Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun ago 26, 2019 9:26 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12497
ontag, 26. August 2019, 21.38 Uhr

Legendärer Ex-Chef des VW-Konzerns:
Ferdinand Piëch verstorben

Der wohl bekannteste Enkel des genialen Konstrukteurs Ferdinand Porsche ist tot: Ferdinand Karl Piëch wurde 82 Jahre alt.Von Henning Krogh

Ferdinand Karl Piëch: Der Porsche-Enkel ist tot. (Foto: Kai Uwe Knoth)

Der legendäre Ex-VW-Konzernchef und langjährige Aufsichtspräsident des Weltmarktführers, Ferdinand Karl Piëch, ist gestorben. Das berichten mehrere Quellen übereinstimmend.

Piëch soll am Sonntag in einem Restaurant in Rosenheim (Bayern) kollabiert sein, berichtet die "Bild"-Zeitung. Anschließend wurde Piëch ins Krankenhaus eingeliefert, wo er verstarb

La stampa tedesca ha riportato pochi minuti fa del decesso di Ferdinand Karl Piech, erede della famiglia Porsche, a.d di Vw dal 1993 al 2002 e presidente del consiglio di sorveglianza dal 2002 al 2015. Senza se e senza ma una leggenda del settore automobilistico. Geniale ingegnere, con vari tratti da pazzoide, come nessuno ha plasmato l'industria tedesca dell'auto. Se ne va veramente un titano, uno dei più spietati manager della repubblica federale tedesca, anche se era austriaco. Gli ultimi 4 anni non erano stati gentili con Piech cacciato da Vw nel 2015 dopo la lotta con Winterkorn, il vecchio aveva visto la sua azienda travolta dal dieselgate e nel 2017 aveva venduto le proprie quote in Porsche SE in dura polemica con la sua famiglia.


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: lun ago 26, 2019 9:43 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 9456
Località: Sardinia
Cazzarola! Direi che si apriranno nuovi interessanti scenari!

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006


Top
   
MessaggioInviato: lun ago 26, 2019 9:45 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
Accidenti, l’avevo intravisto pochi anni fa con una delle sue Ferrari... mi spiace, personaggio caposaldo dell’automotive europea.


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 7:12 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 25132
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
Un gigante


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 7:38 am 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9941
Località: Earth - Sol III
Urca!


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 8:23 am 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13702
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Senza alcun dubbio qualcuno cui l'automobilismo deve molto, nel bene e nel male.

Rip.

P. S. Era l'ultimo dei manager ingegneri o ne resiste ancora qualcuno?

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 9:04 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21903
Località: Milano
:(

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 9:07 am 
Non connesso

Iscritto il: dom nov 21, 2010 8:25 pm
Messaggi: 9941
Località: Earth - Sol III
Il Basso di Genova ha scritto:
Senza alcun dubbio qualcuno cui l'automobilismo deve molto, nel bene e nel male.

Rip.

P. S. Era l'ultimo dei manager ingegneri o ne resiste ancora qualcuno?


Winterkorn pure è mimìmetallurgico o cose del genere, mi pare.


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 6:08 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12497
Dopo aver smontato dalla guardia e dopo un buon sonno ristoratore posso finalmente scrivere una piccola memoria del dipartito, uno che nella storia dell’auto ha avuto il suo peso.

Piech nasce nel 1937, nipote di Ferdinand Porsche, figlio di Louise Porsche (quella con le palle rispetto a Ferry, parole di Wolfgang Porsche). Ferdinand Karl una volta disse che voleva diventare più di successo di suo nonno, un‘ affermazione quantomeno iperbolica se tuo nonno ha creato il maggiolino. Non c’è dubbio che nei libri di storia ci si ricorderà più di Ferdinand Porsche che di Ferdinand Piech eppure più avanti dimostrerò che Piech ha avuto pienamente ragione.

Ferdinand Porsche fu sicuramente uno dei più importanti ingegneri del XX secolo però non creò una fortuna per sé stesso, quel (relativamente) poco che fece lo dovette alla furbizia del genero Anton Piech. Dopo la guerra i nobili dell’auto europea erano gli Agnelli o i Peugeot, non certo i Porsche.

Piech entrò nell’azienda di famiglia nel 1963, imposto dalla madre Louise. Fino ad allora i Piech avevano amministrato con successo la Porsche holding Salzburg mentre i Porsche guidavano appena in pareggio il costruttore sportivo.

Lì iniziano gli scontri e i reciproci odi con il resto della famiglia. Nessuno aveva il talento di Ferdinand, neanche Ferdinand Alexander (Butzi), il designer della prima 911. Piech non ne faceva mistero e si lanciava in giudizi al vetriolo nei confronti di fratelli e cugini.
“Loro (i Porsche) cantavano e ballavano alla Waldorf Schule mentre io studiavo come un pazzo alla TU di Lucerna per rendere competitiva l’azienda di famiglia”.
“ voi (cugini Porsche e fratelli Piech) siete dei porcellini d’India, io sono un cinghiale”.
Piech comandava come un’elefante in cristalleria, spese cifre enormi pur di trionfare a Le Mans. Il trionfo arrivò ma portò la Porsche quasi al collasso. La situazione diventò talmente tossica che si decise di far ritirare tutti i Porsche e i Piech dalla conduzione dell’azienda.
Da allora Piech (che così, en passant, sedusse la moglie del cugino Gerhard Porsche, giusto per farsi odiare di più) inizia la scalata alla Vw.
Non tutti sanno che Daimler-Benz lo assunse immediatamente dopo il licenziamento dalla Porsche ma dopo 6 mesi disperati dall’atteggiamento tirannico di Ferdinand lo accompagnarono alla porta.
Nel 1972 comincia l’avventura all’Audi che nessuno, neanche all’interno dell’azienda poteva vedere come rivale di BMW e di Mercedes.
Qui Piech dimostra una capacità che spesso viene messa in secondo piano rispetto alla sua brillantissima carriera di ingegnere: il corporate fighter.
L’ascesa di Audi fu fatta praticamente all’oscuro della dirigenza Vw, Piech rideva quando dal Vorstand gli facevano notare che i budget dovevano essere rispettati.
Riuscì sempre a salvarsi la carriera senza mai scendere a compromessi.
Nel 1992 Piech non era per niente il candidato ideale per succedere ad Hahn, Goudevert Era il favorito perché vicino alla SPD e in accordo con il sindacato. Piech trovò il contatto ideale con l’Ig Metall e nel 1993 diventò ceo del gruppo.
Il ceo di Vw deve servire molti padroni, il lavoro di un Marchionne è molto più semplice, alla fine deve rispondere solo agli Agnelli. Il capo di Vw deve giostrarsi tra Ig Metall, politici della Bassa Sassonia e dal 2005 in poi anche la Porsche SE.
Eppure lo spietato Piech riusciva ad imporre sempre le sue idee, anche le più assurde come la Phaeton o lo shopping di lusso del 1998.
Schröder in privato disse di essere terrorizzato da Piech a cui avrebbe potuto togliere la fiducia in un battito.
La lista dei manager fatti fuori da Piech è infinita, spesso erano manager che portavano a casa risultati ma che Piech non esitava a silurare se non li riteneva degni oppure se non erano conformi alle sue scelte strategiche.

Piech ha creato per la propria famiglia ( nel senso di tutti i Porsche e Piech) anche un impero che avrebbe fatto l’invidia del nonno. Nel 2000 Jaques Nasser, ceo di Ford, voleva comprarsi il 100% di Vw, Piech attivò la politica (allora era cancelliere Schröder) e non se ne fece nulla ma da allora inizia a mettersi in moto la scalata di Porsche.
Senza entrare nei complicati dettagli, Piech aveva un conflitto di interessi macroscopico nella lotta tra Porsche e Vw. In quanto presidente del consiglio di sorveglianza di Vw avrebbe dovuto difendere Wolfsburg da una scalata che una volta portata a termine lo avrebbe reso miliardario.
Il vecchio Ferdinand rischiò il fallimento della Porsche (quindi di sé stesso) pur di imporre una fusione secondo i desiderata dei potentati di Wolfsburg. I Porsche-Piech sarebbero diventati primi azionisti ma limitati dal sindacato e dalla bassa Sassonia.

Sicuramente Piech non è responsabile del dieselgate ma altrettanto indubbiamente ha creato l’ambiente in cui questo scandalo ciclopico è potuto sorgere.
Un episodio fa capire il delirio di onnipotenza di Piech: al salone di Francoforte del 1997 fu svelata la Golf IV. Bob Lutz (allora ceo di Chrysler ed uno dei più importanti manager dell’auto negli ultimi 40 anni) si complimentò per gli eccellenti accoppiamenti che neanche BMW poteva eguagliare. Piech rispose che era stato facilissimo, aveva convocato gli ingegneri 6 mesi prima dell’inizio della produzione della Golf IV e minacciato di licenziamento se non fossero riusciti a raggiungere i target fissati.
Esempi di questo tipo ce ne sono a migliaia: il climatizzatore della Phaeton, la trazione Quattro, la Lupo 3L/100 km, la Bugatti Veyron...
Ferdinand Piech era il capo-parente che nessuno avrebbe voluto avere neanche un giorno in tutta la vita.

Gli ultimi anni sono stati piuttosto dolorosi per Piech. Nel 2015 tentò di disarcionare Winterkorn e ne uscì sconfitto. Nessuno tra il sindacato, Bassa Sassonia oppure il suo stesso fratello Hans Michael Piech lo sostenne. Alla fine sarebbe stato travolto lo stesso pochi mesi più tardi dal dieselgate. Pur fuori dalle stanze dei bottoni Piech manteneva un’influenza enorme dato che risultava uno dei maggiori azionisti di Porsche Se. Eppure per 2 anni continuò a combattere contro la sua stessa famiglia che alla fine per disperazione dovette comprarsi le quote.
Alla fine per Piech i soldi contavano pochissimo, era fondamentale il potere.
Nel mondo dell’auto di oggi una figura simile è impossibile e secondo me neanche auspicabile, eppure colui che beffardamente sosteneva di poter superare la grandezza di suo nonno ha avuto l’ultima risata.


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 11:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 20418
Grazie Daimler;)


Top
   
MessaggioInviato: mar ago 27, 2019 11:37 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 3726
Letto d’un fiato :)


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 10:01 am 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
Di Piech ricordo il commento sulla prima Smart, disse che se un qualsiasi suo sottoposto avesse anche solo osato presentargli un'idea del genere lo avrebbe letteralmente preso a calci.
Alla luce di questo bel racconto sto rivalutando il lato "umano" del dieselgate, già uscito su qualche articolo ai tempi e al quale non avevo dato grosso peso: ovvero che di fronte a target per loro impossibili da raggiungere, ingegneri ed amministrativi avevano scelto di barare per dimostrare al capo di aver raggiunto l'obiettivo, invece di andar da Piech o chi per lui e dire "non ce la facciamo ad ottenere questo risultato a questi costi", frase che avrebbe probabilmente causato problemi personali o alla carriera.
Alla fine dei conti VW è un'azienda ideale dove stare se lavori in catena o in posizioni di bassa responsabilità, stipendi elevati, benefits, IgMetall a rappresentarti... tanto meglio si sta "in basso", tanto infernale dev'essere il clima in alto.


Ultima modifica di mjazz il mer ago 28, 2019 10:20 am, modificato 1 volta in totale.

Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 10:17 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21903
Località: Milano
Grazie mille dc! Se hai altri aneddoti seguo con estremo interesse. Mi rendo sempre più conto di sapere qualcosina di macchine e molto meno dei personaggi che le creano (che di solito sono dei matti completi)

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 10:35 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun lug 23, 2012 8:40 pm
Messaggi: 818
Lettura molto interessante. L’aneddoto del climatizzatore lo ricordavo relativo all’Audi 100...

_________________
http://www.flickr.com/photos/sanbangle/


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 10:45 am 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13702
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Grazie Daimler!

Qual è l'aneddoto del climatizzatore?

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 10:46 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21903
Località: Milano
Il Basso di Genova ha scritto:
Grazie Daimler!

Qual è l'aneddoto del climatizzatore?


Probabilmente che se non avesse raggiunto i -10 gradi in due minuti con l'auto al sole l'ingegnere sarebbe stato mandato a lavorare nella Buna :ridi

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 10:48 am 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
La Phaeton doveva garantire i 22° interni anche viaggiando continuativamente a 300km/h con una temperatura esterna di 50° centigradi. Il fatto di esser autolimitata a 250km/h non contava...


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 10:50 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21903
Località: Milano
Giusto :alastio: Specie in un'ottica di cambiarle il marchio davanti e venderla al doppio come Bentley

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 11:07 am 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13702
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
mjazz ha scritto:
La Phaeton doveva garantire i 22° interni anche viaggiando continuativamente a 300km/h con una temperatura esterna di 50° centigradi. Il fatto di esser autolimitata a 250km/h non contava...


E in quale posto del mondo avrebbero fatto i test? :angelo :angelo

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 11:09 am 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
Il Basso di Genova ha scritto:
mjazz ha scritto:
La Phaeton doveva garantire i 22° interni anche viaggiando continuativamente a 300km/h con una temperatura esterna di 50° centigradi. Il fatto di esser autolimitata a 250km/h non contava...


E in quale posto del mondo avrebbero fatto i test? :angelo :angelo

Nardò?

Mythology surrounds the Phaeton, which is the brainchild of former Volkswagen Group chairman Ferdinand Piech, despite poor sales.
The story goes that the Phaeton was conceived in fury after Piech learned that Mercedes-Benz broke a gentleman’s agreement by moving into the Golf market with the original A-class in the mid 1990s.
Allegedly, the then-VW boss insisted that the Phaeton’s four-zone air-conditioning could maintain a 22 degrees Celsius cabin temperature after eight hours driving at 300km/h in 55 degree heat and that its torsional body rigidity should exceed an impressive 37,000Nm per degree.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 11:15 am 
Non connesso
ADMIN
Avatar utente

Iscritto il: gio mar 30, 2006 6:17 pm
Messaggi: 13702
Località: 1640 Riverside Drive, Hill Valley
Anche lui aveva sbroccato dietro alla rigidità torsionale !!

Che personaggio incredibile..

_________________
Alfa 147 JTDm Immagine
Mazda MX-5 NC 1.8 Immagine


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 11:22 am 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
Più che altro, per 8 ore a 300km/h dovevano mettergli un bel serbatoio.
Personaggio fuori dai coppi di sicuro, ma è gente così che rende possibili dei salti in avanti. A pensarci bene, Audi ora sarebbe potuta finire nel ruolo dell'attuale Dacia di VW (sempre che VW fosse sopravvissuta) se Piech non si fosse inventato la trazione Quattro, la partecipazione ai rally, il pro-con-ten, i 5 in linea e le prime applicazioni vere e proprie dell'aerodinamica alle auto di serie.


Ultima modifica di mjazz il mer ago 28, 2019 12:57 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 11:37 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 9456
Località: Sardinia
Cazzo il pro con ten.. che cosa mi hai ricordato!

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 1:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio feb 13, 2014 11:58 am
Messaggi: 3059
Località: Fuerstentum Liechtenstein
Lettura gradevolissima in pausa pranzo! Grazie Daimler :briaco3

_________________
Life is tough,but it's tougher if you're stupid


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 1:24 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
paolocabri ha scritto:
Cazzo il pro con ten.. che cosa mi hai ricordato!

Ricorderei pure l'uso dell'alluminio per la prima A1 e per le A8, la serie dei motori VR e relative derivazioni, senza dover arrivare a quando diede di matto per fare la Veyron.
A dispetto dell'immagine noiosa che "le VW" si portano dietro, si può tranquillamente affermare che sotto Piech tecnicamente il gruppo abbia avuto più di qualcosa da dire.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 1:25 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar gen 23, 2007 3:06 pm
Messaggi: 21903
Località: Milano
mjazz ha scritto:
la serie dei motori VR


oddio, quelli... :briaco

_________________
Fiat Panda Hobby - 39 cavalli, sì, ma non per tonnellata :alastio:


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 1:53 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
VR5, VR6, W8 e via dicendo...
Certo, mica tutti successoni e perle di ingegneria, ma gli va dato atto di aver messo della carne al fuoco anche se qualche salsiccia è rimasta bruciata. Anche per la stessa A1 in alluminio, del resto, l'idea originale non ha trovato seguito.


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 1:55 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 9456
Località: Sardinia
mjazz ha scritto:
VR5, VR6, W8 e via dicendo...
Certo, mica tutti successoni e perle di ingegneria, ma gli va dato atto di aver messo della carne al fuoco anche se qualche salsiccia è rimasta bruciata. Anche per la stessa A1 in alluminio, del resto, l'idea originale non ha trovato seguito.

A2 :alastio:

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 1:58 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 600
Località: Bologna
sì giusto


Top
   
MessaggioInviato: mer ago 28, 2019 2:39 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 12497
In realtà il progetto Smart fu offerto a Piech che lo rifiutò sdegnosamente. Era il periodo in cui Daimler-Benz stava diventando Daimlerchrysler. A Piech la Smart e la prima Kl. A sembrarono un attacco. Con 20 anni di distanza Vw ha più che raddoppiato le vendite, il fatturato è quadruplicato, i profitti decuplicati. In quanto ai progetti di Schrempp lasciamo stare.

https://www.bloomberg.com/opinion/artic ... aking-icon

Qui c’è un’ interessante riflessione sulla morte di Piech. Il manager austriaco era l’esemplificazione del terrore degli azionisti. Non staccava dividendi corposi, comprava invece di vendere, non quotò mai nessuna divisione, aveva conflitti d’interesse ciclopici, agiva in modo per niente trasparente.
Eppure nonostante le varie Phaeton, A2, Bugatti Veyron, etc... Vw è diventata il primo costruttore al mondo nonché una delle più profittevoli.


Top
   
Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net