Questo forum utilizza dei Cookie per tenere traccia di alcune informazioni. Quali notifica visiva di una nuova risposta in un vostro topic, Notifica visiva di un nuovo argomento, e Mantenimento dello stato Online del Registrato. Collegandosi al forum o Registrandosi, si accettano queste condizioni.

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina 1 2 Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sab lug 29, 2023 7:31 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
PARIS -- Renault Group posted an operating margin of 7.6 percent in the first half of the year, the automaker’s highest ever and already close to its 2025 target, helped by higher prices for its new cars, improved volumes and cost reductions.

The company also returned to a net profit in the six months through June, recording a net income of 2.12 billion euros ($2.35 billion) after posting a 1.68 billion loss in the first half of 2022. The loss was a result of the closure of its Russian operations in the wake of Moscow's invasion of Ukraine.

"These results are the outcome of our continuous efforts to reduce costs over the last three years and of our strategy focused on value combined with the first benefits of an unprecedented product offensive," CEO Luca de Meo said in a statement Thursday. "Our fundamentals have never been as sound and robust."

The previous margin record was set in the second-half of 2017, when it stood at 7 percent. Renault aims to reach an 8 percent margin by 2025 and 10 percent by 2030.

Among vehicles driving the revenue and profit gains was the new Austral compact SUV, which CFO Thierry Pieton said has the highest per-vehicle margin in the company's history.

Automakers’ finances are holding up well despite consumers being hit by a surge in interest rates and high inflation at a time when easing supply-chain woes improve vehicle availability. Stellantis and Mercedes-Benz Group both reported better-than-expected earnings.

Renault’s order book in Europe is at 3.4 months of sales at the end of June and set to stay above a target of two months through the year, the company said. Sales were up by 13 percent worldwide, and 24 percent in Europe.


SPONSORED CONTENT FROM S&P GLOBAL MOBILITY
China exported more than 3 million vehicles in ‘22 … and is soaring even higher this year
Mainland China became the world's second-largest automotive exporter last year, and with domestic sales softening, could become the No. 1 exporter in 2023.
READ MORE
Headwinds for Ampere EV spinoff
De Meo, leading Renault through a turnaround for the past three years, is pursuing a listing of the company’s electric-vehicle and software unit Ampere. The plan is facing some headwinds following aggressive price cuts by Tesla and increasing competition that are weighing on demand for its flagship EV, the Megane E-Tech.

First-half sales of the model reached 23,000 units, Renault said Thursday, with the majority of deliveries of higher-end version of the vehicle.

Concerns about the sustainability of Renault’s pricing strategy has led to investor pushback on the planned share sale, now more likely to take place in the first half of next year. Still, the manufacturer took a step toward the entity’s initial public offering on Wednesday, when Japanese partner Nissan agreed to spend as much as 600 million euros for a stake in Ampere after months of talks between the two companies.

The Nissan investment in Ampere is “modest,” according to Stifel analyst Pierre-Yves Quemener, and the IPO plans remain under scrutiny. Renault is proceeding with Ampere’s carve-out, due to be completed later this year.

Renault also is still dealing with some logistics troubles, leaving a high number of cars stranded at factories. Inventory as of June was 569,000 vehicles, slightly down from end-March, and transportation issues should improve during the second half, it said.

The company remains focused on efforts to produce more affordable EVs, with a target of 40 percent cost reduction on a car-by-car basis in next-generation vehicles by 2027.


Inauguro il tread separato per Renault perché le 2 aziende hanno firmato pochi giorni fa l’accordo definitivo per la ristrutturazione dell’alleanza.
Nissan investirà 600 milioni di euro (una miseria) nella nuova divisione Ampere (sarebbe la divisione delle auto elettriche) in cambio Renault ridurrà in un indeterminato lasso di tempo la quota in Nissan dal 43% al 15%. Dopo 5 anni di lotte feroci e di colpi bassissimi i giapponesi si sono liberati dell’influenza di Parigi.
Renault è riuscita a migliorare la propria posizione economica ma strategicamente io la vedo nerissima. Gli accordi con Nissan dureranno almeno altri 10 anni ma è solo platform sharing, sullo sviluppo software non faranno nulla insieme.
Renault si è legata mani e piedi a Geely per lo sviluppo di ibridi e benzina, imho non è escluso che in qualche anno possano essere fagocitati dai cinesi (naturalmente l’inquilino dell’Eliseo non lo permetterà). L’idea di De Meo di portare subito Ampere in borsa è molto criticata, in più i francesi non hanno la massa critica, se Vw e Toyota stanno avendo problemi con risorse 5 volte superiori a quelle di Renault mi domando come riusciranno a sopravvivere. Il piano di far inglobare Renault da Stellantis ancora è tenuto nel cassetto ma io non lo ritengo improbabile (anche se Tavares si è detto contrarissimo).


Top
   
MessaggioInviato: mer set 27, 2023 9:22 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
By the end of 2023, the alliance's purchasing organization "will transit from a standardized global model towards a project‑driven cooperation," Renault said in a statement on Tuesday.

"The leading company of a given project will have the autonomy to define the specifications and processes to match the product requirements of each company while complying with regulations for the related region," Renault said.

The new structure will ensure "quicker decisions and operational efficiencies along several dimensions: markets, technologies, vehicles and beyond, to support the implementation of the Alliance common projects for Europe, Latin America, and India," the statement said.

The new structure "will leverage each partner's geographical strengths, technical resources, and market expertise to support their respective strategic plans," the statement added.

Renault and Nissan finalized at the end of July the terms of a restructured alliance after months of negotiations.

Talks dragged on months longer than expected due in part to Nissan, which was concerned about protecting its intellectual property in future collaborations.

The July agreement freed both companies to focus on the more pressing problem of navigating the fast-changing industry landscape.

For Nissan, that means contending with an increasingly grim outlook for foreign automakers in China, the world's biggest car market, while Renault is focusing on creating a separate electric vehicle business called Ampere.

Renault e Nissan hanno sciolto la società dedicata agli acquisti comuni, un altro segno della fine dell'alleanza. Ormai i francesi e giapponesi hanno solo diversi progetti in comune ma il sogno di creare il più grande gruppo automobilistico al mondo è in cenere. È cmq durato molto più di Daimlerchrysler.


Top
   
MessaggioInviato: gio nov 09, 2023 8:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
PARIS -- Renault Group announced the team of executives who will run Ampere, its stand-alone electric vehicle business, ahead of a planned stock market listing.

The carve-out of Ampere, which will be led by Renault Group CEO Luca de Meo, became effective Nov. 1, Renault said Wednesday in a news release.

Renault plans a capital market day on Nov. 15 at which it will lay out its strategy for investors.

A listing of Ampere, initially pencilled in for this year but now expected in the first half of 2024, aims to extract more value from the company by giving investors more visibility and separating it from Renault's traditional combustion-engine business.

Renault’s alliance partner Nissan has said it will invest up to 600 million euros ($642 million) in Ampere. The two automakers finalized a revamped alliance on Wednesday that sees Renault reduce its holding in Nissan to 15 percent, from 43 percent.

Mitsubishi, which is controlled by Nissan, has said it will invest up to 200 million euros in Ampere.

Weaker electric vehicle demand, increased competition from China and market volatility are complicating the plans to list Ampere. Other recent EV-focused listings, including the Geely brand Polestar, have struggled after the start of trading.


SPONSORED CONTENT FROM S&P GLOBAL MOBILITY
Tesla Is Most Popular EV Brand For US Fleet Companies
With consumer demand for electric vehicles appearing to reach a plateau for the moment, automakers are finding new customers for their EV stock: daily rental, corporate, and government fleets. And the top seller into those fleets is Tesla — constituting nearly one-third of fleet purchases of EVs over the trailing 13 months.
READ MORE

Luca de Meo, CEO of Renault Group, will also lead Ampere.
Ampere's management team will also include Josep-Maria Recasens as chief operating officer, Vincent Piquet as finance chief, Gilles Vidal as head of design, and Henry Bzeih, the new software head who joins from Microsoft.

Luciano Biondo, the head of Renault’s ElectriCity EV production center in northern France, is head of industrial operations. In all there will be 11 Ampere sites in France.

The company will have about 11,000 employees, of whom 35 percent are engineers, Renault said.

De Meo, who became CEO of Renault Group in July 2020, has laid out an ambitious plan for the company that includes splitting off EV operations into Ampere, setting up a joint venture with Geely to produce internal combustion drivetrains, building racing unit Alpine into a full passenger-car brand, and establishing a recycling and “circular economy” business unit.

He has also given the Dacia and Renault brands more autonomy and created the Mobilize mobility unit, which also includes Renault’s captive bank.

Reuters contributed to this report


Procede la ristrutturazione del gruppo Renault. Il 28% delle quote in Nissan è stato trasferito in un fondo e verrà ceduto sul mercato quando miglioreranno le quotazioni in borsa. Ampere (la divisione elettrica) verrà quotata in borsa nella primavera 2024 nonostante un ambiente borsistico molto sfavorevole. De Meo sta cercando di fare un matrimonio con i metaforici fichi secchi, sono piuttosto dubbioso.


Top
   
MessaggioInviato: mar nov 14, 2023 4:38 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
Renault will reveal the launch of an additional "affordable" city electric car during this week's capital markets day for its new EV unit Ampere, three sources familiar with the matter told Reuters.

The move is part of the automaker's efforts to reassure investors and push ahead with the stock market listing of its EV business, which has been complicated by weak demand for EVs and increased Chinese competition.

The Renault-branded vehicle, which will be smaller than the planned relaunched version of cult R5 hatchback, is expected to be built at the Novo Mesto plant in Slovenia, two of the sources said.

Ampere has said it plans to bring six EV models to the market by 2030. The new model is scheduled to go on sale in 2026, one of the sources said.

RELATED ARTICLE

Renault casts fledgling EV business as Europe's answer to Tesla
Renault's Ampere EV unit names leadership team ahead of listing
Ampere targets 600,000 produced electric vehicles in 2026 and one million in 2031.

Renault sold just under 50,000 electric Megane and Kangoo vehicles, its current models, last year. It flagged the arrival of electrified Scenic and R5 models for 2024, followed by the R4, in 2025.


The Renault 5 EV prototype, with the original Renault 5 behind it and the Megane E-Tech Electric compact car (left rear).
Having pioneered the market for first-generation electric vehicles with its long-time ally Nissan in the early 2010s, Renault has recently fallen behind pure players like Tesla and Asian manufacturers as global competition for greener vehicles has picked up.

Ampere's separation from the rest of Renault and planned market listing next spring is a major plank of the automaker's turnaround strategy.

Renault's investor day will be held on Wednesday

Renault potrebbe mostrare una concept per un’elettrica al di sotto della 5 domani.


Top
   
MessaggioInviato: mer nov 15, 2023 5:35 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
https://www.quattroruote.it/news/concep ... scita.html

Renault ha annunciato una Twingo elettrica (naturalmente una nuova non quella attuale) per meno di 20.000 euro. Entro il 2031 arriveranno 7 modelli elettrici e la divisione Ampere dovrebbe raggiungere un margine del 10%. Avranno bisogno di fortuna.


Top
   
MessaggioInviato: ven nov 17, 2023 8:56 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 26, 2006 12:04 pm
Messaggi: 4002
Località: Bra (CN)
daimlerchrysler ha scritto:
https://www.quattroruote.it/news/concept/2023/11/15/renault_twingo_2025_elettrica_20000_euro_prezzo_consumi_uscita.html

Renault ha annunciato una Twingo elettrica (naturalmente una nuova non quella attuale) per meno di 20.000 euro. Entro il 2031 arriveranno 7 modelli elettrici e la divisione Ampere dovrebbe raggiungere un margine del 10%. Avranno bisogno di fortuna.

A parte il costo della batteria che costa sicuramente più di un serbatoio :musica , non vedo perchè una EV debba costare più di una termica data la semplificazione della parte powertrain.
Poi una citycar come la Twingo avrà un pacco batteria notevolmente più piccolo

_________________
Alla guida di una KIA SPORTAGE 1.6 Turbo Benza Ibrida
Guidavo una Stelvio senza Apple CarPlay
Guidavo una sorprendente svedese - V90 D4
Guidavo una bella A6 SW TDI Grigio Floret. Veloce Comoda Bella Anonima
Guidavo una anonima e puzzolente 320d Touring MSport...
Guidavo una splendida Range Rover Evoque... Si, si girano tutti al semaforo...
Guidavo una fantastica A5 Sportback S-Line, 2.0 TDI 170cv...


Top
   
MessaggioInviato: sab nov 18, 2023 8:24 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
I costruttori europei hanno tentato di democratizzare l’auto elettrica con risultati al di sotto delle aspettative. Tesla è l’unica a realizzare volumi e profitti adeguati in Europa. Nel 2025 arriveranno le utilitarie elettriche a partire da 25.000 euro, ritengo che sia necessari scendere a 20.000 (esclusi incentivi) per raggiungere volumi critici che faranno pendere la bilancia a favore dell’elettrico.


Top
   
MessaggioInviato: sab nov 18, 2023 10:31 am 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 6454
daimlerchrysler ha scritto:
I costruttori europei hanno tentato di democratizzare l’auto elettrica con risultati al di sotto delle aspettative. Tesla è l’unica a realizzare volumi e profitti adeguati in Europa. Nel 2025 arriveranno le utilitarie elettriche a partire da 25.000 euro, ritengo che sia necessari scendere a 20.000 (esclusi incentivi) per raggiungere volumi critici che faranno pendere la bilancia a favore dell’elettrico.

La eC3/pandaE parte sa 23.900 ma dicono che con batteria da 200km potrà costare 19.999 senza incentivi....probabilmente sarà quella la svolta.
R5 non pare sarà una lowcost come eC3 quindi costerà di più e per sta twingo mi sa che ci vorranno 2.5/3 anni.

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 -superati i 313.333KM!!!


Top
   
MessaggioInviato: sab nov 18, 2023 11:50 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
A fine 2024 arriverà una E-C3 con autonomia ridotta, dovrebbe essere quella da 19.900 euro, certo l’autonomia di soli 200 km con ricarica lenta per me è un game killer. Bisogna sempre entrare nell’ordine che si venderanno molte meno auto rispetto ad adesso e che gli automobilisti dovranno fare dei compromessi. Stranamente Stellantis continua ad appiattire l’offerta dei vari marchi, Citroen, Opel, Fiat e probabilmente anche Peugeot avranno una variante di questa utilitaria/crossover elettrica.


Top
   
MessaggioInviato: sab nov 18, 2023 1:59 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven lug 13, 2007 3:17 pm
Messaggi: 10073
daimlerchrysler ha scritto:
https://www.quattroruote.it/news/concept/2023/11/15/renault_twingo_2025_elettrica_20000_euro_prezzo_consumi_uscita.html

Renault ha annunciato una Twingo elettrica (naturalmente una nuova non quella attuale) per meno di 20.000 euro. Entro il 2031 arriveranno 7 modelli elettrici e la divisione Ampere dovrebbe raggiungere un margine del 10%. Avranno bisogno di fortuna.
La Twingo/Smart F4 termica veniva via a10/12 mila euro. Ma pensano davvero che la gente abbia l’anello al naso? Magari anche sì, ma le buste paga non mentono.


Top
   
MessaggioInviato: sab nov 18, 2023 5:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
Mi trovi d'accordo al 100%, purtroppo data la furia ecologista totalmente accettata ed imposta da Bruxelles (n.b. sono sempre stato e sempre sarò un' europeista convinto) farà in modo che una porzione molto importante della popolazione europea non potrà comprarsi più un auto. È una scelta voluta. Dal punto di vista di oggi è un miracolo se le varie Renault, Stellantis e VW riusciranno a sviluppare auto elettriche con un prezzo base di 20.000 euro. Ci saranno dei compromessi ed anche pesanti per arrivare a questi prezzi. L'unione europea ci sta chiedendo cambiamenti pesanti, in Germania impazza il dibattito sull'esplosione dei costi per la costruzione di nuovi immobili, eppure i verdi rifiutano qualsiasi confronto e i socialdemocratici sono così codardi da non far volare una mosca. Intanto si spenderanno quasi 200 miliardi di euro per incentivi all'industria perché i costi energetici sono troppo alti. Siemens-Gamesa è stata appena salvata dallo stato. Giusto per ricordare.


Top
   
MessaggioInviato: lun nov 20, 2023 10:27 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mag 26, 2006 12:04 pm
Messaggi: 4002
Località: Bra (CN)
daimlerchrysler ha scritto:
Mi trovi d'accordo al 100%, purtroppo data la furia ecologista totalmente accettata ed imposta da Bruxelles (n.b. sono sempre stato e sempre sarò un' europeista convinto) farà in modo che una porzione molto importante della popolazione europea non potrà comprarsi più un auto. È una scelta voluta. Dal punto di vista di oggi è un miracolo se le varie Renault, Stellantis e VW riusciranno a sviluppare auto elettriche con un prezzo base di 20.000 euro. Ci saranno dei compromessi ed anche pesanti per arrivare a questi prezzi. L'unione europea ci sta chiedendo cambiamenti pesanti, in Germania impazza il dibattito sull'esplosione dei costi per la costruzione di nuovi immobili, eppure i verdi rifiutano qualsiasi confronto e i socialdemocratici sono così codardi da non far volare una mosca. Intanto si spenderanno quasi 200 miliardi di euro per incentivi all'industria perché i costi energetici sono troppo alti. Siemens-Gamesa è stata appena salvata dallo stato. Giusto per ricordare.

mannaggia, guarda.
A noi hanno tagliato i bonus per andare al salvataggio di Energy
:( :inculo2

_________________
Alla guida di una KIA SPORTAGE 1.6 Turbo Benza Ibrida
Guidavo una Stelvio senza Apple CarPlay
Guidavo una sorprendente svedese - V90 D4
Guidavo una bella A6 SW TDI Grigio Floret. Veloce Comoda Bella Anonima
Guidavo una anonima e puzzolente 320d Touring MSport...
Guidavo una splendida Range Rover Evoque... Si, si girano tutti al semaforo...
Guidavo una fantastica A5 Sportback S-Line, 2.0 TDI 170cv...


Top
   
MessaggioInviato: lun nov 20, 2023 10:43 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 35899
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
mauro65 ha scritto:
La Twingo/Smart F4 termica veniva via a10/12 mila euro. Ma pensano davvero che la gente abbia l’anello al naso? Magari anche sì, ma le buste paga non mentono.


La twingo attuale va da 15 a 17k euro. Poi ci sono, chiaramente, gli sconti, le promo e le km zero, ma ci sono per tutte. Se analizziamo il listino, un'elettrica a meno di 20k è meno di 3000 euro più cara di una twingo, di listino. Con una dotazione che surclasserà quella dell'utilitaria francese


Top
   
MessaggioInviato: lun nov 20, 2023 10:54 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 8671
Offerte in zona ... se poi scorrete la pagina della concessionaria ne vedete anche per altri marchi.

https://www.facebook.com/photo?fbid=106 ... cale=it_IT

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: lun nov 20, 2023 1:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 35899
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
G5X ha scritto:
Offerte in zona ... se poi scorrete la pagina della concessionaria ne vedete anche per altri marchi.

https://www.facebook.com/photo?fbid=106 ... cale=it_IT


Ma i 12.000 euro di sconto sull'elettrica ( seconda pagina) sono gli incentivi? Perchè così sono capaci tutti :P


Top
   
MessaggioInviato: lun nov 20, 2023 4:02 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 8671
E 12500 sulla Grandland?
Comunque non so su che basi siano queste offerte .. mi paiono solo scontistiche importanti.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: lun nov 20, 2023 4:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 7:02 pm
Messaggi: 35899
Località: Ovunque ci sia una birra ghiacciata
G5X ha scritto:
E 12500 sulla Grandland?
Comunque non so su che basi siano queste offerte .. mi paiono solo scontistiche importanti.


Dipende da tante cose, ma, sulla carta, sembrerebbero sconti interessanti.


Top
   
MessaggioInviato: lun nov 20, 2023 4:57 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 11, 2019 2:47 pm
Messaggi: 6155
Località: Bologna
cometa rossa ha scritto:
G5X ha scritto:
Offerte in zona ... se poi scorrete la pagina della concessionaria ne vedete anche per altri marchi.

https://www.facebook.com/photo?fbid=106 ... cale=it_IT


Ma i 12.000 euro di sconto sull'elettrica ( seconda pagina) sono gli incentivi? Perchè così sono capaci tutti :P

Sospetto che dentro ci siano anche gli incentivi che però cambiano a seconda di cosa si rottama.
Se non ricordo male, anche le termiche possono godere di qualche spicciolo di incentivo, infatti tutti gli sconti sono "FINO A..."


Top
   
MessaggioInviato: ven dic 08, 2023 8:03 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
https://www.reuters.com/business/autos- ... 023-12-08/

Secondo Handelsblatt Vw potrebbe cooperare con Renault per lo sviluppo di una citycar elettrica da 20.000 euro. Sarebbe un’alleanza pesante dal punto di vista dei volumi.


Top
   
MessaggioInviato: lun gen 29, 2024 6:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
Renault Group is canceling a planned IPO for its Ampere electric vehicle unit, saying that “current market conditions are not met” to allow a public listing.

CEO Luca de Meo said in a news release Monday after the close of trading that the cancellation of the IPO would have no impact on the automaker’s EV and software strategy, as well as financial guidance and capital allocation strategy.


Renault said it would continue to fund Ampere until it reaches break-even in 2025. The unit includes all of Renault’s EV activities, including a group of factories in northern France, and about 11,000 employees, including engineers.

Renault set out financial targets for the unit in November, including more than 10 billion euros of revenue by 2025, reaching breakeven in 2025, revenues of 25 billion euros in 2031, and an operating margin of at least 10 percent starting in 2030.

RELATED ARTICLE

Renault sets out target for Ampere EV unit; will launch low-cost electric car
Renault aims to pick partner for Twingo by early 2024, with VW in the running, report says
Ampere, which started operating separately from its parent on Nov. 1, was expected to have revenues of about 2.8 billion euros this year, Renault said. Ampere targets sales of 300,000 EVs in 2025, up from 45,000 in 2023. Sales should rise to 1 million cars in 2031.


The IPO was to have taken place in the first half of this year, after first proposed for the end of 2023.

EV-focused spinoffs and startups, hoping to duplicate the success of Tesla, have had mixed success in the public markets. Just last week, Geely’s Polestar unit, which went public in 2022 in the U.S., said it would cut 450 jobs, and it has been tapping its backers for funding as its share price remained in the doldrums.


SPONSORED CONTENT FROM S&P GLOBAL MOBILITY
2024 US Presidential Election and the Auto Industry
The 2024 US presidential election could end up a second Biden-Trump contest, with former President Donald Trump the front runner for the Republican party nomination after securing a win in the Iowa caucus this week and President Joe Biden currently the front runner for the Democratic party nomination.
READ MORE
Sales of EVs have slowed in key markets, including in the U.S. and Europe, leaving investors skeptical about their growth trajectories. In its fourth-quarter earnings report, Tesla warned of lower sales growth this year after slashing prices over the course of 2023, cutting the automaker's profitability.


Ampere plans a lineup of seven EVs by 2031, including a city car costing less than 20,000 euros ($22,000) to replace the current Renault Twingo.

Renault says the unit will be profitable because it can reach price parity to an internal-combustion engine car faster than other EV makers, because it fuses the agility of a startup with the legacy automaker’s experience in development and production, as well as scale.

It plans to reduce EV development and production costs by 40 percent in a single model generation. That will allow Renault to cut prices to consumers.

Ampere will build EVs for Renault, Alpine, Dacia and Nissan, and it has been in talks with Volkswagen to develop and produce a low-cost EV for the German automakers.

La comunità degli analisti era sempre stata freddissima sulla decisione strategica di Renault di quotare la divisione Ampere. Ci vorranno ancora anni per ottenere i primi profitti e gli sbarchi in borsa di Polestar e altre case automobilistiche focalizzate sulle BEV sono stati dei mega flop. È un brutto colpo per De Meo che contava su miliardi di incasso dato che la Regie è abbastanza a corto di liquidità.


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 30, 2024 11:33 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 25617
https://www.ilsole24ore.com/art/luca-de ... o-AFxDceWC

Leggete questo. I numeri dati da de meo fanno capire la reale situazione


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 30, 2024 11:44 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
Santissime parole e io andrei un pò oltre. L'imposizione dall'alto della mobilità elettrica implica che una parte molto importante della popolazione non potrà più permettersi la mobilità individuale. Si deve chiedere il conto a quei politici che hanno spinto questo dogma, i verdi tedeschi di fronte alle obiezioni dicono senza remore "imparate ad andare a piedi".


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 30, 2024 11:46 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 25617
daimlerchrysler ha scritto:
Santissime parole e io andrei un pò oltre. L'imposizione dall'alto della mobilità elettrica implica che una parte molto importante della popolazione non potrà più permettersi la mobilità individuale. Si deve chiedere il conto a quei politici che hanno spinto questo dogma, i verdi tedeschi di fronte alle obiezioni dicono senza remore "imparate ad andare a piedi".


Lo stiamo capendo. In ritardo dopo aver praticamente tagliato le palle all'industria europea... ma lo stiamo capendo


Top
   
MessaggioInviato: mar gen 30, 2024 11:48 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 8671
Adoro queste analisi e prese di posizione .... ho l'impressione che siano in molti casi tardive e tendenti a fotografare il danno fatto e in minor parte quello che faremo.
Mi spiace perché molte di queste riflessioni erano già note e ne discutevamo animatamente soprattutto quando si diceva che i costruttori europei mancavano di coraggio e visione capaci di contrastare le fantasie utopiste degli ambientalisti per passione.

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 31, 2024 6:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
https://www.bloomberg.com/news/articles ... f=0isIFblR

Intervista piuttosto rumorosa di Tavares a Bloomberg.
Il ceo di Stellantis (che fino al 2013 era vice ceo di Renault, entrambe le aziende hanno lo stato francese nell’azionariato) ha criticato apertamente la strategia di De Meo di scorporare la divisione Ampere e ha dubitato apertamente della capacità di sopravvivenza della Regie.
Tutti sanno che senza Nissan Renault non ha la grandezza industriale per sopravvivere, Tavares avverte che i rivali si stanno legando troppo a Geely e che anche la possibile alleanza sulle piccole elettriche con Vw potrebbe far finire là Regie sotto l’influenza di Wolfsburg (attualmente le trattative non stanno andando avanti e dubito seriamente che Blume voglia comprarsi Renault).
C’è da chiedersi il perché di queste bordate, non perché siano infondate, ma perché sfrontate e dirette. C’ è sotto il piano di far fondere Renault e Stellantis?


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 31, 2024 6:28 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun mar 13, 2006 5:26 pm
Messaggi: 8671
Tanto ormai ...

_________________
http://www.teamtoyota4x4forum.org/


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 31, 2024 6:40 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom mar 12, 2006 2:41 pm
Messaggi: 25617
daimlerchrysler ha scritto:
https://www.bloomberg.com/news/articles/2024-01-31/dealmaking-stellantis-ceo-is-ready-to-seize-on-renault-s-setback?sref=0isIFblR

Intervista piuttosto rumorosa di Tavares a Bloomberg.
Il ceo di Stellantis (che fino al 2013 era vice ceo di Renault, entrambe le aziende hanno lo stato francese nell’azionariato) ha criticato apertamente la strategia di De Meo di scorporare la divisione Ampere e ha dubitato apertamente della capacità di sopravvivenza della Regie.
Tutti sanno che senza Nissan Renault non ha la grandezza industriale per sopravvivere, Tavares avverte che i rivali si stanno legando troppo a Geely e che anche la possibile alleanza sulle piccole elettriche con Vw potrebbe far finire là Regie sotto l’influenza di Wolfsburg (attualmente le trattative non stanno andando avanti e dubito seriamente che Blume voglia comprarsi Renault).
C’è da chiedersi il perché di queste bordate, non perché siano infondate, ma perché sfrontate e dirette. C’ è sotto il piano di far fondere Renault e Stellantis?


Voto per la fusione


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 31, 2024 9:05 pm 
Non connesso

Iscritto il: mer ott 03, 2012 10:51 am
Messaggi: 6454
Temprone ha scritto:
daimlerchrysler ha scritto:
https://www.bloomberg.com/news/articles/2024-01-31/dealmaking-stellantis-ceo-is-ready-to-seize-on-renault-s-setback?sref=0isIFblR

Intervista piuttosto rumorosa di Tavares a Bloomberg.
Il ceo di Stellantis (che fino al 2013 era vice ceo di Renault, entrambe le aziende hanno lo stato francese nell’azionariato) ha criticato apertamente la strategia di De Meo di scorporare la divisione Ampere e ha dubitato apertamente della capacità di sopravvivenza della Regie.
Tutti sanno che senza Nissan Renault non ha la grandezza industriale per sopravvivere, Tavares avverte che i rivali si stanno legando troppo a Geely e che anche la possibile alleanza sulle piccole elettriche con Vw potrebbe far finire là Regie sotto l’influenza di Wolfsburg (attualmente le trattative non stanno andando avanti e dubito seriamente che Blume voglia comprarsi Renault).
C’è da chiedersi il perché di queste bordate, non perché siano infondate, ma perché sfrontate e dirette. C’ è sotto il piano di far fondere Renault e Stellantis?


Voto per la fusione


Sinceramente preferirei una renault cinese piuttosto che vedere ennesimi cloni di non eccelse ex psa.

_________________
ALFA ROMEO GIULIETTA jtdm-2 20 170cv- distinctive-pack premium-pack sport 18 - Luglio 2010 -superati i 313.333KM!!!


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 31, 2024 9:10 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar apr 08, 2008 1:42 pm
Messaggi: 13925
Località: Sardinia
Anche secondo me si fondono. Non so se si fonderanno con stellantis o solo con PSA. Vedremo.

_________________
-- LE IENE PORTANO BENE --
- Renault New Laguna Sportour 4Control 2.0 dCi 150cv - 06/2010 -
- Suzuki GSR 600 K6 - 04/2006 -
- Ford Transit VII T350L 2.2 Tdci 140 cv - 06/2008
- [New entry] Lancia Delta Oro 1.4 T-Jet GPL 120 cv - 09/2008


Top
   
MessaggioInviato: mer gen 31, 2024 9:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven apr 28, 2006 6:03 pm
Messaggi: 17304
PSA non esiste più. Fino a quando c'era Ghosn Renault avrebbe acquisito PSA, adesso Renault sarebbe il junior partner.


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina 1 2 Prossimo

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net