Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 184 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 13 4 5 6 7 Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven mag 10, 2019 4:17 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio feb 13, 2014 11:58 am
Messaggi: 3059
Località: Fuerstentum Liechtenstein
Non per fare il bastian contrario ma non ho mai trovato un'auto - CVT dotata - che riuscisse a piacermi, anche solo alla lontana. Passando da una Prius ad una Lexus v6 hybrid poco o nulla cambia, imho; la sensazione "stramba" quando si affonda sul gas permane a prescindere dai cc. in ballo. :bo

Però confesso che concettualmente, nonché esteticamente, non mi dispiace la tua Subaru :mrgreen:

_________________
Life is tough,but it's tougher if you're stupid


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven mag 10, 2019 4:18 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
Phoeny ha scritto:
caro Mauro hai certificato, una volta di più, come questo tipo di cambio sia davvero "strambo" e fin quasi inadatto per le nostre strade.

E' inadatto ai nostri gusti e al nostro modo di andare, è più un discorso di cultura che di infrastruttura.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven mag 10, 2019 6:17 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 21, 2008 9:19 pm
Messaggi: 535
Località: Bari
Al prossimo inverno, quando non dovrai smadonnare per evitare di spanciare - come con la E91 - te ne innamorerai nuovamente.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: sab mag 11, 2019 8:37 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
lancista1986 ha scritto:
Al prossimo inverno, quando non dovrai smadonnare per evitare di spanciare - come con la E91 - te ne innamorerai nuovamente.
In realtà quasi ogni giorno mi permette di scalare marciapiedi e talvolta di tagliare una coda in un incrocio in cui, se la quota di minus habens raggiunge la massa critica, da due corsie di fatto (svolta a dx e svolta a sx) ci si riduce ad una sola ... dal lato verso cui devo svoltare, c’è campagna :ridi il suv alla conquista del selvaggio contesto urbano :allegria


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: lun mag 13, 2019 9:16 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21903
Località: Milano
mauro65 ha scritto:
In realtà quasi ogni giorno mi permette di scalare marciapiedi e talvolta di tagliare una coda in un incrocio in cui, se la quota di minus habens raggiunge la massa critica, da due corsie di fatto (svolta a dx e svolta a sx) ci si riduce ad una sola ... dal lato verso cui devo svoltare, c’è campagna :ridi il suv alla conquista del selvaggio contesto urbano :allegria


Un grande classico!!! :allegria

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: mar mag 14, 2019 9:55 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:29 pm
Messaggi: 14729
Mau tu sai quando presentano il Forester ibrido e quando sarà in vendita?


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: mar mag 14, 2019 10:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
Multiplone ha scritto:
Mau tu sai quando presentano il Forester ibrido e quando sarà in vendita?
In Nafta è già in vendita. Qui arriverà entro l’anno a quanto pare. Ibrido per finta ovviamente, e perdi pure la ruota o ruotino di scorta; risparmio di carburante ridicolo, la casa dichiara “fino al 10% in meno” ovvero max 1 litro/100 km in meno. Se non serve per il discorso bollo (da me cambia zero perché il pizzo lo paghiamo direttamente all’AdE), e se il CarPlay non è proprio indispensabile, meglio farsi uno degli ultimi dinosauri ancora in circolazione.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: mer mag 15, 2019 8:06 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:29 pm
Messaggi: 14729
mauro65 ha scritto:
Multiplone ha scritto:
Mau tu sai quando presentano il Forester ibrido e quando sarà in vendita?
In Nafta è già in vendita. Qui arriverà entro l’anno a quanto pare. Ibrido per finta ovviamente, e perdi pure la ruota o ruotino di scorta; risparmio di carburante ridicolo, la casa dichiara “fino al 10% in meno” ovvero max 1 litro/100 km in meno. Se non serve per il discorso bollo (da me cambia zero perché il pizzo lo paghiamo direttamente all’AdE), e se il CarPlay non è proprio indispensabile, meglio farsi uno degli ultimi dinosauri ancora in circolazione.

In effetti avevo letto anche io dei modesti benefici che portava.. 10% in meno in città vuol dire che al posto che gli 8 fa i 9 :D

Diciamo che col finto ibrido molti troveranno l’escamotage per vendere quello che vendevano prima, senza problemi di emissioni e omologazioni..


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 1:09 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
Rieccomi qua, a quasi 6 mesi dall’acquisto, con il contachilometri che ha superato quota 8.000 e dopo 2.000 km tondi tondi percorsi in montagna durante le vacanze estive.

Cerco di fare il punto in modo obiettivo, ma ovviamente non poche delle mie impressioni andranno tarate in considerazione del fatto che con questo ferro ho fatto un downgrade di segmento e categoria.

Partiamo dall’aspetto che più mi aveva perplesso e che in parte continua ad infastidirmi, ovvero il rapporto prestazioni/consumi e l’argomento inevitabilmente connesso ovvero il Lineartronic. A partire dai 6.000 km circa ho notato un piccolo miglioramento nelle prestazioni (forse meglio dire una riduzione della “flemma” del mezzo :ridi ), che si evidenzia ancora di più se utilizzo la 100 ottani. Pensavo fosse solo un effetto placebo, ma ho provato più volte alternando i pieni e in effetti con la 98-100 il motore è come fosse più pronto, soprattutto in basso. Consumi invariati a parità di percorso e media di velocità tra la 95 e la 98-100: a questo proposito segnalo che nei giri in montagna, con dislivelli complessivi di circa 2.000 metri in salita e altrettanti in discesa ad ogni giro (di 150-200 km complessivi) e medie di velocità attorno ai 50 km/h (traffico) il calesse ha chiesto 8 litri per 100 km misurati da pieno a pieno (su due pieni). Non me ne lamento affatto visti i 1.560 kg di massa a libretto, il 4wd permanente, il 2 litri aspirato iniezione indiretta ed Euro 6 ed il Cvt. Per capirci, è lo stesso consumo in pari condizioni del mio vecchio il 318i Touring E46 my 2002 2.0i Valvetronic, 2wd manuale, Euro 3 e con 150 kg in meno di peso; con il 318d E91 LCI my 2009 ero a 6 litri scarsi /100km. Dove soffre come consumi è nei percorsi brevi con partenza a freddo, a causa di un arricchimento esagerato dell’alimentazione, probabilmente per scaldare prima il catalizzatore; in città con le continue ripartenze, perché si somma l’assorbimento del convertitore di coppia a quello del Cvt; in autostrada – ma questo è ovvio – a causa dell’aerodinamica da armadio 4 stagioni. A proposito di autostrada, all’andata (circa 100 km autostradali e 60 statali per lo più di collina e poco di montagna, da 0 a 1.250 mslm) ho tirato di più vedendo un bel 10,8 litri/100km sul cdb (11,3 reali), al rientro invece sono andato tranquillo causa veicoli lenti nella parte montuosa – collinare ed in autostrada ho messo il cruise a 135 (e per fortuna, perché i policemen avevano piazzato a tradimento uno scatolo blu nel punto in cui solitamente si mette giù tutto …): il cdb mi ha restituito uno stupefacente 6,4 litri/100 km (6,7 reali), mai fatti con il 318i sulla medesima tratta, notevole davvero.

Quindi come consumo extraurbano non mi lamento più, vediamo come si comporterà ora in città.

Sul discorso “prestazioni”, il Lineartronic è realmente molto strano: se in certe condizioni lo tengo sui 2.000-2.500 giri, l’equivalente del kickdown funziona e “scala” bene, consentendomi anche una seconda e più decisa “scalata” quando va verso i 3.500-4.000 giri (ritraendo il piede e dando subito giù di nuovo; se invece sto già da un po’ attorno ai 3.500 giri circa, alla mia richiesta con il pedale mi fa uno sberleffo e devo intervenire con i paddles. Altre volte invece l’esempio di cui sopra non funziona e se a 2.000-2.500 giri schiaccio il gas per almeno i fatidici due terzi non accade nulla. A questo comportamento si aggiungono le differenze di reazione a seconda che tenga la mappa standard “I” o quella “S”. All’atto pratico, quando salgo su un passo (la situazione peggiore per questi powertrain), se ho campo libero riesco a farla scorrere molto bene andando anche parecchio veloce, addirittura da dover rallentare; se invece c’è traffico lento e/o il solito fenomeno che frena prima di un tornante in salita, lì inizio a pèorconare contro quel mona di progettista che ha deciso di limitarsi a soli 150 cv, quando 20 cv in più ci sarebbero stati tutti (è lo stesso motore da 200 cv della Toyobaru ...). Traducendo, con il vecchio naftone (ma anche con l’ancora più vecchio E46) appena vedevo un po’ di spazio libero scalavo, mettevo la freccia, due lampeggi di fari per svegliare l’intontito di turno e passavo via, qui devo programmare per tempo il tutto e tenermi parecchio spazio di sicurezza in più. In ogni caso, posso superare molto di meno di prima. In discesa, invece, i paddles sono una benedizione perché mi consentono di regolare il freno motore in modo ottimale. Ho notato che l’ECU non adotta una strategia piena di cut-off, ma lascia sempre un po’ alimentati gli iniettori: l’unico motivo che mi viene in mente per questo strano comportamento è qualche necessità di raffreddamento canne e/o di mantenimento temperatura del cat.

Per altro non posso dire che sia lenta: con traffico scarso alla fine le medie sono le stesse del gasolone, perché con il calesse riesco a fare le curve ad una velocità più alta senza infastidire le due passeggere. Da solo sarebbe ovviamente un’altra questione.

Quindi: sì, il concetto di spunto e accelerazione è del tutto estraneo a questo ferro, ma al tempo stesso non ti aumenta i tempi di viaggio. Sono abbastanza convinto che non ho finito di conoscerlo e che ci vorrà del tempo.

Di sicuro, se un paio di mesi fa ero talmente sconfortato dalle prestazioni da pensare ad una sanguinosa permuta immediata già a settembre, ora mi sono deciso a dargli 3-4 anni per tentare di redimersi (ok, sto facendo di necessità virtù ... :ridi )

Come corpo vettura, il comfort di viaggio è davvero notevole, superiore al precedente 3 Touring, con una sola eccezione, se devo usare il clima (per fortuna lo inserisco poco). L’impianto è indecente sia per capacità refrigerante sia per le regolazioni di distribuzione dell’aria (impossibile avere getti sul parabrezza e contemporaneamente in viso), quello della Bravo my 1999 era migliore. E’ appena sufficiente giusto se fuori ci sono non più 30-33 gradi, poi va in crisi. In accelerazione piena e mi pare anche ad "alte" velocità la centralina stacca il compressore, probabilmente perché per risparmiare hanno messo su qualche cesso di fondo di magazzino altamente inefficiente (incide sui consumi quasi 1 litro/100km :? ) Tra l’altro mancano le bocchette posteriori che ci saranno sulla 5° serie, la SK. Bocciato senza appello. Ottima e gradevole invece la luminosità garantita dalle ampie finestrature e da tetto panoramico, che per altro è rimasto quasi sempre aperto dato che genera ben poco rumore aerodinamico.

La visibilità è ottima, molto utili le due videocamere, ma avrei gradito anche i sensori posteriori. Secondo me la retrocamera è complementare ai sensori, non li sostituisce. In ogni caso gli ingombri posteriori sono facilmente percepibili grazie alla forma squadrata.

Molto buona la maneggevolezza e manovrabilità del veicolo e abbastanza soddisfacente lo sterzo. Talora, in manovra da fermo o a bassissima velocità, percepisco come una lieve incertezza/assenza nello sterzo, non saprei come descriverla, penso sia dovuta alla logica dell’elettroguida. Su strada, lo sterzo non è una lama, ma nemmeno il mezzo ha da esserlo. Valida la posizione di guida e la presa sul volante nonché la dimensione e lo spessore della corona: nel complesso lo promuovo. Esemplare, soprattutto per un mezzo con 22 cm di clearance, il comportamento in curva e di assoluto pregio il lavoro del ponte posteriore con gli steli a gas. Dovrebbe esser un riferimento anche per tanti veicolo “normali” e senza l’handicap dell’altezza. Mi aveva colpito, e peccato non aver fatto una fotina, l’assetto delle ruote su un piano inclinato in senso trasversale, con una ruota posteriore quasi del tutto compressa e l’altra estesa al limite dello sfioramento da terra: ad occhio erano entrambe diritte, come se fosse una DS con le idropneumatiche. Da applausi, e su queste cose sono come una vecchia comare bisbetica. Ecco, giusto per non tessere troppe lodi, da mandare in Gulag chi ha deliberato le Yokohama Geolandar G91F: la tenuta laterale in curva sul bagnato è da gomma cinese low cost, letteralmente pericolose. Appena sufficienti in frenata su asciutto, stranamente accettabili in frenata e trazione su bagnato e su fondi non asfaltati (ho avuto modo di fare solo pochi km su sterrati). Adottare queste indegne coperture vuol dire mandare in vacca l’ottimo lavoro fatto dai telaisti. Adesso valuteremo delle scarpe idonee all’inverno o forse delle quattro stagioni.

Fari biled direi discreti, assolutamente non all’altezza delle installazioni anche solo bixeno della Triade di 5-10 anni fa, ma tutto sommato onesti (per fare un confronto non sono peggio dei bixeno su Stelvio e Jeep, e consideriamo che la resa luminosa dei Led è inferiore agli Xeno come ci spiegava Fede). Nella valutazione ho tenuto conto dell’apprezzabile funzione SRH, l'orientamento latarele collegato allo sterzo, che ho trovato molto utile e ben tarato. Tergi automatico talvolta incerto, ma è vizio comune a tanti produttori. In condizioni normali, funziona piuttosto bene: sempre sul punto, ho molto gradito la possibilità di scegliere l’intermittenza o la battuta continua sul tergilunotto posteriore. L’impianto multimediale è letteralmente da buttare nel cesso con la sola eccezione del comparto Bluetooth – vivavoce, che funziona benissimo. Audio meno che mediocre, logica menù e schermate “folcloristica” ad essere gentili, gestione Usb penosa: basta una onesta VW Polo (!!!) per fare il giro di chiglia a questo impianto demmerda. Bocciato senza esame di riparazione. Lo stesso dicasi per i menù del computer di bordo, che sarebbe pure quasi completo. L’Eyesight fa il suo, non è ovviamente al livello di un impianto Radar né tantomeno di un Lidar, come tutti gli impianti a base ottica non offre il massimo dell’affidabilità, è bene fare finta che non ci sia: diciamo “onesto”. Rivestimenti, selleria e maniglie mi lasciano indeciso: le stoffe dei sedili scaldano e fanno sudare parecchio anche senza considerare la fascia in sky (che mi pare leggerino, speriamo che duri), ma sembrano attirare poca polvere e lasciarsi pulire facilmente; la moquette del pavimento appare di modesta fattura e resistenza, vedremo; i sovratappeti originali sono proprio cheap; la portiera anteriore passeggero presenta una specie di piccolo incavo portaoggetti che può trarre in inganno, se lo si afferra per chiudere la porta anziché usare l'apposita barra (che è ben solida) il rivestimento rischia di staccarsi; le tasche anteriori sembrano fatte di carta tanto sono sottili e flessibili, anche qui speriamo bene.

Ci sono poi tante contraddizioni: ad esempio si rimane piacevolmente stupiti dalla presenza delle luci anti fango sotto le portiere anteriori ed al contrario meravigliati dall’assenza dell’illuminazione del cassetto portaoggetti; si apprezza l’illuminazione notturna a led gialli del vano davanti al cambio e della parte anteriore dell’abitacolo e poi tocca commutare a mano il retrovisore in posizione notturna e cercare al buio nel vano porta oggetti sotto il bracciolo; gli schienali posteriori sono parzialmente reclinabili all’indietro per conciliare il riposo ai passeggeri e sono ribaltabili in avanti con una levetta dal baule, ma manca il vano per il carico passante; il sedile lato guida ha le regolazioni elettriche, ma quello passeggero non è regolabile in altezza e nemmeno reclinabile in avanti. In compenso le cinture anteriori sono regolabili in altezza e gli appoggiatesta anche in inclinazione. Da bocciare il sistema TPMS adottato: se il produttore opta per il tipo attivo, dovrebbe prevedere almeno 8 posizioni nella memoria ID per il treno invernale, l’auto apprendimento e la visualizzazione dei valori puntuali, altrimenti millemila volte meglio come fa VW che mantiene il più semplice sistema passivo, non certo meno affidabile, ma sicuramente meno oneroso per il cliente.

Scusate la lunga pippata :allegria


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 1:20 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25132
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Secondo me te la tieni fino alla rottamazione :D


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 2:01 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
mauro65 ha scritto:
L’impianto è indecente sia per capacità refrigerante sia per le regolazioni di distribuzione dell’aria (impossibile avere getti sul parabrezza e contemporaneamente in viso), quello della Bravo my 1999 era migliore. E’ appena sufficiente giusto se fuori ci sono non più 30-33 gradi, poi va in crisi. In accelerazione piena e mi pare anche ad "alte" velocità la centralina stacca il compressore, probabilmente perché per risparmiare hanno messo su qualche cesso di fondo di magazzino altamente inefficiente (incide sui consumi quasi 1 litro/100km :? ) Tra l’altro mancano le bocchette posteriori che ci saranno sulla 5° serie, la SK. Bocciato senza appello.

Mi inserisco nel discorso da possessore di giappa che vado ancora scoprendo dopo 30 mesi e 52000km (quindi per te sarà lunga...), e più tempo passa più mi convinco che certe scelte siano state fatte pensando a gusti ed usi di altri continenti. Sul climatizzatore, per esempio, io ho sempre stigmatizzato la scelta jap di mettere un compressore on/off perchè si sente moltissimo lo stacco/riattacco fino alla terza compresa, e comunque il drag di prestazioni è sensibile a compressore attaccato perchè la sua architettura on/off fa sì che l'on sia a sua piena potenza. E' però un dato di fatto che questa motorizzazione sia prevalentemente venduta con il CVT (ovunque non sia Europa), e che con questa trasmissione il problema dello stacca/riattacca venga notevolmente mitigato se non eliminato.
Anche sulla mia non si può metter vetri+viso, manco manualmente, ma è un dato di fatto che gli americani apprezzino le sventagliate di aria fredda in faccia a differenza di noi europei che preferiamo stare al fresco senza flussi diretti ed insistenti. E sicuro come il sole domattina che le mappe per il clima delle nostre due giappe siano state fatte sui desiderata dei panzoni sudaticci newyorkesi, non per noi.
Il mio compressore non si stacca con il tuttogas, come invece succedeva alla Modus.
Cita:
Fari biled direi discreti, assolutamente non all’altezza delle installazioni anche solo bixeno della Triade di 5-10 anni fa, ma tutto sommato onesti (per fare un confronto non sono peggio dei bixeno su Stelvio e Jeep, e consideriamo che la resa luminosa dei Led è inferiore agli Xeno come ci spiegava Fede). Nella valutazione ho tenuto conto dell’apprezzabile funzione SRH, l'orientamento latarele collegato allo sterzo, che ho trovato molto utile e ben tarato.

Alt, la resa luminosa per unità di superficie è inferiore per il LED, nel senso che un quadratino di 1mm quadrato emette molta più luce se si tratta di un arco voltaico in atmosfera xenon che non un LED. Ciò non toglie che l'arco di una lampada xenon debba esser in pratica un sottilissimo corridoio di elettroni, mentre di LED in un gruppo ottico se ne posson mettere quanti se ne vuole e soprattutto con superficie ben maggiore, quindi un gruppo LED può tranquillamente superare in LUX e LUMEN la luce emessa da un gruppo xenon.
L'orientamento laterale mi manca tantissimo sulla Jazz.
Cita:
Ci sono poi tante contraddizioni: ad esempio si rimane piacevolmente stupiti dalla presenza delle luci anti fango sotto le portiere anteriori ed al contrario meravigliati dall’assenza dell’illuminazione del cassetto portaoggetti; si apprezza l’illuminazione notturna a led gialli del vano davanti al cambio e della parte anteriore dell’abitacolo e poi tocca commutare a mano il retrovisore in posizione notturna e cercare al buio nel vano porta oggetti sotto il bracciolo; gli schienali posteriori sono parzialmente reclinabili all’indietro per conciliare il riposo ai passeggeri e sono ribaltabili in avanti con una levetta dal baule, ma manca il vano per il carico passante; il sedile lato guida ha le regolazioni elettriche, ma quello passeggero non è regolabile in altezza e nemmeno reclinabile in avanti. In compenso le cinture anteriori sono regolabili in altezza e gli appoggiatesta anche in inclinazione.

Benvenuto nel made in Japan.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 2:34 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
mjazz ha scritto:
Alt, la resa luminosa per unità di superficie è inferiore per il LED, nel senso che un quadratino di 1mm quadrato emette molta più luce se si tratta di un arco voltaico in atmosfera xenon che non un LED. Ciò non toglie che l'arco di una lampada xenon debba esser in pratica un sottilissimo corridoio di elettroni, mentre di LED in un gruppo ottico se ne posson mettere quanti se ne vuole e soprattutto con superficie ben maggiore, quindi un gruppo LED può tranquillamente superare in LUX e LUMEN la luce emessa da un gruppo xenon.
L'orientamento laterale mi manca tantissimo sulla Jazz.
Mi sono spiegato con termini imprecisi, ma intendevo proprio questo.

mjazz ha scritto:
Mi inserisco nel discorso da possessore di giappa che vado ancora scoprendo dopo 30 mesi e 52000km (quindi per te sarà lunga...), e più tempo passa più mi convinco che certe scelte siano state fatte pensando a gusti ed usi di altri continenti. Sul climatizzatore, per esempio, io ho sempre stigmatizzato la scelta jap di mettere un compressore on/off perchè si sente moltissimo lo stacco/riattacco fino alla terza compresa, e comunque il drag di prestazioni è sensibile a compressore attaccato perchè la sua architettura on/off fa sì che l'on sia a sua piena potenza. E' però un dato di fatto che questa motorizzazione sia prevalentemente venduta con il CVT (ovunque non sia Europa), e che con questa trasmissione il problema dello stacca/riattacca venga notevolmente mitigato se non eliminato.
Infatti me ne sono accorto con il sensore termico aka la mano messa davanti alle bocchette :D non lo percepisci mecanicamente

mjazz ha scritto:
Anche sulla mia non si può metter vetri+viso, manco manualmente, ma è un dato di fatto che gli americani apprezzino le sventagliate di aria fredda in faccia a differenza di noi europei che preferiamo stare al fresco senza flussi diretti ed insistenti. E sicuro come il sole domattina che le mappe per il clima delle nostre due giappe siano state fatte sui desiderata dei panzoni sudaticci newyorkesi, non per noi.
Allora è proprio voluta ... 'stardi, potevano fare la doppia mappa tanto il flussi si gestiscono con un solo pulsante ... mumble mumble ... e se entrassi in Eobd?

mjazz ha scritto:
Il mio compressore non si stacca con il tuttogas, come invece succedeva alla Modus.
Dopo che mi hai detto questo, se tu sei diventato mjazz io dovre cambiare il nick in m^2-Forester :ridi

mjazz ha scritto:
Benvenuto nel made in Japan.
Grazie :piangi2 e sì che mi avevano avvisato di non aprire quella porta :sdentato


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 2:48 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 871
I japani alla fine si fanno voler bene anche per le loro soluzioni così casual per noi.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 3:17 pm 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13702
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Possedere un'auto giapponese è sempre un'esperienza intrigante.
Di fronte a idee geniali, troviamo follie incredibili per altre cose..

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 3:17 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
mauro65 ha scritto:
Infatti me ne sono accorto con il sensore termico aka la mano messa davanti alle bocchette :D non lo percepisci mecanicamente

Per me è il contrario. Termicamente non percepisco i distacchi, probabilmente perchè i giappi hanno montato un evaporatore ad alta capacità termica che impiega parecchio tempo a riscaldarsi in assenza di refrigerazione, che quindi rimane abbastanza freddo durante i distacchi temporanei. Meccanicamente è un'altra questione, non tanto il colpo (lo scroll-type ha minor massa volanica) quanto i nm mancanti. Ed è qui che il CVT farebbe bene, perchè porterebbe il motore a girare più in alto, in un range più favorevole.

Cita:
Allora è proprio voluta ... 'stardi, potevano fare la doppia mappa tanto il flussi si gestiscono con un solo pulsante ... mumble mumble ... e se entrassi in Eobd?
Bho, con l'eobd in teoria puoi far di tutto, in pratica bisogna saper cosa si fa.
Nota tecnica... se hai un compressore on/off, con tutta probabilità è uno scroll-type e in realtà si tratta di un compressore più efficiente rispetto a quello a pistoni, più frequente sulle europee perchè consente di variare la cilindrata in continuo. Più efficiente intendendo che mangia meno potenza a parità di volume e pressione del gas trattato.

Cita:
Dopo che mi hai detto questo, se tu sei diventato mjazz io dovre cambiare il nick in m^2-Forester :ridi

MaFo può andare :ridi


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 3:23 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
cometa rossa ha scritto:
Secondo me te la tieni fino alla rottamazione :D
Eh sì perché con le Jap e con le Suby in particolare è un matrimonio a vita senza opzione di divorzio, nel senso che sono talmente cesse che nessuno se le piglia :ridi


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 3:24 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
G5X ha scritto:
I japani alla fine si fanno voler bene anche per le loro soluzioni così casual per noi.
Andiamoci piano, "voler bene" è una parola grossa ... facciamo "tolleranza ad esistere" in nome del multicultural :allegria


Ultima modifica di mauro65 il gio set 05, 2019 3:26 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 3:26 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
Il Basso di Genova ha scritto:
Possedere un'auto giapponese è sempre un'esperienza intrigante allucinante
Di fronte a idee geniali, troviamo follie incredibili per altre cose..
Ecco, così va meglio :D


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 4:46 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21903
Località: Milano
Il Basso di Genova ha scritto:
Possedere un'auto giapponese è sempre un'esperienza intrigante.
Di fronte a idee geniali, troviamo follie incredibili per altre cose..


Miata senza indicatore T esterna.

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: gio set 05, 2019 8:29 pm 
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mag 10, 2009 12:35 am
Messaggi: 8113
Località: Milano, IT
fritz287 ha scritto:
Il Basso di Genova ha scritto:
Possedere un'auto giapponese è sempre un'esperienza intrigante.
Di fronte a idee geniali, troviamo follie incredibili per altre cose..


Miata senza indicatore T esterna.
Miata senza la spia della riserva (tranne la NC).
Miata il cui indicatore della pressione dell'olio è solo un giocattolo che si muove senza senso. :ridi

_________________
Lancia Ypsilon 0.9 TwinAir (01/2012) - 0.875cc/86hp (SGE 0.875) - Immagine
Mercedes-Benz W124 200E-16 (12/1992) - 1.998cc/136hp (M111.940) - Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven set 06, 2019 8:02 am 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13702
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Perché non avete smontato il pannello della porta di quella trappola.
Due viti di numero (una nella maniglia, una nell'incavo della serratura), il resto sono gancetti di plastica monouso (nel senso che una volta smontati non si rimontano più).
Per non parlare dell'inaccessibilità dei tubi di scolo dell'acqua della capote.

Oltre agli specchietti con meccanica di plastichetta che si spacca solo a guardarla a metà della portiera in cui non si vede una cippa, cosa che non si fa più dai tempi della Panda 30..

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven set 06, 2019 8:28 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio feb 13, 2014 11:58 am
Messaggi: 3059
Località: Fuerstentum Liechtenstein
Non ho mai avuto automobili giapponesi per cui tutte queste strambezze fanno parte del sentito dire. Mi risulta però davvero difficile capire il perché di determinate scelte non-sense come quelle indicate qua sopra :boh infatti in base alla mia esperienza diretta con le 2 ruote posso dire che la qualità dei materiali, degli assemblaggi e la sagace praticità dei jappi era insuperabile: con due chiavi smontavo un'intera moto da cross! Con il Ktm (ed era ancora 100% made in Mattighofen) mi serviva una cassetta degli attrezzi intera e ogni volta c'era il rischio di spanare qualcosa, giusto per capirsi.

_________________
Life is tough,but it's tougher if you're stupid


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven set 06, 2019 9:11 am 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
Filosofie costruttive diverse e mercati di destinazione diversi generano scelte tecniche differenti, è inevitabile. A ciò aggiungiamo che l'Europa non è un mercato di riferimento per il giappone, non è un mercato che giustifichi la scelta di produrre espressamente per noi... per cui buona grazia che ci arrivi qualcosina con quelle poche modifiche per rendere le auto omologabili. I marchi jap producono e vendono un sacco di roba interessantissima che noi non vediamo manco in foto (parlo di tecnica, benintesi, non di estetica... ); io ho potuto prender la Jazz solo con il 1.3 e con uno dei tre allestimenti chiusi, in giappone possono prenderla anche 1.5, 1.5 ibrida, volendo quattro ruote motrici su tutte le motorizzazioni... Negli States il listino Honda è più che doppio rispetto all'europeo (hanno pure un pickup come il fullback ma fatto da loro, non rimarchiato), senza contare la presenza non simbolica di Acura. Idem Subaru, guardavo l'altro giorno il listino Impreza e XV trovando solo dei 1.6 benza aspirati da 115cv, Forester e Levorg solo 2.0 benza aspirato da 150... ma dove vuoi andare con sti cofani? Poi percarità, di cagate ne fanno pure loro; da una parte ci sono i climatizzatori all'americana che par di esser sul molo audace con la bora a natale (e questo non è un difetto, è una scelta tecnica legata al mercato di riferimento che fa bestemmiare noi europei esattamente come gli americani bestemmiano per l'assenza di portabicchieri sulle europee...), dall'altra ci sono anche idiozie progettuali che qualunque ingegnerino nostrano correggerebbe alla prima occhiata: i pulsanti riscaldamento sedili sulla mia vasca da bagno stanno appena dietro la leva freno a mano, dove si appoggiano borselli, chiavi, cellulari... non ti dico le volte in estate che mi ritrovo le balle sudate per aver acceso i sedili senza volerlo; il sistema sedili posteriori delle Jazz è notoriamente una favola per praticità, ma la cappelliera è praticamente senza gommini antirumore quindi sbatte ad ogni buca: cosa ti costa metterci due cuscinetti in più? E ti parlo di roba visibile a macchina montata, perchè ancora non ho dovuto smontare nulla... ma son certo, come testimoniato dal Basso, che a metterci le mani troverò robe allucinanti sotto pannelli porta e plancia.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven set 06, 2019 10:00 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
mjazz ha scritto:
Filosofie costruttive diverse e mercati di destinazione diversi generano scelte tecniche differenti, è inevitabile. A ciò aggiungiamo che l'Europa non è un mercato di riferimento per il giappone, non è un mercato che giustifichi la scelta di produrre espressamente per noi... per cui buona grazia che ci arrivi qualcosina con quelle poche modifiche per rendere le auto omologabili. I marchi jap producono e vendono un sacco di roba interessantissima che noi non vediamo manco in foto (parlo di tecnica, benintesi, non di estetica... ); io ho potuto prender la Jazz solo con il 1.3 e con uno dei tre allestimenti chiusi, in giappone possono prenderla anche 1.5, 1.5 ibrida, volendo quattro ruote motrici su tutte le motorizzazioni... Negli States il listino Honda è più che doppio rispetto all'europeo (hanno pure un pickup come il fullback ma fatto da loro, non rimarchiato), senza contare la presenza non simbolica di Acura. Idem Subaru, guardavo l'altro giorno il listino Impreza e XV trovando solo dei 1.6 benza aspirati da 115cv, Forester e Levorg solo 2.0 benza aspirato da 150... ma dove vuoi andare con sti cofani? Poi percarità, di cagate ne fanno pure loro; da una parte ci sono i climatizzatori all'americana che par di esser sul molo audace con la bora a natale (e questo non è un difetto, è una scelta tecnica legata al mercato di riferimento che fa bestemmiare noi europei esattamente come gli americani bestemmiano per l'assenza di portabicchieri sulle europee...), dall'altra ci sono anche idiozie progettuali che qualunque ingegnerino nostrano correggerebbe alla prima occhiata: i pulsanti riscaldamento sedili sulla mia vasca da bagno stanno appena dietro la leva freno a mano, dove si appoggiano borselli, chiavi, cellulari... non ti dico le volte in estate che mi ritrovo le balle sudate per aver acceso i sedili senza volerlo; il sistema sedili posteriori delle Jazz è notoriamente una favola per praticità, ma la cappelliera è praticamente senza gommini antirumore quindi sbatte ad ogni buca: cosa ti costa metterci due cuscinetti in più? E ti parlo di roba visibile a macchina montata, perchè ancora non ho dovuto smontare nulla... ma son certo, come testimoniato dal Basso, che a metterci le mani troverò robe allucinanti sotto pannelli porta e plancia.
Da questi primi sei mesi vengo a quotarti sostanzialmente tutto. E da quanto vedo nel mondo USA-UK c'è una certa tradizione nel rendere disponibile la letteratura tecnica: intanto ho trovato questo, che ora scaricherò in PDF sezione per sezione

https://cardiagn.com/2015-subaru-forest ... ng-system/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven set 06, 2019 10:16 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:29 pm
Messaggi: 14729
Ogni volta che apro questo topic per vederne gli aggiornamenti sudo freddo :ridi
Scherzi a parte, vero che non la uso molto, ma la BRZ ha molte meno giapponesità di quelle da voi elencate, forse perchè è un prodotto un po' più particolare, e il carplay mette una bella pezza all'infotainment.
Resta il fatto che alcuni cliché proprio non riescono a scollarseli (tasto ODO per resettare il parziale, orologio digitale stile casio anni 80 in plancia, etc).

Comunque, se non stai attento col cambio e non tieni il motore il canna, un qualsiasi diesel automatico te le suona in ripresa :ridi


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven set 06, 2019 10:45 am 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
mauro65 ha scritto:
E da quanto vedo nel mondo USA-UK c'è una certa tradizione nel rendere disponibile la letteratura tecnica: intanto ho trovato questo, che ora scaricherò in PDF sezione per sezione

https://cardiagn.com/2015-subaru-forest ... ng-system/

Si ma stanno cambiando filosofia pure lì, nel senso che pure negli States ed UK i costruttori stanno passando a metter a disposizione le manualistiche solo online e con abbonamenti a pagamento, jap compresi. Si trova tutto come manualistica per la Jazz, tutto fino alla versione precedente all'attuale; per la mia non ho ancora trovato nulla di nulla. Quindi salvati quei pdf (e facci la tara che è roba per le USDM) prima che decidano di toglierli dalla circolazione.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: ven set 06, 2019 11:42 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
mjazz ha scritto:
Si ma stanno cambiando filosofia pure lì, nel senso che pure negli States ed UK i costruttori stanno passando a metter a disposizione le manualistiche solo online e con abbonamenti a pagamento, jap compresi. Si trova tutto come manualistica per la Jazz, tutto fino alla versione precedente all'attuale; per la mia non ho ancora trovato nulla di nulla. Quindi salvati quei pdf (e facci la tara che è roba per le USDM) prima che decidano di toglierli dalla circolazione.
Infatti sto procedendo, per fortuna il my2015 è quasi identico al mio, norme e allestimenti diversi a parte


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: sab set 07, 2019 8:28 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
Multiplone ha scritto:
Ogni volta che apro questo topic per vederne gli aggiornamenti sudo freddo :ridi
:allegria

A fine mese salvo imprevisti faccio il Subaru4Fun NordEst :P


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: sab set 07, 2019 8:32 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 871
Perfetto. . Poi racconti.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: E alla fine Forester fu
MessaggioInviato: mer set 11, 2019 6:47 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
mjazz ha scritto:
Quindi salvati quei pdf (e facci la tara che è roba per le USDM) prima che decidano di toglierli dalla circolazione.
Fatto. Circa 200 mega in 67 file (incluso il LUM per gli States, già che c'ero), alcune migliaia di pagine ... ora posso anche tirare giù ed aprire il Lineartronic :ridi


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 184 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 13 4 5 6 7 Prossimo

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net