Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2

Perché le gomme larghe tengono di più?
Per la maggiore impronta a terra. 79%  79%  [ 19 ]
Perché la pressione è distribuita meglio. 21%  21%  [ 5 ]
Voti totali: 24
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 16, 2008 3:31 pm 
Strosek ha scritto:
Se vogliamo metterlo in termini matematici, si ha che la forza orizzontale (esempio di frenata) Fx è uguale a Fz (carico verticale) x coeff. di attrito m.
Fx=Fz*m

Ma Fz = A*p ovvero area di contatto per pressione.
Detta così, sembra che allargando la gomma non cambi un cavolo: rimane uguale Fz, rimane uguale m...come può aumentare Fx?
Perché il coeff. di attrito non è costante al variare di Fz.. In pratica: se raddoppio il carico verticale su una gomma, la forza orizzontale Fx non raddoppierà, ma sarà un po' di meno.... In altri termini: il coeff. di attrito cala all'aumentare di Fz, hanno due andamento opposti.
Essendo le pressioni di contatto più uniformi con gomme larghe, sarà sfruttato meglio l'attrito, da qui la maggiore tenuta di strada.
Per lo stesso motivo, se prendo un'auto e la zavorro, la tenuta di strada sarà inferiore. Prendiamo un'auto pesante 4000kg.
Fx=2*Fz*m
In teoria avrei il doppio della forza orizzontale, quindi l'auto pesa il doppio ma io ho il doppio della forza frenante. Invece m cala rispetto a prima....



:alastorsentenzia: l'area è sempre quella solo che viene sfruttata meglio dalla gomma larga.

c'è da dire che poi nel caso pratico entra il discorso della ripartizione frenata tra avantreno e retrotreno per cui non è detto che effettivamente appesantendo l'auto lo spazio di frenata si allunghi. In curva non ne parliamo, inutile cercare di capirci con i calcoli, si capisce molto meglio con il c**o.



Per quanto riguarda la faccenda della neve, non ho capito bene qual'è il problema e chi sostiene che cosa, però è vero che la gomma stretta paga (le auto da rally corrono sulla neve con tipo della gomme da 165...)


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 16, 2008 3:31 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 29, 2007 9:32 pm
Messaggi: 6040
Località: Appiano (Bz)
Su tanta neve non si crea uno strato d'acqua sotto la gomma, credo che l'improvviso/istantaneo aumento di pressione della gomma non sia sufficiente. Anche perchè se così fosse la gomma da neve sarebbe bagnata ma non piena di neve.

_________________
FREE TIBET


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 16, 2008 3:57 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 11:50 am
Messaggi: 10567
Ravfour ha scritto:
Su tanta neve non si crea uno strato d'acqua sotto la gomma, credo che l'improvviso/istantaneo aumento di pressione della gomma non sia sufficiente. Anche perchè se così fosse la gomma da neve sarebbe bagnata ma non piena di neve.


Infatti è piena di neve nelle scanalature dove si esercita meno pressione.
Strosek ha scritto:
l'impronta sarà più larga ma anche più corta.


Solo questo non riesco a cogliere: perchè l'impronta è più corta a parità di diametro?

_________________
Esiste una quantità di oggetti meccanici che aumentano gli stimoli sessuali di certe donne: primo fra questi è la Porsche 911.

Guidare di traverso è una delle cose più belle che un uomo possa fare da vestito.


Top
   
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 16, 2008 7:32 pm 
Zebrone ha scritto:

Solo questo non riesco a cogliere: perchè l'impronta è più corta a parità di diametro?


Perchè se l'area dev'essere costante, se diventa più larga diventa anche più corta...di solito si approssima quest'area come un'ellisse quando si fanno i conti.


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mar 25, 2008 8:08 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 12, 2006 7:40 am
Messaggi: 2887
Perche' il maggiorato ha una maggiore impronta a terra e una minore deformabilita' che ne garantisce la costanza anche sotto sforzo.
D'altro canto questo va a detrimento della progressivita' del pneumatico, specie quando la resistenza alla flessione della spalla e' superiore alla forza di trazione che lo pneumatico puo' esercitare: in questo caso si perde aderenza senza quasi preavviso.
Alastor ha scritto:
:allegria Ragazzi voi non credete che Pressione*Area =Peso debba rimanere costante? :allegria L'area non cambia, cambia il suo modo di lavorare.


Nella teoria perfetta...
Strosek ha scritto:
Bravi, pian piano vi siste avvicinati alla realtà..
Fermiamo per un momento qualche condizione: parliamo di tenuta su asfalto e di un'auto dello stesso peso.
Per una semplice questione di equilibrio, immaginiamo che l'auto pesi 2000kg e che la distribuzione dei pesi sia simmetrica. Quindi ogni ruota davrà un carico verticale di 500kg. Per equilibrare il quale, la gomma si deforma. Osa il disocorso è: ma se su questa ruota ci sono sempre 500kg, se la carcassa è uguale ma cambia semplicemente la larghezza del pneumatico, diciamo 205 invece che 185, l'impronta sarà più larga ma anche più corta. Quindi l'area in sé rimane simile. Il fatto è che locamente, puntualmente, le pressioni cambiano, benché la loro risultate sia uguale, e sono più favorevoli nel confronto della gomma larga. In pratica, allargando la gomma, l'area di contatto rimane simile, ma le pressioni di contatto tra gomma e suolo sono distribuite diversamente, sono più uniformi nella gomma larga, consentendo una migliore tenuta di strada.

Se questo discorso vi è chiaro...potete gustarvi anche quello che viene dopo....


Se vogliamo metterlo in termini matematici, si ha che la forza orizzontale (esempio di frenata) Fx è uguale a Fz (carico verticale) x coeff. di attrito m.
Fx=Fz*m

Ma Fz = A*p ovvero area di contatto per pressione.
Detta così, sembra che allargando la gomma non cambi un cavolo: rimane uguale Fz, rimane uguale m...come può aumentare Fx?
Perché il coeff. di attrito non è costante al variare di Fz.. In pratica: se raddoppio il carico verticale su una gomma, la forza orizzontale Fx non raddoppierà, ma sarà un po' di meno.... In altri termini: il coeff. di attrito cala all'aumentare di Fz, hanno due andamento opposti.
Essendo le pressioni di contatto più uniformi con gomme larghe, sarà sfruttato meglio l'attrito, da qui la maggiore tenuta di strada.
Per lo stesso motivo, se prendo un'auto e la zavorro, la tenuta di strada sarà inferiore. Prendiamo un'auto pesante 4000kg.
Fx=2*Fz*m
In teoria avrei il doppio della forza orizzontale, quindi l'auto pesa il doppio ma io ho il doppio della forza frenante. Invece m cala rispetto a prima....


La neve è un altro paio di maniche. Lì è inutile avere un'ampia superficie di contatto, tanto la neve fresca non riesce a trasmettere forze. Tanto vale "raspare", raschiare lo strato superficiale e cercare di attaccarsi su quello sottostante, più duro. E, magari, cercare di creare una specie di canale o rotaia in cui far scorrere le gomme e far lavorare anche la spalla.

Infatti, pensa di scivolare sul pavimento lucido...come ti fermi? Pianti il palmo della mano, lo allarghi istantivamente, cercando di rendere uniforme la pressione tra palmo dell amano e pavimento.
Se invece scivoli sul ghiaccio, perchi di graffiare con le unghie.


Il discorso fila... in condizioni perfettamente statiche e con un'altezza di spalla omogenea tra pneumatico stretto e largo.

Di fatto, dato che gli pneumatici stretti hanno tipicamente anche spalla alta, e quelli larghi bassa, all'atto pratico, in condizioni DINAMICHE, ossia quando lo pneumatico viene messo sotto sforzo e lavora, la superficie a terra dello pneumatico maggiorato e' DI GRAN LUNGA piu' ampia di quella dello pneumatico stretto. Ed e' questo che garantisce maggiore aderenza in curva. Il miglior sfruttamento dell'aderenza dovuta alla diversa forma dell'impronta a terra certamente influisce, ma in maniera minoritaria rispetto alla maggior impronta a terra garantita dal maggiorato.

Al contempo, come dicevo, bisogna ricordare che tenuta e guidabilita' dello pneumatico sono due cose molto diverse e che raramente vanno di pari passo.
Uno pneumatico con tenuta elevata grazie a una deformabilita' della spalla ridotta che garantisce sempre la massima impronta a terra (o quasi) sara' molto piu' difficile da guidare, perche' non garantira' il preavviso che la progressiva riduzione dell'impronta a terra e la deformazione della spalla garantiscono su uno pneumatico con un fattore di forma piu' alto.

_________________
=== TEMET NOSCE ===

Ascolto il canto del meccanismo

L'ecologismo inquina


Top
   
MessaggioInviato: sab dic 23, 2017 4:01 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven feb 24, 2017 7:26 pm
Messaggi: 30
Video interessante proprio sull'argomento. Buona visione.
http://meccanicadelveicolo.com/2017/12/ ... ci-larghi/

Inviato dal mio ASUS_Z01BS utilizzando Tapatalk


Top
   
MessaggioInviato: sab dic 23, 2017 7:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mag 10, 2009 12:35 am
Messaggi: 8392
Località: Milano, IT
Necroposting at its finest. :ridi

_________________
Lancia Ypsilon 0.9 TwinAir (01/2012) - 0.875cc/86hp (SGE 0.875) - Immagine
Mercedes-Benz W124 200E-16 (12/1992) - 1.998cc/136hp (M111.940) - Immagine


Top
   
MessaggioInviato: sab dic 23, 2017 11:20 pm 
Bel video, domani lo finisco


Top
   
MessaggioInviato: lun dic 25, 2017 11:50 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar giu 06, 2006 4:00 pm
Messaggi: 15496
Località: Bologna
Figa , Octane non me lo ricordavo nemmeno più

_________________
Sai che cosa diceva quel tale? In Italia sotto i Borgia, per trent'anni, hanno avuto assassinii, guerre, terrore e massacri, ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e che cos' hanno prodotto? Gli orologi a cucù.( O.Welles)


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net