Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 702 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 120 21 22 23 24
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom lug 24, 2022 4:30 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 24676
Località: Milano
Quale delle varie biografie di Marchionne suggerite di leggere?

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: dom lug 24, 2022 4:40 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
fritz287 ha scritto:
Quale delle varie biografie di Marchionne suggerite di leggere?


Io ne ho letta solo 1 quella di Tommaso Eberhardt, un ottimo libro.
Pone l’accento sul Marchionne sempre pronto a modificare la propria in strategia di fronte alle nuove sfide.
Molto interessante è anche il capitolo sul tentativo di fusione con Gm su cui Marchionne credeva tantissimo ma dovette scontrarsi contro gli Agnelli e diversi potentati americani.


Top
   
MessaggioInviato: gio lug 28, 2022 2:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Ancora più di Vw Stellantis riesce a presentare un’ eccellente semestrale. Il margine è al 14,1%, praticamente al livello di Mercedes. Oltre allla tradizionalmente forte regione del Nord America anche Europa e Sud America riportano margini a doppia cifra. Tavares si ritiene soddisfatto ma avverte che le difficoltà sono sempre di più. Fino ad adesso la crisi dei semiconduttori ha aiutato i margini (e fregato i consumatori ndr.) ma con l’allenamento dei problemi di approvvigionamento è probabile che una parte degli sconti ritorni. Fino ad adesso gli aumenti dei costi dell’energia e delle materie prime sono stati passati allegramente al consumatore, avverrà lo stesso nei prossimi mesi?


Allegati:
C8C17747-88B7-46CD-A0DB-DD505835EBEA.jpeg
C8C17747-88B7-46CD-A0DB-DD505835EBEA.jpeg [ 1.46 MiB | Visto 315 volte ]
Top
   
MessaggioInviato: gio lug 28, 2022 5:39 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
https://www.quattroruote.it/news/nuovi- ... ilon_.html

Da quattroruote.
Apparentemente la B-Jeep sarà solo elettrica.
Nel 2023 il marchio Fiat lancerà 2 novità, la B-suv polacca ed un altro modello (forse una variante della Ami).


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: ven lug 29, 2022 8:41 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Italy's Alfa Romeo will work on a new large-size car in the United States to be launched in 2027, the brand's head Jean-Philippe Imparato said on Friday, adding however the group had not yet decided where to manufacture it.

Imparato said the step was key to tailoring the design for overseas markets, helping Alfa Romeo strengthen its position as the international premium brand of automaker Stellantis.


"Our offer for a large size vehicle must fit international markets, American, Chinese, European," he said during a media call, a day after parent Stellantis released first half results.

Alfa Romeo is still assessing whether the new model will be an SUV, a crossover or a sedan but it will not probably be a classic large SUV, such as BMW's X5 or X6, Imparato said.

"We want to find the right mix," he said. "It's a decision we will take by the end of this year".


In February he told Automotive News Europe the vehicle could be a cross between a sedan and a crossover.

Imparato said developing the car in the U.S. did not mean it would be produced in the Nafta area.

"Producing in the U.S. is not something we have decided and it is something we do not want to decide now," he added. Alfa's two production sites are in Italy.

Per adesso in casa Alfa sono state approvate la B-suv e le eredi di Giulia e Stelvio. Entro la fine dell’anno sarà approvato un modello di segmento E (probabilmente un suv elettrico). Alfa ha abbandonato il segmento nel 2005.


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 02, 2022 10:20 am 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4552
Località: Bologna
daimlerchrysler ha scritto:
fritz287 ha scritto:
Quale delle varie biografie di Marchionne suggerite di leggere?


Io ne ho letta solo 1 quella di Tommaso Eberhardt, un ottimo libro.
Pone l’accento sul Marchionne sempre pronto a modificare la propria in strategia di fronte alle nuove sfide.
Molto interessante è anche il capitolo sul tentativo di fusione con Gm su cui Marchionne credeva tantissimo ma dovette scontrarsi contro gli Agnelli e diversi potentati americani.

Sto finendo di leggerla pure io, è molto interessante. Ebhardt ne parla molto positivamente, le critiche sul suo operato, per esempio sugli investimenti su nuovi modelli, sono ridottissime, dalla presentazione credo che la biografia di Cobianchi picchierà più duro.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 03, 2022 4:51 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
Nonostante la strombazzatissima offensiva elettrica il gruppo Vw perde ben 6 punti percentuali di quota sulle vendite di auto elettriche.
Stellantis è al secondo posto con una strategia multipower che Vw non ha voluto perseguire.
Hyundai è quarta e può fare meglio.


Allegati:
5433C688-BD62-4F75-91DF-F59A6B357506.jpeg
5433C688-BD62-4F75-91DF-F59A6B357506.jpeg [ 210.76 KiB | Visto 166 volte ]
Top
   
MessaggioInviato: mer ago 03, 2022 9:14 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 15877
mjazz ha scritto:
[
Sto finendo di leggerla pure io, è molto interessante. Ebhardt ne parla molto positivamente, le critiche sul suo operato, per esempio sugli investimenti su nuovi modelli, sono ridottissime, dalla presentazione credo che la biografia di Cobianchi picchierà più duro.


Alla comunità finanziaria non interessa se i lanci i modelli e se sono buoni, interessa solo se riesci a remunerare gli azionisti.
Quando Marchionne diventò ceo del gruppo Fiat il valore borsistico era di 4 miliardi, alla sua morte nel 2018 le varie aziende che una volta facevano parte del gruppo valevano 60 miliardi di euro.
Nel 2009 pochissimi scommettevano sulla resurrezione di Chrysler, Marchionne la salvò con i soldi di Obama e salvò indirettamente anche Fiat auto permettendo lo scorporo prima di CNH/Iveco e poi di Ferrari rendendo gli Agnelli molto più ricchi di prima.
Giusto per fare un termine di paragone Daimler assunse il controllo di Chrysler nel 1998 quando gli americani realizzavano un EBIT pari a 4 miliardi di dollari. Quando i tedeschi fuggirono da Detroit si era passati ad un passivo di 4 miliardi. Giusto per parlare di creazione di valore.
Poi si può discutere sui tagli, fabbriche chiuse, incentivi presi in Serbia, lotte con FIOM, pianali con vita di 20 anni, etc.. etc.. etc.. ma di fronte a certi numeri gli azionisti sono più che grati a Marchionne.
Giusto per fare un metro di paragone in Vw è legge che i diritti degli operai siano al pari degli interessi degli azionisti, in tal modo si crea meno valore.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 03, 2022 11:43 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 11:56 pm
Messaggi: 12093
A leggerla così, più che creare valore, si sposta, tra azionisti e dipendenti.


Top
   
MessaggioInviato: gio ago 04, 2022 8:07 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 5946
Tranquilli, quando l'Italia sarà ulteriormente regredita e sarà terra di conquista per le industrie con finanziamenti a fondo perduto come non ci fosse un domani gli Agnelli torneranno a salvarci.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: gio ago 04, 2022 8:23 am 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 4552
Località: Bologna
daimlerchrysler ha scritto:
Alla comunità finanziaria non interessa se i lanci i modelli e se sono buoni, interessa solo se riesci a remunerare gli azionisti.
Quando Marchionne diventò ceo del gruppo Fiat il valore borsistico era di 4 miliardi, alla sua morte nel 2018 le varie aziende che una volta facevano parte del gruppo valevano 60 miliardi di euro.
Nel 2009 pochissimi scommettevano sulla resurrezione di Chrysler, Marchionne la salvò con i soldi di Obama e salvò indirettamente anche Fiat auto permettendo lo scorporo prima di CNH/Iveco e poi di Ferrari rendendo gli Agnelli molto più ricchi di prima.
Giusto per fare un termine di paragone Daimler assunse il controllo di Chrysler nel 1998 quando gli americani realizzavano un EBIT pari a 4 miliardi di dollari. Quando i tedeschi fuggirono da Detroit si era passati ad un passivo di 4 miliardi. Giusto per parlare di creazione di valore.
Poi si può discutere sui tagli, fabbriche chiuse, incentivi presi in Serbia, lotte con FIOM, pianali con vita di 20 anni, etc.. etc.. etc.. ma di fronte a certi numeri gli azionisti sono più che grati a Marchionne.
Giusto per fare un metro di paragone in Vw è legge che i diritti degli operai siano al pari degli interessi degli azionisti, in tal modo si crea meno valore.

Che Marchionne abbia fatto primariamente gli interessi degli azionisti è chiaro, nello stesso libro (scritto da un giornalista di Bloomberg) il concetto è stato ribadito più volte. E' altrettanto chiaro che in questo libro, comunque piacevole da leggere anche se in certi punti Ebhardt si ripete e si ripete, (sembra quasi che debba raggiungere un nr minimo di pagine...), la storia di Marchionne in FCA sia stata trattata prettamente da quel punto di vista, con qualche concessione all'aspetto umano. Adesso son curioso di leggerne altri.


Top
   
MessaggioInviato: ven ago 05, 2022 7:14 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ago 04, 2022 9:11 pm
Messaggi: 17
Località: La città con l'acca nel nome
mjazz ha scritto:
E' altrettanto chiaro che in questo libro, comunque piacevole da leggere anche se in certi punti Ebhardt si ripete e si ripete, (sembra quasi che debba raggiungere un nr minimo di pagine...)


Vale un po' per tutte le biografie che abbia letto, sarà per quello che non sono un fan delle biografie. Alla fine la vita di una persona è comunque caratterizzata dal reiterarsi di situazioni simili, a meno di scossoni epocali.


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 702 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 120 21 22 23 24

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net