Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1410 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 141 42 43 44 4547 Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sab dic 04, 2021 12:09 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4551
Località: Bologna
daimlerchrysler ha scritto:
I big boss di Wolfsburg hanno ammesso che il software sui modelli ID è troppo basico per i gusti dei cinesi, ad esempio non è possibile scaricare un'applicazione che permetta di fare karaoke in macchina.

E noi qui a segarci sull'angolo di Ackermann della Giulia, sui ponti torcenti delle Golf e indipendenti delle Focus..


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: lun dic 06, 2021 6:06 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Secondo le ricostruzioni di Handelsblatt Diess dovrebbe mantenere il posto ma perderebbe ancora potere. Nel consiglio di gestione entrerebbero Döss per la funzione controllo e Brandstätter per il marchio VW. Secondo le indiscrezioni anche le trattative per la suddivisione dei modelli nei diversi impianti sarebbe stata fatta senza Diess.
Il ceo verrebbe per l'ennesima volta frenato dai sindacati ma manterebbe la carica. VW funziona in un modo tutto suo.


Top
   
MessaggioInviato: gio dic 09, 2021 3:54 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
https://www.volkswagenag.com/en/news/20 ... n-of-.html

Il consiglio di sorveglianza di Vw ha approvato il nuovo piano annuale e come al solito per mesi ci sono stati scontri tra i principali stakeholders che sono ampiamente stati svelati al pubblico.
Già le aziende automobilistiche non sono agili di per sè, aggiungi un cocktail esplosivo tra mega famiglie proprietarie, una partecipazione dello stato, sindacati arroganti e potentissimi ed è già un miracolo che Vw abbia il successo attuale.

Sono numerosi i cambi nel management:
- Diess rimane ma perde la responsabilità per la Cina e per il coordinamento dei marchi generalisti. Il manager bavarese però assume la responsabilità della divisione Cariad, delegata allo sviluppo software, nota dolente negli ultimi anni.
-Ralf Brandstätter passa da ceo del marchio Vw a capo di Vw group China, un segnale che le cose stanno andando malissimo in quel paese per Vw.
La redditività è crollata, i modelli Id vendono molto sotto le attese, Audi ha perso lo scettro tra i costruttori premium e Skoda è letteralmente implosa. Se mandano un pezzo da 90 come Brandstätter significa che devono ristrutturare.
- Manfred Döss, vicinissimo alle famiglie, diventa membro del board of management al posto della Werner. Segno dell’ influsso diretto di Porsche SE in Vw.
- viene nominata Hauke Stars a capo della struttura IT, decisione posticipata per mesi per colpa della Cavallo.
- Brandstätter lascerà la carica di ceo del marchio Vw a Thomas Schäfer, attualmente ceo di Skoda.
- l’attuale capo delle vendite di Audi Hildegard Wortmann diventa responsabile del settore marketing e vendita dell’intero gruppo, una carriera fulminante per la ex dirigente Bmw.
- viene rinnovato il contratto di Gunnar Killian che d’amblè è passato dal sindacato ad un ruolo super dirigenziale, i miracoli di Wolfsburg.

Numerosi annunci sono stati fatti per i vari impianti europei:
- Wolfsburg, al centro di un durissimo scontro tra Diess e la Cavallo, otterrà dal 2024 la Id3, a partire dal 2026 verrà prodotta una nuova elettrica in un nuovo impianto.
- Porsche si è intestardita nello spostare il proprio suv elettrico da Hannover a Lipsia.
- Neckarsulm avrà dal 2024 ben 3 modelli elettrici, sarà la versione di serie della A6 Etron più derivate.
- Bruxelles produrrà la Q8 Etron e la Q4 Etron
- Enormi investimenti dovrebbero arrivare negli impianti spagnoli del gruppo (Pamplona e Martorell), lì Vw vuole produrre le segmento B e B-suv elettriche.


Gli analisti sperano che gli scontri che hanno paralizzato il gruppo per mesi siano terminati. Lo speravano anche nel 2015, 2016, 2018 e 2020.


Top
   
MessaggioInviato: mer dic 15, 2021 4:52 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer apr 04, 2007 10:56 am
Messaggi: 1386
dai che comprerò la golf TDI dopo la Clio 5

https://www.quattroruote.it/news/ecolog ... i_tdi.html


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: mer dic 15, 2021 10:25 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Tyreal_Reloaded ha scritto:
Da anni leggo le notizie di casa VW e sembra sempre ci sia qualcuno che deve pagare per i clamorosi insuccessi di qualcosa o per il bagno di sangue dovuto a qualcos'altro... Poi vai a vedere le vendite e sono sempre a livelli stratosferici.


Infatti è un miracolo che l’azienda vada così bene pur con un sistema di governance così disfunzionale.


Top
   
MessaggioInviato: gio dic 16, 2021 7:39 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Volkswagen Group expects to produce even fewer cars in 2022 than this year due to semiconductor supply troubles, a German business magazine reported.

The automaker, which reduced its forecast for 2021 vehicle deliveries last week to 9 million from 9.3 million, is preparing for the possibility that the current chips shortage could last until at least early 2023, the report said.

In the worst-case scenario, deliveries could fall to 8 million cars next year -- but even if things go relatively well, deliveries could be slightly below this year's, it said. Manager Magazin reported on Thursday, citing people familiar with the matter.

VW Group, which owns brands including Audi, Porsche, Bentley and Skoda, declined to comment on the report, stating it expected a slight easing of the supply situation in 2022 but that the first half of the year would remain very volatile.

VW Group's deliveries rose 6.9 percent to just below 7 million vehicles in the first nine months, the automaker said in an earnings statement on Oct. 28.

VW Group's sales plunged 16 percent to 9.2 million vehicles in 2020, hit by production stoppages and the temporary closures of showrooms during lockdowns to curb the spread of COVID-19.

VW's labor boss Daniela Cavallo also expects the chips crunch to worsen. "There will still be shortages all next year. And things will not suddenly get better in 2023 either. We still have the worst ahead of us," Cavallo said.


CONTENT FROM IHS MARKIT
Automotive Research and Analysis
Observations and insights from our global automotive industry experts including: product strategy, technology, productions, sales and marketing.
READ MORE
Audi and Skoda are lengthening their Christmas breaks to Jan. 10 because of the supply bottlenecks.

Audi said it expected the situation to carry on for "months on end."

"We expect to be occupied with this crisis for months on end in the coming year," a spokesperson said. "The scarcity could extend for even longer."

Porsche said in November the crisis highlighted the need for automakers to take production into their own hands. "Anyone who believes the chip crisis will calm itself in the next year is mistaken," CEO Oliver Blume told Germany's Boersen-Zeitung.

Automakers including BMW and Daimler have said they expect chip problems to continue well into 2022, with BMW confirming to Reuters on Thursday it did not expect the crisis to ease until the second half of next year.

Whether buying computer chips directly from manufacturers, reconfiguring cars, or producing them with parts missing, many automakers are getting creative to cope with the global shortage that some had expected would ease by the beginning of next year.

Secondo manager Magazin Vw avrà pesanti problemi nel 2022 a causa della carenza dei chip. Si parla di volumi più bassi del 2020 e del 2021. Dal punto di vista economico sarebbe una situazione molto pesante a causa dell’aumento degli investimenti per elettriche e software.


Top
   
MessaggioInviato: dom dic 19, 2021 5:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Ein letzter Versuch der Zusammenarbeit"

Erst vor gut einer Woche wurde der Streit bei VW zwischen Konzernvorsteher Herbert Diess und dem Betriebsrat mit einem Vorstandsumbau beigelegt. Doch Frieden ist damit noch nicht eingekehrt, wie ein Interview mit IG-Metall-Chef Jörg Hofmann deutlich macht.
18.12.2021, 10.32 Uhr
Zur Merkliste hinzufügen






Link kopieren
"Wir tun das in der Hoffnung, dass seine erratischen Ausbrüche ein Ende finden": IG-Metall-Chef Jörg Hofmann schickt eine deutliche Warnung in Richtung VW-Chef Herbert Diess.


Bild vergrößern
"Wir tun das in der Hoffnung, dass seine erratischen Ausbrüche ein Ende finden": IG-Metall-Chef Jörg Hofmann schickt eine deutliche Warnung in Richtung VW-Chef Herbert Diess. Foto: Paul Zinken / dpa
Ein Ende des Führungsstreits bei Volkswagen ist aus Sicht der IG Metall keineswegs sicher. Nach dem vor einer Woche beschlossenen Umbau des Vorstands komme es jetzt darauf an, wie Konzernchef Herbert Diess (63) seine Arbeit mache, sagte der Gewerkschaftsvorsitzende Jörg Hofmann (66) der "Frankfurter Allgemeinen Zeitung". "Das ist jetzt noch mal ein letzter Versuch der Zusammenarbeit", so Hofmann. "Wir tun das in der Hoffnung, dass seine erratischen Ausbrüche ein Ende finden." Wenn nicht, werde man sich dem Thema neu stellen müssen. "Ich mache mir da keine Illusionen."

ANZEIGE

ANZEIGE

Diess hatte den Betriebsrat Ende September durch Überlegungen über einen möglichen Abbau von Zehntausenden Arbeitsplätzen erneut gegen sich aufgebracht. Erst nach einer langwierigen Kompromisssuche gelang es vor gut einer Woche, den Streit mit einer weiteren Erosion der Macht von Diess zu beenden.

Mehr zum Thema

Volkswagen-Vorstand: Acht minus eins gleich zwölf Von Michael Freitag
Acht minus eins gleich zwölf
VW-Betriebsratschefin Cavallo: "Wir haben das Schlimmste noch vor uns"
"Wir haben das Schlimmste noch vor uns"
Diess soll Chef bleiben: Volkswagen gönnt sich 12-köpfigen Großvorstand
Volkswagen gönnt sich 12-köpfigen Großvorstand
Demnach rückt VW-Markenchef Ralf Brandstätter zu Jahresbeginn in den Konzernvorstand auf und übernimmt das neue Ressort "Volkswagen Pkw". Konzernchef Diess soll Mitte 2022 die Leitung des wichtigen, zuletzt schwächelnden China-Geschäfts an Brandstätter abgeben, behält aber die Verantwortung für die Volumenmarken und wird oberster Chef der Software-Tochter Cariad. Der 63-Jährige bleibt zudem verantwortlich für die Strategie auf Feldern wie Software und Batterien.

ANZEIGE
Sportliche Zeitmesser im maritimen Design

Die Uhren von Breguet sind auch eine Hommage an die Welt der Meere
Hofmann, der stellvertretender Vorsitzender des VW-Aufsichtsrats ist, sagte dazu: "Wenn Herbert Diess das Unternehmen als Vorstandsvorsitzender nach vorne entwickeln will, muss er sich da beweisen." Man könne die Vergangenheit nicht ausradieren. Trotzdem sei es für VW jetzt die richtige Lösung, "dass wir als Arbeitnehmer einen Grundkonflikt mit den Anteilseignern vermeiden konnten und fürs Erste mit Herrn Diess weitermachen".


Dessen strategische Kompetenz sei unumstritten, aber das allein sei nicht genug für einen Vorstandsvorsitzenden, sagte Hofmann. "In meinem Verständnis gehört dazu auch eine Fähigkeit, die Mannschaft zu begeistern. Das macht man nicht über Twitter oder Linkedin, sondern durch gute und verbindliche Kommunikation."

Un’intervista che mostra senza falsa reticenza la tracotanza del sindacato di Vw.
Jörg Hoffmann è il segretario dell’ Ig Metall (diciamo come Landini), siede nel consiglio di sorveglianza di Vw, siede anche nel presidium (è una versione ristretta del consiglio di sorveglianza dove tutte le decisioni fondamentali vengono prese prima che si riunisca il consiglio di sorveglianza a 20). Neanche una settimana dopo un laboriosissimo accordo tra le parti Hoffmann minaccia Diess parlando di un’ultima chance. Il ceo deve ascoltare di più i lavoratori (tradotto in italiano deve permettere ai lavoratori di continuare ad essere pagati più della media e di lavorare meno degli altri). Dubito seriamente che Diess durerà per tutto il 2022, d’altronde converrebbe anche ai Porsche farlo fuori per qualcuno con migliori rapporti con il sindacato.


Top
   
MessaggioInviato: lun dic 20, 2021 11:09 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 8413
daimlerchrysler ha scritto:
Dubito seriamente che Diess durerà per tutto il 2022, d’altronde converrebbe anche ai Porsche farlo fuori per qualcuno con migliori rapporti con il sindacato.
Possono anche farlo fuori, ma pandemia + carenza di componenti e chjip + logistica tutt'ora nel caos + tappe forzate verso un'elettrificazione che non sembra fare breccia nel pubblico di massa, hai voglia ad avere migliori rapporti con il sindacato, i problemi rimangono lì e sono belli grossi, per tutti. Poi VW rispetto agli altri ha l'ulteriore problema di IgMetall ...


Top
   
MessaggioInviato: lun dic 20, 2021 12:14 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
mauro65 ha scritto:
Possono anche farlo fuori, ma pandemia + carenza di componenti e chjip + logistica tutt'ora nel caos + tappe forzate verso un'elettrificazione che non sembra fare breccia nel pubblico di massa, hai voglia ad avere migliori rapporti con il sindacato, i problemi rimangono lì e sono belli grossi, per tutti. Poi VW rispetto agli altri ha l'ulteriore problema di IgMetall ...



I problemi rimarranno anche dopo una fuoriuscita di Diess ma i sindacati hanno il potere di paralizzare il gruppo, qualsiasi decisione viene bloccata (licenziamenti in Brasile, nomina di manager in Cina oppure in Nord America, via libera alle nuove fabbriche di batterie in Spagna).
Nessuno dubita della strategia di Diess internamente, la Cavallo ha detto pubblicamente che non c’è alternativa alla transizione verso l’elettrico e verso lo sviluppo software. Le tappe intermedie sono molto discusse.
L’Ig Metall pretende di mantenere la forza lavoro quasi intatta, rifiuta i nuovi turni di lavoro (a Zwickau per produrre una Id3 ci vogliono 20 ore, per produrre una Golf a Wolfsburg quasi 40) e ha imposto che la nuova società di sviluppo software (Cariad) avesse diritto al contratto di Vw financial services, naturalmente super oneroso.
I sindacalisti pretendono di metter becco ovunque, anche in decisioni che oggettivamente non gli competono (ad esempio da quali fornitori deve andare Cariad).
Anche a Daimler e a Bmw l’Ig Metall è potentissima ma a livelli ben più bassi, nel 2019 Mercedes ha annunciato tagli in Germania per 15.000 unità che nel 2020 erano già stati portati a casa. Adesso Mercedes viaggia su margini del 12%.
In casa Vw i tagli dello Zukunftspakt del 2016 (21.000 posizioni perdute in Germania) non sono neanche a metà del target.
Diess poi non ha nè la capacità di trovare vie alternative nè la voglia di trovare compromessi.
Secondo me è fondamentale trovare un sostituto (Blume e Dusemann fondamentalmente) che riesca a trovare un modo di coabitazione con il sindacato che non è destinato a perdere potere.

Ingolstadt produrrà entro il 2028 solo elettriche, oltre alla Q6 Etron arriveranno prima la A6 Etron e poi una berlina tipo A4 con una variante sportback.
Neckarsulm continuerà a produrre auto con motore a combustione finì al 2030.


Top
   
MessaggioInviato: lun dic 20, 2021 3:14 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:29 pm
Messaggi: 15986
E' anche vero che questa situazione va avanti da anni, eppure riescono lo stesso a rimanere in vetta alle classifiche.

_________________
Toyota RAV4 2.5 Hybrid Lounge - 2019 Immagine
Abarth 595C Turismo - 2016 Immagine
Royal Enfield Interceptor 650 - 2022 Immagine


Top
   
MessaggioInviato: gio gen 13, 2022 2:54 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
The Volkswagen Group supervisory board could decide next month whether its Audi and Porsche subsidiaries should compete in Formula One, German business paper Frankfurter Allgemeine Zeitung (FAZ) reported.

Entering the racing series, which is popular in Europe, would be costly but would give the two brands increased marketing exposure in key Asian markets including China and to a growing audience in the U.S.

Both Audi CEO Markus Duesmann and Porsche boss Oliver Blume are keen for their brands to join the competition, the paper said.

F1 boss Stefano Domenicali, a former VW Group executive and head of its Lamborghini supercar brand, is pressing the automaker's board for a decision soon so he can conclude lucrative TV marketing contracts, the report said.

VW Group's supervisory board will discuss the matter at the end of February, FAZ said, adding that group CEO Herbert Diess has long been considered a proponent of entry into F1.

The racing series is moving to become CO2-neutral from 2026 onward, using electrified powertrains and synthetic fuels.

Under more climate-friendly conditions, the two premium brands would be able to justify a very costly Formula One commitment from a sustainability perspective.


CONTENT FROM IHS MARKIT
Automotive Research and Analysis
Observations and insights from our global automotive industry experts including: product strategy, technology, productions, sales and marketing.
READ MORE
According to information from the FAZ report, Audi and Porsche want to jointly develop a F1 powertrain to save costs. They would not to be mere engine suppliers but would compete with their own racing teams.

Running costs for a top tier F1 team can easy top several hundred million euros per season, and only a part of that investment is returned in the form of sponsorship money.

The report said negotiations with the McLaren and Red Bull racing teams are at an advanced stage. These involve a purchase offer for McLaren by Audi and close Porsche cooperation with Red Bull.

Audi and McLaren denied initial rumors of a takeover of McLaren in November, however McLaren said it is open to technology collaboration "with relevant partners and suppliers."

The McLaren F1 team currently uses engines from Mercedes-Benz.

In an interview with Auto Bild Motorsport earlier this month, Domenicali made positive overtures to VW Group.

"I think we have an important month ahead of us in terms of the Volkswagen Group's decision," he said. "Getting involved would be great, but I can't speak on behalf of VW. I was part of this incredible group for a few years, and I know how hard they are working on the future."

Porsche had previously competed in Formula 1 with a team in the 1950s and 1960s and provided the power unit for four world championship titles for McLaren in the 1980s. Porsche withdrew from the premier class in 1991.

A fine febbraio Vw deciderà se entrare in formula 1 o meno.


Top
   
MessaggioInviato: gio gen 13, 2022 3:37 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 5941
Siccome sguazzano nell'oro fan bene a valutare come sputtanare altre risorse.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 18, 2022 2:13 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 23780
Novità in arrivo nell'organigramma Lamborghini...


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 18, 2022 3:35 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio feb 13, 2014 11:58 am
Messaggi: 4214
Località: Salzburger Land
Potevi non spoilerarmi eh...te l'avevo anche chiesto in privato. :roll:

_________________
Life is tough,but it's tougher if you're stupid


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 18, 2022 3:47 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 23780
Phoeny ha scritto:
Potevi non spoilerarmi eh...te l'avevo anche chiesto in privato. :roll:


:sdentato :sdentato :sdentato

Ti ci vedrei bene nel board!


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 19, 2022 12:13 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
https://www.quattroruote.it/news/indust ... iche_.html

Intervista assolutamente da leggere, Diess ammette che i costi sociali e le difficoltà di un repentino sostenuto verso la mobilità esclusivamente elettrica sono insuperabili. Basta pensare alle difficoltà di approvvigionamento di materie prime per rendere entro il 2030 il 70% delle vendite completamente elettrico. Nel frattempo il furbissimo ministro dell'economia tedesco vuole far dichiarare l'energia nucleare inquinante costringendo l'intero continente di diventare praticamente schiavo di Putin. Di fronte all'obiezione che una buona parte della popolazione non sarà più in grado di comprarsi un auto il suddetto ha ribattuto:" e così sia".
Siamo in mano a gente veramente incompetente.


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 19, 2022 12:22 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 5941
daimlerchrysler ha scritto:
https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2022/01/19/volkswagen_diess_in_europa_sara_quasi_impossibile_dire_addio_alle_endotermiche_.html

Intervista assolutamente da leggere, Diess ammette che i costi sociali e le difficoltà di un repentino sostenuto verso la mobilità esclusivamente elettrica sono insuperabili. Basta pensare alle difficoltà di approvvigionamento di materie prime per rendere entro il 2030 il 70% delle vendite completamente elettrico. Nel frattempo il furbissimo ministro dell'economia tedesco vuole far dichiarare l'energia nucleare inquinante costringendo l'intero continente di diventare praticamente schiavo di Putin. Di fronte all'obiezione che una buona parte della popolazione non sarà più in grado di comprarsi un auto il suddetto ha ribattuto:" e così sia".
Siamo in mano a gente veramente incompetente.



Forse non è incompetente ma pienamente consapevole.
Sono anni che ci giriamo attorno a questa vicenda e sono anni che l'UE tenta di svincolarsi dalla subalternità Usa.
E se uno dovesse guardare alla semplice morfologia del pianeta sfido chiunque a dire che la Russia e l'Ue non debbano avere collaborazioni privilegiate.
Vabbene i muri che dividono ma un oceano e l'assenza di risorse condivisibili (a parte le idee strampalate che promosse Obama di portare il gas in UE con le navi) rendono gli Usa molto meno importanti di quanto non possa essere la Russia.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 19, 2022 12:36 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 5941
Si potrebbe anche immaginare che un avvicinamento Ue-Russia ci portebbe in posizione di vantaggio e "disinteressata" per anni alle diatribe Cina-Usa.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 19, 2022 1:27 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 5767
Località: Milano
G5X ha scritto:
daimlerchrysler ha scritto:
https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2022/01/19/volkswagen_diess_in_europa_sara_quasi_impossibile_dire_addio_alle_endotermiche_.html

Intervista assolutamente da leggere, Diess ammette che i costi sociali e le difficoltà di un repentino sostenuto verso la mobilità esclusivamente elettrica sono insuperabili. Basta pensare alle difficoltà di approvvigionamento di materie prime per rendere entro il 2030 il 70% delle vendite completamente elettrico. Nel frattempo il furbissimo ministro dell'economia tedesco vuole far dichiarare l'energia nucleare inquinante costringendo l'intero continente di diventare praticamente schiavo di Putin. Di fronte all'obiezione che una buona parte della popolazione non sarà più in grado di comprarsi un auto il suddetto ha ribattuto:" e così sia".
Siamo in mano a gente veramente incompetente.



Forse non è incompetente ma pienamente consapevole.
Sono anni che ci giriamo attorno a questa vicenda e sono anni che l'UE tenta di svincolarsi dalla subalternità Usa.
E se uno dovesse guardare alla semplice morfologia del pianeta sfido chiunque a dire che la Russia e l'Ue non debbano avere collaborazioni privilegiate.
Vabbene i muri che dividono ma un oceano e l'assenza di risorse condivisibili (a parte le idee strampalate che promosse Obama di portare il gas in UE con le navi) rendono gli Usa molto meno importanti di quanto non possa essere la Russia.

Guarda che le navi di LNG dagli USA verso il resto del mondo sono già una situazione reale (tanto che uno dei 2 indici mondiali che prezzano l'LNG è di fatto americano, l'Henry Hub). Che ne arrivino pochi qui in Europa è solo perchè i prezzi sono più alti in Asia.
Affidarsi ad un partner inaffidabile come la Russia (che sta tenendo per le palle mezza Europa solo per potersene fregare delle regole ed avere il beneplacito per un prossima invasione dell' Ucraina) non mi sembra la miglior soluzione.

_________________
Seat Leon 1.4 E-Hybrid Phev 204 cv


Ultima modifica di Leon83 il mer gen 19, 2022 1:30 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
MessaggioInviato: mer gen 19, 2022 1:28 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 5941
Leon83 ha scritto:
G5X ha scritto:
daimlerchrysler ha scritto:
https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2022/01/19/volkswagen_diess_in_europa_sara_quasi_impossibile_dire_addio_alle_endotermiche_.html

Intervista assolutamente da leggere, Diess ammette che i costi sociali e le difficoltà di un repentino sostenuto verso la mobilità esclusivamente elettrica sono insuperabili. Basta pensare alle difficoltà di approvvigionamento di materie prime per rendere entro il 2030 il 70% delle vendite completamente elettrico. Nel frattempo il furbissimo ministro dell'economia tedesco vuole far dichiarare l'energia nucleare inquinante costringendo l'intero continente di diventare praticamente schiavo di Putin. Di fronte all'obiezione che una buona parte della popolazione non sarà più in grado di comprarsi un auto il suddetto ha ribattuto:" e così sia".
Siamo in mano a gente veramente incompetente.



Forse non è incompetente ma pienamente consapevole.
Sono anni che ci giriamo attorno a questa vicenda e sono anni che l'UE tenta di svincolarsi dalla subalternità Usa.
E se uno dovesse guardare alla semplice morfologia del pianeta sfido chiunque a dire che la Russia e l'Ue non debbano avere collaborazioni privilegiate.
Vabbene i muri che dividono ma un oceano e l'assenza di risorse condivisibili (a parte le idee strampalate che promosse Obama di portare il gas in UE con le navi) rendono gli Usa molto meno importanti di quanto non possa essere la Russia.

Guarda che le navi di LNG dagli USA verso il resto del mondo sono già una situazione reale. Che ne arrivino pochi qui in Europa è solo perchè i prezzi sono più alti in Asia.



Se dovessimo appoggiarci a quelle per soddisfare il fabbisogno, auguri.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 19, 2022 1:34 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 24, 2006 7:51 pm
Messaggi: 5767
Località: Milano
G5X ha scritto:

Se dovessimo appoggiarci a quelle per soddisfare il fabbisogno, auguri.


Intendi LNG in generale o LNG americano?

_________________
Seat Leon 1.4 E-Hybrid Phev 204 cv


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 25, 2022 11:40 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
https://www.quattroruote.it/news/indust ... stita.html

Bosch e Vw hanno annunciato un’alleanza per lo sviluppo comune di alcune tecnologie per la guida autonoma.


Top
   
MessaggioInviato: ven gen 28, 2022 11:25 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Volkswagen Group's surprise announcement that it will team with Bosch to develop self-driving software can be seen as something of a strategic retreat.

After launching its own software unit, Cariad, just 18 months ago, VW appears to be admitting that it needs the expertise of partners to produce the incredibly complicated software stacks needed for advanced driving assistance and, eventually, full self-driving cars.

"We are acquiring the IP and capabilities to design our own software," VW CEO Herbert Diess wrote on LinkedIn on Tuesday, calling it an "important milestone."

Cariad was originally launched as an agile, stand-alone unit, but Diess himself said last year that VW was "always open" to discussions about partnering on software and other technology.

Expertise from Bosch, the world's largest automotive supplier, will help VW close what even it acknowledges is a gap to its main competitors, including Tesla.

An announcement in December by Mercedes-Benz that it had received approval for SAE Level 3 – meaning true hands-free driving on certain roads – only served to emphasize that VW's much-promoted embedded Level 3 function on the Audi A8 never received approval to be deployed.

And the Audi-led Artemis project, which aimed to bring to market by 2024 a fully digital passenger car capable of highly automated driving, has also stalled. That date has been pushed back to 2025, and a further blow came earlier this month when Porsche bought itself out of the project, saying it did not need the technology.


CONTENT FROM IHS MARKIT
Automotive Research and Analysis
Observations and insights from our global automotive industry experts including: product strategy, technology, productions, sales and marketing.
READ MORE
Stellantis, which just announced it will spend $23 billion on software, plans to introduce Level 3 self-driving in 2024, working in partnership with BMW to develop the technology. BMW, for its part, will roll out its own Level 3 autonomy technology starting this year with the next-generation 7 Series sedan.

Playing catch-up
"This partnership will significantly help us to catch back up" in developing ADAS/AD software, Cariad boss Dirk Hilgenberg told journalists on a call Tuesday, citing Tesla. "That's why it's being set up."

"Speed is of the essence, because Tesla has many vehicles on the road broadcasting data every day," he added. Hilgenberg and Mathias Pillin, president of Bosch Cross-Domain Computing Solutions, plan to take advantage of VW's huge scale to create their own fleet of data-generating cars.

The partnership has relatively modest ambitions. Rather than aiming for SAE Level 5 – full self-driving in all conditions – or even Level 4, Bosch and VW are focusing on Level 2 plus and Level 3, meaning the driver will still sit behind the steering wheel with varying levels of involvement.

The main goal, VW says, is to ensure that every car in its vast portfolio -- "from the Polo to Bugatti," Hilgenberg said – will have access to ADAS features as the automaker moves to electric-focused platforms such as MEB (for smaller cars) and PPE (for performance).

"We want to make partially and highly automated driving suitable for volume production and available to a broad customer base," Hilgenberg said. "In other words, we want to make it available to everyone, and we truly mean everyone, not just premium vehicles, but true volume production cars for private mobility."

Despite that, VW also hopes it will get Artemis back on track. "What we announced with Artemis is we'll start with Level 3 and be Level 4 ready, and we'll stick with that. This partnership will support that," Hilgenberg said.

Still, Hilgenberg and Pillin noted that contractually, the venture is only obligated to create solutions up to Level 3 functionality, leaving open the questions of if and when Level 4 would be achieved. "Both parties have the ambition for Level 4, and we will evaluate that as we go along," Hilgenberg said.

Bosch to get marketing rights
Bosch will bring to the partnership its AOS operating system that serves as middleware, which can be seen as the heart of the system for automated driving. But that will come at a cost to VW: Bosch will, after a certain point, have the right to offer solutions developed by the project to other customers. That could make Bosch the winner in the deal.

No financial terms were discussed, but VW expects that Cariad software will be in 60 percent of group vehicles by 2025, up from 10 percent in 2020.
Nonetheless, both VW and Bosch took pains to say that the collaboration will bring mutual benefits.

Pillin said VW would help make Level 3 automation suitable for the mass market, not just premium cars. Tesla's latest Full Self-Driving package is a $12,000 option.

"This requires a very large operational design domain (ODD)," he said. "I am confident with this partnership, this fleet, and the data we collect, we will be able to make a difference on the market."

Hilgenberg added the partnership would serve to "safeguard the future" of both companies. "It's kind of a special sail on the boat to accelerate the Cariad ship," he said.

Qualche dettaglio in più sull’alleanza tra Bosch e Vw. Nonostante le roboanti dichiarazioni e gli enormi investimenti fatti da Vw (ben più alti di Mercedes e Bmw) Diess & company sono dovuti correre a Stoccarda per chiedere aiuto. Dal punto di vista strategico è auspicabile che i costruttori mantengano il controllo delle tecnologie per la guida autonoma ma per me non c’è alcun dubbio che colossi come Google ed Apple possano fare ben di meglio.
Imho è inevitabile che tutti i costruttori cerchino alleanze, da soli non ce la possono fare.


Top
   
MessaggioInviato: sab feb 05, 2022 10:39 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Volkswagen AG plans to cut nearly all night shifts at its main plant in Germany that are a boon to workers as Europe’s largest carmaker continues to battle the semiconductor crisis.

VW will cut the night shift, for which workers receive extra pay, from the start of the second quarter on three assembly lines in Wolfsburg, the carmaker said Friday, confirming a post on its intranet seen by Bloomberg News. The move has drawn ire from labor leader head Daniela Cavallo, who said a compromise on compensation must be found.


“Our colleagues aren’t responsible for the fact that order books are overflowing while we can’t make the vehicles because of the lack of semiconductors,” Cavallo said in the post. “We’ll fight for partial compensation.”

Only a fourth assembly line that handles the Tiguan and its hybrid models, the Touran and Seat Tarraco will continue to run early, late and night shifts, VW said.

Factory workers at Volkswagen have been on edge amid growing tensions between VW’s powerful union leaders and CEO Herbert Diess, who hinted at possible job cuts in November to stay competitive in the face of Tesla Inc. and the shift to EV production. The global shortage of chips forced Volkswagen to slash output at the sprawling Wolfsburg factory last year.


The decision to cut the night shift was made in response to repeated short-notice cancellations and the need to furlough workers, the company said.

“It is unavoidable that we adjust our shift model to maintain competitiveness and secure jobs in the long term,” said Gunnar Kilian, the board member in charge of personnel. “Unfortunately, this step will also involve workforce cuts and the loss of hardship allowances for the night shift.

Probabilmente si aprirà un nuovo fronte di scontro tra il management Vw e il sindacato. A partire da aprile verranno cancellati i turni notturni per la produzione della Golf, questi straordinari sono molto lucrativi per gli operai. Già nel 2006 si parlò di cancellarli, Diess ha mandato avanti Killian, ex sindacalista e attuale capo del personale nel trattare con Cavallo & soci.


Top
   
MessaggioInviato: lun feb 07, 2022 3:14 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Audi wird zwei seiner Einstiegsmodelle streichen. Der Hersteller will dafür die Modellpalette im oberen Bereich erweitern.

Audi Q2: Das kleine SUV wird keinen Nachfolger bekommen. (Foto: Audi)
Audi Q2: Das kleine SUV wird keinen Nachfolger bekommen. (Foto: Audi)

Die VW-Tochter Audi will künftig mit Luxusautos mehr Geld verdienen und kleinere Modelle auslaufen lassen. Vorstandschef Markus Duesmann sagte dem "Handelsblatt" (Montag): "Konkret haben wir entschieden, den A1 nicht mehr zu bauen, und auch vom Q2 wird es kein Nachfolgemodell mehr geben."
Der Konzern habe die Rolle der einzelnen Marken neu definiert. "Auch Audi als Premiummarke haben wir neu ausgerichtet. Wir werden unsere Modellpalette nach unten begrenzen und nach oben erweitern", sagte Duesmann. Der erst 2016 eingeführte kompakte SUV Q2 werde ohne Nachfolger auslaufen, weil er nicht mehr in die Planung des Portfolios und der Entwicklungskapazitäten passe: "Wir priorisieren andere Segmente."

Modelle mit höherer Marge bevorzugt

Als Flaggschiff entwickelt Audi eine vollelektrische Luxuslimousine mit sehr geräumigem Innenraum, neuem Bordnetz und neuer Software. "Wir sind im Zeitplan und werden das Modell 2025 auf die Straße bringen", sagte der Audi-Chef. "Danach wird es aber sicher noch weitere Modelle auf der Plattform geben, auch Varianten bei Bentley und Porsche."
Wegen der anhaltenden Halbleiter-Engpässe baut der VW-Konzern die verfügbaren Chips wie andere Autohersteller auch nach Möglichkeit eher in die profitableren Modelle ein. "Im Konzern versuchen wir, das Gesamtergebnis zu sichern. Deshalb priorisieren wir Modelle mit höherer Gewinnbeteiligung", sagte Duesmann. Größere Modelle seien auch beliebt, viele Menschen wollten sich in der Pandemie etwas gönnen. "Hinzu kommt der Trend zu mehr Ausstattung. Deshalb steigt der Umsatz auch schneller als der Absatz." Bei der Halbleiter-Versorgung erwarte er im Laufe des Jahres Besserung.

Lücken bei der Vernetzung

Mit Blick auf die Verkaufszahlen in China räumte Duesmann Lücken bei der Vernetzung der Autos ein. "Bei der Vernetzung müssen wir nachlegen, da treffen wir die hohen Ansprüche der chinesischen Kundinnen und Kunden noch nicht in dem Maße, wie wir das gerne tun würden." Sie wollten aus dem Auto heraus auch chatten oder bezahlen können. Um die Lücken zu schließen, könnte es ein großes gemeinsames Entwicklungszentrum von VW und Audi in China geben. Außerdem wolle Audi bei Halbleitern, Batterien, Infotainment und autonomem Fahren enger mit chinesischen Technologiekonzernen zusammenarbeiten

Audi cancellerà anche la Q2 oltre la A1, il marchio tedesco non vede un futuro per i modelli più piccoli nella propria gamma. Alla fine i clienti potranno rivolgersi a modelli simili di altri marchi del gruppo.


Top
   
MessaggioInviato: ven feb 11, 2022 8:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Volkswagen (DE:VOWG_p)'s works council chief Daniela Cavallo said the carmaker must do more to understand the Chinese market in order to capture greater market share, after missing its electric vehicle sales targets in the country last year.

"Volkswagen must get its act together in China and understand customers' needs better, particularly in software," Cavallo said in an interview with Germany's Frankfurter Allgemeine Zeitung published on Wednesday.

The German automaker sold 70,625 ID electric vehicles in China last year, missing its goal of 80,000 to 100,000 cars, with production affected by regional COVID-19 outbreaks as well as chip-related issues.

ADVERTISEMENT

Foreign automakers have struggled to compete with their Chinese counterparts in the Chinese market, with U.S.-based Tesla (NASDAQ:TSLA) the only foreign brand among the top 10 electric vehicle sellers in the country.

"For a German driver, it may not be important to have a karaoke system on the central screen, but many Chinese customers love such features and are disappointed when VW does not offer them," Cavallo told the FAZ.

Daniela Cavallo sarà rimasta italiana ma mostra la stessa arroganza germanica del predecessore. Il capo del sindacato aziendale (non si sa a quale titolo) ha espresso forte preoccupazione per la situazione della divisione cinese.
Purtroppo non è un mistero che tra il management e gli azionisti il nervosismo sia molto accentuato.
Vw ha commesso molti errori in Cina:

1) il lancio delle ID è andato malissimo, VW ha una capacità produttiva per 500.000 unità, non arrivano a 150.000 vendite. Le ID costano troppo, il software è molto indietro rispetto alla concorrenza cinese e la qualità costruttiva è inferiore al passato.

2) Audi ha perso il primato tra i costruttori premium, non è più la scelta di default per i cinesi abbienti. Ancora peggio la casa degli anelli ha perso molte quote di mercato nei segmenti E e F. Q7 e A8 vendono molto meno di GLE oppure di serie 7.

3) Skoda è implosa, le vendite in 3 anni sono crollate del 67%. Il sub brand Jetta è partito bene ma non riesce a compensare i cali di VW e Skoda.

4) VW ha avuto per 25 anni 2 Joint Ventures (come Gm e Toyota) con Saiac e Faw. Nel 2018 VW ha aperto una nuova Joint ventures con JAC in cui VW ha il controllo di maggioranza e che produrrà esclusivamente veicoli elettrici. I rapporti con FAW e SAIAC sono diventati molto tesi.

Spedire a Pechino Brandstätter è l'ammissione della necessità di un pezzo da 90 per ristrutturare e ci vorranno qnni per risalire la china.


Top
   
MessaggioInviato: ven feb 11, 2022 9:17 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 8413
daimlerchrysler ha scritto:
3) Skoda è implosa, le vendite in 3 anni sono crollate del 67%. Il sub brand Jetta è partito bene ma non riesce a compensare i cali di VW e Skoda.
Ricordo male o tempo fa Wolfsburg era alquanto infastidita dai successi di Skoda?


Top
   
MessaggioInviato: ven feb 11, 2022 10:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Anche in Cina e infatti i risultati si vedono. Il sub marchio Jetta ha sottratto non pochi clienti a Skoda.


Top
   
MessaggioInviato: mer feb 16, 2022 6:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
BERLIN -- Volkswagen Group CEO Herbert Diess warned of more output cuts because of the chip crisis at its main factory in Wolfsburg amid rising tensions over how to make the plant fit for the electric age.

While VW has made progress managing the global components bottleneck, the situation at its German headquarters in Wolfsburg remains challenging, Diess said on Wednesday during a workers' assembly.

"Wolfsburg is particularly hard hit by the semiconductor situation," Diess said. "Capacity adjustments are therefore necessary, also in the medium term."

He added: "The supply situation is improving, but even in 2022 we will not be able to build all the cars we could sell. But we see opportunities for further production increases, particularly in the second half."

Diess said VW has introduced an early warning system for potential shortages and the company's software developers have already put 150 technical alternatives into the cars to replace missing chips.

Top models of VW Group's Porsche, Audi, Bentley and Lamborghini brands are already sold out for all of 2022, and its truck businesses also seeing well-filled order books, he said.

The Wolfsburg plant is expected to produce about 570,000 vehicles this year, works council head Daniela Cavallo said.


CONTENT FROM IHS MARKIT BLOG
Electrical Steel – Another Temporary Supply Chain Shortage Or A Threat To OEMs' Electrification Plans?
While major steel producers are investing millions to increase electrical steel production capacity, the rapid growth of the hybrid and electric vehicle segment could potentially cause material demand to outpace supply from 2025.
READ MORE
Last year, output plummeted by 330,000 vehicles, in part because the group favored production of higher-priced models at other locations, with just under 400,000 vehicles rolling off the production line.

“Those were your choices, that’s your responsibility,” Cavallo said in comments addressed to top management. “That’s why you owe your colleagues compensation.”

Cavallo called for staff to be compensated for planned cuts to night shifts, a move that is expected to reduce the pay of some 5,000 workers.

EV tensions

Talks over how to keep Wolfsburg competitive in the shift to battery-powered cars has seen tensions rise between Diess and union leaders.

Diess last year hinted at possible job cuts to keep pace with Tesla as the electric car leader plans to ramp up output at its first European factory near Berlin this year.


The Trinity project aims to produce a Level 4-capable full-electric sedan for the VW brand. A teaser image released by VW is shown.
VW plans an electric-vehicle plant close to its Wolfsburg factory to produce about 250,000 EVs annually, a move the VW works council - the company's union - hopes will secure the site's future as VW prepares to stop selling internal combustion-engine cars in Europe from 2035.

The EV factory is part of the Trinity project to produce a Level 4-capable full-electric sedan for the VW brand in Wolfsburg starting in 2026.

Fino a metà dicembre management e sindacato si erano azzuffati e cosa fanno a febbraio Diess e Cavallo?
Litigano apertamente durante una riunione sindacale.
Vw ha prodotto solo 400.000 unità, è un crollo di quasi il 50% rispetto al 2019, la capacità produttiva è pari a 850.000 unità. A breve dovrebbe essere annunciato un nuovo impianto vicino a Wolfsburg per produrre il progetto Trinity. Dato che i veicoli elettrici sono molti più semplici da costruire Diess prevede solo 10 ore per assemblare un veicolo rispetto alle 36 ore richieste per la Golf VIII.
Diess fa capire chiaramente che vuole ridurre la capacità produttiva, richiesta che viene rispedita al mittente.

Audi ha ottenuto il via libera per un investimento pari a 3,3 miliardi di euro per la localizzazione della piattaforma elettrica PPE in Cina.
Sono previsti entro il 2026 3 veicoli su quel pianale sul mercato cinese.


Top
   
MessaggioInviato: ven feb 18, 2022 9:48 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
https://it.motor1.com/news/566302/cupra ... formentor/

L’analista Munoz fa un panegirico di Cupra. In pochissimi anni ha raggiunto 76.000 unità e vende a prezzi medi ben più elevati di Seat. In Europa vende più di Lancia ed Alfa combinate.
La strategia di De Meo e di Diess di creare dal nulla un marchio per rendere Seat più redditizia sembra funzionare.
Di contro il marchio principale viene sempre più marginalizzato.
La prima elettrica (che non è nient’altro che una Id3 rimarchiata) porta il marchio Cupra e anche le prossime b e b-suv elettriche saranno Cupra.
Ibiza ed Arona probabilmente non avranno eredi.


Allegati:
49A47DA2-AA48-4A94-9FF1-12694274D374.jpeg
49A47DA2-AA48-4A94-9FF1-12694274D374.jpeg [ 1.07 MiB | Visto 1369 volte ]
F81BEC84-3BDA-4F64-A6CB-C4B143A35A0A.jpeg
F81BEC84-3BDA-4F64-A6CB-C4B143A35A0A.jpeg [ 1.13 MiB | Visto 1369 volte ]
417DFC25-6106-4F88-B4F4-2B536272A772.jpeg
417DFC25-6106-4F88-B4F4-2B536272A772.jpeg [ 1.05 MiB | Visto 1369 volte ]
Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 1410 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 141 42 43 44 4547 Prossimo

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net