Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mer nov 21, 2018 2:56 pm 
Di parte è dir poco...


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mer nov 21, 2018 2:57 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Ah, ok.
Ed è un peccato, perchè le idee che stanno alla base della storia sono sempre molto valide


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mer nov 21, 2018 3:09 pm 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: mar set 26, 2006 4:08 pm
Messaggi: 14762
Località: Monza
Tyreal_Reloaded ha scritto:
ste79 ha scritto:
riesumo il 3d dopo un anno...

Ho provato a leggere il libro "Io sono leggenda" dopo aver visto il film qualche anno fa. E niente, arrivato a un terzo del libro ho smesso, grandissima delusione rispetto al film: noioso e banale


E' ovviamente il contrario :allegria :allegria :allegria

No, seriamente, il romanzo ha avuto un grandissimo pregio, secondo me: il finale. Considerata l'epoca in cui è stato scritto, l'idea che l'uomo, dapprima visto come eroe e sopravvissuto diventi "il mostro" in una nuova società che ormai sta prendendo forma è un'immagine potentissima.
Dapprima leggiamo della vita di un sopravvissuto in un mondo in cui l'umanità si è trasformata in veri e propri vampiri, ma poi si scopre che questi vampiri si stanno organizzando in un accenno di vita sociale strutturata, sono ormai la specie dominante, hanno i loro piccoli... ed ai loro piccoli raccontano la leggenda del mostro umano che vuole ucciderli tutti. "loro" sono diventati i buoni, gli inconsapevoli innocenti, "lui" è il babau, il mostro: lui è Leggenda.
Una roba così mediamente complicata non sarebbe stata possibile nella baggianata teocon a lieto fine con Il principe di Bel Air :D


Ecco, da quello che mi dici il finale non è male (al contrario del film che invece pecca proprio alla fine). Il problema è che per quanto ho letto io, il libro è veramente noioso, mentre il film è abbastanza coinvolgente.
Non so cosa sia stato scritto prima ma un finale di questo genere mi fa venire in mente "La Sentinella", racconto breve di Fredric Brown

_________________
"Scusi, ma lei ha preso la patente di guida veloce?"


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mer nov 21, 2018 3:13 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
ste79 ha scritto:
Non so cosa sia stato scritto prima ma un finale di questo genere mi fa venire in mente "La Sentinella", racconto breve di Fredric Brown


E qui si scivola prepotentemente nella fantascienza classica e nella nostalgia

(anche il film di Netflix "extinction" segue quel genere di "finale")


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mer nov 21, 2018 6:02 pm 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9989
Località: Earth - Sol III
Ecco, Clancy è sicuramente bravo, ma per me è di un palloso che lévati.
Ineccepibile come ricostruzione, documentazione, verosimiglianza e quant'altro, ma ha lo stesso problema di tanti suoi conterranei e colleghi di genere: tutti tremendamente didascalici e del tutto incapaci di creare personaggi con cui empatizzare; se si è appassionati di un certo tipo di argomenti vi si trovano chicche deliziose, ma in generale non riesco ad andare oltre quando leggo per la ventesima volta il cablogramma dal CincPac al ComSubPac.
Che poi sia parecchio parte mi pare più che evidente, eh...
"Caccia a Ottobre Rosso" resta un film maestoso, pieno di attori e di collaboratori di ogni tipo tra i più bravi del periodo; già gli altri film tratti da romanzi dello stesso autore mi sono sembrati molto più scialbi, la Serie TV recente è guardabile, ma non mi ha lasciato molto.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mer nov 21, 2018 6:36 pm 
Sì, Clancy è molto didascalico, tanto che si parli dell'arma quanto della tecnica di combattimento. E anche quando si avventura in dissertazioni sul lato umano, è sempre qualcosa avente a che fare con la psicologia del combattente. Da lì non esce, non potrebbe mai scrivere "La solitudine dei numeri primi"...


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: ven nov 23, 2018 11:02 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio feb 13, 2014 11:58 am
Messaggi: 3070
Località: Fuerstentum Liechtenstein
Acquistato il libro "La caduta di Gondolin" tre giorni fa e sono già a metà lettura (1 ora e mezza al giorno in treno).
Se si è appassionati di JRR Tolkien lo consiglio, le ultime fatiche del figlio nel rielaborare i testi incompleti e/o scritti in inglese antico sono davvero interessanti e permettono al lettore di conoscere in maniera ancora più approfondita la complessa genialità del padre.

_________________
Life is tough,but it's tougher if you're stupid


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: ven nov 23, 2018 11:52 am 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9989
Località: Earth - Sol III
"Il suo nome in Sindarin significa Rocca Celata, in Quenya si chiama Ondolindë, rocca della musica acquorea, perla della piana di Tumladen nel cuore dei Monti Cerchianti"

Sono ricaduto anch'io nella trappola del fantasy, complice il voler provare per sfizio il gioco "The Witcher". Dopo il fatidico "ma sì, vediamo com'è l'inizio", sono arrivato in una settimana a conoscere a menadito i dintorni di Vizima e la pianta della città, oltre ad aver recuperato i primi due libri della saga letteraria.
Va così.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: ven nov 23, 2018 11:57 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio feb 13, 2014 11:58 am
Messaggi: 3070
Località: Fuerstentum Liechtenstein
Tyreal_Reloaded ha scritto:

Sono ricaduto anch'io nella trappola del fantasy, complice il voler provare per sfizio il gioco "The Witcher". Dopo il fatidico "ma sì, vediamo com'è l'inizio", sono arrivato in una settimana a conoscere a menadito i dintorni di Vizima e la pianta della città, oltre ad aver recuperato i primi due libri della saga letteraria.
Va così.


Io sono "fortunato" che non ho proprio tempo materiale per usare a scopo ludico un pc o una consolle...la convivenza in questo senso aiuta! :allegria

_________________
Life is tough,but it's tougher if you're stupid


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: ven nov 23, 2018 5:42 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Tyreal_Reloaded ha scritto:
Ecco, Clancy è sicuramente bravo, ma per me è di un palloso che lévati.


A me fa questo effetto Stephen King. Per carità, bravissimo, certi libri sono meravigliosi, la saga della torre nera è qualcosa di sublime, ma.....ma il 90% dei suoi libri che ho letto li avrei apprezzati molto di più se fossero stati un 30% più brevi. Idem la saga della torre, il sesto libro non ha manco senso nel contesto della saga, poteva benissimo essere racchiuso negli altri.
Rimane un grandissimo scrittore con idee geniali, ma è troppo prolisso

Edito. Purtroppo a me il fantasy non piace. Limite mio

Edito ancora: parlando di libri e film, anche hunger games non è male, un altro caso in cui i film sono fatti benissimo rispetto ai libri. Invece la saga di divergent sullo schermo non mi è piaciuta; partita benissimo col primo film, poi si è persa; rimane il fatto che Shailene woodley me la tromberei anche se fosse un trans


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: ven nov 23, 2018 10:14 pm 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9989
Località: Earth - Sol III
Oddio, la Torre Nera è forse una delle cose nel contempo migliori e peggiori che io abbia letto di King, migliori perché l'idea di base e i collegamenti con le sue opere sono come al solito di altissimo livello, peggiore perché con un certo tipo di fantasy, il buon Re proprio non ci piglia... la serie è farraginosa da morire, più del solito.
Però, se mi permetti un consiglio, prova un altro "tipo" di narrativa kinghiana: magari "22.11.63", che al netto di una premessa piuttosto fantasiosa, a mio avviso è splendido, ha un paio di personaggi da occhi lucidi e, cosa rara per l'autore, non è nemmeno troppo prolisso.
Per la cronaca sto rileggendo "It" ed è ancora fantastico: King viene ricordato per i suoi mondi fantastici o horror, ma anche in romanzi dichiaratamente di genere (e a me l'horror non piace) il tocco di irreale è davvero minimo e soprattutto di atmosfera, la parte del leone la fanno le dinamiche tra i personaggi. i ragazzini del "Club dei perdenti" sono così fortemente verosimili che ti aspetti di incontrarli prima o poi lungo la strada.

Sugli "young adult"... sì, niente male Hunger Games, ma sull'onda del successo della saga sono nati un sacco di cloni non troppo riusciti. Quando Laura fu contattata dall'editore per scrivere un romanzo adatto al genere, ci buttammo a leggere praticamente tutto quello che c'era in giro per capire cosa andasse per la maggiore, consigliati anche da mia nipote allora nemmeno maggiorenne... Fu per certi versi sconsolante, ma scoprimmo un po' di cose interessanti.
Per la cronaca ne uscì un romanzo a cui sono molto affezionato per mille motivi, "L'ultima generazione":

https://www.amazon.it/Lultima-generazio ... B010B6U6F6


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: sab nov 24, 2018 11:12 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 04, 2007 11:58 am
Messaggi: 934
Località: Bergamo
Donato Carrisi

Finora ho letto: "Il suggeritore", "L'ipotesi del male", "L'uomo del labirinto". Anche se quest'ultimo ha un collegamento molto esile, si può definire una triologia. Nei primi due la protagonista è tale, nel terzo compare soltanto. Ma lascia comunque il segno. Si possono leggere anche singolarmente, ci si perde qualche riferimento ma si leggono comunque. Per me è stato una rivelazione. Un pò furbetto in certi colpi di scena, ma la capacità di tenere alta la tensione è decisamente notevole.

Per quanto riguarda il Re (Stephen King) io lo leggo dal lontano 1993, anno in cui lessi IT, che mi ha letteralmente sconvolto, ai tempi. La sua bravura, per me, non è mai stata quella di spaventare, per carità, è bravissimo in quello, ma più di tutto la sua maestria nel dipingere i personaggi. A volte ti sembra quasi di conoscerli da sempre. Lui è un Maestro (sì, con la M maiuscola) per come delinea i suoi personaggi, per la capacità di renderli vivi oltre la carta. Sul discorso prolissità si sfonda una porta aperta, apertissima, i suoi libri da 700-800 pagine, ridotti a 500, non di meno, sarebbero al fulmicotone. Però lo accetto per quella capacità che ha, come pochi altri, di portarmi via dal piano terreno e farmi vivere in un mondo parallelo. Castle Rock, Derry... sono città che conosco meglio di quella in cui abito.

_________________
Immagine

La musica è il vino che riempie la coppa del silenzio - Robert Fripp


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: dom nov 25, 2018 8:44 pm 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9989
Località: Earth - Sol III
Siamo tutti un po' innamorati di Beverly :)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: lun nov 26, 2018 9:01 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Tornando brevemente su King, concordo con Sem; se i libri fossero di 4/500 pagine sarebbero capolavori destinati a restare scolpiti nella letteratura mondiale.
In merito alla saga della torre, in effetti gli ultimi due libri sono un po' scollegati dal resto della storia. Il sesto c'entra nulla (qualche critico ha supposto che non l'abbia manco scirtto lui ma sua moglie), il settimo è stato scritto per concludere una storia che doveva per forza essere conclusa, e purtroppo si vede. Ma i primi 5 restano notevoli, con alcune parti degne di nota ( la parte di Blaine il Mono non so quante volte l'ho riletta). 22.11.63 devo ancora leggerlo, non ne ho ancora avuto tempo; stesso motivo per cui devo ancora leggere l'ultimo uscito, che ho già tra le mani; manca sempre il tempo. Ma mi fido del tuo giudizio.
Tra l'altro io di King non ho letto tutti i "classici". It mi manca, ad esempio. Viceversa vi segnalo un suo libro passato un po' in sordina, Buick 8, che ha il pregio di racchiudere il meglio della narrativa di King senza superare le 600 pagine :P (si ferma poco prima delle 500.. anche qui 100 pagine in meno non avrebbero fatto male).
Ma io il mio preferito rimane La lunga marcia. Che è un libretto dle menga, ma ha tutto quello che serve per far cpaire cosa sarebbe diventato King negli anni seguenti.


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: gio dic 13, 2018 2:17 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Due settimane fa mi cade lo sguardo su una piccola libreria nel mobile della sala e vedo un libro che manco sapevo di avere. Prima penso a da dove salti fuori, poi mi ricordo di aver comrpato un paio di libri cartacei da portarmi in spiaggia la scorsa estate, ed uno mi è rimasto a casa a prendere polvere, finendo nel dimenticatoio.
Così mi decido a leggerlo; ovviamente sono libri "usa e getta" senza troppe pretese, ma questo non mi è spiaciuto; mi mancano poche pagine per finirlo, a tratti è un po' lento e dispersivo, ma l'idea di fondo della storia,è assai interessante, riguardando da una parte la decadenza di una civiltà, la nostra, e dall'altra l'evoluzione di una nuova civiltà dovuta ad un errore nella terraformazione di un pianeta; fino all'inevitabile contatto. Il titolo è "I figli del tempo", di Adrian Tchaikovsky.
Non me la sento di consigliarlo, ma se cercate qualcosa che si richiama fortemente alla fantascienza classica, beh, questo libro può rientrarci


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: gio dic 13, 2018 3:04 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar giu 06, 2006 4:00 pm
Messaggi: 15162
Località: Bologna
cometa rossa ha scritto:
Due settimane fa mi cade lo sguardo su una piccola libreria nel mobile della sala e vedo un libro che manco sapevo di avere. Prima penso a da dove salti fuori, poi mi ricordo di aver comrpato un paio di libri cartacei da portarmi in spiaggia la scorsa estate, ed uno mi è rimasto a casa a prendere polvere, finendo nel dimenticatoio.
Così mi decido a leggerlo; ovviamente sono libri "usa e getta" senza troppe pretese, ma questo non mi è spiaciuto; mi mancano poche pagine per finirlo, a tratti è un po' lento e dispersivo, ma l'idea di fondo della storia,è assai interessante, riguardando da una parte la decadenza di una civiltà, la nostra, e dall'altra l'evoluzione di una nuova civiltà dovuta ad un errore nella terraformazione di un pianeta; fino all'inevitabile contatto. Il titolo è "I figli del tempo", di Adrian Tchaikovsky.
Non me la sento di consigliarlo, ma se cercate qualcosa che si richiama fortemente alla fantascienza classica, beh, questo libro può rientrarci


Ah si, Tchaikovsky...... quello famoso....lo schianta noci...... :D

_________________
Sai che cosa diceva quel tale? In Italia sotto i Borgia, per trent'anni, hanno avuto assassinii, guerre, terrore e massacri, ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e che cos' hanno prodotto? Gli orologi a cucù.( O.Welles)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: gio dic 13, 2018 4:09 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio giu 29, 2006 5:19 am
Messaggi: 3622
Località: Reggio Emilia
Parlando di King, sto bruciando The Outsider. Trama interessante e ritmo serrato. Una pagina tira l'altra e faccio fatica ad interrompere la lettura. Spero non si rovini nel finale: non manca molto alla fine e siamo ben lontani dall'epilogo, narrativamente parlando.

_________________
Non muoio nemmeno se m'ammazzano. G.Guareschi. Lager di Bergen-Belsen, 1943.

www.cierrelasertube.it


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: gio dic 13, 2018 4:25 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Dannatio ha scritto:
Ah si, Tchaikovsky...... quello famoso....lo schianta noci...... :D


Ok, fai pure il radical chic colto con la citazione da centro sociale :P :P


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: gio dic 13, 2018 4:48 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar giu 06, 2006 4:00 pm
Messaggi: 15162
Località: Bologna
Figa, a me del radical chic no vé?:ridi

_________________
Sai che cosa diceva quel tale? In Italia sotto i Borgia, per trent'anni, hanno avuto assassinii, guerre, terrore e massacri, ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e che cos' hanno prodotto? Gli orologi a cucù.( O.Welles)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: gio dic 13, 2018 4:57 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Volevo stuizzicarti

John Scalzi lo ha mai letto qualcuno? Sempre fantascienza, a me non spiace per nulla. Alcuni libri belli, altri meno; "Uomini in rosso" è una piccola perla


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: gio dic 13, 2018 5:19 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21971
Località: Milano
Dannatio ha scritto:
lo schianta noci...... :D


:allegria :allegria :allegria :allegria :allegria :allegria

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: lun dic 17, 2018 11:02 am 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9989
Località: Earth - Sol III
cometa rossa ha scritto:
Volevo stuizzicarti

John Scalzi lo ha mai letto qualcuno? Sempre fantascienza, a me non spiace per nulla. Alcuni libri belli, altri meno; "Uomini in rosso" è una piccola perla


"La scatola" :D


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: lun dic 17, 2018 11:02 am 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9989
Località: Earth - Sol III
Dannatio ha scritto:

Ah si, Tchaikovsky...... quello famoso....lo schianta noci...... :D


:D :D :D


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mar dic 18, 2018 8:43 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Tyreal_Reloaded ha scritto:
cometa rossa ha scritto:
Volevo stuizzicarti

John Scalzi lo ha mai letto qualcuno? Sempre fantascienza, a me non spiace per nulla. Alcuni libri belli, altri meno; "Uomini in rosso" è una piccola perla


"La scatola" :D



Intendi la "testa di cazzo" di Morire per Vivere? Altrimenti non l'ho capita :P


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mar dic 18, 2018 10:42 am 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9989
Località: Earth - Sol III
Mi pareva l'avessero tradotta come "scatola": in "uomini in rosso" i personaggi si trovano di volta in volta di fronte a un enigma praticamente insolubile, ma basta darlo in pasto alla "scatola" e dopo tre quarti d'ora, quando la situazione diventa critica, la soluzione viene fornita automaticamente senza che nessuno abbia mai capito come. Ovvia presa in giro agli episodi Trek classici, come tutto il romanzo :)


Top
   
 Oggetto del messaggio: Re: l'angolo del libro
MessaggioInviato: mar dic 18, 2018 10:48 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25217
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Cazzo, ho ancora gli effetti dell'influenza, mi ero dimenticato della scatola (capisci come sto messo oggi)


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente 1 2

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net