pesante S-Way con l'obiettivo di riconquistare quote di mercato nel segmento, ha realizzato un fatturato di circa 11 miliardi di dollari nel 2018.

Il post non è direttamente collegato a FCA perché CNH da ormai 9 anni CNH e Fiat sono separate. CNH ha annunciato la separazione di Iveco che va male da anni. Saranno ormai alla trentesima separazione per guadagnare di più sputando su ogni senso industriale. Iveco finirà in mano ai cinesi o agli indiani.


Top
   
MessaggioInviato: ven ago 30, 2019 11:17 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Fca, rilancio di Pomigliano legato al suv Tonale. Il 4 settembre al Mise rinnovo “cassa” per 4.500
I sindacati attendono l’ufficializzazione della produzione del nuovo suv Alfa Romeo Tonale a Pomigliano, per il rilancio dello stabilimento. Intanto il 4 settembre al Mise è in programma un incontro per il rinnovo della cassa integrazione per i 4.500 dipendenti. A Pomigliano si produce anche la Panda


Il Concept Tonale svela le linee del futuro Suv compatto Alfa Romeo
3' di lettura
«Il nuovo modello Alfa Romeo atteso nello stabilimento Fca di Pomigliano potrebbe essere finalmente in dirittura d'arrivo: si dovrebbe trattare del Tonale», il nuovo suv del Biscione presentato al Salone dell’Auto di Ginevra a marzo. Lo afferma Michele De Palma, responsabile Automotive
della Fiom.

GUARDA IL VIDEO / Alfa Romeo stupisce Ginevra con Tonale, prototipo di suv compatto


Il 4 settembre è convocato al ministero del Lavoro l’incontro per il rinnovo della cassa integrazione nella fabbrica campana, che dovrebbe interessare tutti i 4.500 lavoratori. «Si tratta di cassa per riorganizzazione: per produrre il nuovo modello - spiega De Palma - bisogna infatti fare una nuova linea perché quella della Panda non va bene. Il 4 chiederemo all’azienda il piano di investimenti per lo stabilimento, che serviranno a produrre il nuovo modello Alfa che da troppo tempo aspettiamo per la piena saturazione dell’impianto. Naturalmente bisognerà continuare anche a produrre la Panda».

SCOPRI DI PIU’ / Alfa Romeo Tonale e Fiat Centoventi, i concept che anticipano il nuovo suv e la futura Panda

La nuova Alfa Romeo Tonale, seguendo quanto già visto sulla sorella maggiore Stelvio, porterà su strada il Dna del marchio di Arese. Secondo quanto emerso all’epoca della presentazione al Salone di Ginevra di inizio marzo, l’autodovrebbe essere realizzata nello stabilimento di Pomigliano d'Arco e arrivare indicativamente sul mercato a partire dal 2020.

29 agosto 2019

Marco Bentivogli
Michele De Palma
Roberto Di Maulo
Salva
1Commenta

I più letti

1
LE INDISCREZIONI

Apple pronta a lanciare gli iPhone Pro. Ecco come saranno
2
PREVIDENZA

Riscatto laurea, 32mila domande in 4 mesi. Ecco a chi conviene l’iter agevolato
3
IL LEADER LEGHISTA

La solitudine di Salvini, spiazzato anche da Trump
4
ANALISI

Perché il taglio dei parlamentari ha effetti sul modello di democrazia
5
LA TRATTATIVA

Crisi, crescono le quotazioni di Conte ma ora il Pd vuole i ministeri chiave. Ecco i tre scenari
LEGGI ANCHE / Il piano Fca in Italia: investimenti, modelli e stabilimenti

Il piano di investimenti in Italia da 5 miliardi (sugli 8,3 per l’area Emea) annunciato lo scorso novembre prevedeva quattro nuovi modelli e una serie di interventi di restyling, finalizzati anche a raggiungere, sempre in Italia, la piena occupazione nel 2022. Secondo quanto previsto, Mirafiori vedrà nascere la 500 elettrica. A Melfi, dove si fanno la 500X e la Jeep Renegade, sarà prodotta la Jeep Compass mentre a Pomigliano accanto alla Panda, sarà prodotto, appunto, il nuovo suv compatto a marchio Alfa Romeo. A Cassino sarà destinato un nuovo modello Maserati.

Le fabbriche Fca sono ripartite a singhiozzo dopo le ferie estive, con un pesante ricorso alla cassa integrazione e i sindacati chiedono certezza sui tempi degli investimenti annunciati in Italia. La convocazione al Mise del 4 settembre è considerata un segnale positivo. «Il fatto che si tratti di cigs per riorganizzazione - spiega Michele De Palma - significa che potrebbe essere in dirittura d’arrivo il Tonale».

«Che si faccia il Tonale - dice Gianluca Ficco, responsabile Auto della Uilm - è assodato, c’è stato detto più volte da Fca. Confidiamo che il 4 vengano indicati i tempi. La Panda va meglio, ma siamo ancora lontani dalla piena occupazione. Anche Cassino è in difficoltà, a Mirafiori è stato avviato
l’investimento per la 500e ma non basta, sono necessari investimenti per la Maserati. Melfi fa tanta cig, ma è già partito l’investimento per la Renegade ibrida e per la Compass».

Per Marco Bentivogli, segretario generale Fim, «è fondamentale che arrivi la conferma della tempistica della produzione del Tonale, rinviato per troppo tempo. Ci auguriamo che i lavori sulla verniciatura effettuati quest'estate siano funzionali al nuovo modello e che si programmi la Panda ibrida annunciata il 29 novembre 2018. Il tema degli ammortizzatori diventa di più semplice gestione se ci sono conferme degli investimenti. Il lancio dei nuovi modelli è fondamentale».

«La cassa integrazione nelle fabbriche Fca si inserisce in un contesto drammatico per il lavoro. Si è perso un anno e mezzo in provvedimenti inutili, speriamo che il governo ora dia giusto spazio all'emergenza e
crei lavoro anziché distruggerlo. Il 4 si parlerà di cig per riorganizzazione a Pomigliano, è il segnale che la fabbrica può trovare un assetto definitivo per dare lavoro a tutti gli operai rimasti», osserva Roberto Di Maulo, segretario generale Fismic


Pare che la Tonale sarà prodotta a Pomigliano.


Top
   
MessaggioInviato: mar set 03, 2019 9:39 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12848
Fiat Chrysler Automobiles announced a handful of updates to their 2020 lineup this weekend, but there was one notable absence – any mention of a 2020 Fiat 500.
While that automaker detailed the 2020 500L, 500X and 124 Spider, they didn’t have anything to say about the 500. Autoblog reports there’s a good reason for this as all versions of the 500 are being dropped in the United States.

That remains unconfirmed but, when Jalopnik reached out for confirmation, a spokesperson declined to comment. That’s a tad unusual, as most automakers are quick to dismiss rumors about a model’s death. That could mean the 500 lineup is indeed being dropped, but nothing is official as of yet.



If FCA did decide to eliminate the 500, it wouldn’t be too surprising as the model’s popularity has seriously declined in the past few years. According to Carsalesbase data, sales peaked at 43,772 units in the United States in 2012. They have fallen every year since then and 2018 sales were a dismal 5,370 units.

2019 is looking even worse as the company has only moved 1,692 units through June. If that trend continues, the company will only sell 3,384 cars this year.

The numbers are appalling by any stretch of the imagination and they’re inching closer to Smart ForTwo territory. Smart sold 6,211 units in 2016 and another 3,071 in 2017. However, those numbers plummeted to 1,276 units in 2018 after going electric-only. The massive drop caused Smart to throw in the towel and it appears Fiat is doing the same.

Regardless, the 2020 500X will be offered with a newly available black roof. Likewise, the 2020 124 Spider gains a new “Scorpion Sting” side-stripe and hood decal package. The 2020 Fiat 500L, on the other hand, appears to carry over without any changes.

If Fiat does drop the 500, it’s curious that the 500L gets to live. US sales were a laughable 1,276 units last year and the company has only moved 399 units through June.

La 500 dice addio al Nord America, il marchio Fiat la seguirà a breve.
Non è un segreto per nessuno che lo sbarco di Fiat negli USA è stato un flop, normalmente una casa costruttrice annuncerebbe il ritiro, pagherebbe una significativa penale si concessionari e la storia sarebbe chiusa. FCA invece vuole risparmiare fino all’ultimo cent e aspetta che i concessionari rinuncino al marchio, rispetto al 2012 il 75% dei detentori della concessione per Fiat ha chiuso.


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1654 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 145 46 47 48 4956 Prossimo

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net